SP4 modifica la risoluzione dei nomi del DNS

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 198550 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo è stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I198550
Questo articolo è stato archiviato. L?articolo, quindi, viene offerto ?così come è? e non verrà più aggiornato.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

Dopo l'installazione di Windows NT 4.0 Service Pack 4 (SP4), il resolver DNS (DNR) cambia il modo in cui utilizza i server DNS per risolvere i nomi.

Informazioni

Nelle versioni precedenti di Windows NT 4.0, il DNR invia una richiesta DNS al primo indirizzo di server DNS che trova nell'ordine di ricerca nella finestra di dialogo relativa alle proprietà DNS di TCP/IP. Se non riceve risposta entro 5 secondi invia una richiesta DNS al secondo indirizzo di server DNS configurato. Il tempo di attesa totale prima del timeout da parte della risoluzione dei nomi DNS è di solito di almeno 45 secondi.

Dopo l'installazione di Windows NT 4.0 SP4 il DNR invia una richiesta DNS al primo indirizzo di server DNS configurato in tutte e tre le liste possibili. Se non riceve risposta entro 1 secondo, il DNR invia una richiesta al primo, o ai primi, server DNS nonché a tutti gli altri indirizzi di server DNS configurati sul client. Se il resolver DNS non riceve risposta da alcun server DNS entro 2 secondi, rinvia la richiesta a tutti i server DNS configurati e attende per altri 4 secondi. Se non riceve risposta, il DNR invia un'altra richiesta a tutti i server DNS configurati e aspetta 8 secondi. Il tempo di attesa totale prima del timeout da parte della risoluzione dei nomi DNS è ora di 15 secondi.

A seconda del nome da risolvere, è possibile che il processo venga ripetuto con l'aggiunta del nome di dominio configurato sul client e con il passaggio del nome di dominio specificato due livelli sotto. In caso di insuccesso di DNS e di utilizzo della risoluzione dei nomi NetBIOS è possibile utilizzare altri 3 secondi.

I server DNS vengono interrogati a partire da questi tre elenchi:
  1. Statico (configurato attraverso il Pannello di controllo)
  2. DHCP (ottenuto attraverso tutte le schede abilitate DHCP)
  3. RAS (ottenuto attraverso Accesso remoto)
Se sono installate varie schede dello stesso tipo, l'ordine sopra riportato verrà controllato anche dall'ordine di binding della scheda, verificabile dalla scheda Binding.

È ora disponibile una nuova versione del client DNR, successiva al Service Pack 4, che aggiunge una pausa di 0,5 secondi tra le richieste inviate ai vari server DNS. In tal modo viene rispettato l'ordine di ricerca DNS ma vengono aggiunti ( N -1)*0,5 secondi all'intervallo di timeout totale, in cui N sta per il numero totale di server dei nomi DNS configurati sul client. Con questa correzione d'errore, il tempo totale per il timeout dei nomi DNS utilizza l'algoritmo seguente:

A seconda della configurazione i timeout totali relativi a una richiesta particolare possono andare dai (1+2+4+8=15) secondi ai (0,5+0,5+1+0,5+0,5+2+0,5+0,5+4+0,5+0,5+8=19) secondi nella peggiore delle ipotesi. Per ulteriori informazioni, vedere il seguente articolo della Knowledge Base (informazioni in lingua inglese):
195611 DNS Client Does Not Try All Servers in DNS Service List
Questa correzione d'errore risulta utile anche in casi di spazio dei nomi non convergente, vale a dire quando alcuni server dei nomi vincolanti per la zona relativa non contengono informazioni di zona e rispondono con dominio NX.

Proprietà

Identificativo articolo: 198550 - Ultima modifica: sabato 22 febbraio 2014 - Revisione: 2.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Windows NT Server 4.0 Standard Edition
  • Microsoft Windows NT Server 4.0 Enterprise Edition
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0 Developer Edition
  • Microsoft BackOffice Small Business Server 2000 Service Pack 1
Chiavi: 
kbnosurvey kbarchive kbnetwork KB198550
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com