Client di Exchange ottiene bitmap bianco e nero da Lotus Notes

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 183291 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo Ŕ stato archiviato. L?articolo, quindi, viene offerto ?cosý come Ŕ? e non verrÓ pi¨ aggiornato.
Questo articolo Ŕ stato archiviato. L?articolo, quindi, viene offerto ?cosý come Ŕ? e non verrÓ pi¨ aggiornato.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Un client di Exchange venga visualizzato un messaggio da un originatorcontaining di Lotus Notes, un'immagine bitmap bianco e nero. L'immagine che probabilmente Ŕ stata creata come acquisizione di ascreen (CRTL + STAMP o ALT + STAMP) incollato in un messaggio di Lotus Notes. Il messaggio Ŕ stato trasferito in Exchange tramite il connettore MicrosoftExchange per Lotus Notes (Exchange Server 5.5 - Notes Mail Connector) o theLinkAge il connettore per Lotus Notes 3.2.

Cause

Filtri di esportazione del client Lotus Notes non gestiscono correttamente la colorproperties delle immagini bitmap di acquisizione dello schermo quando si converte il formato dati (CD) fromComposite del corpo del messaggio in formato Rich Text Format (RTF). Isdescribed bitmap all'interno della struttura del formato RTF come avente un'intensitÓ del colore di un pixel(\wbmbitspixel1).

Status

Lotus Notes Ŕ prodotto da Lotus, un fornitore indipendente di Microsoft. wemake non fornisce alcuna garanzia, implicita o esplicita, relativamente questa product'sperformance o all'affidabilitÓ.

Informazioni

Formato di Lotus Notes documento nativo Ŕ composta di dati (CD). Formato testo RTF (RTF) Ŕ uno dei formati di immagini bitmap Exchange.Color Microsoft sono completamente supportati dalla specifica RTF corrente il documento nativo.

Il client Lotus Notes fornisce filtri di Export\Import (Nirtf.dll andNxrtf.dll) che includono le trasformazioni per la conversione dei CD in formato RTF e viceversa.Microsoft Exchange Connector for Lotus Notes (e il LinkAgeConnector precedenti) si basa sulle funzionalitÓ disponibili in questi forconversion DLL note di RTF CD (corpo del messaggio Exchange convertito da toNotes Exchange) e CD-RTF (corpo del messaggio note convertito da note toExchange). Lotus Development non ha aggiornato queste tosupport di routine di conversione corrente specifica di formato RTF. Il risultato Ŕ che arerendered le bitmap di acquisizione dello schermo in bianco e nero quando viene convertito in formato RTF.

Questa limitazione pu˛ essere dimostrata esclusivamente con la byperforming di client di posta elettronica note le seguenti operazioni:

  1. Aprire una nuova nota.
  2. Premere ALT + STAMP.
  3. All'interno di editor nota, premere CTRL + V. La bitmap viene incollata nel corpo del messaggio.
  4. Selezionare File / Esporta / salvare File come tipo: / RTF MicrosoftWord / esportazione con il nome Bmp1.rtf.
  5. Chiudere la nota corrente.
  6. Aprire una nuova nota.
  7. Fare clic nel corpo della nota. Selezionare File / Importa...
  8. Selezionare il file Bmp1.rtf e fare clic su Importa. L'immagine sarÓ il bianco e nero.
(In alternativa, anzichÚ i passaggi 6-8, Ŕ possibile aprire Bmp1.rtf in WordPad.)
Microsoft continua ad aggiornare gli strumenti che supportano l'interoperabilitÓ tra Lotus Domino R5 e Lotus Domino 6, Microsoft Exchange Server 2003 e Microsoft Windows Server 2003 Active Directory. Gli strumenti aggiornati per Lotus Domino sostituire i seguenti strumenti sono inclusi in Exchange Server 2003 e Microsoft Exchange Server 2003 Service Pack 2:
  • Exchange Connector for Lotus Notes
  • Connettore del calendario per Lotus Notes
  • Migrazione guidata per Lotus Notes
Per ottenere questi strumenti e ottenere informazioni aggiuntive e risorse aggiuntive, visitare il seguente sito Web Microsoft:
http://technet.microsoft.com/en-us/interopmigration/bb403105.aspx
Questi strumenti aggiornati forniscono funzionalitÓ aggiuntive e indirizzo diversi problemi che i clienti segnalati con le versioni precedenti degli strumenti.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 183291 - Ultima modifica: mercoledý 5 febbraio 2014 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Exchange Server 5.5 Standard Edition
  • Microsoft Exchange Server 2003 Enterprise Edition
  • Microsoft Exchange Server 2003 Standard Edition
  • Microsoft Exchange 2000 Server Standard Edition
  • Microsoft Office Outlook 2003
  • Microsoft Outlook 2000 Standard Edition
  • Microsoft Outlook 2002 Standard Edition
  • Microsoft Outlook 98 Standard Edition
Chiavi:á
kbnosurvey kbarchive kbbug kbnofix kbusage kbmt KB183291 KbMtit
Traduzione automatica articoli
IMPORTANTE: il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite un software di traduzione automatica di Microsoft ed eventualmente revisionato dalla community Microsoft tramite la tecnologia CTF (Community Translation Framework) o da un traduttore professionista. Microsoft offre articoli tradotti manualmente e altri tradotti automaticamente e rivisti dalla community con l?obiettivo di consentire all'utente di accedere a tutti gli articoli della Knowledge Base nella propria lingua. Tuttavia, un articolo tradotto automaticamente, anche se rivisto dalla community, non sempre Ŕ perfetto. Potrebbe contenere errori di vocabolario, di sintassi o di grammatica. Microsoft declina ogni responsabilitÓ per imprecisioni, errori o danni causati da una traduzione sbagliata o dal relativo utilizzo da parte dei clienti. Microsoft aggiorna frequentemente il software e gli strumenti di traduzione automatica per continuare a migliorare la qualitÓ della traduzione.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 183291
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com