Informazioni di base su ICMP (Internet Control Message Protocol)

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 170292 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo Ŕ stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I170292
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

ICMP (Internet Control Message Protocol) Ŕ un'utilitÓ di diagnostica e segnalazione di errori considerata come parte necessaria di qualsiasi implementazione IP. La comprensione di ICMP e la conoscenza di ci˛ che Ŕ possibile generare utilizzando un tipo specifico di ICMP risulta utile nella diagnostica dei problemi di rete.

Informazioni

Gli ICMP vengono utilizzati da router, periferiche intermedie o host per la comunicazione di aggiornamenti o informazioni su errori ad altri router, periferiche intermedie o host.

Ciascun messaggio ICMP contiene tre campi che ne definiscono lo scopo e offrono un checksum. Questi campi sono TIPO, CODICE e CHECKSUM. Il campo TIPO identifica il messaggio ICMP, il campo CODICE offre ulteriori informazioni relative al campo TIPO associato, mentre il campo CHECKSUM offre un metodo per determinare l'integritÓ del messaggio.

I TIPI definiti sono i seguenti:
TIPO   Descrizione
----   -----------
0      Risposta Echo
3      Destinazione irraggiungibile
4      Origine estinta
5      Messaggio Redirect
8      Richiesta Echo
11     Tempo scaduto
12     Problema di parametro
13     Richiesta timestamp
14     Risposta timestamp
15     Richiesta informazioni (non pi¨ utilizzato)
16     Risposta informazioni (non pi¨ utilizzato)
17     Richiesta maschera di indirizzo
18     Risposta maschera di indirizzo
				

Richiesta Echo e Risposta Echo

Questo ICMP Ŕ il pi¨ utilizzato per eseguire il test della connettivitÓ IP ed Ŕ comunemente conosciuto come PING. Nell'ICMP Richiesta Echo il valore del campo Tipo Ŕ 8 mentre il valore del campo Codice Ŕ 0. In Risposta Echo il valore dei campi Tipo e Codice Ŕ 0.

Destinazione irraggiungibile

Quando non Ŕ possibile inviare un pacchetto, viene generato un ICMP Tipo 3 di Destinazione irraggiungibile. ╚ possibile che il valore del campo Codice degli ICMP di Tipo 3 vari da 0 a 15:
Tipo 3
Codice
Valore                  Descrizione
-----   -----------
0       Rete irraggiungibile
1       Host irraggiungibile
2       Protocollo irraggiungibile
3       Porta irraggiungibile
4       Richiesta deframmentazione e DF (Don't Fragment, Non frammentare)
5       Errore route di origine
6       Rete di destinazione sconosciuta
7       Host di destinazione sconosciuto
8       Host di origine isolato
9       Comunicazione con la rete di destinazione proibita dall'amministratore
10       Comunicazione con l'host di destinazione proibita dall'amministratore
11      Rete irraggiungibile per il tipo di servizio
12      Host irraggiungibile per il tipo di servizio
13      Comunicazione proibita dall'amministratore tramite filtro
14      Violazione di precedenza all'host
15      Limite precedenza attivo
				

Origine estinta

Un messaggio ICMP Origine estinta dispone di un campo Tipo con valore 4 e di un campo Codice con valore 0. I messaggi Origine estinta vengono inviati quando la destinazione non Ŕ in grado di elaborare il traffico alla stessa velocitÓ di invio dell'origine. L'ICMP Origine estinta segnala all'origine di rallentare la velocitÓ di invio dei dati. La destinazione continuerÓ a generare ICMP Origine estinta finchÚ l'origine non li invierÓ a una velocitÓ accettabile.

Messaggio Redirect

Una periferica intermedio genera un messaggio Redirect ICMP quando viene determinato che Ŕ possibile raggiungere una route richiesta sia localmente che attraverso un percorso migliore. Gli ICMP Messaggio Redirect sono del Tipo 5 e vengono definiti ulteriormente dai seguenti valori del campo Codice:
Tipo 5
Codice
Valore                  Descrizione
-----   -----------
0       Reindirizzamento datagrammi per la rete
1       Reindirizzamento datagrammi per l'host
2       Reindirizzamento datagrammi per il tipo di servizio e la rete
3       Reindirizzamento datagrammi per il tipo di servizio e l'host
				

Tempo scaduto

Se un router o un host scarica un pacchetto a causa di un timeout, verrÓ generato un ICMP di Tipo 11 Tempo scaduto. Nell'ICMP Tempo scaduto il valore di Codice Ŕ 0 o 1. Viene generato un Codice 0 quando viene superato il conteggio hop di un datagramma e scartato il pacchetto. Viene generato un Codice 1 quando la durata del riassemblaggio di un pacchetto frammentato eccede il valore di timeout.

Problema di parametro

Quando una periferica intermedia o un host scarta un datagramma a causa dell'impossibilitÓ di elaborazione, viene generato un ICMP 12. Tra le cause comuni per questo ICMP vi sono informazioni di intestazione danneggiate oppure opzioni mancanti. Se il motivo dell'ICMP Ŕ rappresentato da un'opzione mancante necessaria, il valore del campo Codice dell'ICMP Ŕ 1. Se il valore del campo Codice corrisponde a 0, il campo Puntatore contiene l'ottetto dell'intestazione del datagramma scartato in cui Ŕ stato rilevato l'errore.

Richiesta timestamp e Risposta timestamp

Richiesta e Risposta timestamp rappresentano un metodo rudimentale per la sincronizzazione dell'ora gestita in periferiche diverse. Per la Richiesta il campo Tipo Ŕ 13 mentre per la Risposta il campo Tipo Ŕ 14. Questo metodo per la sincronizzazione dell'ora Ŕ grossolano e inaffidabile. Per questi motivi non viene utilizzato ampiamente.

Richiesta informazioni e Risposta informazioni

Questi tipi di ICMP sono stati progettati in origine per consentire a un host in avvio di scoprire un indirizzo IP. Si tratta di un metodo obsoleto e non pi¨ utilizzato. I metodi utilizzati pi¨ di frequente per il rilevamento di indirizzi IP sono rappresentati da BOOTP (Bootstrap Protocol) e DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol). BOOTP viene definito dalla RFC1542, mentre DHCP dalla RFC1541. Per informazioni sull'implementazione DHCP di Microsoft, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
169289 Informazioni di base su DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol)

Richiesta maschera indirizzo e Risposta maschera indirizzo

Per determinare la subnet mask utilizzata sulla rete locale, un computer in avvio utilizza l'ICMP Tipo 17 Richiesta maschera indirizzo. Una periferica intermedia o un computer che operi da periferica intermedia risponderÓ con un ICMP Tipo 18 Risposta maschera di indirizzo.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni su ICMP, vedere RFC950, RFC792 e RFC1122.

╚ possibile richiedere le RFC attraverso Internet nel modo seguente:

Copie cartacee di tutte le RFC sono disponibili presso il NIC, sia singolarmente che tramite abbonamento. Per ulteriori informazioni, contattare NIC@NIC.DDN.MIL. Sono disponibili copie in linea via FTP o Kermit all'indirizzo NIC.DDN.MIL come rfc/rfc####.txt o rfc/rfc####.PS, dove #### rappresenta il numero di RFC senza zeri iniziali.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 170292 - Ultima modifica: mercoledý 14 dicembre 2005 - Revisione: 3.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Host Integration Server 2000 Standard Edition
  • Microsoft Windows 2000 Server
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
  • Microsoft Windows 2000 Professional Edition
  • Microsoft Windows 2000 Datacenter Server
  • Microsoft Windows NT Advanced Server 3.1
  • Microsoft Windows NT Server 3.5
  • Microsoft Windows NT Server 3.51
  • Microsoft Windows NT Server 4.0 Standard Edition
  • Microsoft Windows NT Workstation 3.1
  • Microsoft Windows NT Workstation 3.5
  • Microsoft Windows NT Workstation 3.51
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0 Developer Edition
  • Microsoft Windows NT Advanced Server 3.1
  • Microsoft SNA Server 1.0
  • Microsoft Windows per Workgroup 3.2
  • Microsoft TCP/IP-32 per Windows per Workgroup 1.0
  • Microsoft Windows 95
Chiavi:á
kbnetwork KB170292
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com