Descrizione delle opzioni di installazione di Windows 95 e Windows 98

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 186111 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo Ŕ stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I186111
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo sono descritte le opzioni utilizzabili con il programma di installazione di Windows 95 e Windows 98. Si noti che alcune delle opzioni possono essere utilizzate sia per Windows 95, sia per Windows 98, mentre altre valgono soltanto per Windows 98.

Informazioni

Opzioni solo per Windows 98

/m  - Con questa opzione si esclude la riproduzione dei file dei suoni (wav) durante l'installazione.

/na - Con questa opzione si esclude il controllo dei programmi, inoltre si possono utilizzare i seguenti valori:

         0: predefinito
         1: non viene effettuato il controllo dei programmi per Windows, mentre i programmi per MS-DOS sono 
            bloccati.
         2: non viene effettuato il controllo dei programmi per MS-DOS, mentre i programmi per Windows sono 
            bloccati.
         3: non viene effettuato il controllo dei programmi sia per Windows, sia per MS-DOS.

/nd - Con questa opzione viene ignorata la presenza del file Migration.dll. La si utilizza
      per fare in modo che Windows 98 sovrascriva obbligatoriamente i file pi¨ recenti.

      NOTA: i file che utilizzano il flag ",,,32" del file inf fanno ancora in modo che 
      l'installazione di Windows 98 mantenga obbligatoriamente le versioni pi¨ recenti dei file.

/nf - Per non ricevere la richiesta di rimuovere il disco floppy dall'unitÓ (per i CD di avvio)

       - Lo stesso vale se esiste un file denominato BOOTCD nella cartella dei file CAB.<BR/>
       - Lo stesso vale se esiste la riga "BootCD=1" nel file Msbatch.inf.

/nh - Con questa opzione si esclude l'esecuzione del programma Hwinfo.exe allo 0% dei 
      file e RunOnce.


/nx - Non viene controllata la versione di Setupx in esecuzione.

/ie - Con questa opzione si escludono gli schermi della Creazione guidata disco di ripristino di Windows 98. Se 
      si utilizza questa opzione, non viene creata la cartella Windows\Command\EBD.

/iv - Con questa opzione si esclude la visualizzazione degli schermi dell'installazione durante un aggiornamento 
      interno a Windows.

Opzioni per Windows 98 e Windows 95


/?  - Con questa opzione viene visualizzato un breve riepilogo delle opzioni di installazione disponibili,
      unitamente alla corretta sintassi della riga di comando da digitare per utilizzarle.

/c  - Con questa opzione si esclude l'esecuzione di SMARTDrive.

/d  Con questa opzione si esclude l'utilizzo della configurazione esistente di Windows
      (ad esempio i file Win.ini e System.ini correnti).

/l  - Utilizzare questa opzione se si dispone di un mouse Logitech e si desidera abilitarlo durante l'installazione.

/n  - Con questa opzione l'installazione viene eseguita senza mouse.

-s  - Servirsi di questa opzione per utilizzare un file Setup.inf alternativo.

/t:<dir> - Con questa opzione Ŕ possibile specificare la posizione in cui verranno copiati 
           i file temporanei durante l'installazione. ATTENZIONE: eventuali altri file esistenti nella 
           cartella saranno eliminati.




/ig - Per consentire l'esecuzione del programma di installazione su alcuni vecchi computer Gateway e Micron dotati di BIOS obsoleti.
/ih - Con questa opzione si avvia l'esecuzione di ScanDisk in primo piano durante l'installazione.


/im - Il controllo della memoria convenzionale viene ignorato durante l'installazione.
/iq - Se si utilizza l'opzione /is per escludere l'esecuzione di ScanDisk oppure se si verifica un errore durante l'esecuzione di ScanDisk,
      l'installazione controlla l'unitÓ per rilevare la presenza di file con collegamenti incrociati. Con l'opzione /iq
      si salta questo controllo.


/is - Con questa opzione non viene eseguito ScanDisk durante l'installazione.
/it - Con questa opzione si esclude la verifica della presenza di programmi TSR "in attesa" o
      "dannosi" che notoriamente causano problemi all'installazione di Windows.


/p - Con questa opzione delle stringhe vengono passate direttamente alla procedura 
     di rilevamento (o Sysdetmg.dll). L'installazione non interpreta il contenuto della 
     stringa. La stringa pu˛ contenere una o pi¨ opzioni di rilevamento.

     L'opzione /p non viene utilizzata da sola. Per ulteriori informazioni 
     sull'opzione /p, vedere la sezione "Definizione della stringa dell'opzione di rilevamento /p
     " qui di seguito.

Definizione della stringa dell'opzione di rilevamento /p

  • La stringa pu˛ contenere una o pi¨ opzioni di rilevamento separate da un punto e virgola (;). Ad esempio, per utilizzare "/p f" e "/p i" contemporaneamente, digitare "setup /p f;i" (senza le virgolette).
  • Alcune opzioni significano semplicemente attivo/non attivo. L'assenza dell'opzione indica che non Ŕ attiva, mentre la sua presenza indica che l'opzione Ŕ attiva. Inserendo il segno meno (-) subito dopo un'opzione la si disattiva.
  • Alcune opzioni utilizzano parametri sotto forma di <c>=<parametri>. Se sono presenti pi¨ parametri per una stessa opzione, sono separati da una virgola (,).
  • Non vi devono essere spazi nella stringa dell'opzione di rilevamento.
Opzioni di rilevamento valide:
a - Con questa opzione si attiva il rilevamento sicuro. ╚ un'istruzione per tutti i moduli di rilevamento di
    provare a utilizzi metodi di rilevamento pi¨ sicuri. Utilizzando i metodi di rilevamento pi¨ sicuri le periferiche potrebbero non
    essere rilevate correttamente.

    Durante l'installazione l'impostazione predefinita Ŕ: attivata. In altri casi l'impostazione predefinita Ŕ 
    disattivata.

    Esempio: setup /p a

b - Con questa opzione si attiva la modalitÓ di richiesta della conferma prima di eseguire un'operazione. La conferma viene richiesta prima di
    richiamare un modulo di rilevamento in modo che, ad ogni passaggio, l'utente possa 
    indicare manualmente se desidera utilizzare il modulo proposto o saltarlo.

    In base all'impostazione predefinita, l'opzione Ŕ disattivata.

    Esempio: setup /p b

c - Con questa opzione si attiva il rilevamento della classe. Il rilevamento della classe Ŕ un meccanismo che consente di 
    trovare suggerimenti per una determinata classe di periferiche. Il rilevamento della classe delle schede, ad esempio,
    ricerca suggerimenti nei file Config.sys e System.ini
    riguardo ai driver per il CD-ROM. Se non vengono trovate informazioni, viene visualizzata una casella di controllo per il CD-ROM
    in cui indicare se si dispone di un'unitÓ CD-ROM.

    Durante l'installazione l'impostazione predefinita Ŕ: attivata. Quando si utilizza lo strumento 
    La funzionalitÓ Nuovo hardware e il rilevamento dell'inserimento/estrazione dall'alloggiamento sono disattivati.

    Esempio: setup /p c

c- - Setup /p c- serve per disabilitare il rilevamento sicuro della classe. Questa opzione, ad esempio,
     Ŕ una istruzione per il programma di installazione di ricercare sempre in tutte le schede di rete, schede
     audio e unitÓ CD-ROM.

     Esempio: setup /p c-

d=<nome> - Con questa opzione vengono rilevati solo i moduli di rilevamento elencati, dove 
           <nome> corrisponde al nome del modulo di rilevamento o della classe di periferiche.

           I nomi dei moduli di rilevamento (come DetectPIC e DetectAHA154x)
           si trovano nel file Msdet.inf. I nomi delle classi di periferiche sono
           SchedaSCSI, rete, e cosý via.

           Esempio: setup /p d=detectpic

e - Con questa opzione si attiva il rilevamento della modalitÓ di installazione.

    Durante l'installazione l'impostazione predefinita Ŕ: attivata. In altri casi l'impostazione predefinito Ŕ:
    disattivata.

    Esempio: setup /p e

f - Con questa opzione si attiva la modalitÓ di pulitura del Registro di configurazione. Viene forzata la pulitura
    del ramo principale del Registro di configurazione prima di iniziare. L'opzione
    viene ignorata quando l'installazione viene eseguita dall'interfaccia grafica di Windows 95/98.


    In base all'impostazione predefinita, l'opzione Ŕ disattivata.

    Esempio: setup /p f

g=<n> - Con questa opzione si specifica il livello di dettaglio, dove <n> corrisponde a un valore da 0 a 3.

        L'opzione controlla la quantitÓ di dettagli forniti dalla barra di avanzamento incorporata. Al 
        livello massimo (3), vengono mostrate tutte le risorse delle periferiche rilevate
        unitamente alla barra di avanzamento. L'opzione pu˛ essere d'aiuto per 
        identificare quale modulo di rilevamento causa un determinato problema. Ad 
        esempio, se durante il rilevamento il mouse si blocca
        mentre il sistema rimane attivo, non Ŕ possibile determinare in base ai 
        file di registro quale modulo ha causato il blocco del mouse. Attivando l'opzione 
        e muovendo costantemente il mouse durante l'installazione, Ŕ possibile determinare
        quale modulo Ŕ in esecuzione quando si blocca il mouse.

        In base all'impostazione predefinita, l'opzione Ŕ disattivata (0).

        Esempio: setup /p g=3

i - Con questa opzione si invia all'installazione l'istruzione di non segnalare l'esistenza di un 
    BIOS Plug and Play. ╚ utile per i computer dotati di BIOS Plug and Play
    non indicato nel file Machine.inf.


    Esempio: setup /p i

j - Con questa opzione si invia all'installazione l'istruzione di annullare i risultati dell'opzione "Setup /p i"
    . L'opzione deve essere utilizzata soltanto dopo l'aggiornamento del BIOS Plug and Play di un computer che necessitava di
    "Setup /p i".

    Esempio: setup /p j

    NOTA: in Windows 98, l'opzione "/p j" Ŕ necessaria per attivare il supporto ACPI.
          In Windows 98 Ŕ presente un elenco dei BIOS per computer ACPI cosý, 
          quando i produttori di BIOS creano un nuovo BIOS ACPI valido, con questo meccanismo, 
          Windows 98 Ŕ in grado di riconoscerlo.

l=<n> - Con questa opzione si specifica il livello di accesso per Detlog.txt, dove 
        <n> corrisponde a un valore da 0 a 3.

        L'impostazione predefinita corrisponde al livello massimo (3).

        Esempio: setup /p l=0

m - Con questa opzione si attiva la modalitÓ Mini Windows.

    L'opzione Ŕ attivata solo quando l'installazione viene eseguita da MS-DOS.

    Esempio: setup /p m

n - Con questa opzione si attiva la modalitÓ senza recupero. Pu˛ essere utilizza per 
    disattivare il meccanismo di recupero dell'installazione di Windows 95 (l'opzione impedisce ad esempio 
    la creazione del file Detcrash.log).

    In base all'impostazione predefinita, l'opzione Ŕ disattivata.

    Esempio: setup /p n

o=<traccia output> - Con questa opzione si specifica l'effettuazione della traccia output. L'informazione
                  viene scritta nel file Tracelog.txt nella directory corrente.
                   

                  L'opzione Ŕ disponibile solo nella versione Debug di
                  Sysdetmg.dll.

                  Esempio: setup /p o

p - Con questa opzione si attiva la registrazione delle prestazioni. Le informazioni sui tempi delle prestazioni
    vengono scritte nel file DETLOG.TXT.

    In base all'impostazione predefinita, l'opzione Ŕ disattivata.

    Esempio: setup /p p
r - Con questa opzione si attiva la modalitÓ di recupero. In questo modo la funzione di rilevamento utilizza il 
    file Detcrash.log, se viene trovato, a scopo di recupero. Se l'opzione Ŕ disattivata
    , la funzione di rilevamento ignora ed elimina il file Detcrash.log anche se 
    viene trovato.

    L'opzione viene utilizzata se Ŕ selezionato il recupero dell'installazione,
    altrimenti non viene utilizzata.

    Esempio: setup /p r

s=<nome> - Con questa opzione vengono saltati i moduli di rilevamento o classi di modulo di rilevamento elencate,
           dove &lt;nome&gt; corrisponde al nome del modulo di rilevamento o
           di una classe di periferiche.

           I nomi dei moduli di rilevamento (come DetectPIC e DetectAHA154x)
           si trovano nel file Msdet.inf. I nomi delle classi di periferiche sono SchedaSCSI,
           rete e cosý via.

           Esempio: setup /p s=detectpic

t=<n> - Con questa opzione si specifica il livello di trace, dove &lt;n&gt; corrisponde a un valore da 0 a 9.

        In base all'impostazione predefinita, l'opzione Ŕ disattivata (0).

        L'opzione Ŕ disponibile solo nella versione Debug di
        Sysdetmg.dll.

        Esempio: setup /p t=9

v - Con questa opzione si attiva la modalitÓ di sola verifica. Il rilevamento avviene in due fasi:

    1. Verifica nel Registro di configurazione delle periferiche esistenti.

    2. Rilevazione di nuove periferiche.

    Questa opzione costituisce una istruzione per la funzione di rilevamento di eseguire solo la fase 1. Viene utilizzata
    dall'installazione guidata di PCMCIA per verificare le periferiche legacy presenti nel registro.

    In base all'impostazione predefinita, l'opzione Ŕ disattivata.

    Esempio: setup /p v

x=<elenco risorse> - Con questa opzione si escludono dal rilevamento le risorse elencate,
               dove <elenco risorse> corrisponde a una delle seguenti quattro possibilitÓ:

                - io(xxx-yyy,xxx-yyy,...)

                - mem(xxxxx-yyyyy,xxxxx-yyyyy,...)

                - irq(x,y,z,...)

                - dma(x,y,z,...)

                L'opzione serve per proteggere le risorse in modo da renderle 
                inaccessibili al rilevamento.

                Esempio: setup /p x=io(300-30f,240-24f)
Nota: questo Ŕ un articolo a "PUBBLICAZIONE RAPIDA", creato direttamente all'interno dell'organizzazione di supporto Microsoft. Le informazioni contenute nel presente documento vengono fornite "cosý come sono" in risposta alle problematiche riscontrate. A causa della rapiditÓ con cui vengono resi disponibili, i materiali possono contenere errori di battitura e sono soggetti a modifica senza preavviso, in qualsiasi momento. Per altre considerazioni, vedere le Condizioni per l'utilizzo.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 186111 - Ultima modifica: mercoledý 5 gennaio 2011 - Revisione: 2.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows 95
Chiavi:á
kbsetup win95 win98 KB186111
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com