INFORMAZIONI: Domande frequenti su pool di connessioni ODBC

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 169470 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

Questo articolo viene illustrato alcune delle domande pi¨ frequenti sui pool di connessioni ODBC.

Informazioni

  1. D. Qual sono pool di connessioni ODBC?

    Il pool di connessioni r. Ŕ uno le nuove funzionalitÓ introdotte in ODBC 3.0. Connessione pool consente a un'applicazione ODBC di riutilizzare una connessione da un pool di connessioni. Una volta che una connessione Ŕ stato creato e inserito nel pool, un ODBC applicazione possibile riutilizzare lo stesso driver e la connessione all'interno dello stesso condivisa ambiente (henv) senza eseguire il processo di connessione completa. Tuttavia, una connessione non pu˛ essere riutilizzata tra henv diverse o diversi driver.
  2. ╚ possibile d utilizzare connessione in pool di connessioni con 2.x driver ODBC?

    Il pool di connessioni r. Ŕ implementato in ODBC driver manager versione 3.0 o successiva. La versione del driver Ŕ irrilevante.
  3. ╚ di d possibile attivare il pool di connessioni con il driver verrÓ poichÚ il pool di connessioni viene implementato nel gestore di driver?

    R. Ŕ possibile attivare il pool di connessioni per Microsoft Access driver. Microsoft Access utilizza Jet e Jet Ŕ thread safe partire Jet 4.0. Da MDAC 2.1 e versioni successive, Ŕ possibile impostare pool di connessioni di accesso ODBC driver.
  4. D. come attivare di pool di connessioni in ODBC un applicazione?

    Applicazione ODBC di a. Ŕ possibile chiamare la funzione SQLSetEnvAttr con l'attributo SQL_ATTR_CONNECTION_POOLING per attivare il pool di connessioni. Per ulteriori informazioni sull'abilitazione del pool di connessioni in un'applicazione ODBC, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    164221Come attivare il pool di connessioni in un'applicazione ODBC
  5. D. come Ŕ possibile attivare il pool di connessioni se l'applicazione Ŕ scritta in Visual Basic?

    R. un'applicazione Visual Basic o ODBC Ŕ in possibile di chiamare la funzione la funzione SQLSetEnvAttr per attivare il pool di connessioni. Connessione pool Ŕ un attributo a livello di processo, tutte le connessioni successive effettuate tramite Gestione driver ODBC nell'applicazione Visual Basic vengono utilizzata il pool di connessioni. Un'applicazione di Visual Basic pu˛ utilizzare la dichiarazione di funzione e il codice per attivare il pool di connessioni.
          Declare Function SQLSetEnvAttr Lib "odbc32.dll" (ByVal henv As Long,
          ByVal Attribute As Long, ByVal Value As Long, ByVal StringLength As
          Long) As Integer
    
          ' env attribute
          Public Const SQL_ATTR_CONNECTION_POOLING = 201
          Public Const SQL_ATTR_CP_MATCH = 202
    
          ' values for SQL_ATTR_CONNECTION_POOLING
          Public Const SQL_CP_ONE_PER_DRIVER = 1
          Public Const SQL_IS_UINTEGER = -5
    
          nstatus = SQLSetEnvAttr(0, SQL_ATTR_CONNECTION_POOLING,
          SQL_CP_ONE_PER_DRIVER, SQL_IS_UINTEGER)
          SQLAllocEnv...
          SQLAllocConnect...
          SQLConnect...
          SQLDisConnect...
          SQLFreeConnect...
          SQLFreeEnv...
    					
    Per ulteriori informazioni, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportati di seguito:
    237844HOWTO: Attiva pool di connessioni ODBC nell'applicazione Visual Basic ADO
    228843HOWTO: Pool di sessione di implementazione da Visual Basic ADO programma
  6. D. come attivare di pool di connessioni in una DB OLE applicazione?

    A. un'applicazione OLE DB Ŕ possibile chiamare la funzione SQLSetEnvAttr per attivare il pool di connessioni.

    Per ulteriori informazioni sull'abilitazione del pool di connessioni in un'applicazione OLE DB, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    166083Come attivare il pool di connessioni in un'applicazione OLE DB
  7. D attivazione pool di connessioni per Active Server Pages (ASP) o ADO (ActiveX Data Objects)?

    A. Microsoft Internet Information server (IIS) versione 3.0 con pagine ASP sfrutta il pool di connessioni. ╚ possibile attivare pool per gli utenti IIS applicando il valore di StartConnectionPool 1 di connessioni. Il StartConnectionPool Ŕ disponibile nella cartella HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\W3SVC\ASP \Parameters.
  8. D. come limitare il numero di connessioni nel pool?

    R. il numero di connessioni nel pool Ŕ controllato dal ODBC driver manager. Le applicazioni ODBC non Ŕ possibile ottenerne il controllo.
  9. D: come si monitoraggio quante connessioni sono nel pool di?

    R. Ŕ possibile monitorare le connessioni nel pool di connessioni.Per ulteriori informazioni, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportati di seguito:
    216950Come attivare il pool di contatori delle prestazioni di connessione ODBC
    238442Oggetto di pooling di connessione ODBC scompare da PerfMon
    245543INFORMAZIONI: La connessione ODBC pool contatori in Monitor di sistema
  10. D. come fare deselezionare uscita le connessioni nel pool di?

    R. quanto tempo una connessione rimane nel pool di dipende dalla proprietÓ CPTimeout del driver ODBC. Quando il timeout scade, la connessione verrÓ chiusa e rimosso dal pool. L'applicazione ODBC Ŕ possibile utilizzare SQLConfigDriver per modificare il valore di CPTimeout e questo valore si applica a tutte le applicazioni ODBC che utilizzano il driver ODBC specificato. Il valore predefinito per il CPTimeout Ŕ 60 secondi.
  11. D Ŕ necessario attivare in modo esplicito il pool di connessioni se l'applicazione Ŕ in esecuzione in Microsoft Transaction Server?

    R. se intende tramite un driver ODBC un'origine dati ODBC, Microsoft Transaction Server consentirÓ il pool di connessioni; non necessario consentire esplicitamente il pool di connessioni.
  12. D. cosa succede se una connessione nel pool di diventa non valida? VerrÓ ODBC driver manager possibile rilevarlo?

    R. ODBC 3.0 passa attraverso una connessione non valida senza verificare se la connessione Ŕ danneggiata o non. Con Service Pack 1, il gestore driver rileverÓ una connessione non valida. Se una connessione nel pool Ŕ danneggiata, il gestore driver verrÓ rilevata e restituire una buona connessione. Se il gestore driver non Ŕ in grado di creare una buona connessione, verrÓ restituito un messaggio di errore.
  13. D con ODBC 3.0 Service Pack 1, Gestione driver ODBC tenterÓ di connettersi al server di database pi¨ volte quando il server non Ŕ disponibile?

    Service Pack 1 di ODBC r. 3.0 ha introdotto una nuova API, ODBCSetTryWaitValue, per impedire a Gestione driver ODBC di connettersi a un server disponibile pi¨ volte. ODBCSetTryWaitValue accetta un parametro DWORD e Salva le informazioni nel Registro di sistema nella seguente posizione:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Odbc\Odbcinst.ini \ODBC connessione Pooling\Retry attesa
    Una volta il gestore diver rileva un server di database non valido, restituito un messaggio di errore e contrassegna la connessione con l'ora. Da quel punto finchÚ non scade il valore RetryWait, il gestore driver restituisce un errore senza tentare di riconnettersi al server di database.

    Per ulteriori informazioni su come utilizzare l'API di ODBC ODBCSetTryWaitValue, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    168250IIS prestazioni peggiorano con una connessione non valida

Riferimenti

Per ulteriori informazioni sui pool di connessioni e il pooling delle sessioni, vedere il seguente sito Web Microsoft:
http://msdn2.microsoft.com/en-us/library/ms810829.aspx

ProprietÓ

Identificativo articolo: 169470 - Ultima modifica: giovedý 15 febbraio 2007 - Revisione: 3.3
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Open Database Connectivity 3.0
  • Microsoft Data Access Components 1.5
  • Microsoft Data Access Components 2.0
  • Microsoft Data Access Components 2.1
  • Microsoft Data Access Components 2.5
  • Microsoft Data Access Components 2.6
  • Microsoft Data Access Components 2.7
Chiavi:á
kbmt kbdatabase kbgrpdsmdac kbgrpdsvcdb kbinfo kbmdac250 kbmdac260 kbmdac270 kbodbc kboledb kbusage kbvbp KB169470 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 169470
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com