XCLN: Come utilizzare RPCPing per verificare la comunicazione RPC

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 167260 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

L'utilitÓ Ping RPC pu˛ essere utilizzato per verificare la connettivitÓ RPC tra il computer che esegue Microsoft Exchange Server e qualsiasi delle workstation di Microsoft Exchange Client supportata nella rete. Per verificare se i servizi di Microsoft Exchange Server rispondano alle richieste RPC da workstation client attraverso la rete Ŕ possibile utilizzare questa utilitÓ.

Informazioni

Esistono due componenti nell'utilitÓ di ping RPC: un componente di lato server e un componente del lato client.

Il file eseguibile di ciascun componente Ŕ elencato di seguito:
   Server Component: Rpings.exe (for the Microsoft Exchange Windows NT
   Server)

   Client Component: Rpingc32.exe (for Microsoft Windows NT and Windows95)
                     Rpingc16.exe (for Microsoft Windows 3.1x clients)
                     Rpingdos.exe (for Microsoft DOS clients)
				

Rpings.exe

Rpings.exe Ŕ l'utilitÓ di ping RPC sul lato server.

Rpings contiene due funzioni RPC, Echo e chiamati dal lato client RPC ping utilitÓ Rpingc16, Rpingc32 o Rpingdos di statistiche.

Eseguire Rpings senza alcuna opzione per utilizzare tutte le sequenze di protocollo disponibile.

Rpings.exe

Sintassi della riga di comando:
   RPINGS [-p Protocol Sequence]

   Protocol sequences can be set using these friendly names
       -p namedpipes
       -p tcpip
       -p ipx/spx
       -p netbios
       -p vines

   enter '@q' to exit rpings.
				

dove
Sequenza di protocollo - ╚ ad esempio i meccanismi di trasporto supportati di RPC:

namedpipes Connessione di NCA su Named Pipes (ncacn_np)

TCP/IP connessione NCA su TCP/IP (ncacn_ip_tcp) netbios NCA connessione su NetBIOS su NetBEUI (ncacn_nb_nb) ipx/spx NCA connessione tramite SPX (ncacn_spx) vines NCA connessione su Banyan VINES (ncacn_vns_spp)

Rpingc32.exe, Rpingc16.exe e Rpingdos.exe

Rpingc32 Ŕ quella di 32 bit del lato client dell'utilitÓ ping RPC. Rpingc16 e di Rpingdos.exe sono le versioni a 16 bit del lato client. VerrÓ connettersi e binding al server di destinazione specificata RPC e visualizzare lo stato, sequenze di protocollo disponibili con punti finali e la qualitÓ della connessione RPC.

UtilitÓ Rpingc16.exe e Rpingc32.exe vengono impostate per eseguire in ambiente Windows. UtilitÓ Rpingdos.exe viene eseguito in ambiente MS-DOS.

Rpingc32.exe e Rpingc16.exe

Opzioni:
   Exchange Server:  The name of the Exchange Server to ping
   Protocol Sequence:   The following options are available:
               Any (default)
               Named Pipes
               IPX/SPX
               TCP/IP
               Netbios
               Vines
   End Point:        The following End Points on the Exchange Server are
   available:
               Rping (default, all)
               Store (the Exchange Store)
               Admin (the Exchange Admin)

   Number of Pings:  Continuous
            Stop at ___

   Mode:          Ping Only (character echoed by RPINGS)
             End Point Search (enumerates all endpoints available)

   Run with Security:   verifies that authenticated RPCs work
				

Rpingdos.exe

Sintassi:
   RPINGDOS [-p Protocol Sequence] -n Network Address [-e End Point] [-c
   xxx] [-s]

       -p [protocol_sequence] defaults to named pipes
       -n [network_address] is required
       -e [endpoint] endpoint to find, defaults to rping
       -c [xxx] number of pings, defaults to 1.
       -s run an endpoint search

   Protocol sequences can be set using these friendly names
       -p namedpipes
       -p tcpip
       -p ipx/spx
       -p netbios
       -p vines
				

L'utilitÓ RPCPING e il file sono reperibile sul CD di server di Exchange nella directory Support\Rpcping.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 167260 - Ultima modifica: sabato 28 ottobre 2006 - Revisione: 2.4
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Exchange Client 5.5
  • Microsoft Exchange Client 5.0
  • Microsoft Exchange Client 4.0
  • Microsoft Exchange Client 5.0
Chiavi:á
kbmt kbusage KB167260 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 167260
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Dichiarazione di non responsabilitÓ per articoli della Microsoft Knowledge Base su prodotti non pi¨ supportati
Questo articolo Ŕ stato scritto sui prodotti per cui Microsoft non offre pi¨ supporto. L?articolo, quindi, viene offerto ?cosý come Ŕ? e non verrÓ pi¨ aggiornato.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com