Identificazione di oggetti Criteri di gruppo in Active Directory e SYSVOL

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 216359 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Avviso
In questo articolo si applica a Windows 2000. Termina di supporto per Windows 2000 dal 13 luglio 2010.Windows 2000 End-of-Support Solution Center Ŕ un punto di partenza per la pianificazione della strategia di migrazione da Windows 2000. Per ulteriori informazioni, vedere Microsoft Support Lifecycle Policy.
Avviso
In questo articolo si applica a Windows 2000. Termina di supporto per Windows 2000 dal 13 luglio 2010.Windows 2000 End-of-Support Solution Center Ŕ un punto di partenza per la pianificazione della strategia di migrazione da Windows 2000. Per ulteriori informazioni, vedere Microsoft Support Lifecycle Policy.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

Quando si cerca di risolvere l'applicazione di un criterio di gruppo, potrebbe essere necessario convalidare che gli oggetti appropriati siano in Active Directory e che la struttura di file sia corretta in SYSVOL su ogni controller di dominio in cui viene replicato l'oggetto Criteri di gruppo (GPO).

Un'informazione chiave in questo processo Ŕ l'identificatore univoco globale (GUID) associato all'oggetto Criteri di gruppo. In questo articolo viene spiegato che identifica un oggetto Criteri di gruppo con il relativo GUID.

Determinare il GUID di un oggetto Criteri di gruppo mediante le proprietÓ dell'oggetto Criteri di gruppo

  1. Utilizzando lo strumento di amministrazione "Active Directory Users e Computers" o "Active Directory Sites and Services", scegliere proprietÓ dal menu di scelta rapida di un dominio, sito o l'oggetto unitÓ organizzativa in Active Directory.
  2. Fare clic sulla scheda Criteri di gruppo, fare clic sull'oggetto Criteri di gruppo e quindi scegliere proprietÓ. Il Nome univoco campo contiene il GUID dell'oggetto Criteri di gruppo selezionato. Si noti inoltre il campo dominio. Questo si verifica in cui Ŕ memorizzato il GPI, anche se pu˛ essere utilizzato da altri domini (collegato al).

Identificazione della struttura dell'oggetto Criteri di gruppo basato su file sul volume di sistema

  1. In un controller di dominio nel dominio identificato in precedenza, determinare quale unitÓ ospita il volume di sistema (SYSVOL).
  2. Utilizzando Esplora risorse, aprire la cartella SYSVOL.
  3. Esistono le seguenti cartelle: Domain, gestione temporanea, aree di gestione temporanea e SYSVOL. Passare alla cartella SYSVOL.
  4. Deve esistere una cartella con il nome del dominio il controller di dominio locale Ŕ un membro di. Modificare la seguente cartella:
    Path to Sysvol\Policies DomainName \Sysvol\.
    Deve esistere una cartella per ogni oggetto Criteri di gruppo creato nel dominio, ognuna identificata dal relativo GUID.
  5. Aprire la cartella identificata dal GUID dell'oggetto Criteri di gruppo registrato nella sezione precedente di questo articolo.
Nota: struttura di criteri di gruppo nel volume di sistema contiene un file GPT.ini che contiene informazioni sulla versione (dell'oggetto Criteri di gruppo) e altri dati facoltativi. Inoltre, il criterio basato su file Ŕ suddiviso in Machine e User cartelle con il criterio appropriato per ciascuno. Una cartella ADM potrebbe inoltre essere presente quando vengono utilizzati i criteri software (i modelli amministrativi).


Senza accesso alle proprietÓ di un determinato oggetto Criteri di gruppo, l'amministratore pu˛ utilizzare altri metodi di raggiungimento di uno dei due il GUID per un oggetto Criteri di gruppo noti o il nome descrittivo di un oggetto Criteri di gruppo di cui l'amministratore ha il GUID associato.

Che identifica l'oggetto Criteri di gruppo in Active Directory mediante Search.vbs

Search.vbs Ŕ uno script di Microsoft Visual Basic Ŕ incluso nel file Support\Tools\Support.cab della versione finale di Windows 2000 CD. ╚ possibile utilizzare questo script per eseguire una ricerca LDAP a fronte di Active Directory e uno schermo o i risultati in un file di testo di output.

Per risolvere un nome dell'oggetto Criteri di gruppo in un GUID, digitare
cscript search.vbs "LDAP: / / dc = mydomain, dc = com"/C:"&(objectClass=groupPolicyContainer)(displayName=Default Domain Policy)" /P:name /S:SubTree
dove mydomain e com Ŕ il nome di dominio corretto.

L'output visualizza il numero di oggetti sono stato trovato (dovrÓ essere presenti solo uno in questo caso--un oggetto Criteri di gruppo specifico) e presenta il valore dell'attributo Name per ciascun oggetto trovato. Ad esempio:
Terminata la query.
Trovato 1 oggetti.
il nome 1 = {31B2F340-D-11D2-945F-00C04FB984F9}
Per risolvere un GUID per il nome di un oggetto Criteri di gruppo, digitare
cscript search.vbs "LDAP: / / dc = mydomain, dc = com" /C:"&(objectClass=groupPolicyContainer)(name={31B2F340-016D-11D2-945F-00C04FB984F9}) " /P:displayName /S:SubTree
sostituzione mydomain e com con il nome di dominio corretto e sostituendo 31B2F340-016D-11D2-945F-00C04FB984F9 con il GUID appropriato.

L'output visualizza il numero di oggetti sono stato trovato (dovrÓ essere presenti solo uno in questo caso--un oggetto Criteri di gruppo specifico) e presenta il valore dell'attributo DisplayName (il nome descrittivo visualizzato negli strumenti di amministrazione) per ogni oggetto trovato. Ad esempio:
Terminata la query. Trovato 1 oggetti. displayName 1 = criterio dominio predefinito

Che identifica l'oggetto Criteri di gruppo in Active Directory utilizzando Ldp.exe

Nota: LDP.exe Ŕ utilizzata per visualizzare e modificare gli oggetti e i relativi attributi in un'utilitÓ del Resource Kit di Active Directory. Altre utilitÓ pu˛ essere utilizzato per ottenere lo stesso risultato.
  1. Eseguire Ldp.exe dalla cartella Support\Reskit\Netmgmt\Dstool della versione finale di CD di Windows 2000.
  2. Dal menu connessione, fare clic su Connetti.
  3. Digitare il nome del server, verificare che l'impostazione della porta sia impostata su 389, fare clic per deselezionare la casella di controllo Connectionless e quindi fare clic su OK. Una volta completata la connessione, i dati specifici del server vengono visualizzati nel riquadro di destra.
  4. Scegliere Associa dal menu Connection. Digitare il nome utente, password e nome di dominio (in formato DNS) nelle caselle appropriate (potrebbe essere necessario selezionare la casella di controllo Domain) e quindi fare clic su OK. Se l'associazione ha esito positivo, si dovrebbe essere visualizzato un messaggio simile a "Authenticated come dn: 'YourUserID'" nel riquadro di destra.
  5. Scegliere Cerca dal menu Browse.
  6. Digitare nella casella Base DN
    dc = mydomain, dc = com
    sostituendo mydomain e com con il nome di dominio appropriato.
  7. Nella casella filtro digitare
    (&(objectClass=groupPolicyContainer)(name={31B2F340-016D-11D2-945F-00C04FB984F9}))
    sostituzione 31B2F340-016D-11D2-945F-00C04FB984F9 con il GUID appropriato se si dispone il GUID e si sta cercando il nome descrittivo dell'oggetto Criteri di gruppo.

    In alternativa, digitare
    (&(objectClass=groupPolicyContainer)(displayName=Default Domain Policy))
    Se si dispone di nome descrittivo e la necessitÓ di risolvere il GUID, sostituendo Default Domain Policy con il nome dell'oggetto Criteri di gruppo appropriato.
  8. Fare clic nel frame ambitosottostruttura.
  9. Fare clic su Opzioni. Nella casella attributi digitare displayName se si dispone il GUID e si sta cercando il nome descrittivo o digitare il nome se si dispone del nome dell'oggetto Criteri di gruppo ed Ŕ necessario risolvere il GUID.
  10. Accettare tutte le impostazioni predefinite, fare clic su OK e quindi fare clic su Esegui. Al termine della query, il nome distinto (DN) dell'oggetto trovato (devono essere presenti solo uno in questo caso) e il valore dell'attributo richiesto dalla query vengono visualizzati nel riquadro di destra.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 216359 - Ultima modifica: lunedý 30 ottobre 2006 - Revisione: 2.4
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows 2000 Server
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
  • Microsoft Windows 2000 Datacenter Server
Chiavi:á
kbmt kbenv kbhowtomaster KB216359 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 216359
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com