ModalitÓ di accesso di SQL Server nelle pagine ASP

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 169377 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo viene descritto come stabilire connessioni a SQL Server in uno script ASP utilizzando ActiveX Data Objects (ADO), tenendo sfruttare le funzionalitÓ di ODBC 3.0 del pool di connessioni.



Informazioni

Il pool di connessioni

Attivare il pool di connessioni ODBC.
Per ulteriori informazioni sui pool di connessioni e per istruzioni su come abilitare questa funzionalitÓ, fare clic sul seguente numero di articolo per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base:
164221How to enable connection pooling in un'applicazione ODBC

DSN ODBC

Utilizzando l'amministratore ODBC, creare un nome di origine dati di sistema (DSN) nel computer in cui Microsoft Internet Information Server (IIS) installato. Specificare l'attributo connessione una volta e quindi riutilizzarlo in ogni pagina. Ad esempio, nell'evento Session_OnStart nel file Global. asa, definire l'attributo di connessione come:
   Session("ConnectionString") =
   "dsn=SQLSysDSN;uid=<username>;pwd=<strong password>;DATABASE=pubs;APP=ASP Script"				
Assicurarsi che tutte le seguenti condizioni sono vere:
  • Nella definizione di DSN di sistema non Ŕ selezionata la casella Connessione Trusted .
  • La modalitÓ di protezione di SQL Server non Ŕ integrata di Windows NT.
  • Nell'attributo di connessione, l'uid non Ŕ vuoto.
In caso contrario, una connessione a SQL Server potrebbe non riuscire e visualizzato il seguente messaggio di errore:

Microsoft Provider OLE DB per driver ODBC, errore '80004005'
[Microsoft][ODBC SQL Server Driver] [SQL Server] accesso non riuscito-utente: _
Motivo: Non Ŕ definito come un utente valido di una connessione SQL Server trusted.

Global. asa

Utilizzo del file Global. asa Ŕ facoltativo. Al suo posto, le voci in genere effettuata in questo file pu˛ essere inserite nella prima pagina richiamata il applicazione. Supponendo che gli script ASP si trovano in una cartella non Ŕ definita come una directory virtuale in Internet Service Manager, ma di sotto un'altra directory virtuale, contenente le variabili di sessione del file Global. asa e Le definizioni DSN devono rimanere nella directory virtuale. In caso contrario, viene visualizzato il seguente messaggio di errore:

Microsoft OLE DB Provider per driver ODBC, errore '80004005'
[Microsoft][Driver ODBC Manager] nome non origine dati non trovato e
driver predefinito specificato.

Connessioni nello Script ASP

Sfruttare il pool di connessioni aprendo e chiudendo il connessione al database in ogni pagina ASP. Per aprire la connessione Digitare le seguenti istruzioni nel<Body>sezione della pagina: </Body>
   <%
   Set OBJdbConnection = Server.CreateObject("ADODB.Connection")
   OBJdbConnection.Open Session("ConnectionString")   %>				
Per chiudere la connessione, inserire il seguente immediatamente dopo il tag:
   <%
   OBJdbConnection.Close
   Set OBJdbConnection = Nothing
   %>				
╚ possibile che venga visualizzato i seguente due messaggi di errore se la connessione impostazioni non sono definite correttamente come descritto in precedenza in questo articolo:

Provider Microsoft OLE DB per driver ODBC Errore '80004005'
[Microsoft][Driver ODBC SQL Server][DBNMPNTW]Connessione interrotto.
oppure

Provider Microsoft OLE DB per ODBC Driver errore '80004005'
[Microsoft][Driver ODBC SQL Server]Comunicazione Errore di collegamento

Ecco un'applicazione di esempio Ŕ costituito il Global. asa e i file Authors. Questa applicazione di esempio restituirÓ quattro colonne e tutti i record nella tabella pubs denominato authors.

Nota. ╚ necessario modificare UID <username>e pwd =<strong password=""> con i valori corretti prima di eseguire il codice. Marca che UID disponga delle autorizzazioni appropriate per eseguire questa operazione il database.

Global. asa</strong></username>
   <SCRIPT LANGUAGE=VBScript RUNAT=Server>
   Sub Session_OnStart
   Session("ConnectionString") =
   "DSN=SQLSysDSN;UID=<username>;PWD=<strong password>;DATABASE=pubs;APP=ASP script"
      Session("ConnectionTimeout") = 15
      Session("CommandTimeout") = 30
   End Sub

   Sub Session_OnEnd

   End Sub
   </SCRIPT>				
Authors
   <HTML>
   <HEAD>
   <TITLE>All Authors</TITLE>
   </HEAD>
   <BODY BGCOLOR="#FFFFFF">

   <% Set OBJdbConnection = Server.CreateObject("ADODB.Connection")
   OBJdbConnection.ConnectionTimeout = Session("ConnectionTimeout")
   OBJdbConnection.CommandTimeout = Session("CommandTimeout")
   OBJdbConnection.Open Session("ConnectionString")
   Set SQLStmt = Server.CreateObject("ADODB.Command")
   Set RS = Server.CreateObject ("ADODB.Recordset")
   %>

   <p>
   <table border="0" bordercolor="#000000">
   <%
   SQLStmt.CommandText = "select * from authors"
   SQLStmt.CommandType = 1
   Set SQLStmt.ActiveConnection = OBJdbConnection
   RS.Open SQLStmt

   Do While Not RS.EOF
   %>
   <TR>
      <TD Width = 150 ALIGN=LEFT>
         <FONT SIZE=+1>
         <%= RS("au_id") %>
         </FONT></TD>
      <TD></TD>
         <TD Width = 150 ALIGN=LEFT>
         <FONT SIZE=+1>
         <%= RS("au_lname")  %>
         </FONT></TD>
      <TD Width = 150 ALIGN=LEFT>
         <FONT SIZE=+1>
         <%= RS("au_fname")  %>
         </FONT></TD>
      <TD Width = 150 ALIGN=LEFT>
         <FONT SIZE=+1>
         <%= RS("phone")  %>
         </FONT></TD>
   </TR>
   <%
   RS.MoveNext
   Loop
   %>
   </table>
   <hr>
   <p>
   </BODY>
   <% OBJdbConnection.Close
   Set OBJdbConnection = Nothing
   %>
   </HTML>				
Per ulteriori informazioni sulle pagine ASP, vedere la Guida di orientamento fornito dal programma di installazione ASP sul server IIS.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 169377 - Ultima modifica: venerdý 28 giugno 2013 - Revisione: 11.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft SQL Server 2000 Standard Edition
  • Microsoft SQL Server 7.0 Standard Edition
  • Microsoft SQL Server 6.5 Standard Edition
  • Microsoft SQL Server 6.0 Standard Edition
  • Microsoft SQL Server 4.21a Standard Edition
  • Microsoft Internet Information Server 3.0
  • Microsoft Internet Information Services 5.0
  • Microsoft SQL Server 2005 Standard Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Express Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Developer Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Enterprise Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Workgroup Edition
Chiavi:á
kbsqlsetup kbenv kbhowto kbinterop kbtshoot kbmt KB169377 KbMtit
Traduzione automatica articoli
IMPORTANTE: il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite un software di traduzione automatica di Microsoft ed eventualmente revisionato dalla community Microsoft tramite la tecnologia CTF (Community Translation Framework) o da un traduttore professionista. Microsoft offre articoli tradotti manualmente e altri tradotti automaticamente e rivisti dalla community con l?obiettivo di consentire all'utente di accedere a tutti gli articoli della Knowledge Base nella propria lingua. Tuttavia, un articolo tradotto automaticamente, anche se rivisto dalla community, non sempre Ŕ perfetto. Potrebbe contenere errori di vocabolario, di sintassi o di grammatica. Microsoft declina ogni responsabilitÓ per imprecisioni, errori o danni causati da una traduzione sbagliata o dal relativo utilizzo da parte dei clienti. Microsoft aggiorna frequentemente il software e gli strumenti di traduzione automatica per continuare a migliorare la qualitÓ della traduzione.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 169377
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com