Risoluzione dei problemi relativi a operazioni di Active Directory che l'errore 8606: "attributi insufficienti sono stati specificati per creare un oggetto"

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 2028495 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

In questo articolo vengono descritti i sintomi e causa della situazione in cui Active Directory replica ha esito negativo e viene generato l'errore 8606: "attributi insufficienti sono stati specificati per creare un oggetto. Questo oggetto non esista perchÚ potrebbe essere stata eliminata." In questo articolo viene descritto anche una risoluzione per questa situazione.

Sintomi

1. Il DCDIAG segnala la prova le repliche di Active Directory non riuscita con errore 8606: "attributi insufficienti sono stati specificati per creare un oggetto".
Avvio test: le repliche
[Controllo le repliche, <destination dc="">] un recente tentativo di replica non riuscito:</destination>
Da <source dc=""> a <destination dc=""></destination></source>
Contesto dei nomi:<directory partition="" dn="" path=""></directory>
La replica ha generato un errore (8606):
Attributi insufficienti sono stati specificati per creare un oggetto. Questo oggetto non esista perchÚ potrebbe essere stata eliminata e il processo di garbage collection
Si Ŕ verificato l'errore in<date> <time></time></date>
Si Ŕ verificato l'ultima operazione riuscita in<date> <time></time></date>

2. In arrivo replica che viene attivata dal Replica ora comando nei siti di Active Directory e servizi dello snap-in DSSITE.MSC ha esito negativo e viene generato l'errore seguente: "attributi insufficienti sono stati specificati per creare un oggetto". E, facendo clic destro su un oggetto di connessione da un controller di dominio di origine e quindi selezionando "replica" ha esito negativo e viene generato il seguente errore: "Accesso negato". Sullo schermo il testo del messaggio di errore recita quanto segue:

Testo del titolo di finestra di dialogo: replica ora
Testo del messaggio finestra di dialogo: si Ŕ verificato il seguente errore durante il tentativo di sincronizzare il contesto di denominazione < active directory partizione nome % > dal domain controller <source dc=""> per il controller di dominio <destination dc="">:</destination></source>

Attributi insufficienti sono stati specificati per creare un oggetto. Questo oggetto non esista perchÚ potrebbe essere stata eliminata e il processo di garbage collection.

L'operazione non continuerÓ.


3. Vari REPADMIN.Comandi EXE effettuata con errore 8606. Questi comandi includono ma non sono limitati al seguente:

Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
repadmin /add repadmin /replsum
repadmin /showreplrepadmin /showrepl
repadmin /SyncAll.


4. 1988 Viene registrato al pi¨ presto dopo che si verifica uno dei seguenti eventi:
  1. Il primo controller di dominio di Windows Server 2008 R2 nell'insieme di strutture viene distribuito.
  2. Qualsiasi set di attributi parziali vengono aggiornate.
5. NTDS replica 1988 pu˛ essere registrato nel registro eventi del servizio di Directory del controller di dominio che si sta tentando di Active Directory replica in ingresso.

Tipo: errore
Origine: Replica NTDS
Categoria: replica
ID evento: 1988
Utente: NT \ accesso anonimo
Computer:<hostname of="" dc="" that="" logged="" event,="" aka="" the="" "destination"="" dc="" in="" the="" replication="" attempt=""></hostname>
Descrizione: Il controller di dominio locale ha tentato di replicare l'oggetto seguente dal controller di dominio di origine. Questo oggetto non Ŕ presente nel controller di dominio locale perchÚ potrebbe essere stata eliminata e il processo di garbage collection.
Controller di dominio di origine:
<fully qualified="" guided="" cname="" of="" source="" dc=""></fully>
Oggetto:
<dn path="" of="" live="" object="" on="" source="" dc=""></dn>
GUID oggetto:
<object guid="" of="" object="" on="" source="" dcs="" copy="" of="" active="" directory=""></object>

Cause

L'errore 8606 viene registrato quando un controller di dominio di origine invia un aggiornamento a un oggetto (anzichÚ un oggetto di origine crea) che ha giÓ creato, eliminato e recuperato tramite garbage collection da copia di un controller di dominio destinazione di Active Directory e il controller di dominio di destinazione Ŕ stato configurato per l'esecuzione coerenza della replica Strict.

Il controller di dominio di destinazione era stato configurato per utilizzare la coerenza della replica loose, l'oggetto semplicemente sarebbe hanno stato "recuperare" sulla copia del controller di dominio di destinazione della directory. Variazioni specifiche che possono causare l'errore 8606 sono descritte nella sezione "Informazioni". Tuttavia, l'errore Ŕ causato da una delle seguenti operazioni:

? Un oggetto in modo permanente supplementare cui rimozione verrÓ richiedono l'intervento dell'amministratore
? Un oggetto supplementare temporaneo che verrÓ reimpostato automaticamente quando il controller di dominio di origine esegue la successiva pulitura di garbage collection. L'introduzione del primo controller di dominio Windows Server 2008 R2 in un insieme di strutture esistente e gli aggiornamenti al set di attributi parziali sono note le cause di questa condizione.
? Un oggetto che Ŕ stato non eliminato o ripristinato a cuspide della scadenza della durata per la rimozione definitiva

Quando si tenta di risolvere gli 8606 errori, tenere presente quanto segue:

? Anche se l'errore 8606 viene registrato nel controller di dominio di destinazione, l'oggetto problema che blocca la replica si trova sul controller di dominio di origine. Inoltre, il controller di dominio di origine o di un partner di replica transitivo del controller di dominio di origine potenzialmente non in entrata-replicare conoscenza di un numero di giorni in passato durata di rimozione eliminato.

? Gli oggetti in sospeso possono esistere nelle seguenti circostanze:

1. Come oggetti "dal vivo", CNF o conflitto alterati "live" di oggetti, CNF o conflitto alterati oggetti nel contenitore oggetti eliminati del controller di dominio di origine

2. In qualsiasi partizione di directory incluso applicative ad eccezione la partizione dello schema. La partizione dello schema non supporta eliminazioni.

3. In qualsiasi classe di oggetti (utenti, computer, gruppi e i record DNS sono pi¨ comuni). Gli oggetti in sospeso vengono trovati pi¨ di frequente nelle partizioni di dominio di sola lettura in cataloghi globali e nei domini scrivibile e potrebbero trovarsi anche nella partizione di configurazione.

? Ricordarsi di eseguire la ricerca potenzialmente supplementari oggetti dal percorso GUID e DN dell'oggetto in modo che gli oggetti sono disponibili indipendentemente dal relativo contenitore padre e la partizione di host. La ricerca per objectguid individuerÓ anche gli oggetti presenti nel contenitore oggetti eliminati senza utilizzare il controllo LDAP gli oggetti eliminati.

? Il 1988 replica NTDS evento identifica solo l'oggetto corrente sul controller di dominio di origine che blocca la replica in ingresso da un controller di dominio di destinazione modalitÓ rigorosa. Esistono probabilmente oggetti aggiuntivi "dietro" l'oggetto a cui fa riferimento nell'evento 1988 anche in tempo di ritardo.

? La presenza di oggetti obsoleti in un controller di dominio di origine impedisce blocchi o controller di dominio di destinazione modalitÓ rigorosa dalle modifiche "buone" la replica in ingresso che si trovano dietro l'oggetto sospeso nella coda di replica.

? Provocata dal modo che i controller di dominio eliminare singolarmente gli oggetti da loro oggetto eliminato contenitori (il daemon di garbage collection viene eseguito ogni 12 ore dall'ultimo avvio di ciascun controller di dominio per l'ultima volta), gli oggetti che causano 8606 errori sui controller di dominio di destinazione Impossibile essere rimossi durante l'esecuzione di pulitura successiva procedura di garbage collection. Gli oggetti in sospeso in questa classe sono transitori e dovrebbero rimuovere se stessi in non pi¨ di 12 ore dall'inizio del problema.
? Oggetto supplementare in questione Ŕ probabilmente uno intenzionalmente eliminato da un amministratore o un'applicazione. Ci˛ si combinano all'interno del piano di risoluzione e attenti al recupero degli oggetti, in particolare le identitÓ di protezione che sono stati eliminati intenzionalmente.

Risoluzione

1. Identificare il valore corrente per il livello di foresta Durata di rimozione impostazione

/showattr c:\>Repadmin. "CN = Directory Service, CN = Windows NT, CN = Services, CN = Configuration, DC = dominio radice della foresta, DC = TLD > /atts:tombstonelifetime

Vedere la sezione "durata di rimozione e la replica delle eliminazioni" nel seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
910205 Informazioni sugli oggetti in sospeso in un insieme di strutture di Active Directory di Windows Server.

2. Per ogni controller di dominio di destinazione che viene registrato l'errore 8606, filtrare il registro eventi del servizio di Directory sull'evento replica NTDS 1988.


3. Raccogliere i metadati per ogni univoco oggetto citata nell'evento replica NTDS 1988.

Da ogni evento 1988 viene registrato nel controller di dominio di destinazione segnala un nuovo oggetto, popolare la tabella riportata di seguito:

Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
Percorso DN dell'oggettoGUID dell'oggettoController di dominio di originePartizione di hostVivi o eliminati?LastKnownParentValore IsDeleted

Le colonne da 1 a 5 di questa tabella possono essere popolate mediante la lettura dei valori direttamente dai campi negli eventi 1988 replica NTDS vengono registrati nei registri degli eventi del servizio Directory del controller di dominio di destinazione che effettua l'accesso all'evento 1988 o lo stato di replica 8606.

Gli indicatori data LastKnownParent e IsDeleted colonne possono essere determinate eseguendo "repadmin /showobjmeta" e che fa riferimento l'objectguid dell'oggetto citata nell'evento 1988 replica NTDS. A tale scopo, utilizzare la sintassi seguente:

c:\>repadmin /showobjmeta <fqdn of="" source="" dc="" from="" 1988="" event=""> "<guid=guid of="" object="" cited="" in="" the="" 1988="" event="">"<b00></b00></guid=guid></fqdn>

L'indicatore di data LastKnownParent identifica la data in cui l'oggetto Ŕ stato eliminato. L'indicatore di data IsDeleted Indica quando l'oggetto ultimo eliminato o recuperare. Il numero di versione indica se l'ultima modifica eliminato o recuperare l'oggetto. Un IsDeleteted il valore 1 rappresenta un'eliminazione iniziale. Dispari valori superiori a 1 indicano un recupero successivo almeno una eliminazione. Ad esempio, un isDeleted il valore 2 rappresenta un oggetto che Ŕ stato eliminato (versione 1) e successivamente recuperati o recuperare (versione 2). In un secondo momento pari valori per IsDeleted rappresentare successive reanimations o undeletes dell'oggetto.


4. Selezionare l'azione appropriata in base ai metadati dell'oggetto citati nell'evento 1988.

Errore 8606 / replica NTDS 1988 evento pi¨ frequente Ŕ causato da errori di replica a lungo termine che impediscono la replica in ingresso il domain controller conoscenza di tutte le eliminazioni di origine nell'insieme di strutture. Di conseguenza, gli oggetti in sospeso su uno o pi¨ controller di dominio di origine.

Esaminare i metadati per oggetto elencato nella tabella che Ŕ stata creata nel passaggio 4 della sezione "Risoluzione".

Se l'oggetto nell'evento 1988 Ŕ ((attivo nel controller di dominio di origine) ma (eliminato nel controller di dominio di destinazione per pi¨ di scadenza di durata di rimozione definitiva)), vedere "Rimozione di oggetti supplementari" e "." Gli oggetti in questa condizione devono essere rimosso manualmente da un amministratore.

Gli oggetti eliminati potrebbero prematuramente cancellati dal contenitore di oggetti eliminati se l'ora di sistema pelide avanti nel tempo nel controller di dominio di destinazione. Consultare la sezione "Controllare per tempo Jumps".

Se l'oggetto citata nell'evento 1988 Ŕ presente nel contenitore oggetti eliminati del controller di dominio di origine e la data di eliminazione Ŕ a cuspide della scadenza della durata per la rimozione definitiva in modo che l'oggetto Ŕ stato recuperato dalla procedura di garbage collection da uno o pi¨ controller di dominio di destinazione e verrÓ essere recuperato tramite garbage collection al successivo intervallo di garbage collection sul controller di dominio di origine (vale a dire oggetti supplementari sono transitorio), Ŕ possibile scegliere. Attendere l'esecuzione di insieme garbage Avanti eliminare l'oggetto o avviare manualmente la procedura di garbage collection sul controller di dominio di origine. Vedere "avvio manuale garbage collection". L'introduzione del primo controller di dominio di Windows Server 2008 R2 o di modifica dei set di attributi parziali pu˛ causare questa condizione.

Se repadmin /showobjmeta output per l'oggetto citata nell'evento 1988 Ŕ un LastKnownParent valore di 1, indica che l'oggetto Ŕ stato eliminato, e un IsDeleted valore di 2 o alcune altre pari valore, e tale indicatore di data IsDeleted occupa della cuspide del numero di giorni diverse dalla data di durata rimozione LastKnownParent, quindi l'oggetto Ŕ stato eliminato e quindi non eliminato / auth ripristinato mentre era ancora vivo sul controller di dominio origine ma giÓ recuperato tramite garbage collection dai controller di dominio di destinazione registrazione errore 8606 / evento 1988. Vedere Reanimations della cuspide della scadenza TSL


Rimozione di oggetti supplementari

Due comandi di REPADMIN.EXE per rimuovere gli oggetti in sospeso dalle partizioni di directory seguente:
  • REPADMIN /REMOVELINGERINGOBJECTS
  • REPADMIN /REHOST

REPADMIN /REMOVELINGERINGOBJCTS consente di rimuovere gli oggetti in sospeso dalle partizioni di directory di sola lettura e scrittura sui controller di dominio di origine Windows Server 2003. La sintassi Ŕ la seguente:

/removelingeringobjects c:\>repadmin <dest_dsa_list> <source dsa="" guid=""> <nc> [/ ADVISORY_MODE]</nc></source></dest_dsa_list>

Dove:
<dest_dsa_list>Ŕ il nome di un controller di dominio che esegue Windows Server 2003 o versione successiva e che contiene gli oggetti in sospeso (ad esempio, il controller di dominio di origine che Ŕ citato nell'evento 1988 replica NTDS).</dest_dsa_list>
<source dsa="" guid="">Ŕ il nome di un controller di dominio che esegue Windows Server 2003 o versione successiva e che ospita una copia scrivibile della partizione di directory che contiene gli oggetti in sospeso a cui il controller di dominio <dest_dsa_list> dispone di connettivitÓ di rete.</dest_dsa_list></source>
<nc>Ŕ il percorso DN della partizione di directory che si sospetta che contiene gli oggetti in sospeso, ad esempio la partizione specificata in un evento 1988.<b00></b00></nc>

REPADMIN /REHOST pu˛ essere utilizzato per rimuovere i controller di dominio di oggetti supplementari che ospitano un sola lettura copia di una partizione di directory di dominio dal controller di dominio che eseguono Windows 2000 SP4 o versione successiva. La sintassi Ŕ la seguente:

c:\>repadmin /rehost DSA<naming context=""> <good source="" dsa="" address=""></good></naming>

Dove:
DSA Ŕ il nome di un controller di dominio che esegue Windows 2000 SP4 o versione successiva e tale partizione di directory di dominio host in sola lettura per un dominio non locale. Ad esempio, un catalogo globale root.contoso.com possibile rehost la propria copia di sola lettura di child.contoso.com ma non Ŕ in grado di rehost root.contoso.com.

<naming context="">Ŕ il percorso DN di una partizione di directory di dominio di sola lettura che risiede in un catalogo globale.</naming>

<good source="" dsa="" address="">Ŕ il nome di un controller di dominio che esegue Windows 2000 SP4 o versione successiva e che ospita una copia modificabile di <naming context="">. Il controller di dominio deve essere rete disponibile per computer DSA.</naming></good>

Se l'oggetto sospeso viene segnalato nell'evento 1988 non viene rimosso dal comando repadmin, valutare se Ŕ stato creato l'oggetto nel controller di dominio di origine nell'intervallo USN o se gli oggetti controller di dominio di origine non esiste in dateness fino a del controller di dominio di origine vettoriali come documentato nell'articolo della Microsoft Knowledge Base 948071.

Nota Gli oggetti in sospeso possono inoltre essere eliminati tramite repldiag.exe. Questo strumento consente di automatizzare il processo di repadmin /removelingeringobjects.


Monitoraggio dello stato di replica di Active Directory ogni giorno

Se l'errore 8606 / 1988 evento Ŕ stato causato da problemi del controller di dominio per replicare le modifiche di Active Directory nell'ultimo numero di giorni durata di rimozione, assicurarsi che dello stato di replica di Active Directory viene monitorato quotidianamente in futuro. Stato della replica pu˛ essere monitorato mediante un'applicazione di monitoraggio dedicata o visualizzando l'output di un'opzione economica ma efficacia per eseguire "repadmin /showrepl * /csv" comando in un foglio di calcolo, ad esempio Microsoft Excel. (Vedere "metodo 2: replica Monitor utilizzando una riga di comando" nell'articolo della Microsoft Knowledge Base 910205).

I controller di dominio con non replica in ingresso al 50 per cento del numero di giorni durata rimozione Ŕ necessario definire un elenco di controllo per ricevere l'attenzione di amministrazione di prioritÓ per rendere operativa la replica. I controller di dominio non sono tentati di eseguire correttamente la replica dovrebbero essere forzatamente abbassato di livello se non hanno replicato all'interno del 90% di TSL.

Errori di replica vengono visualizzate in un controller di dominio di destinazione possono essere causati dal controller di dominio di destinazione, il controller di dominio di origine o la rete sottostante e l'infrastruttura DNS.


Controllo per volta salti

Per determinare se si Ŕ verificato un cambiamento di ora, controlla Stamp Data evento e i registri diagnostici (Visualizzatore eventi, repadmin /showreps, registri di netlogon, dcdiag report) sui controller di dominio di destinazione sono registrazione errore 8606 / eventi di NTDS replica 1988 per quanto segue:

? Data risalenti a prima del rilascio di un sistema operativo (ad esempio, data dal 2003 CY per un sistema operativo rilasciato nel 2008 CY)
? Data precedenti all'installazione del sistema operativo dell'insieme di strutture
? Data in futuro
? Non avente gli eventi vengono registrati in un determinato intervallo di date

I team di supporto tecnico clienti Microsoft hanno visto ora di sistema nei controller di dominio di produzione in modo errato passa ore, giorni, settimane, anni e persino decine di anni in passato e future. Se ora di sistema Ŕ stato trovato imprecise deve correggere e quindi provare a determinare perchÚ ora Ŕ passato e cosa si pu˛ fare per evitare che ora non precise in futuro e semplicemente correggere l'ora non valido. Possibili domande da porsi le seguenti:

? ╚ stato la radice della foresta PDC configurato utilizzando un'origine ora esterna?
? Sono fanno riferimento a origini dell'ora in linea disponibile in rete e risolvibile nel DNS?
? ╚ stato il Microsoft o il servizio ora di terze parti in esecuzione e in uno stato esente da errori?
? ╚ computer con ruolo controller configurato per utilizzare NT5DS gerarchia per tempo sorgente dominio?
? ╚ stato di protezione di rollback ora descritto nell'articolo della Microsoft Knowledge Base 884776 posto?
Orologi di sistema ? hanno buone batterie e ora esatta nel BIOS del controller di dominio sui computer host virtuale?
? Sono host virtuale e i computer guest configurati per l'ora di origine in base alle raccomandazioni del produttore hosting?

Articolo della Microsoft Knowledge Base 884776 vengono illustrati i passaggi per proteggere i controller di dominio in "ascolto" per esempi di tempo non valido. Ulteriori informazioni su MaxPosPhaseCorrection e MaxNegPhaseCorrection sono disponibile nel Blog di W32Time post Configurazione del servizio ora: PhaseCorrection Max [Pos/Neg] . Articolo della Microsoft Knowledge Base 961027 descrive alcuni aggiornamenti di precisione utile quando si configurano impostazioni basate sul tempo nel criterio.

Verificare la presenza di oggetti supplementari utilizzando "repadmin /removelingeringobjects /advisorymode" ed eventualmente rimuoverli se necessario.

Rilassati "Consentire la replica con partner danneggiato e divergente" come richiesto.

Avvio manuale di procedura di garbage collection

Sono disponibili diverse opzioni per manualmente il trigger della garbage collection su un controller di dominio specifico:

Eseguire "repadmin /setattr" "" "doGarbageCollection aggiungere 1"

Eseguire LDIFDE /s <server> dogarbage.ldif /f /i dove dobarbage.ldif contiene il testo:<b00></b00></server>

DN:
changetype: modificare
sostituire: DoGarbageCollection
dogarbagecollection: 1
-
Nota Finale "-" carattere Ŕ un richiesto elemento del file .ldif.


Reanimations della cuspide della scadenza TSL

Questa condizione di esistere, repadmin /showobject "<guid=object guid="" for="" object="" in="" 1988="" event="">" dovrebbe report in cui l'oggetto Ŕ<b00></b00></guid=object>
"not found" sul controller di dominio di destinazione, ma Ŕ attivo nel controller di dominio di origine e un eliminati o un oggetto nondeleted.

Una revisione dei campi chiave da repadmin /showobjmeta sul controller di dominio di origine dovrÓ segnalare che le seguenti condizioni sono vere:

LastKnownParent ha un valore pari a 1 e il timbro data Ŕ a cuspide di giorni TSL in passato. L'indicatore di data e indica la data di eliminazione dell'oggetto.

IsDeleted ha un numero di versione 2 (o un altro valore dispari), dove versione 1 definita eliminazione originale e il ripristino Ŕ la versione 2 / recupero. L'indicatore di data "isDeleted = 2" deve essere ~ TSL numero di giorni dopo l'ultimo cambiamento di data per LastKnownParent.

Valutare se l'oggetto in questione deve rimanere in un oggetto attivo o un oggetto eliminato. If LastKnownParent Ŕ un valore pari a 1, qualcosa o qualcuno eliminato l'oggetto. Se non Ŕ stato un accidentali l'eliminazione, ci sono buone che l'oggetto deve essere eliminata da qualsiasi controller di dominio di origine dispone di una copia diretta dell'oggetto probabilitÓ.

Se l'oggetto deve essere presente su tutte le repliche, le opzioni sono i seguenti:
  • Abilitare la replica loose sui controller di dominio di destinazione modalitÓ rigorosa che non dispone dell'oggetto.
  • Abbassare di livello in vigore i controller di dominio che dispone giÓ di garbage collection dell'oggetto.
  • Eliminare l'oggetto e ricrearlo.

Informazioni

Cause di oggetti supplementari


Causa 1: Il controller di dominio di origine invia gli aggiornamenti agli oggetti che giÓ sono stati recuperati tramite garbage collection sul controller di dominio di destinazione perchÚ il controller di dominio di origine entrambi Ŕ stato non in linea o la replica non riuscita per TSL trascorso il numero di giorni.

CONTOSO.Dominio COM contiene due controller di dominio nello stesso dominio. Durata di rimozione = 60 giorni. Replica Strict Ŕ attivato in entrambi i controller di dominio. DC2 si verifica un errore della scheda madre. Nel frattempo, DC1 rende eliminazioni originari per gruppi di protezione non aggiornati quotidianamente su prossimi 90 giorni. Dopo che Ŕ in linea per 90 giorni, DC2 riceve una scheda madre sostitutiva, poteri e quindi deriva una modifica dell'ACL su tutti gli account utente prima di in ingresso-replica conoscenza delle eliminazioni da DC1 di origine. DC1 Registra errori di 8606 per gruppi di protezione aggiornamenti eliminati su DC1 per i primi 30 giorni DC2 era non in linea.

Causa 2: Il controller di dominio di origine invia gli aggiornamenti agli oggetti a cuspide della scadenza TSL che sono giÓ stati recuperati tramite garbage collection da una controller di dominio destinazione modalitÓ rigorosa.

CONTOSO.Dominio COM contiene due controller di dominio nello stesso dominio. Durata di rimozione = 60 giorni. Replica Strict Ŕ attivato in entrambi i controller di dominio. DC1 e DC2 si replicano ogni 24 ore. DC1 deriva-Elimina ogni giorno. DC1 Ŕ aggiornato a W2K8 R2 sul posto. Ci˛ contrassegna nuovi attributi su tutti gli oggetti di configurazione e le partizioni di dominio scrivibile. Sono inclusi gli oggetti che sono attualmente nel contenitore oggetti eliminati, alcuni dei quali sono stati eliminati 60 giorni fa e hanno raggiunto la cuspide di scadenza per la rimozione definitiva. DC2 recupera alcuni oggetti tramite garbage collection che sono stati eliminati TSL giorni prima che si apra la pianificazione della replica con DC2. 8606 Viene registrato fino a quando DC1 recupera gli oggetti di blocchi tramite garbage collection.

Eventuali aggiornamenti al set di attributi parziali possono provocare temporanei oggetti supplementari che verranno liberare stesse dopo i controller di dominio di origine garbage collection degli oggetti eliminati in cuspide della scadenza TSL (ad esempio, l'aggiunta del primo controller di dominio R2 W2K8 a una foresta esistente).

Causa 3: Un cambiamento di ora in un controller di dominio di destinazione in modo anomalo velocizza la procedura di garbage collection degli oggetti eliminati in un controller di dominio di destinazione.

CONTOSO.Dominio COM contiene due controller di dominio nello stesso dominio. Durata di rimozione = 60 giorni. Replica Strict Ŕ attivato in entrambi i controller di dominio. DC1 e DC2 si replicano ogni 24 ore. DC1 deriva Elimina ogni giorno. L'origine di ora di riferimento viene utilizzato da DC1 (ma non DC2) rollforward per anno civile 2039. In questo modo DC2 inoltre adottare un'ora di sistema in CY2039. In questo modo DC1 prematuramente eliminare gli oggetti vengono eliminati oggi dal relativo contenitore di oggetti eliminati. Nel frattempo, DC2 deriva le modifiche di utenti, computer e gruppi live in DC2, ma eliminato con attributi e ora prematuramente garbage collection su DC1. DC1 registrerÓ errore 8606 quando essa successivo in ingresso-replica modifiche per gli oggetti eliminati prematuri.

Causa 4: Recupero a cuspide della scadenza TSL di un oggetto

CONTOSO.Dominio COM contiene due controller di dominio nello stesso dominio. Durata di rimozione = 60 giorni. Replica Strict Ŕ attivato in entrambi i controller di dominio. DC1 e DC2 si replicano ogni 24 ore. DC1 deriva Elimina ogni giorno. Un'unitÓ Organizzativa contenente gli utenti, computer e gruppi viene eliminata accidentalmente. Un backup dello stato del sistema che viene apportato a cuspide di TSL in passato Ŕ ripristinato auth in DC2. Il backup contiene gli oggetti live in DC2 ma giÓ eliminato e recupero tramite garbage collection su DC1.

Causa 5: Una bolla USN viene attivata la registrazione del 8606

Ad esempio si crea un oggetto in una bolla USN in modo tale che esso non in uscita-replica perchÚ il controller di dominio di destinazione "esisto" contiene l'oggetto a causa della bolla. A questo punto, una volta chiusa la bolla dopo le modifiche da replicare nuovamente, una modifica viene creata per tale oggetto nel controller di dominio di origine e viene visualizzata come un oggetto supplementare per il controller di dominio di destinazione. Il controller di destinazione registra l'evento 860.


Requisiti per end-to-end replicano conoscenza delle eliminazioni di origine

Replica di Active Directory domain controller supporto multimaster in cui qualsiasi controller di dominio (che contiene una partizione scrivibile) pu˛ essere originato creare, modificare, o eliminazione di un oggetto o attributo (valore). Conoscenza dell'oggetto / attributo eliminazioni vengono mantenute dal controller di dominio di origine e qualsiasi controller di dominio che conosce replicati in ingresso se un'eliminazione di origine sul numero di giorni TSL. (Vedere gli articoli della Microsoft Knowledge Base 216996 e 910205)

Active Directory richiede la replica end-to-end da tutti i possessori di partizione in modo transitivo replicare tutte le eliminazioni di origine per tutte le partizioni di directory per tutti i possessori di partizione. Superato da in ingresso-replicare una partizione di directory in un numero TSL in sequenza di giorni, gli oggetti in sospeso. Un oggetto supplementare Ŕ un oggetto eliminato intenzionalmente da almeno un controller di dominio, ma che esiste in modo errato nei controller di dominio di destinazione che Ŕ stato non in entrata-replicare la conoscenza di tutte le eliminazioni univoche temporanea.







ProprietÓ

Identificativo articolo: 2028495 - Ultima modifica: lunedý 18 luglio 2011 - Revisione: 2.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Windows Server 2008 R2 Standard
  • Windows Server 2008 Standard
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Standard x64 Edition
  • Microsoft Windows Server 2003, Standard Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003, Standard x64 Edition
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Standard Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows 2000 Server
Chiavi:á
kbmt KB2028495 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 2028495
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com