Utilizzo dell'indirizzamento TCP/IP automatico senza un server DHCP

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 220874 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Importante In questo articolo sono contenute informazioni su come modificare il Registro di sistema. Prima di modificare il Registro di sistema, assicurarsi di eseguirne una copia di backup e di essere in grado di ripristinarlo qualora si verifichino problemi. Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup, ripristinare e modificare il Registro di sistema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
256986 Descrizione del Registro di sistema di Microsoft Windows
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo viene descritto come utilizzare l'indirizzamento automatico TCP/IP (Transmission Control Protocol/Internet Protocol) senza un server DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) presente nella rete. Le versioni del sistema operativo elencate nella sezione "Le informazioni in questo articolo si applicano a" dispongono di una funzionalitÓ denominata APIPA (Automatic Private IP Addressing). Grazie a questa funzionalitÓ, un computer Windows Ŕ in grado di assegnare a se stesso un indirizzo IP (Internet Protocol) nel caso in cui un server DHCP non sia disponibile o non esista nella rete. La funzionalitÓ rende pi¨ semplice la configurazione e il supporto di una rete LAN (Local Area Network) di dimensioni ridotte in cui Ŕ in esecuzione il protocollo TCP/IP.

Informazioni

Avviso L'errata modifica del Registro di sistema tramite l'editor o un altro metodo pu˛ causare seri problemi, che potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Microsoft non Ŕ in grado di garantire la soluzione di problemi derivanti dall'errato utilizzo dell'editor del Registro di sistema. La modifica del Registro di sistema Ŕ a rischio e pericolo dell'utente.

Un computer basato su Windows, configurato per utilizzare il protocollo DHCP, pu˛ assegnare a se stesso un indirizzo IP (Internet Protocol) se non Ŕ disponibile un server DHCP. Questo si potrebbe, ad esempio, verificare in una rete senza un server DHCP o in una rete in cui un server DHCP sia temporaneamente non disponibile per manutenzione.

L'Internet Assigned Numbers Authority (IANA) ha riservato gli indirizzi compresi tra 169.254.0.0 e 169.254.255.255 per l'indirizzamento APIPA (Automatic Private IP Addressing). Di conseguenza la funzionalitÓ APIPA consente di fornire un indirizzo che certamente non sarÓ in conflitto con gli indirizzi instradabili.

Dopo l'assegnazione di un indirizzo IP alla scheda di rete il computer pu˛ utilizzare il protocollo TCP/IP per comunicare con qualsiasi altro computer connesso alla stessa LAN e che sia anche configurato per l'indirizzamento APIPA o per il quale sia stato impostato manualmente l'indirizzo IP sull'intervallo di indirizzi 169.254.x.y (dove x.y Ŕ l'identificatore univoco del client) con una subnet mask di 255.255.0.0. Il computer non Ŕ in grado di comunicare con computer di altre subnet o con computer che non utilizzano la funzionalitÓ APIPA, che Ŕ attivata in base all'impostazione predefinita.

Pu˛ essere opportuno disattivare questa funzionalitÓ in uno dei seguenti casi:

- La rete utilizza i router.

- La rete Ŕ connessa a Internet senza un NAT o un server proxy.

Se non sono stati disattivati i messaggi correlati a DHCP, tali messaggi forniscono la notifica del passaggio dall'indirizzamento DHCP all'indirizzamento APIPA. Se la messaggistica DHCP Ŕ accidentalmente disattivata, Ŕ possibile attivare di nuovo i messaggi DHCP cambiando il valore di PopupFlag nella chiave del Registro di sistema riportata di seguito da 00 a 01:

HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\VxD\DHCP


?╚ necessario riavviare il computer affinchÚ le modifiche abbiano effetto. ?╚ inoltre possibile determinare se il computer utilizza la funzionalitÓ APIPA mediante lo strumento Winipcfg in Windows Millennium Edition, in Windows 98 o in Windows 98 Seconda Edizione:
Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare "winipcfg" (senza virgolette) e scegliere OK. Fare clic sull'opzione relativa a ulteriori informazioni. Se la casella dell'indirizzo di autoconfigurazione IP contiene un indirizzo IP compreso nell'intervallo 169.254.x.x, la funzionalitÓ APIPA Ŕ attiva. Se Ŕ presente la casella Indirizzo IP, la funzionalitÓ APIPA non Ŕ correntemente attiva.
Per Windows 2000, Windows XP o Windows Server 2003 Ŕ possibile determinare se il computer sta utilizzando la funzionalitÓ APIPA mediante il comando IPconfig al prompt dei comandi:

Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare "cmd" (senza virgolette) e scegliere OK per aprire una finestra della riga di comando MS-DOS. Digitare "ipconfig /all" (senza virgolette), quindi premere INVIO. Se nella riga "Autoconfiguration Enabled" Ŕ riportato "Yes" e l'indirizzo di autoconfigurazione IP Ŕ 169.254.x.y (dove x.y Ŕ l'identificatore univoco del client), il computer sta utilizzando la funzionalitÓ APIPA. Se nella riga "Autoconfiguration Enabled" Ŕ riportato "No", la funzionalitÓ APIPA non Ŕ correntemente attiva.
?╚ possibile disattivare la funzionalitÓ APIPA utilizzando uno dei seguenti metodi.

?╚ possibile configurare manualmente le informazioni TCP/IP che consentono di disattivare il protocollo DHCP. La disattivazione della funzionalitÓ APIPA (ma non del protocollo DHCP) pu˛ essere effettuata modificando il Registro di sistema. Questa operazione pu˛ essere effettuata aggiungendo la voce DWORD del Registro di sistema "IPAutoconfigurationEnabled" con il valore 0x0 alla chiave del Registro di sistema riportata di seguito per Windows Millennium Edition, Windows 98 o Windows 98 Seconda Edizione:
HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\VxD\DHCP
Per Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003 la disattivazione della funzionalitÓ APIPA pu˛ essere effettuata aggiungendo la voce DWORD del Registro di sistema "IPAutoconfigurationEnabled" con il valore 0x0 alla seguente chiave del Registro di sistema:

HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\Tcpip\Parameters\Interfaces\<Adapter GUID>
Nota La sottochiave Adapter GUID Ŕ un GUID (globally unique identifier) per la scheda LAN del computer.

Il valore 1 per la voce DWORD di IPAutoconfigurationEnabled consente di attivare la funzionalitÓ APIPA, ovvero lo stato predefinito quando questo valore viene omesso dal Registro di sistema.

Esempi dei casi in cui potrebbe essere utile la funzionalitÓ APIPA

Esempio 1: Nessun indirizzo IP precedente e nessun server DHCP

Durante l'inizializzazione del computer basato su Windows (configurato per il protocollo DHCP) vengono trasmessi tre o pi¨ messaggi DISCOVER. Se un server DHCP non risponde dopo la trasmissione di numerosi messaggi DISCOVER, il computer Windows assegna a se stesso un indirizzo di classe B (APIPA). Nel computer Windows verrÓ quindi visualizzato un messaggio di errore (purchÚ a tale computer non sia mai stato assegnato in precedenza un indirizzo IP da un server DHCP). Il computer Windows invierÓ quindi un messaggio DISCOVER a intervalli di tre minuti nel tentativo di stabilire la comunicazione con un server DHCP.

Esempio 2: Indirizzo IP precedente e nessun server DHCP

Il computer verifica la presenza di un server DHCP e, se non ne viene rilevato nessuno, viene effettuato il tentativo di contattare il gateway predefinito. Se il gateway predefinito risponde, il computer Windows conserva l'indirizzo IP precedentemente ricevuto in prestito. Se tuttavia il computer non riceve una risposta dal gateway predefinito, o se non viene assegnato alcun indirizzo IP, utilizza la funzionalitÓ APIPA per assegnare a se stesso un indirizzo IP. Viene visualizzato un messaggio di errore e i messaggi DISCOVER vengono trasmessi a intervalli di tre minuti. Quando un server DHCP Ŕ in linea, viene generato un messaggio che indica che le comunicazioni sono state ristabilite con un server DHCP.

Esempio 3: Scadenza del prestito e nessun server DHCP

Il computer basato su Windows tenta di ristabilire il prestito dell'indirizzo IP. Se il computer Windows non rileva un server DCHP, assegna automaticamente a se stesso un indirizzo IP dopo aver generato un messaggio di errore. Il computer trasmette quindi quattro messaggi DISCOVER e ripete l'intera procedura ogni cinque minuti finchÚ non rileva un server DHCP in linea. Viene quindi generato un messaggio che indica che sono state ristabilite le comunicazioni con il server DHCP.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 220874 - Ultima modifica: venerdý 23 marzo 2007 - Revisione: 5.4
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows Server 2003 64-Bit Datacenter Edition
  • Microsoft Windows Server 2003, Enterprise x64 Edition
  • Microsoft Windows Server 2003, Datacenter Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003, Enterprise Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003, Web Edition
  • Microsoft Windows XP Home Edition
  • Microsoft Windows XP Professional
  • Microsoft Windows XP Tablet PC Edition
  • Microsoft Windows XP Media Center Edition
  • Microsoft Windows XP 64-Bit Edition 2002
  • Microsoft Windows XP 64-Bit Edition 2003
  • Microsoft Windows 2000 Server
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
  • Microsoft Windows 2000 Professional Edition
  • Microsoft Windows 2000 Datacenter Server
  • Microsoft Windows Millennium Edition
  • Microsoft Windows 98 Second Edition
  • Microsoft Windows 98 Standard Edition
Chiavi:á
kbhowto kbnetwork KB220874
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com