INFORMAZIONI: Applicazioni adatto per l'evento di Exchange Server Scripting

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 181036 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo Ŕ stato archiviato. L?articolo, quindi, viene offerto ?cosý come Ŕ? e non verrÓ pi¨ aggiornato.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

Microsoft Exchange Server 5.5 Scripting Agent consente di eseguire script sul lato server in risposta a eventi che si verificano in cartelle, incluse le cassette postali private. In questo articolo viene descritto perchÚ in cui il collegamento corretto di script di eventi Ŕ limitato a volume del supporto di flusso di lavoro e le applicazioni amministrative.

Informazioni

PoichÚ Microsoft Exchange Server 5.5 Scripting Agent consente di script per eseguire singole cassette postali, molti sviluppatori hanno tentato di scrivere agenti di posta in arrivo in VBScript. Questi tentativi hanno fruttato risultati scarse, poichÚ l'agente di scripting di eventi non Ŕ progettato per la sostituire gli agenti di cassetta postale tradizionale scritti in C o c ++. Tali agenti in genere vengono utilizzati per analizzare ogni elemento di posta elettronica in o dal sistema per individuare eventuali virus o per archiviare tutti i messaggi per scopi di governo mantenere di record.

Esistono numerose limitazioni essenziale al servizio di eventi di Microsoft Exchange che il rendering non adatti per tali applicazioni:

  • Non Ŕ garantito che uno script sarÓ visibili tutti i messaggi. Il servizio eventi genera eventi in modo asincrono con relazione per l'archivio informazioni di Microsoft Exchange. Ci˛ significa che l'archivio informazioni non verrÓ bloccati uno script evento (attendere l'esecuzione) prima che altri processi o gli utenti accedere alla cartella o di un messaggio. Di conseguenza, tale messaggio pu˛ essere spostato, copiato, eliminata o modificata prima uno script ha la possibilitÓ di essere eseguito. Ad esempio, uno script per elaborare i messaggi in uscita, applicati a un evento OnMessageCreated nella cartella Posta in uscita potrebbe non reagire l'evento prima che il nuovo messaggio Ŕ stato recapitato ed eliminato dalla cartella Posta in uscita.
  • Parte di questi tipi di applicazioni script pu˛ dover affrontare problemi di scala. A seconda scopo dell'applicazione, lo script dovrÓ essere installato manualmente in ogni cartella per ogni utente oppure sarebbe troppo elevata al processo con un linguaggio interpretato come VBScript volume di eventi.
  • Il servizio eventi Ŕ a thread singolo. Indipendentemente da quanti script sono registrati, pu˛ eseguire solo una alla volta. Le conseguenze sulle prestazioni sono notevoli. Uno script che richiede due secondi eseguire, ad esempio, consente solo di uno script da eseguire ogni due secondi, per un massimo di 30 script al minuto. Alla velocitÓ, 600 script richiede 20 minuti per l'elaborazione.
  • Evento script eseguito in un contesto di protezione Windows con privilegiato, che, del server di Exchange, servizi di account. Una grave conseguenza di questa disposizione Ŕ la possibilitÓ che uno script di aprire qualsiasi cassetta postale sul server e apportare le modifiche apportate al contenuto, all'insaputa del proprietario. Lo stato di note sulla versione di Exchange 5.5: "l'agente di scripting non Ŕ una cassaforte, sostituzione di interesse generale per regole posta in arrivo regole perchÚ consente di nuovo codice per essere installate ed eseguite sui server."

Riferimenti

File della Guida dell'agente di scripting di Microsoft Exchange
Note sulla versione di Microsoft Exchange Server 5.5
Gruppo di prodotti di Microsoft Exchange Server

ProprietÓ

Identificativo articolo: 181036 - Ultima modifica: martedý 11 febbraio 2014 - Revisione: 3.3
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Exchange Server 5.5 Standard Edition
Chiavi:á
kbnosurvey kbarchive kbmt kbinfo kbusage KB181036 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 181036
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com