Domande frequenti - SQL Server 7.0 - conversione

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 195444 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo è stato archiviato. L?articolo, quindi, viene offerto ?così come è? e non verrà più aggiornato.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

In questo articolo vengono fornite le risposte alle domande frequenti relative alla conversione da SQL Server 6.5 a SQL Server 7.0.

Informazioni

  1. D. Quanto tempo è necessario per completare il processo di conversione?

    R. La durata del processo di conversione dei database di SQL Server 6.x a SQL Server 7.0 dipende da molti fattori. Ogni oggetto contenuto in un database di SQL Server 6.x dovrà essere ricostruito nel database di SQL Server 7.0 e sarà necessario trasferire ogni singola riga. A seconda quindi della complessità di un database, il tempo richiesto per convertire due database da 10 GB con numeri di righe e oggetti differenti può variare notevolmente. Inoltre, la piattaforma hardware, numero di processori, sottosistema del disco e la quantità di RAM verrà riprodotto una parte significativa della quantità di tempo necessario per la conversione. Se durante l'installazione di sceglie di convalidare i dati, la quantità di tempo necessaria per l'aggiornamento potrebbe anche raddoppiarsi. Di seguito è riportata la durata tipica del processo di aggiornamento per alcune dimensioni di database:

    Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
    Dimensione del databaseTempo richiesto per convertire stimato
    400 MBMeno di 20 minuti
    1 GBMeno di un'ora
    10 GBMeno di 4 ore
    50 GBMeno di 12 ore
    100 GBMeno di 24 ore
  2. D. Qual è la quantità di spazio su disco aggiuntiva utilizzata da SQL Server 7.0 rispetto a SQL Server 6.5?

    R. Con un solo computer la conversione da SQL Server 6.x a SQL Server 7.0 richiede circa una volta e mezza lo spazio utilizzato attualmente dai dati di SQL Server 6.x. Nella maggior parte dei casi lo spazio effettivamente utilizzato sarà inferiore a quello utilizzato attualmente dai dati di SQL Server 6.x. Se lo spazio disponibile sul disco è insufficiente, si consiglia di considerare l'utilizzo del metodo di conversione su nastro con un computer oppure del metodo di conversione con due computer,. ciascuno dei quali è descritto di seguito.

    Metodo di conversione su nastro con un computer

    Con questo metodo, i dati di SQL Server 6.x sono backup in un dump SQL. È anche possibile specificare l'esecuzione facoltativa del backup dei file fisici. Una volta completato questo passaggio, le periferiche dati vengono eliminate dalle unità e il dump SQL viene utilizzato per il caricamento dei nuovi database di SQL Server 7.0. Se si dispone eventuali problemi, è possibile reinstallare SQL Server 6.x e ripristinare i file di dati originale dal backup fisico dei file di dati.

    Metodo di conversione con due computer

    Utilizzando questo metodo, il muovo computer richiederà approssimativamente una volta e mezza lo spazio su disco utilizzato attualmente dai database di SQL Server 6.x. La quantità di spazio finale utilizzata può essere inferiore a seconda dei tipi di dati utilizzati e della quantità effettiva di spazio libero nei database di SQL Server 6.x. Durante la conversione di un database a SQL Server 7.0 verrà suggerita una dimensione per i file di dati e per il primo file di log verrà utilizzata la dimensione del file di log precedente. Quando si crea invece un nuovo database in SQL Server 7.0, questa funzionalità sarà diversa. La dimensione predefinita per i nuovi database creati in SQL Server 7.0 è infatti di 2 MB.
  3. D. Gli utenti possono connettersi al computer che esegue SQL Server 6.x mentre è in corso il processo di conversione?

    R. No. Durante il processo di aggiornamento, computer SQL Server 6.x è interrotta e avviato mentre oggetti inseriti nello script e i dati vengono estratti. Inoltre, quando viene avviato il trasferimento dei dati è in esecuzione solo SQL Server 7.0 e non è possibile accedere a SQL Server 6.x.
  4. D. Come deve essere configurato il server prima di procedere all'aggiornamento?

    R. Se si esegue l'aggiornamento dall'installazione esistente di SQL Server 6.x a un nuovo computer che esegue SQL Server 7.0, sarà necessario configurare entrambi i computer con un nome e una password utente del dominio per il servizio MSSQLServer. Assicurarsi inoltre che su entrambi i computer l'account utente del dominio appartenga al gruppo Administrators. Per un aggiornamento con un solo computer è sufficiente un account di sistema locale. Se l'aggiornamento viene eseguito tra domini diversi, prima di avviare il processo è necessario stabilire una relazione di trust tra i domini.

    Nota: Se si utilizza l'account di sistema locale con il processo di aggiornamento di un computer e si utilizza anche un account locale, non sarà Impossibile aggiornare l'account di accesso integrata (perché setuser avrà esito negativo). Di conseguenza, si deve utilizzare solo l'account di sistema locale con un processo di aggiornamento di un computer se si utilizza la protezione standard, protezione integrata non.
  5. D. È possibile convertire un'installazione di SQL Server 4.21 direttamente a SQL Server 7.0?

    R. No. A causa delle molte modifiche del database tra SQL Server 4.21 e la struttura del database di SQL Server 6.x, il processo di conversione non eseguirà utilizzano database di SQL Server 4.21. Per aggiornare un server che esegue SQL Server 4.21 a SQL Server 7.0, è necessario aggiornare prima il server a SQL Server 6.0 o SQL Server 6.5, quindi passare alla conversione a SQL Server 7.0. Se si esegue SQL Server 4.21 e si desidera eseguire l'aggiornamento a SQL Server 7.0 ma non si dispone di SQL Server 6.x, è possibile ottenere una copia di SQL Server 6.5 allo scopo di aggiornamento a SQL Server 7.0 dal Fulfillment di Microsoft.

    Nota: Prima di convertire l'installazione di SQL Server 4.21 a SQL Server 6.x, assicurarsi di eseguire Chkupg65.exe o Chkupg60.exe, per verificare che la struttura e il contenuto dei database di SQL Server 4.21 dispongano di conflitti con i nuovi requisiti ANSI 92 che sono implementati nelle versioni 6.x a SQL Server.
  6. D. È possibile caricare i dump SQL in un nuovo computer, quindi aggiornarlo a SQL Server 7.0?

    R. Sì. Tuttavia, assicurarsi di copiare anche il database master nel nuovo computer. Se nel nuovo computer vengono caricati database da un computer differente, gli ID di accesso a SQL Server non saranno presenti nel database master. Il processo di aggiornamento non sarà in grado di creare oggetti per gli utenti che non dispongono di ID di accesso nel database master. Inoltre, se viene applicata la protezione integrata e non esistono gruppi locali per gli utenti di un database caricato in SQL Server, gli accessi non verranno completati.
  7. D. È possibile consolidare database da due o più installazioni di SQL Server 6.x in una sola versione di SQL Server 7.0?

    R. No. Il processo di aggiornamento tiene traccia del server in corso di aggiornamento e consente di completare l'operazione solo da un'installazione di SQL Server 6.x. Il consolidamento di database da diversi server può causare problemi con gli ID di accesso degli utenti, gli account utente e le autorizzazioni oggetti. Per consolidare più database da diverse installazioni di SQL Server 6.x, spostare tutti i database in un computer che esegue SQL Server 6.x e prima di procedere all'aggiornamento a SQL Server 7.0 verificare il corretto funzionamento delle applicazioni.
  8. D. È necessario eseguire le istruzioni del controllo di coerenza database (DBCC) sul server prima di aggiornare i database?

    R. Anche se non è necessario, si consiglia di eseguire istruzioni DBCC prima dell'aggiornamento. A seconda dell'estensione delle incoerenze logiche eventualmente presenti nel database, è possibile che il processo di aggiornamento non venga completato correttamente. Nel caso in cui nell'intervallo previsto per la manutenzione non vi fosse tempo sufficiente per completare l'aggiornamento e i controlli DBCC, si consideri la possibilità di eseguire i controlli di coerenza su un server di backup o secondario utilizzando i dump dei database da aggiornare.
  9. D. È possibile aggiornare solo uno o alcuni database a SQL Server 7.0?

    R. Sì. È possibile aggiornare uno, alcuni o tutti i database di SQL Server 6.x a SQL Server 7.0. Prima di aggiornare tutti i database del server, è addirittura possibile convertire singoli database per eseguire test o per fare pratica. Per ridurre al minimo i possibili problemi, si consiglia tuttavia di aggiornare contemporaneamente tutti i database di produzione esistenti su un server. Se si desidera convertire solo un subset dei database di SQL Server 6.x esistenti, è preferibile convertirli tutti allo stesso tempo.

    Se i database non vengono aggiornati tutti contemporaneamente, è necessario considerare alcuni problemi. Gli eventuali oggetti che fanno affidamento sul contenuto di altri database, inclusi viste, stored procedure e trigger, non verranno creati se l'oggetto o il database dipendente non esiste.

    Se il modello di database di SQL Server 6.x è stato modificato includendovi oggetti aggiuntivi, dovrà essere convertito insieme a tutti gli altri database di SQL Server 6.x o per ultimo. Gli eventuali oggetti creati nei database di SQL Server 6.x a seguito dell'aggiunta di oggetti non predefiniti al modello di database di SQL Server 6.x verranno inseriti in script durante il processo di aggiornamento.

    Gli altri database di SQL Server 6.x aggiornati dopo la conversione del modello di database conterranno oggetti non predefiniti basati sul modello di database di SQL Server 6.x. Poiché gli oggetti verranno essere aggiunti ai database di SQL Server 7.0 nuovi quando vengono creati inizialmente dal modello di database SQL Server 7.0, non sarà possibile creare oggetti eventualmente già presente nel database lo script di creazione. Per questo motivo convertendo il modello di database per ultimo le modifiche alla struttura del database saranno applicate solo ai nuovi database di SQL Server 7.0. Tutti gli oggetti non predefiniti nei database convertiti di SQL Server 6.x saranno stati creati tramite gli script durante il processo di conversione dei database stessi.
  10. D. È possibile eseguire SQL Server 6.x e SQL Server 7.0 contemporaneamente sullo stesso computer?

    R. No. È possibile eseguire solo una di queste versioni di SQL Server un determinato momento. Entrambe le versioni condividono le stesse risorse e informazioni del registro di configurazione di Windows NT ed è quindi possibile avviarne una sola alla volta. È tuttavia possibile passare da SQL Server 7.0 a SQL Server 6.x utilizzando l'utilità per il cambio di versione di SQL Server. L'utilità di switch è destinato il processo di conversione e test; in genere non rappresenta per l'hosting di due versioni di SQL Server in un computer in un ambiente di produzione.

    Se è stata convertita i database a SQL Server 7.0 nello stesso computer l'installazione di 6.x di SQL Server esistente, è importante tenere presente che questi due insiemi di database sono indipendenti; non sono sincronizzati e le modifiche dei dati 6.x di SQL Server mentre è in esecuzione SQL Server 6.x non si rifletteranno nei database di SQL Server 7.0. In modo analogo le modifiche ai dati di SQL Server 7.0 non saranno riflesse nei database di SQL Server 6.x.

    Attenzione: Se si installa SQL Server 7.0 insieme a SQL Server versione 6.x sullo stesso computer, non installare SQL Server 7.0 nella stessa directory come SQL Server 6.x. È necessario che le due versioni siano installate in directory distinte.
  11. D. Durante la conversione vengono visualizzati messaggi di errore "@@nomeserver not valid". Perché?

    R. Questo tipo di errore può verificarsi se alla versione di SQL Server 6.x in corso di aggiornamento non è stato assegnato un nome. Per risolvere questo tipo di problema, attenersi alla seguente procedura:

    1. In ISQL o ISQL/w utilizzare l'istruzione SELECT @@nomeserver per assicurarsi che al server sia assegnato un nome.
    2. Nel caso in cui il server non abbia un nome, utilizzare la seguente stored procedure per aggiungere un nome:
      sp_addserver <server_name>, local
      								
  12. D. Per quale motivo vengono visualizzati i messaggi di errore "Cannot open default database" e "Error querying @@nomeserver"?

    R. Se il database predefinito dell'amministratore del sistema non è ancora stato ripristinato o se è stato contrassegnato come sospetto, durante l'esecuzione della procedura di aggiornamento guidato verrà visualizzato uno di questi messaggi di errore. Risolvere il problema relativo al database predefinito, quindi eseguire di nuovo la procedura di aggiornamento guidato.
  13. D il processo di conversione sembra bloccarsi e non riesce. Perché?

    R. Se durante il processo di conversione sono presenti connessioni ODBC attive di applicazioni o servizi con SQL Server 6.x, è possibile che SQL Server non venga chiuso completamente. Se non riceve la verifica che il server di SQL Server 6.x è stato interrotto completamente, il processo di conversione non verrà eseguita on to il passaggio successivo. Il processo di conversione verrà visualizzato smettere di rispondere e infine non in questa situazione. Per risolvere il problema, prima di iniziare l'aggiornamento chiudere tutte le applicazioni e i servizi che potrebbero avere connessioni ODBC aperte o che potrebbero utilizzare SQL Server. Se a SQL Server 6.x è connesso SQL Profiler o SQL Trace, si verificherà un problema analogo, nel senso che il server non cesserà in effetti di rispondere, ma le operazioni che in precedenza venivano eseguite velocemente utilizzeranno una quantità di tempo della CPU così elevata da diventare sempre più lente.
  14. D. Dove è possibile visualizzare una registrazione degli eventuali errori che si sono verificati durante il processo di conversione?

    R. Nel corso della conversione vengono generati log dettagliati che sono memorizzati nella directory di SQL. Nel caso si verifichino errori durante la conversione, alla fine del processo verrà visualizzata una finestra di dialogo. contenente l'indicazione dei file di errore. Questo file di output si trova nella directory MSSQL\Upgrade\ servername _ date _ time. Per ogni database sarà presente una sottodirectory con i relativi file di output e di errore generati durante il processo di conversione.
  15. D alcuni stored procedure non è stato convertito correttamente o non è stato convertito affatto; la causa dell'errore?

    R. Di seguito sono riportate le possibili cause di errore che hanno impedito la conversione corretta delle stored procedure:

    • È necessario che il testo della stored procedure inizi con CREATE PROCEDURE; se inizia invece con BEGIN TRANSACTION, seguito da CREATE PROCEDURE, la stored procedure non verrà creata.
    • Le stored procedure basate su tabelle di sistema non verranno create a causa delle modifiche nei nomi di colonna e del cambiamento della struttura dei cataloghi di sistema.
    • Se il nome di una stored procedure è stato modificato utilizzando la stored procedure sp_rename, il nome originale nella tabella di sistema syscomments è rimasto invariato. In questo caso la stored procedure verrà creata con il nome originale. Se esiste un'altra stored procedure con lo stesso nome oppure ne è stata creata una prima dell'originale, la seconda stored procedure non verrà creata poiché nel sistema esiste già un oggetto con lo stesso nome.
    • Le stored procedure create da altre stored procedure non verranno create poiché nella tabella syscomments non esiste una voce corrispondente.
Per ulteriori informazioni sui problemi di conversione, vedere l'argomento di "Prima dell'aggiornamento: Checklist" nella documentazione in linea di SQL Server 7.0.

Non visualizzare una risposta alla domanda? Visitare il newsgroup di Microsoft SQL Server il seguente sito Web Microsoft:
http://www.microsoft.com/communities/newsgroups/en-us/
Le community tecniche di Microsoft offrono l'opportunità di interagire con i dipendenti Microsoft, esperti e i colleghi per condividere le conoscenze e novità sui prodotti Microsoft e le tecnologie correlate. Le comunità tecniche offrono numerose modalità di accesso alle risposte alle domande, per accedere alle soluzioni ai problemi e a condividere la propria esperienza. Le comunità tecniche si trovano nel seguente sito Web Microsoft:
http://www.microsoft.com/communities/default.mspx

Proprietà

Identificativo articolo: 195444 - Ultima modifica: martedì 4 febbraio 2014 - Revisione: 3.2
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft SQL Server 7.0 Standard Edition
Chiavi: 
kbnosurvey kbarchive kbmt kbfaq kbinfo KB195444 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 195444
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com