Esecuzione della deframmentazione con l'utilitÓ Eseutil (Eseutil.exe)

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 192185 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

?╚ possibile utilizzare l'utilitÓ Eseutil per deframmentare l'archivio informazioni e la directory in Microsoft Exchange Server 5.5 e per deframmentare l'archivio informazioni in Microsoft Exchange 2000 Server e in Microsoft Exchange Server 2003. Eseutil consente di esaminare la struttura delle tabelle e dei record di database (esame che pu˛ comprendere la lettura, l'analisi, il ripristino e la deframmentazione) al livello inferiore del database (Ese.dll).

Eseutil si trova nella cartella Winnt\System32 in Exchange Server 5.5 e nella cartella Exchsrvr/Bin in Exchange 2000 e in Exchange 2003. L'utilitÓ pu˛ essere eseguita su un database per volta dalla riga di comando.

Informazioni

L'opzione di deframmentazione consente di rendere contiguo lo spazio di archiviazione utilizzato, di eliminare lo spazio di archiviazione inutilizzato e di compattare il database, riducendone le dimensioni. Eseutil permette di copiare i record del database in un nuovo database. Al termine della deframmentazione, il database originale viene eliminato o salvato in un percorso specificato dall'utente, mentre la nuova versione viene rinominata come l'originale. Se viene rilevato un record non valido, l'esecuzione dell'utilitÓ viene interrotta e viene visualizzato un messaggio di errore.

Deframmentazione di un database di Exchange Server 5.5

Nota La deframmentazione di un database richiede spazio libero su disco pari al 110 percento della dimensione del database che si desidera elaborare. Per determinare lo spazio libero effettivamente necessario, attenersi alla procedura seguente:
  1. Verificare che il servizio Archivio informazioni non sia in esecuzione.
  2. Al prompt dei comandi eseguire il comando qui riportato:
    eseutil /ms ?database.edb?
  3. Calcolare lo spazio libero moltiplicando il numero di pagine libere per 4 KB.
  4. Sottrarre la cifra ottenuta al passaggio 3 dalle dimensioni fisiche del database.
  5. La cifra ottenuta al passaggio 4 rappresenta i dati del database. Moltiplicare questa cifra per 110%. La cifra ottenuta Ŕ lo spazio libero necessario per deframmentare il database.
  6. Dividere il valore ottenuto al passaggio 3 per 9 GB all'ora. Si otterrÓ il tempo approssimativamente necessario per deframmentare il database.

    Nota 9 GB all'ora Ŕ la velocitÓ di esecuzione dell'utilitÓ Eseutil. Si tratta di un valore puramente indicativo. La velocitÓ effettiva dipende infatti dall'ambiente hardware e di produzione.
Per deframmentare il database di Exchange Server 5.5, attenersi alla procedura seguente:
  1. Interrompere il funzionamento del database che si desidera deframmentare mediante lo strumento di gestione dei servizi del Pannello di controllo.
    • Per il database della directory di Exchange, arrestare il Servizio directory di Exchange.
    • Per i database delle cassette postali di Exchange o delle cartelle pubbliche, arrestare il servizio Archivio informazioni di Microsoft Exchange.
  2. Al prompt dei comandi passare alla cartella Winnt\System32 e digitare il comando eseutil /d, un'opzione di database e qualsiasi opzione che si desidera utilizzare.
Il comando riportato di seguito, ad esempio, consente di eseguire l'utilitÓ di deframmentazione standard sulla directory e salvare la copia nel file definito dall'utente:
C:\winnt\system32> eseutil /d /ds /tc:\dbback\tempdfrg.edb /p
Utilizzare una delle opzioni di database qui riportate per eseguire Eseutil su un database specifico.
Opzione        Descrizione
---------------------------------------------
/ds            Directory

/ispriv        Archivio informazioni privato

/ispub         Archivio informazioni pubblico
Utilizzare una o pi¨ opzioni di quelle riportate di seguito per specificare le operazioni che si desidera eseguire sul database.
Opzione        Descrizione
---------------------------------------------------------------------------------------
/b <percorso>  Consente di eseguire una copia di backup del database 
               originale non compresso nel percorso specificato.

/p             Consente di conservare il database originale non compresso
               nel percorso originale e di archiviare il nuovo database compresso
               nel file predefinito Exchsrvr\Bin\Tempdfrg.edb.

/t <nome_file> Consente di creare e di rinominare il nuovo database compresso nel
               percorso specificato.

/o             Non consente di visualizzare l'intestazione di Microsoft Exchange Server.

Deframmentazione di un database di Exchange 2000 o di Exchange 2003

Nota La deframmentazione di un database richiede spazio libero su disco pari al 110 percento della dimensione del database che si desidera elaborare.
  1. Nel Gestore di sistema di Exchange fare clic con il pulsante destro del mouse sull'archivio informazioni che si desidera deframmentare e scegliere Disinstalla archivio.
  2. Al prompt dei comandi passare alla cartella Exchserv\Bin e digitare il comando eseutil /d, un'opzione di database e qualsiasi opzione che si desidera utilizzare.
Il comando riportato di seguito, ad esempio, consente di eseguire l'utilitÓ di deframmentazione standard su un database di archivio delle cassette postali:
C:\programmi\exchsrvr\bin> eseutil /d c:\progra~1\exchsrvr\mdbdata\priv1.edb
Utilizzare l'opzione di database qui riportata per eseguire la deframmentazione di Eseutil su un database specifico:
eseutil /d <nome_database> [opzioni]

Deframmentazione/Compressione

Consente l'esecuzione della compressione non in linea di un database.

Sintassi: eseutil /d <nome_database> [opzioni]

Parametri: <nome_database> Ŕ il nome del file del database che si desidera comprimere.

L'uso delle opzioni riportate di seguito non Ŕ obbligatorio, ma Ŕ possibile utilizzare una o pi¨ opzioni (separate da uno spazio) per specificare le operazioni che si desidera eseguire sul database.
Opzione        Descrizione
-------------------------------------------------------------------------------
/b<database>   Consente di eseguire una copia di backup con il nome specificato

/t<database>   Consente di impostare il nome del database temporaneo 
               (l'impostazione predefinita Ŕ Tempdfrg.edb)

/s<file>       Consente di impostare il nome del file di streaming 
               (l'impostazione predefinita Ŕ NONE)

/s<file>       Consente di impostare il nome del file di streaming temporaneo 
               (l'impostazione predefinita Ŕ Tempdfrg.stm)

/p             Consente di conservare il database temporaneo (in altre parole,
               il database non viene reso disponibile)

/o             Consente di non visualizzare il logo

/i             Consente di non deframmentare il file di streaming
Nota Se l'attivazione Ŕ disabilitata (se ad esempio si utilizza l'opzione /p), il database originale viene conservato non compresso e il database temporaneo contiene la versione deframmentata del database.

Per ulteriori informazioni su Exchange Server 4.0 e 5.0, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
163627 Deframmentazione di un file EDB in un server non Exchange
Per ulteriori informazioni sull'esecuzione di Eseutil in un computer senza Exchange Server, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
244525 Esecuzione di Eseutil in un computer senza Exchange Server
Il file Tempdfrg.edb viene creato nell'unitÓ logica da cui viene eseguito il comando eseutil /d a meno che non venga utilizzata l'opzione /t. Per creare ad esempio un file Tempdfrg.edb nella radice dell'unitÓ D, eseguire il comando seguente:
D:\>eseutil /d /ispriv
? ╚ anche possibile utilizzare l'opzione /t per impostare il nome del database temporaneo e di un percorso diverso. Per creare ad esempio un file Sample.edb nella radice dell'unitÓ D quando si esegue il comando eseutil dall'unitÓ C, eseguire il comando seguente:
C:\>eseutil /d /ispriv /td:\Sample.edb

ProprietÓ

Identificativo articolo: 192185 - Ultima modifica: lunedý 26 novembre 2007 - Revisione: 7.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Exchange Server 2003 Standard Edition
  • Microsoft Exchange Server 2003 Enterprise Edition
  • Microsoft Exchange 2000 Server Standard Edition
  • Microsoft Exchange Server 5.5 Standard Edition
Chiavi:á
kbhowto KB192185
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com