OFF: Come utilizzare l'automazione (OLE a) con Word

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 184974 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

Questo articolo contiene una breve descrizione e una macro di esempio dettagli come automatizzare Microsoft Word da un altro programma. Per ulteriori informazioni, vedere la sottosezione "Riferimenti" alla fine di questo articolo.

Informazioni

Microsoft fornisce esempi di programmazione a scopo puramente illustrativo, senza alcuna garanzia di qualsiasi tipo, sia espressa che implicita, ivi incluse, senza limitazioni, le garanzie implicite di commerciabilitÓ o idoneitÓ per uno scopo particolare. In questo articolo si presume che l'utente conosca il linguaggio di programmazione in questione e gli strumenti utilizzati per creare ed eseguire il debug delle procedure. Gli addetti al Supporto Microsoft possono spiegare la funzionalitÓ di una particolare procedura, ma non possono modificare questi esempi per fornire ulteriori funzionalitÓ o realizzare procedure per soddisfare esigenze specifiche.
Se si dispone di esperienza di programmazione limitata, Ŕ possibile che desideri contattare un Microsoft Certified Partner o servizi di consulenza Microsoft. Per ulteriori informazioni, visitare questi siti Web di Microsoft:

Microsoft Certified Partner - https://partner.microsoft.com/global/30000104

Microsoft Advisory Services - http://support.microsoft.com/gp/advisoryservice

Per ulteriori informazioni sulle opzioni di supporto disponibili e su come contattare Microsoft, visitare il seguente sito: http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=fh;EN-US;CNTACTMS
Automazione (precedentemente nota come automazione OLE) Ŕ una funzionalitÓ utilizzate dai programmi per esporre i relativi oggetti per gli strumenti di sviluppo, linguaggi macro e altri programmi che supportano l'automazione. Ad esempio, un foglio di calcolo pu˛ esporre un foglio di lavoro, grafico, cella o intervallo di celle, come un tipo di oggetto diverso. Un elaboratore di testi pu˛ esporre oggetti ad esempio un'applicazione, un documento, un paragrafo, una frase, un segnalibro o una selezione.

Quando un programma supporta l'automazione, Ŕ possibile utilizzare Visual Basic, Applications Edition per accedere agli oggetti che esposti. ╚ possibile modificare questi oggetti in Visual Basic chiamando metodi sull'oggetto o durante il recupero e impostando le proprietÓ dell'oggetto.

╚ possibile utilizzare gli esempi di codice in questo articolo per controllare Microsoft Word da Microsoft Access 97, Microsoft Excel 97, Microsoft PowerPoint 97, Microsoft Visual Basic, Applications Edition o qualsiasi altro client che supporta l'automazione per controllare Word.

Guida introduttiva

Esistono quattro passaggi principali per automatizzare Word per Windows.
  1. Aggiungere un riferimento alla libreria di oggetto di Microsoft Word 8.0.
  2. Dichiarare una variabile come tipo di oggetto Word.
  3. Assegnare l'oggetto restituito dalla funzione CreateObject alla variabile di oggetto dichiarato nel passaggio 2.
  4. ╚ possibile utilizzare le proprietÓ e i metodi della variabile di oggetto per automatizzare Word.

Passaggio 1: Aggiunta di un riferimento alla libreria di oggetti Word 8.0

Per aggiungere un riferimento a Microsoft Word 8.0 Object Library utilizzando Microsoft Access 97, Microsoft PowerPoint 97 o Microsoft Excel 97, attenersi alla seguente procedura:
  1. In Microsoft Access, PowerPoint o Excel, dal menu Strumenti , scegliere macro e quindi fare clic su Visual Basic Editor .
  2. In Visual Basic Editor, dal menu Strumenti , scegliere riferimenti .
  3. Nell'elenco di Riferimenti disponibili , fare clic per selezionare la casella di controllo (controllo) nella Libreria oggetti di Microsoft Word 8.0 .
Nota : per aggiungere il riferimento utilizzando Microsoft Visual Basic 5.0, scegliere riferimenti dal menu progetto .

Aggiunta di libreria di oggetti di Microsoft Word 8.0 il riferimento consente la al programma di accedere a Guida in linea di Microsoft Word e Microsoft Word Visual Basic, Applications Edition costanti, proprietÓ e metodi. Si noti che il riferimento della libreria oggetti di Word 8.0 Ŕ necessario per automatizzare i tipi di oggetto Word direttamente.

Aggiunta di un riferimento alla libreria di oggetti di Word 8.0 viene chiamato associazione anticipata.

Per ulteriori informazioni sull'associazione anticipata, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
138138INFORMAZIONI: Ritardo, ID, l'associazione anticipata tipi disponibili in Visual Basic per applicazioni

Passaggio 2: Dichiarazione della variabile di oggetto

Per dichiarare una variabile oggetto, si dimensiona la variabile come dimensione di qualsiasi variabile, con la differenza che si specifica il tipo quando si dichiara l'oggetto. Ad esempio, Word.Application , documenti e paragrafo sono oggetti di Word separata.

La seguente riga di comando esempio dichiara la variabile objWD come un oggetto di tipo Word.Application :

   Dim objWD as Word.Application

				

Passaggio 3: Impostazione della variabile

Esistono due funzioni di Visual Basic consente di "binding" la variabile di oggetto giÓ dichiarato in Word: CreateObject e GetObject . Le differenze principali consistono nel fatto che la funzione CreateObject crea una nuova istanza di Word, mentre la funzione GetObject viene utilizzato un esistente o istanza giÓ in esecuzione di Word. ╚ inoltre possibile utilizzare GetObject per associare la variabile di oggetto a un documento specifico.

Le righe di comando di esempio seguenti consente di associare la variabile objWD a Word utilizzando la funzione CreateObject :

   Dim objWD as Word.Application
   Set objWD = CreateObject("Word.Application")

				
le righe di comando di esempio riportato di seguito consente di associare la variabile objWdDoc a un documento specifico:
   Dim objWdDoc As Word.Document
   Set objWdDoc = GetObject("c:\my documents\doc1.doc")
				
Nota : si consiglia di utilizzare solo la funzione CreateObject per automatizzare Word per Windows. La funzione GetObject pu˛ causare un comportamento imprevedibile se WordMail Ŕ in esecuzione o se un documento di Word Ŕ incorporato all'interno di un altro programma.

Per ulteriori informazioni su come ottenere aiuto con Visual Basic Applications, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
185232WD97: Errore messaggio utilizzando WordMail: "questo metodo o proprietÓ non Ŕ disponibile"

Passaggio 4: Utilizzare proprietÓ e metodi per l'automazione di Word

Una volta completato i passaggi da 1 a 3, Ŕ possibile utilizzare la variabile oggetto per l'automazione di Word.

La seguente macro di esempio utilizza automazione per creare un oggetto di Word, creare un nuovo documento, aggiungere del testo e salvare il documento.
Sub AutomateWord()
   ' Declare the variable.
   Dim objWD As Word.Application
   ' Set the variable (runs new instance of Word.)
   Set objWD = CreateObject("Word.Application")
   ' Add a new document.
   objWD.Documents.Add
   ' Add some text.
   objWD.Selection.TypeText "This is some text."
   ' Save the document.
   objWD.ActiveDocument.SaveAs filename:="mydoc.doc"
   ' Quit Word.
   objWD.Quit
   ' Clear the variable from memory.
   Set objWD = Nothing
End Sub
				
Nota : la seguente macro di esempio duplica il processo descritto nella macro AutomateWord e viene eseguito direttamente in Word:
Sub WordMacro()
   Documents.Add
   Selection.TypeText "This is some text"
   ActiveDocument.SaveAs filename:="mydoc.doc"
   Quit
End Sub
				

Riferimenti

Per ulteriori informazioni specifiche per l'automazione di Word utilizzando Visual Basic, Applications Edition, vedere le seguenti risorse.

Sito Web di Microsoft Office Developer

http://www.msdn.microsoft.com/office

Manuale del programmatore di Microsoft Office 97 e Visual Basic

Utilizzo dell'automazione nel capitolo oggetti di Microsoft Word del manuale del programmatore di Microsoft Office 97 e Visual Basic (ISBN: 1-57231-340-4).

- oppure -

Consente di visualizzare la Guida in linea all'indirizzo:
http://msdn.microsoft.com/archive/default.asp?url=/archive/en-us/office97/html/web/fulltoc.asp

Newsgroup

Sono disponibili i seguenti newsgroup peer-to-peer per favorire l'interazione con gli altri utenti di Visual Basic for Applications:
Microsoft.public.Word.VBA.AddIns
Microsoft.public.Word.VBA.Beginners
Microsoft.public.Word.VBA.Customization
Microsoft.public.vb.OLE.Automation

Knowledge Base

Per ulteriori informazioni su come ottenere aiuto con Visual Basic Applications, vedere i seguenti articoli della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
163435VBA: Programmazione risorse per Visual Basic, Applications Edition

173707OFF97: Esecuzione di codice di esempio da articoli della Knowledge Base procedura

163425WD97: Risorse di programmazione di macro

Assistente di Office

Per ulteriori informazioni sull'automazione, in Visual Basic Editor scegliere l'Assistente di Office, digitare " automazione ", fare clic su Cerca , quindi per visualizzare "Comunicazione con altre applicazioni."

Nota : se l'Assistente Ŕ nascosto, fare clic sul pulsante Assistente di Office sulla barra degli strumenti standard. Se l'Assistente non Ŕ in grado di rispondere la query, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
176476OFF: Assistente di Office non risposta alle domande di Visual Basic

ProprietÓ

Identificativo articolo: 184974 - Ultima modifica: lunedý 22 gennaio 2007 - Revisione: 4.3
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Excel 97 Standard Edition
  • Microsoft Word 97 Standard Edition
  • Microsoft Visual Basic for Applications 5.0
Chiavi:á
kbmt kbdtacode kbhowto kbinterop kbprogramming KB184974 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 184974
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Dichiarazione di non responsabilitÓ per articoli della Microsoft Knowledge Base su prodotti non pi¨ supportati
Questo articolo Ŕ stato scritto sui prodotti per cui Microsoft non offre pi¨ supporto. L?articolo, quindi, viene offerto ?cosý come Ŕ? e non verrÓ pi¨ aggiornato.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com