Cartelle richiederanno molto tempo per l'aggiornamento quando un utente di Exchange Server 2010 utilizza Outlook 2003 in modalitÓ in linea

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 2009942 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Quando si accede a una cassetta postale di Microsoft Exchange Server 2010 con Microsoft Office Outlook 2003 in modalitÓ in linea, Ŕ possibile riscontrare i seguenti problemi:

  • i messaggi di posta elettronica in uscita rimangono nelPosta in uscitacartella per fino a 1 minuto.
  • New messaggi di posta elettronicanon arrivano inilPosta in arrivocartellaimmediatamente e sono in ritardoper fino a 1 minuto. 
  • Gli elementi eliminati dalle cartelle vengono ancora visualizzati nella cartella per fino a 1 minuto.
  • Gli elementi vengono spostati da una cartella in un'altra cartella vengono ancora visualizzati nella cartella originale per fino a 1 minuto.

La cartella non viene aggiornata in modo tempestivo.

Cause

Questi problemi si verificano perchÚ Exchange Server 2010 non invia notifiche di protocollo UDP (User Datagram) per Outlook.

Outlook 2003 utilizza le notifiche di UDP come metodo principale per la ricezione di notifiche da un server di Exchange. Tuttavia, in Outlook 2003 Ŕ server esegue il polling del 2010 di Exchange Server per le modifiche e predefinito intervallo di polling per Outlook Ŕ di circa 60 secondi. Di conseguenza, un aggiornamento della cartella pu˛ essere differito di per 1 minuto.

Risoluzione

Per risolvere questo problema, installare l'aggiornamento cumulativo 3 per Exchange Server 2010 Service Pack 1.

Per ulteriori informazioni sull'aggiornamento cumulativo 3 per Exchange Server 2010 Service Pack 1, fare clic sul seguente numero di articolo per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base:

2529939 Descrizione dell'aggiornamento cumulativo 3 per Exchange Server 2010 Service Pack 1

Dopo aver installato questo aggiornamento, Ŕ necessario creare una sottochiave del Registro di sistema per attivare la funzionalitÓ di supporto delle notifiche UDP.

Per attivare la funzionalitÓ di supporto delle notifiche UDP per Ŕ, passare alla sezione "Correzione automatica". Se si desidera attivare la funzionalitÓ di supporto delle notifiche UDP personalmente, passare alla sezione "Consenti correzione manuale".

Risolvere il problema per me

Per risolvere il problema automaticamente, fare clic sul collegamento risolvere il problema . Quindi fare clic su Esegui nella finestra di dialogo Download File e seguire i passaggi della procedura guidata.

Microsoft Fix it
Risolvere il problema
Microsoft Fix it 50752


Nota. Questa procedura guidata potrebbe essere solo in lingua inglese. Tuttavia, la correzione automatica funziona anche per le versioni di Windows in altre lingue.

Nota. Se non si Ŕ nel computer in cui si verifica il problema, Ŕ possibile salvare la correzione automatica su un'unitÓ di memoria flash o su un CD in modo da eseguirla nel computer in cui si verifica il problema.

Consenti la correzione manuale

Crea la seguente chiave di registroSubchiave per attivare le notifiche di UDP supportano la funzione:

Subknuova posizione: HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\MSExchangeRPC\ParametersSystem

SubkNome nuova: EnablePushNotifications

Tipo: REG_DWORD

Valore: 1 

Nota.Se questa chiave del Registro di sistema non esiste, o se il valore Ŕ impostato su0, non Ŕ abilitata la funzionalitÓ di supporto di notifica UDP.

Soluzione alternativa

Per ovviare a questo problema, utilizzare la modalitÓ cache di exchange in Outlook 2003. A tale scopo, attenersi alla seguente procedura:

  1. Uscire da Outlook 2003 Ŕ in esecuzione.
  2. Nel Pannello di controllo, fare clic su posta.
  3. Fare clic su account di posta elettronica.
  4. Selezionare Visualizza o cambia gli account di posta elettronica esistentie quindi fare clic su Avanti.
  5. Digitare un account di Microsoft Exchange Server e quindi fare clic su Cambia.
  6. Selezionare la casella di controllo Usa modalitÓ cache .
  7. Fare clic su Avantie quindi fare clic su Fine.
  8. Avvia Outlook 2003.

Stato

</SPAN style="FONT-SIZE: 10pt; FONT-FAMILY: 'tahoma','sans-serif'; COLOR:>

Informazioni

Per identificare se lavoro notifiche di push, attenersi alla seguente procedura:

1.     Crea la seguente sottochiave del Registro di sistema sul server CAS per attivare le notifiche di push:

Percorso della sottochiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\MSExchangeRPC\ParametersSystem

Nome della sottochiave: EnablePushNotifications

Tipo: DWORD

Valore: 1

                  NoteSe il ParametersSystem sottochiave non esiste, crearla.

2.     Crea la seguente sottochiave del Registro di sistema sul computer client per configurare Outlook 2003 per utilizzare una porta UDP fissa:

Percorso della sottochiave: HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\11.0\Outlook\RPC

Nome della sottochiave: FixedUDPPort

Tipo: DWORD

Valore: tra 1024 e 65535 (decimale)

3.     Configurazione di Windows Firewall per consentire il traffico UDP tramite questa porta sul computer client.

4.     Apri Outlook 2003 e quindi impostare un profilo di Exchange in un'operazione manuale.

                  NoteLe notifiche di push sono supportate solo Outlook 2003. Outlook 2007 o versione successiva avrÓ esito negativo per le notifiche di push del Registro di sistema.

5.     Inviare un nuovo messaggio di posta elettronica all'utente di Exchange.

6.     Outlook 2003 viene visualizzato il messaggio di posta elettronica nuovo entro 1 minuto.      

                  NoteSe Outlook 2003 non consente di registrare le notifiche di push, utilizza polling che si verifica ogni minuto. Con le notifiche di push, Outlook 2003 riceve le notifiche pi¨ rapide.

Se si Ŕ clienti di Small Business, trovare ulteriori risorse didattiche e di risoluzione dei problemi di</a title="" href="http:>

Nota: questo Ŕ un articolo a "PUBBLICAZIONE RAPIDA", creato direttamente all'interno dell'organizzazione di supporto Microsoft. Le informazioni contenute nel presente documento vengono fornite "cosý come sono" in risposta alle problematiche riscontrate. A causa della rapiditÓ con cui vengono resi disponibili, i materiali possono contenere errori di battitura e sono soggetti a modifica senza preavviso, in qualsiasi momento. Per altre considerazioni, vedere le Condizioni per l'utilizzo.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 2009942 - Ultima modifica: martedý 19 novembre 2013 - Revisione: 9.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Exchange Server 2010 Service Pack 1áalle seguenti piattaforme
    • Microsoft Exchange Server 2010 Enterprise
    • Microsoft Exchange Server 2010 Standard
  • Microsoft Office Outlook 2003
Chiavi:á
kbsmbportal kbmt KB2009942 KbMtit
Traduzione automatica articoli
IMPORTANTE: il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite un software di traduzione automatica di Microsoft ed eventualmente revisionato dalla community Microsoft tramite la tecnologia CTF (Community Translation Framework) o da un traduttore professionista. Microsoft offre articoli tradotti manualmente e altri tradotti automaticamente e rivisti dalla community con l?obiettivo di consentire all'utente di accedere a tutti gli articoli della Knowledge Base nella propria lingua. Tuttavia, un articolo tradotto automaticamente, anche se rivisto dalla community, non sempre Ŕ perfetto. Potrebbe contenere errori di vocabolario, di sintassi o di grammatica. Microsoft declina ogni responsabilitÓ per imprecisioni, errori o danni causati da una traduzione sbagliata o dal relativo utilizzo da parte dei clienti. Microsoft aggiorna frequentemente il software e gli strumenti di traduzione automatica per continuare a migliorare la qualitÓ della traduzione.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 2009942
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com