Risoluzione dei problemi di connettivitā TCP/IP in Windows NT

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 102908 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo č stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I102908
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

Le utilitā ARP, PING, FTP, NETSTAT e NBTSTAT sono in grado di fornire informazioni utili per diagnosticare la causa dei problemi di connettivitā TCP/IP in Windows NT. Di seguito č riportato un elenco dei possibili sintomi TCP/IP con le relative raccomandazioni su come utilizzare queste utilitā per la diagnosi dei vari problemi. Sebbene non si tratti di un elenco completo, vengono comunque forniti esempi di come sia possibile utilizzare tali strumenti per identificare i problemi di rete.

Informazioni

D: Come č possibile determinare se TCP/IP č installato correttamente in un sistema Windows NT?

R: Provare a utilizzare il comando PING nel sistema locale digitando l'indirizzo di loopback IP 127.0.0.1 alla riga di comando:
ping 127.0.0.1


Il sistema dovrebbe rispondere immediatamente. Se il PING non č stato trovato oppure se il comando non viene eseguito correttamente, utilizzare il Visualizzatore eventi per cercare nel registro eventi eventuali problemi verificatisi durante l'installazione o riportati dal servizio TCP/IP. Si consiglia inoltre di tentare di utilizzare il comando PING con gli indirizzi IP dell'interfaccia o delle interfacce locali per determinare se il protocollo IP č stato configurato correttamente. La riuscita del comando PING indica che molto probabilmente il livello IP del sistema funziona correttamente.

D: Come č possibile determinare se il servizio server FTP č installato correttamente in un sistema Windows NT?

R: Provare a utilizzare il comando FTP nel sistema locale digitando l'indirizzo di loopback IP alla riga di comando:
ftp 127.0.0.1


L'interazione locale con il server č identica all'interazione con altri client Windows NT e con la maggior parte dei client UNIX. Questo comando puō essere utilizzato anche per determinare se le directory, le autorizzazioni e cosė via del servizio server FTP sono configurate correttamente.

D: Che cosa causa l'errore 53 quando si cerca di connettersi a un server Windows NT, Windows per Workgroup o Microsoft LAN Manager?

R: L'errore 53 viene ritornato quando non č possibile eseguire la risoluzione del nome del computer specificato. Se il computer fa parte della subnet locale, verificare che il nome sia corretto e che il sistema stia eseguendo TCP/IP. Se il computer non fa parte della subnet locale, assicurarsi che il nome e l'indirizzo IP siano disponibili nel file LMHOSTS. Se ogni cosa sembra installata correttamente, provare a utilizzare il comando PING con il sistema remoto per assicurarsi che il software TCP/IP funzioni correttamente.

D: Dopo aver aggiunto una nuova voce di corrispondenza al file LMHOSTS, che cosa č possibile fare se la connessione al server risulta particolarmente lunga?

R: Questo comportamento puō essere causato da un file LMHOSTS di grandi dimensioni con una voce aggiunta al termine del file, magari dopo alcune istruzioni #INCLUDE. Esistono due modi per velocizzare i tempi di connessione: identificare la voce come voce precaricata facendola seguire dal tag #PRE e utilizzando il comando NBTSTAT -R per aggiornare immediatamente la cache dei nomi locali oppure inserire la voce il pių possibile in alto nel file LMHOSTS.

Il file LMHOSTS viene infatti passato in rassegna in modalitā sequenziale per identificare le voci non #PREcaricate, pertanto č consigliabile inserire le voci pių frequentemente utilizzare verso l'inizio del file e le specifiche #PRE verso la fine.

D: Che cosa č possibile fare se gli utenti hanno difficoltā a connettersi a un particolare server, anche quando viene specificato lo stesso nome?

R: Utilizzare il comando NBTSTAT -N per determinare con quale nome il server č stato registrato sulla rete. Il risultato di questo comando č un elenco di vari nomi registrati dal sistema utilizzando NetBIOS nel TCP/IP. Nell'elenco dovrebbe essere presente un nome simile a quello del computer in questione. In caso contrario, provare uno degli altri nomi univoci visualizzati. Il comando NBTSTAT puō anche visualizzare le voci memorizzate nella cache per i sistemi remoti, ovvero le voci #PREcaricate provenienti dal file LMHOSTS oppure i nomi risolti recentemente a seguito dell'attivitā corrente della rete. Se il nome utilizzato degli utenti remoti č lo stesso e gli altri sistemi fanno parte di una subnet remota, assicurarsi nei rispettivi file LMHOSTS sia presente la voce di corrispondenza del sistema.

D: Che cosa fare se č possibile connettersi a sistemi esterni con nomi host solo utilizzando indirizzi IP e non TELNET, FTP e cosė via?

R: Nel Pannello di controllo fare clic su Rete, quindi verificare la configurazione della risoluzione dei nomi degli host, presente nell'opzione Connettivitā TCP/IP, per assicurarsi che HOSTS e DNS siano stati configurati correttamente per il sistema. Se si utilizza il file HOSTS, assicurarsi che nel file sia utilizzato lo stesso nome host del sistema remoto che viene utilizzato dall'applicazione. Se si utilizza DNS, assicurarsi che gli indirizzi IP dei server DNS siano corretti e nell'ordine previsto. Per determinare se il nome host č stato risolto correttamente, provare a utilizzare il comando PING con il sistema remoto digitando sia il nome host che l'indirizzo IP.

D: L'intestazione visualizzata quando si utilizza TELNET con un particolare computer identifica un computer diverso da quello a cui si intendeva connettersi, anche se viene specificato l'indirizzo IP corretto. Come mai?

R: Situazioni simili si presentano solitamente quando due sistemi della stessa rete sono configurati erroneamente dallo stesso indirizzo IP. Il mapping degli indirizzi IP e Ethernet viene eseguito dal modulo ARP (Address Resolution Protocol), che accetta la prima risposta ricevuta. Puō accadere che talvolta la risposta del computer erroneamente identificato dallo stesso indirizzo IP venga restituita prima della risposta del computer a cui si intendeva connettersi. Questi problemi sono difficili da isolare e da diagnosticare. Il comando ARP -g visualizza i mapping nella cache ARP. Se si conosce l'indirizzo Ethernet del sistema remoto a cui si desidera connettersi, sarā possibile determinare facilmente se i due corrispondono. In caso contrario, provare a utilizzare il comando ARP D per eliminare la specifica, quindi a eseguire il PING allo stesso indirizzo, forzando un nuovo mapping ARP e verificando nuovamente l'indirizzo Ethernet nella cache utilizzando nuovamente il comando ARP -g. Č possibile che se entrambi i sistemi sono presenti sulla stessa rete, si ottenga una risposta diversa. In caso negativo, potrebbe essere necessario filtrare il traffico proveniente dall'host identificato erroneamente dallo stesso indirizzo per determinare il proprietario o la posizione del sistema.

D: Che cosa č possibile fare quando una connessione TCP/IP a un sistema remoto sembra bloccarsi?

R: Il comando NETSTAT -a mostra lo stato dell'attivitā sulle porte TCP e UDP del sistema locale. Lo stato di una buona connessione TCP indica solitamente 0 byte sia nella coda di ricezione che in quella di invio. Se i dati vengono bloccati in una delle due code oppure se lo stato č irregolare, probabilmente č presente un problema con la connessione. In caso contrario, potrebbe trattarsi di rallentamenti nella rete o nell'applicazione.

D: Che cosa fare se nella finestra di dialogo della configurazione TCP/IP č presente il seguente messaggio: "Il gateway predefinito non appartiene ad una delle interfacce configurate. Cambiare il gateway?"

R: Questo errore indica che il gateway predefinito non si trova sulla stessa rete logica dell'interfaccia o delle interfacce installate nel sistema. Questo viene determinato confrontando la porzione ID rete del gateway predefinito (eseguendo una operazione AND a livello di bit tra la subnet mask e il gateway predefinito) con l'ID rete di ciascuna delle interfacce installate. Ad esempio, un sistema con una sola interfaccia configurata con indirizzo IP 102.54.0.1 e subnet mask 255.255.0.0, richiederā che il gateway predefinito sia 102.54.a.b in quanto la porzione ID rete dell'interfaccia IP č 102.54.

Proprietā

Identificativo articolo: 102908 - Ultima modifica: lunedė 19 gennaio 2004 - Revisione: 3.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Windows NT Server 3.51
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0 Developer Edition
  • Microsoft Windows NT Advanced Server 3.1
  • Microsoft Windows NT Server 4.0 Standard Edition
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0 Developer Edition
  • Microsoft Windows 2000 Professional Edition
  • Microsoft Windows 2000 Server
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
Chiavi: 
kbnetwork KB102908
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com