HOWTO: Utilizzo di automazione OLE da un'applicazione C anziché di c ++

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 181473 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

Se è necessario programmare un'applicazione in linguaggio C, anziché C++, l'automazione OLE può risultare difficoltosa, in quanto COM (Component Object Model), ovvero gli elementi costitutivi di OLE, è stato progettato attorno al layout binario di una classe C++. I file di intestazione inclusi per Windows.H, tuttavia, hanno il supporto incorporato per le compilazioni C; di conseguenza, è possibile simulare il comportamento di un oggetto c ++ e chiamate di automazione. In questo articolo viene descritta la procedura per generare in linguaggio C un'applicazione console Win32 che consente di avviare Microsoft Excel e renderlo visibile tramite l'automazione OLE.

Informazioni

Utilizzare il metodo descritto di seguito:
  1. Creare un nuovo progetto "Applicazione console Win32" in Microsoft Visual C++ 5.0.
  2. Aggiungere al progetto un file di testo Main.c (non Main.cpp).
  3. Aggiungere il codice riportato di seguito al file Main.c:
          #include <stdio.h>
          #include <windows.h>
    
          void main(void) {
             IDispatch *pDisp; // Main IDispatch pointer.
             unsigned short *ucPtr; // Temporary variable to hold names.
             DISPID dispID; // Temporary variable to hold DISPIDs.
             CLSID clsid; // Holds CLSID of server after CLSIDFromProgID.
             HRESULT hr; // General error/result holder.
             char buf[8192]; // Generic buffer for output.
    
             // IDispatch::Invoke() parameters...
             DISPPARAMS dispParams = { NULL, NULL, 0, 0 };
             VARIANT parm1;
             DISPID dispidNamed = DISPID_PROPERTYPUT;
    
    
             // Initialize OLE Libraries.
             OleInitialize(NULL);
             {
                // Get CLSID for Excel.Application from registry.
                hr = CLSIDFromProgID(L"Excel.Application", &clsid);
                if(FAILED(hr)) {
                   MessageBox(NULL, "Excel not registered.", "Error",
                              MB_SETFOREGROUND);
                   return;
                }
                // Start Excel97, Excel 2000, or Excel 2002 and get its IDispatch pointer.
                hr = CoCreateInstance(&clsid, NULL, CLSCTX_LOCAL_SERVER,
                                      &IID_IDispatch, (void **)&pDisp);
                if(FAILED(hr)) {
                   MessageBox(NULL, "Couldn't start Excel.", "Error",
                              MB_SETFOREGROUND);
                   return;
                }
    
                // Get the 'visible' property's DISPID.
                ucPtr = L"Visible";
                pDisp->lpVtbl->GetIDsOfNames(pDisp, &IID_NULL, &ucPtr, 1,
                                             LOCALE_USER_DEFAULT, &dispID);
    
                sprintf(buf, "DISPID for 'Visible' property = 0x%08lx",
                        dispID);
                MessageBox(NULL, buf, "Debug Notice", MB_SETFOREGROUND);
    
                // Initiate parameters to set visible property to true.
                VariantInit(&parm1);
                parm1.vt = VT_I4;
                parm1.lVal = 1; // true
    
                // One argument.
                dispParams.cArgs = 1;
                dispParams.rgvarg = &parm1;
    
                // Handle special-case for property-puts!
                dispParams.cNamedArgs = 1;
                dispParams.rgdispidNamedArgs = &dispidNamed;
    
                // Set 'visible' property to true.
                hr = pDisp->lpVtbl->Invoke(pDisp,
                   dispID, &IID_NULL, LOCALE_SYSTEM_DEFAULT,
                   DISPATCH_PROPERTYPUT | DISPATCH_METHOD,
                   &dispParams, NULL, NULL, NULL
                );
                if(FAILED(hr)) {
                   sprintf(buf, "IDispatch::Invoke() failed with %08lx", hr);
                   MessageBox(NULL, buf, "Debug Notice", MB_SETFOREGROUND);
                }
    
                // All done.
                MessageBox(NULL, "done.", "Notice", MB_SETFOREGROUND);
             }
             // Uninitialize OLE Libraries.
             OleUninitialize();
    
          }
    					
  4. Compilare ed eseguire.

Riferimenti

Ulteriori informazioni di carattere generale su OLE, COM e l'automazione sono disponibili nel libro di Kraig Brockschmidt "Inside OLE", Microsoft Press (informazioni in lingua inglese).

Per ulteriori informazioni su IDispatch, vedere la Guida in linea di Microsoft Visual C++.

Per ulteriori informazioni su COM, OLE e automazione di Microsoft Excel utilizzando Microsoft Visual c ++, vedere i capitoli 23-27 del libro "Inside Visual c ++" da David j. Kruglinski (Microsoft Press).

(c) 1999 Microsoft Corporation, tutti i diritti riservati. Con il contributo di Joe Crump, Microsoft Corporation.

Proprietà

Identificativo articolo: 181473 - Ultima modifica: lunedì 12 febbraio 2007 - Revisione: 4.3
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Excel 2000 Standard Edition
  • Microsoft Visual C++ 4.0 Standard Edition
  • Microsoft Visual C++ 5.0 Enterprise Edition
  • Microsoft Visual C++ 6.0 Enterprise Edition
  • Microsoft Visual C++ 5.0 Professional Edition
  • Microsoft Visual C++ 6.0 Professional Edition
  • Microsoft Visual C++, 32-bit Learning Edition 6.0
  • Microsoft Excel 2002 Standard Edition
  • Microsoft Excel 97 Standard Edition
Chiavi: 
kbmt kbhowto KB181473 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 181473
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com