L'utilizzo di vCalendar in Outlook 2000

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 197025 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

Microsoft Outlook 2000 supporta le funzioni vCard e vCalendar, che offrono un approccio nuovo ed efficace all'interscambio elettronico di dati personali (PDI, Personal Data Interchange). L'interscambio elettronico di dati personali si verifica ogni volta che un utente comunica all'interno di un contesto personale o aziendale. scambiando informazioni personali, quali biglietti da visita, numeri telefonici, indirizzi, date e ore di appuntamenti e così via. Le funzioni vCard e vCalendar consentono l'interscambio di dati personali in modo elettronico.

In questo articolo viene illustrata l'implementazione di vCalendar in Outlook. Per informazioni su vCard, vedere la sezione "Riferimenti" di questo articolo.

Nell'articolo viene descritto:
  • Come creare un file vCalendar
  • Come distribuire un file vCalendar
  • Come elaborare automaticamente un file vCalendar
  • Come elaborare manualmente un file vCalendar come file di testo

Informazioni

I file vCalendar consentono di scambiare informazioni su appuntamenti e pianificazioni con utenti che non fanno parte dello stesso gruppo di lavoro o della stessa azienda. Consentono anche di pianificare appuntamenti con utenti che impiegano programmi software diversi e incompatibili.

Come creare un file vCalendar

Per creare un file vCalendar, attenersi alla seguente procedura:
  1. In una cartella Calendario fare clic per selezionare l'appuntamento per cui si desidera creare un file vCalendar.
  2. Dal menu file scegliere Salva .
  3. Nella casella tipo fare clic per selezionare formato vCalendar (* vcs) .
  4. Nella casella Salva In , selezionare la cartella in cui si desidera salvare il file vCalendar e quindi fare clic su Salva .

Per distribuire un vCalendar come file

Un file vCalendar può essere distribuito come qualsiasi altro file. Per inviarlo come allegato di posta elettronica procedere come segue:
  1. Aprire un nuovo messaggio di posta elettronica e indirizzarlo al destinatario desiderato.
  2. Nel menu Inserisci , fare clic su file .
  3. Fare clic su per selezionare un file vCalendar (.vcs) e quindi fare clic su OK .

Come elaborare automaticamente un file vCalendar

In Outlook 2002 è possibile convertire automaticamente un file vCalendar ricevuto da una fonte esterna in una voce di appuntamento di Outlook. Se il file vCalendar giunge sotto come allegato di un messaggio di posta elettronica, è possibile fare doppio clic sul vCalendar , scegliere Salva E Chiudi per aggiungere l'appuntamento alla cartella Calendario predefinita.

Se si riceve il vCalendar sotto forma di un file, ad esempio su un disco, è possibile importarlo nella cartella Calendario predefinita utilizzando l'importazione di Outlook e l'esportazione guidata. Per eseguire questa operazione:
  1. Dal menu file , scegliere Importa ed Esporta .
  2. Fare clic per selezionare Importa un file iCalendar o vCalendar (* vcs) e quindi fare clic su Avanti .
  3. Fare clic su per selezionare il file vCalendar e quindi fare clic su Apri .

Come elaborare manualmente un file vCalendar come file di testo

Un record vCalendar è un file di testo. Se non si dispone di una funzionalità automatica per record vCalendar processo, è possibile aprirli con un editor di testo e utilizzare le informazioni. Il contenuto di un file vCalendar dipende dalle informazioni inserite dal creatore del file, ma un tipico file creato da un appuntamento di Outlook è come nell'esempio riportato di seguito in un editor di testo:
BEGIN:VCALENDAR
PRODID:-//Microsoft Corporation//Outlook MIMEDIR//EN
VERSION:1.0
BEGIN:VEVENT
DTSTART:19980114T210000Z
DTEND:19980114T230000Z
LOCATION:My office
CATEGORIES:Business
DESCRIPTION;ENCODING=QUOTED-PRINTABLE:This is a note associated with the
meeting=0D=0A
SUMMARY:Meeting to discuss salaries
PRIORITY:3
END:VEVENT
END:VCALENDAR
				
Nota : voci di DTSTART e DTEND sono una combinazione della data e ora nel formato, YYYYMMDDThhmmssZ, dove AAAA = anno, MM = mese, gg = giorno del mese, T = carattere ora di inizio, hh = ora, mm = minuti, ss = secondi, Z = carattere di fine. La stringa esprime l'ora di Greenwich (GMT, Greenwich Mean Time) nel formato delle 24 ore e va modificata in base al fuso locale.

Se ad esempio si appartiene al fuso di Roma, l'ora da impostare sarà di 1 ora prima dell'ora di Greenwich. Occorrerà dunque aggiungere un'ora all'orario di inizio e fine per determinare l'intervallo corretto dell'appuntamento. Nell'esempio precedente l'ora di inizio sarebbe 210000+010000 o 220000 in base al formato delle 24 ore. Se è convertito il tempo per a.m. o p.m., l'ora di inizio è 150000-120000 o 3: 00

Riferimenti

Per ulteriori informazioni su vCard, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
197026OL2000: Come utilizzare vCard in Outlook

Proprietà

Identificativo articolo: 197025 - Ultima modifica: giovedì 7 ottobre 2004 - Revisione: 3.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Outlook 2000 Standard Edition
Chiavi: 
kbmt kbautomation kbcalendar kbhowto kbmigrate KB197025 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 197025
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com