Utilizzo di ADO per oggetti tramite un provider LDAP ADSI

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 187529 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

Il provider di LDAP (Lightweight Directory Access Protocol) (Active Directory Service INTERFACES) implementa interfacce OLE DB che consentono di utilizzare ActiveX Data Objects (ADO) per accedere agli oggetti nella directory compatibile LDAP. ╚ creare un oggetto di connessione ADO e impostarne la proprietÓ provider "ADsDSOObject". ╚ possibile specificare qualsiasi stringa, ad esempio "", come stringa di connessione (primo argomento) del metodo open dell'oggetto di connessione ADO.

CommandText del metodo di connessione oggetto Execute (primo oggetto) Ŕ una query LDAP composto da quattro elementi separati da punti e virgola, nel seguente formato:
   <LDAP://server/adsidn>;ldapfilter;attributescsv;scope
				
dove:
  • Server Ŕ il nome (o indirizzo IP) del server che ospita la directory.
  • adsidn Ŕ il nome distinto (DN) del punto di partenza, in per la query espresso formato ADsPath con "/" separatori e la radice dello spazio dei nomi a sinistra. ╚ inoltre possibile utilizzare un formato di nome con attributi di stile X.500 con i relativi nomi distinti separati da virgole e la radice dello spazio dei nomi a destra.
  • filtro di 1dap Ŕ la stringa di filtro LDAP (vedere rfc2254).
  • attributescsv Ŕ un elenco di separati da virgola di nomi degli attributi da restituire per ogni riga del recordset.
  • ambito sia: base, onelevel o subtree.
Nota : rfc2253 specifica la sintassi LDAP su cui si basa la sintassi LDAP di ADSI.

Per restituire l'ADsPath, classe e attributi del cn di tutti gli oggetti in tutti i contenitori destinatari in un server di Exchange, Ŕ possibile utilizzare il seguente CommandText (nel formato di URL):
      LDAP:<//server/o=organization/ou=site/cn=recipients>;
         (objectClass=*);ADsPath,objectClass,cn;subtree"
				
o (nel formato del nome con attributi):
     <LDAP://server/cn=recipients,ou=site,o=organization>, _
         (objectClass=*);ADsPath,objectClass;subtree
				

Informazioni

Il codice di esempio di Visual Basic riportato di seguito illustra questa query:

Codice di esempio

  Dim conn As ADODB.Connection
      Dim rs As ADODB.Recordset

      Set conn = New ADODB.Connection
      conn.Provider = "ADSDSOObject"
      conn.Open "ADs Provider"

      Set rs = conn.Execute( _ 
            "<LDAP://server/o=organization/ou=site/cn=recipients>;" _
            & "(objectClass=*);ADsPath,objectClass,cn;subtree")

      While Not rs.EOF
         Debug.Print rs.Fields(0).Value, rs.Fields(1).Value, _
               rs.Fields(2).Value
         rs.MoveNext
      Wend

      conn.Close


				

Riferimenti

Per un elenco e una spiegazione delle RFC LDAP comuni, nonchÚ 2253 RFC 2254 RFC, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
221606RFC LDAP comuni
Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
275917PRB: ADSI 2.5 e MDAC 2.6 compatibilitÓ problemi

ProprietÓ

Identificativo articolo: 187529 - Ultima modifica: martedý 13 luglio 2004 - Revisione: 1.2
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Visual Basic 5.0 Professional Edition
  • Microsoft Visual Basic 6.0 Professional Edition
  • Microsoft Visual Basic 5.0 Enterprise Edition
  • Microsoft Visual Basic Enterprise Edition for Windows 6.0
  • Microsoft Active Directory Service Interfaces 2.0
  • Microsoft ActiveX Data Objects 1.5
  • Microsoft ActiveX Data Objects 2.0
  • Microsoft ActiveX Data Objects 2.1 Service Pack 2
  • Microsoft ActiveX Data Objects 2.5
Chiavi:á
kbmt kbhowto kbmdacnosweep kbtophit KB187529 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 187529
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com