HOWTO: Come gestione dello stato su pagine con VBScript

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 157906 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
1,00 1.10 2,00 Kbhowto kbprg di WINDOWS
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo viene descritto i tre modi in cui Ŕ possibile mantenere lo stato tra pi¨ pagine Web utilizzando Visual Basic, Scripting Edition.

Riportato di seguito Ŕ i tre metodi:
  • Assegnare un cookie a un HREF alternativo.
  • Utilizzare un cookie e modificare il contenuto della pagina.
  • Utilizzare frame e memorizzare un valore nel frame di livello superiore.

Informazioni

I tre metodi sono descritti in dettaglio pi¨ avanti. Per visualizzare un esempio in cui vengono illustrati tre metodi, creare i file HTML descritti in ogni sezione. ╚ possibile utilizzare Blocco note o qualsiasi altro editor di testo per creare i file.

Metodo 1 - assegnazione di un cookie a un HREF alternativo

Per utilizzare il metodo 1, Ŕ necessario leggere i file da un server HTTP.
   ******** Begin Page1-1.htm **********
   <HTML>

    <SCRIPT LANGUAGE="VBSCRIPT">
      Sub SetCookie
        document.cookie = "MyVar='101'; path='page1-2.htm'"
      End Sub
    </SCRIPT>
    <BODY>
      <H2>Page 1 - Method 1</H2><HR>
      <INPUT TYPE=BUTTON VALUE="Set Cookie" onClick="SetCookie">
      <A HREF="page1-2.htm">Go to Page 2</A>
    </BODY>

   </HTML>
   ******** End Page1-1.htm **********

   ******** Begin Page1-2.htm **********
   <HTML>

    <SCRIPT LANGUAGE="VBSCRIPT">
      Sub GetCookie
        MsgBox document.cookie
      End Sub
    </SCRIPT>
    <BODY>
      <H2>Page 2 - Method 1</H2><HR>
      <INPUT TYPE=BUTTON VALUE="Get Cookie" onClick="GetCookie">
    </BODY>

   </HTML>
   ******** End Page1-2.htm   **********
				
Pagina1 - 1.htm:
  • L'evento onClick del pulsante chiama la subroutine di SetCookie Ŕ definita nella parte superiore della pagina.
  • La subroutine imposta il valore del cookie e il percorso del cookie. PERCORSO Ŕ il nome della pagina che il valore Ŕ impostato per.
  • Il punto di ancoraggio "Vai a pagina 2" passa a pagina 2 utilizzando il formato HTML standard sintassi.
Pagina1 - 2.htm:

  • L'evento onClick del pulsante chiama la subroutine di GetCookie Ŕ definita nella parte superiore della pagina.
  • La subroutine legge il valore del cookie per dimostrare che la variabile Ŕ stata impostata.

Metodo 2 - Utilizzo di un cookie e la modifica del contenuto della pagina

Per utilizzare il metodo 2, che Ŕ necessario leggere i file da un server HTTP.
   ******** Begin Page2-1.htm **********
   <HTML>

    <SCRIPT LANGUAGE="VBSCRIPT">
      Sub SetCookie
        document.cookie = "MyVar=101"
      End Sub

      Sub GotoNextPage
        location.href = "page2-2.htm"
      End Sub
    </SCRIPT>
    <BODY>
      <H2>Page 1 - Method 2</H2><HR>
      <INPUT TYPE=BUTTON VALUE="Set Cookie" onClick="SetCookie">
      <A HREF="" onClick="GotoNextPage">Go to Page 2</A>
    </BODY>

   </HTML>
   ******** End Page2-1.htm **********

   ******** Begin Page2-2.htm **********
   <HTML>

    <SCRIPT LANGUAGE="VBSCRIPT">
      Sub GetCookie
        MsgBox document.cookie
      End Sub
    </SCRIPT>
    <BODY>
      <H2>Page 2 - Method 2</H2><HR>
      <INPUT TYPE=BUTTON VALUE="Get Cookie" onClick="GetCookie">
    </BODY>

   </HTML>
   ******** End Page2-2.htm **********
				
Pagina2 - 1.htm:

  • L'evento onClick del pulsante chiama la subroutine di SetCookie Ŕ definita nella parte superiore del file.
  • La subroutine imposta il valore del cookie per la pagina corrente.
  • L'ancoraggio "Vai a pagina 2" chiama la subroutine di GotoNextPage Ŕ definita nella parte superiore della pagina.
  • La subroutine GotoNextPage passa a pagina 2 impostando il HREF proprietÓ dell'oggetto percorso. In questo modo che la pagina corrente fa riferimento senza reimpostare il cookie.
Pagina2 - 2.htm:

  • L'evento onClick del pulsante chiama la subroutine di GetCookie Ŕ definita nella parte superiore della pagina.
  • La subroutine legge il valore del cookie per dimostrare che la variabile Ŕ stata impostata.

Metodo 3: utilizzo di frame e archiviazione di un valore nel controllo frame livello superiore

   ******** Begin Page3-1.htm **********
   <HTML>

    <SCRIPT LANGUAGE="VBSCRIPT">
      Dim MyVar
    </SCRIPT>

    <FRAMESET COLS="50%,50%">
      <FRAME SRC="page3-2.htm">
      <FRAME SRC="page3-3.htm">
    </FRAMESET>

   </HTML>
   ******** End Page3-1.htm **********

   ******** Begin Page3-2.htm **********
   <HTML>

    <SCRIPT LANGUAGE="VBSCRIPT">
      Sub SetVariable
        top.MyVar = 101
      End Sub
    </SCRIPT>
    <BODY>
      <H2>Page 1 - Method 3</H2><HR>
      <INPUT TYPE=BUTTON VALUE="Set Variable" onClick="SetVariable">
    </BODY>
   </HTML>
   ******** End PAGE3-2.HTM **********

   ******** Begin Page3-3.htm **********
   <HTML>

    <SCRIPT LANGUAGE="VBSCRIPT">
      Sub GetVariable
        MsgBox top.MyVar
      End Sub
    </SCRIPT>
    <BODY>
      <H2>Page 2 - Method 3</H2><HR>
      <INPUT TYPE=BUTTON VALUE="Get Variable" onClick="GetVariable">
    </BODY>

   </HTML>
   ******** End Page3-3.htm **********
				
Page3 - 1.htm:

  • Una variabile Ŕ definita. PoichÚ la variabile Ŕ definita all'esterno di qualsiasi subroutine, Ŕ accessibile a tutti i frame figlio.
Page3 - 2.htm:

  • L'evento onClick del pulsante chiama la subroutine di SetVariable Ŕ definita nella parte superiore del file.
  • La subroutine imposta il valore della variabile nel frame superiore. Questa operazione viene eseguita utilizzando la variabile TOP, che fa riferimento alla cornice di primo livello.
Page3 - 3.htm:

  • L'evento onClick del pulsante chiama la subroutine di GetVariable Ŕ definita nella parte superiore della pagina.
  • La subroutine legge il valore della variabile nel frame superiore.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni sullo sviluppo di soluzioni basate sul Web per Internet Explorer, visitare i seguenti siti Web (informazioni in lingua inglese):
http://msdn.microsoft.com/ie/

http://support.microsoft.com/iep

ProprietÓ

Identificativo articolo: 157906 - Ultima modifica: giovedý 11 maggio 2006 - Revisione: 3.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Visual Basic, Scripting Edition 2.0
  • Microsoft Visual Basic, Scripting Edition 1.1
Chiavi:á
kbmt kbfaq kbhowto kbscript KB157906 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 157906
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Dichiarazione di non responsabilitÓ per articoli della Microsoft Knowledge Base su prodotti non pi¨ supportati
Questo articolo Ŕ stato scritto sui prodotti per cui Microsoft non offre pi¨ supporto. L?articolo, quindi, viene offerto ?cosý come Ŕ? e non verrÓ pi¨ aggiornato.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com