How to: configurare origini dati ODBC su immediato

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 110507 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

╚ possibile configurare nomi delle origini dati ODBC (Open Database Connectivity) a livello di programmazione. Ci˛ offre flessibilitÓ per esportare i dati senza imporre all'utente di esplicitamente utilizzare l'amministratore ODBC o altri programmi per specificare i nomi delle origini dati. Ad esempio, questo pu˛ consentire al programma di utilizzare l'API di ODBC (application programming interface) per esportare un file xls. Per effettuare questa operazione, utilizzare la funzione di SQLConfigDataSource().

Nell'esempio viene utilizzata SQLConfigDataSource per creare una nuova origine dati di Excel denominata "New Excel Data Source":
   SQLConfigDataSource(NULL,ODBC_ADD_DSN,
     (LPSTR) "Excel Files (*.xls)",
     (LPSTR) "DSN=New Excel Data Source\0"
     "Description=New Excel Data Source\0"
     "FileType=Excel\0"
     "DataDirectory=C:\\EXCELDIR\0"
     "MaxScanRows=20\0");
nota che l'origine dati Ŕ una directory (C:\EXCELDIR). Il driver di Excel dispone di directory come le origini dati e i file come singole tabelle (una tabella per ciascun file xls).

Per ulteriori informazioni sulla creazione di tabelle, consultare il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
110508Creazione di tabelle con il database MFC
Le informazioni di seguito vengono illustrati i parametri che devono essere passati alla funzione API ODBC SQLConfigDataSource(). Per utilizzare la funzione SQLConfigDataSource(), Ŕ necessario includere il file di intestazione ODBCINST.H e utilizzare la libreria di importazione ODBCINST.LIB.

Nota: Per le applicazioni a 32 bit, Ŕ necessario includere file di intestazione ODBCINST.H, ma ora Ŕ necessario collegare con ODBCCP32.lib

Nota: Le informazioni contenute in questo articolo sono duplicate di "programmazione con MFC Enciclopedia' fornito con Visual c ++ 4.0. L'articolo Ŕ reperibile cercando "SQLConfigDataSource" e selezionando l'articolo "Domande frequenti: configurazione a livello di programmazione di un'origine di dati ODBC".

Informazioni

Nota: Questo articolo Ŕ stato originariamente scritto per solo i componenti ODBC a 16 bit. I componenti ODBC a 16 bit per memorizzare informazioni su origini dati configurato (ODBC.ini), utilizzare il file INI e driver (ODBCINST.INI) installati. I componenti ODBC a 32 bit non pi¨ utilizzano file INI ma, invece scrivono tali informazioni nel Registro di sistema. Le informazioni di origine dati di sistema e driver installato informazioni vengono archiviate in ODBC\ HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\ ODBC.ini e ODBCINST.INI, rispettivamente. Origini dati non di sistema vengono memorizzati in HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\ODBC\ODBC.INI. Nella parte restante di questo articolo, i riferimenti a ODBC.ini devono essere interpretati come riferimento a sezione appropriata del Registro di sistema se si utilizza i componenti ODBC a 32 bit.

Nome di un'origine dati ODBC pu˛ essere creato utilizzando il programma di amministrazione ODBC o utilitÓ simili. Tuttavia, a volte Ŕ preferibile per creare un nome origine dati direttamente da un'applicazione in modo che Ŕ possibile ottenere accesso senza richiedere all'utente di eseguire un'utilitÓ separata.

L'amministratore di ODBC (in genere installati nel Pannello di controllo di Windows) crea una nuova origine dati inserendo delle voci nel file ODBC.ini. Questo file viene richiesto da Gestione driver ODBC per ottenere le informazioni necessarie sull'origine dati. ╚ importante conoscere le informazioni da inserire nel ODBC.ini, in quanto sarÓ necessario fornire tale con la chiamata a SQLConfigDataSource().

Sebbene queste informazioni potrebbero essere scritto direttamente nel file ODBC.ini di [senza SQLConfigDataSource()], qualsiasi applicazione che esegue questa operazione Ŕ affidarsi la tecnica corrente che il gestore driver utilizza per mantenere i dati. Se una revisione successiva a Gestione driver ODBC implementa record delle informazioni sulle origini dati in modo diverso, qualsiasi applicazione di questa tecnica sarÓ interrotto. ╚ in genere consigliabile utilizzare una funzione API quando una viene fornita.

Riportato di seguito, si noterÓ una spiegazione dei parametri di funzione SQLConfigDataSource(). La maggior parte delle informazioni Ŕ tratta da ODBC API Programmer ' s Reference fornito con Visual c ++ versione 1.5. Prototipo di funzione:
   BOOL SQLConfigDataSource(HWND hwndParent,UINT fRequest,
                            LPCSTR lpszDriver,
                            LPCSTR lpszAttributes);
hwndParent - questa Ŕ la finestra verrÓ utilizzata come il proprietario di alcuna finestra di dialogo che vengono create da Gestione driver o il driver ODBC specifico per ottenere informazioni aggiuntive da all'utente la nuova origine dati. Se non vi sono informazioni sufficienti forniti nel parametro lpszAttributes, Ŕ possibile che una finestra di dialogo apparirÓ. Questo parametro pu˛ essere NULL, vedere il riferimento per specifiche.

fRequest - l'operazione da eseguire. I valori possibili sono:
                      ODBC_ADD_DSN: Add new user data
                        source.
                      ODBC_CONFIG_DSN: Modify an
                        existing data source.
                      ODBC_REMOVE_DSN: Remove an
                        existing data source.
i valori seguenti sono solo disponibili in ODBC 2.53.0 o versione successiva a 32 bit:
                      ODBC_ADD_SYS_DSN: Add a new
                        system data source.
                      ODBC_CONFIG_SYS_DSN: Modify
                        an existing system data
                        source.
                      ODBC_REMOVE_SYS_DSN: Remove
                        an existing system data
                        source.
lpszDriver - descrizione del driver. Come la documentazione vengono citate, questo Ŕ il nome visualizzato agli utenti anzichÚ il driver fisico (DLL). ╚ possibile determinare la descrizione di un driver utilizzando il programma di amministrazione ODBC come indicato di seguito:

  1. Eseguire il programma di amministrazione ODBC.
  2. Scegliere Aggiungi. In questo modo, sarÓ un elenco di driver installati.
L'elenco contiene le descrizioni dei driver. ╚ la descrizione che verrÓ utilizzato come parametro lpszDriver. Si noti che la descrizione dell'intero viene utilizzata [ad esempio "File di Excel (*.xls)"] inclusi estensione di file e le parentesi se sono presenti nella descrizione.

Facoltativamente, Ŕ possibile esaminare il file ODBCINST.INI, che contiene un elenco di tutte le voci relative ai driver e le descrizioni nella sezione [driver ODBC].

lpszAttributes - elenco di attributi nel modulo "nome chiave = valore". Queste stringhe sono separate da terminatori null con due terminatori null consecutivi alla fine dell'elenco. Questi attributi sarÓ principalmente voci specifiche del driver predefinito, inserire il file ODBC.ini per la nuova origine dati. Una chiave importante, non Ŕ menzionata nel riferimento API ODBC per questa funzione, Ŕ "DSN" che specifica il nome della nuova origine dati. Gli altri delle voci sono specifiche del driver per la nuova origine dati. Spesso a volte non Ŕ necessario fornire tutti i movimenti perchÚ il driver pu˛ richiedere all'utente (se hwndParent non Ŕ NULL) con caselle di dialogo per i nuovi valori. Si desideri in modo esplicito valori predefiniti di approvvigionamento in modo che l'utente non Ŕ richiesto.

Un modo per trovare il nomi delle chiavi e i relativi valori Ŕ per esaminare le voci del Registro di sistema per un'origine dati giÓ configurata (ad esempio una che Ŕ stato configurato dal programma di amministrazione ODBC):

importante Questa sezione, metodo o l'attivitÓ sono contenute procedure viene illustrato come modificare il Registro di sistema. Tuttavia, possono causare seri problemi se si modifica il Registro di sistema in modo errato. Pertanto, assicurarsi che questa procedura con attenzione. Per maggiore protezione, Ŕ eseguire il backup del Registro di sistema prima di modificarlo. ╚ quindi possibile ripristinare il Registro di sistema se si verifica un problema. Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup e ripristino del Registro di sistema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
322756Come eseguire il backup e il ripristino del Registro di sistema in Windows

  1. Utilizzando regedit passare HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\ODBC\ODBC.INI\
  2. Individuare l'hive che corrisponde al nome dell'origine di dati. Sono disponibili le coppie parola chiave. Avviso, modificare manualmente i valori del Registro di sistema pu˛ causare l'instabilitÓ del sistema e ad esempio un errore irreversibile.
╚ inoltre possibile esaminare la documentazione per il driver specifico che si intende utilizzare. Informazioni utili, vedere nella Guida in linea per il driver, in cui Ŕ possibile accedere eseguendo l'amministratore ODBC: fare clic su Aggiungi, selezionare il nome del driver e fare clic su OK. Quando le informazioni sulla creazione una nuova origine dati relativo al driver, scegliere?. VerrÓ aperto il file della Guida relativo al driver, che contiene in genere informazioni importanti riguardanti l'utilizzo del driver.

Riferimenti

ODBC Programmer ' s Reference e SDK Guide (disponibile nella documentazione in linea).

ProprietÓ

Identificativo articolo: 110507 - Ultima modifica: martedý 29 giugno 2004 - Revisione: 3.2
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Data Access Components 1.5
  • Microsoft Data Access Components 2.0
  • Microsoft Data Access Components 2.1
  • Microsoft Data Access Components 2.5
  • Microsoft Data Access Components 2.6
  • Microsoft Data Access Components 2.7
Chiavi:á
kbmt kbdatabase kbhowto KB110507 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 110507
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com