Windows NT 4.0 supporta partizioni di sistema della dimensione massima di 7,8 GB

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 224526 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo Ŕ stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I224526
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

Sebbene Microsoft Windows NT 4.0 sia teoricamente in grado di supportare partizioni della dimensione massima di 16 exabyte che utilizzano il file system NTFS, nella pratica la dimensione massima della partizione di sistema Ŕ limitata a 7,8 gigabyte (GB).

Nota Se gli aggiornamenti software vengono installati su un computer con Windows NT 4.0 che contiene una partizione di sistema di dimensione superiore a 7,8 gigabyte (GB), Ŕ possibile che il computer non venga riavviato correttamente. Ad esempio, dopo avere installato un aggiornamento della protezione, Ŕ possibile che venga visualizzato il seguente messaggio di errore quando si riavvia il computer:
OS Loader v4.01
Disk I/O error status=00000001
Impossibile avviare Windows NT. Il seguente file Ŕ mancante o danneggiato: winnt\system32\Ntoskrnl.exe
Reinstallare una copia del file sopra specificato.
Partizioni di sistema superiori a 7,8 GB possono essere create solo utilizzando strumenti di partizionamento di terze parti. Quando Windows NT 4.0 viene avviato, il sistema operativo pu˛ utilizzare solo file presenti nei primi 7,8 GB della partizione di sistema. Una volta avviato Windows NT 4.0, il sistema operativo pu˛ accedere a tutti i file presenti sul volume. Tuttavia, si potrebbe non essere in grado di risolvere questo problema copiando manualmente il file Ntoskrnl.exe sulla partizione di sistema, in quanto il file potrebbe essere scritto al di fuori dei primi 7,8 GB della partizione di sistema. L'unico modo per essere sicuri che il file Ntoskrnl.exe venga scritto nei primi 7,8 GB consiste nel ricreare le partizioni del disco con una dimensione massima di 7,8 GB.

Informazioni

La partizione di sistema Ŕ la partizione che contiene i file necessari per l'avvio iniziale del sistema. Nel caso di Windows NT, questi file sono Ntdetect.com, NTLDR, Boot.ini e talvolta Ntbootdd.sys.

La partizione di avvio Ŕ invece la partizione che contiene i file system. Nel caso di Windows NT, Ŕ la partizione contenente la cartella %SystemRoot%\System32.

La partizione di sistema e la partizione di avvio possono trovarsi sulla stessa partizione o in partizioni diverse. PoichÚ in un unico computer possono essere installati pi¨ sistemi operativi, un computer pu˛ disporre di pi¨ partizioni di avvio, ma sempre e comunque di una sola partizione di sistema.

In alcuni casi la partizione di avvio deve essere contenuta interamente nei primi 7,8 GB dell'unitÓ. Se il file Boot.ini utilizza la sintassi multi() per trovare la partizione di avvio, NTLDR utilizzerÓ l'interfaccia INT13 per caricare l'HAL, il kernel e i driver di periferica di avvio. In questo caso, tali file devono risiedere all'interno dei primi 7,8 GB indirizzabili dell'interfaccia INT13. Se il file Boot.ini utilizza la sintassi scsi() per trovare la partizione di avvio, dovrÓ esistere un file Ntbootdd.sys nella partizione di sistema. Questo file Ŕ semplicemente una copia rinominata del driver del controller di dischi. In questo caso NTLDR utilizzerÓ il driver Ntbootdd.sys per accedere al disco durante il caricamento dell'HAL, del kernel e dei driver di periferica di avvio. L'area indirizzabile del disco Ŕ determinata da questo driver.

Quando un computer dotato di processore Intel viene avviato per la prima volta, viene eseguita una serie di operazioni che determinano il caricamento e l'avvio del sistema operativo. Questo processo, noto con il nome di processo di bootstrap, comporta una serie di limitazioni di tipo hardware e software che Windows NT Ŕ costretto a rispettare. Sono appunto queste limitazioni che impediscono a Windows NT 4.0 di utilizzare una partizione superiore a 7,8 GB come partizione di sistema.

Durante il processo di bootstrap l'unico meccanismo disponibile a Windows NT, come a qualsiasi altro sistema operativo, per accedere all'unitÓ Ŕ un insieme di funzioni del BIOS, noto con il nome di funzioni di Interrupt 13 (INT13). Le funzioni INT13 consentono al codice di basso livello di leggere e scrivere sull'unitÓ indirizzando uno specifico settore dell'unitÓ. Quando l'architettura INT13 Ŕ stata sviluppata, all'inizio degli anni Ottanta, non venne tenuta in considerazione la possibilitÓ di poter disporre di dischi rigidi della dimensione di pi¨ gigabyte. Le funzioni INT13 definiscono infatti 24 bit per descrivere un settore del disco rigido, il quale si suddivide a sua volta in un numero massimo di 256 testine o facce, 1024 cilindri e 63 settori. Dati questi numeri, con le funzioni INT13 Ŕ possibile utilizzare solo 256*1024*63 settori, ovvero 16.515.072. Con uno standard di 512 byte per settore, si arriva a 8.455.716.864 byte ovvero all'incirca 7,8 GB. Si noti che nel caso della maggior parte delle unitÓ pi¨ recenti, il BIOS del computer deve essere in grado di supportare qualche forma di traduzione dei settori affinchÚ le funzioni del BIOS possano eseguire l'indirizzamento ai primi 7,8 GB del disco rigido. In teoria, il BIOS dei computer pi¨ recenti supporta l'indirizzamento logico dei blocchi, che consente alle funzioni INT13 di indirizzare i primi 7,8 GB dello spazio dell'unitÓ indipendentemente dalla geometria fisica dell'unitÓ.

Le funzioni INT13 sono l'unico mezzo disponibile al sistema operativo per accedere all'unitÓ e alla partizione di sistema finchÚ il sistema operativo non avrÓ caricato gli altri driver che gli consentiranno di accedere all'unitÓ senza utilizzare le funzioni INT13. Per questa ragione Windows NT 4.0 non Ŕ in grado di utilizzare una partizione di sistema superiore a 7,8 GB. Infatti, l'intera partizione di sistema deve essere contenuta completamente nei primi 7,8 GB del disco fisico. Windows NT Ŕ in grado di utilizzare una partizione di sistema di 7,8 GB solo se l'inizio della partizione coincide con l'inizio del disco fisico.

Nota Le limitazioni descritte non influenzano le partizioni diverse da quella di sistema.

Altri sistemi operativi, quali Microsoft Windows 95 OEM Service Release 2, Microsoft Windows 98 e Microsoft Windows 2000, sono in grado di eseguire l'avvio da partizioni di dimensione superiori, in quanto questi sistemi operativi sono stati scritti dopo la definizione e l'implementazione nelle schede madri di un nuovo standard per le funzioni INT13 del BIOS, le cosiddette "estensioni INT13". Windows NT 4.0 non Ŕ invece in grado di riconoscere questa tecnologia e di utilizzarne le funzioni, in quanto Ŕ stato scritto prima della definizione di questo nuovo standard.

Quando si installa Windows NT 4.0 Ŕ possibile creare una partizione di sistema della dimensione massima di 4 GB. Questo avviene in quanto il programma di installazione formatta inizialmente la partizione utilizzando il file system FAT. Se tuttavia si desidera utilizzare una partizione NTFS, la partizione FAT verrÓ convertita in NTFS dopo il primo riavvio del sistema. Il file system FAT prevede un limite di 4 GB dettato dal file system e non dalle limitazioni del BIOS. Quando si esegue un'installazione automatica, l'utilizzo delle direttive ExtendOEMPartition in un file Unattend.txt consente di espandere la dimensione massima della partizione di sistema fino a 7,8 GB.

In futuro Ŕ possibile che vengano introdotte ulteriori limitazioni. Sebbene il file system NTFS sia in grado di indirizzare 16 exabyte di spazio su disco in una singola partizione, gli schemi correnti di partizionamento dei dischi memorizzano le informazioni della partizione in strutture che limitano le partizioni a 2^32 settori ovvero 2 terabyte di dimensione. L'interfaccia hardware ATA utilizza l'indirizzamento a 28 bit, che supporta unitÓ con 2^24 settori, ovvero 137 GB di dimensione. Tali limitazioni possono applicarsi anche a partizioni diverse dalla partizione di sistema.

Si noti che le limitazione del file system e le limitazioni hardware esistono indipendentemente le une dalle altre ed Ŕ il gruppo pi¨ restrittivo dei due il fattore determinante della dimensione massima della partizione. Un altro fattore da considerare quando si devono risolvere problemi di partizionamento Ŕ il fatto che i produttori di dischi rigidi utilizzano spesso "megabyte decimali" (1 megabyte = 1.000.000 byte), mentre Windows NT utilizza "megabyte binari" (1 megabyte = 1.048.576 byte). L'utilizzo di entrambe le definizioni di un megabyte nei calcoli pu˛ spesso determinare una perdita di spazio su disco. Inoltre, in questo articolo si suppone che la dimensione dei settori sia di 512 byte in tutti i calcoli. Sebbene tale dimensione sia ormai lo standard di fatto, Ŕ possibile che i produttori di dischi producano anche unitÓ con dimensioni di settore diverse, il che determinerebbe una modifica corrispondente nei limiti delle partizioni. Le partizioni si basano su calcoli in termini di cilindri, testine e settori e non di byte, pertanto una modifica nel numero di byte per settore causerebbe una modifica nel numero dei byte per partizione.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni sul partizionamento dei dischi e sulle relative limitazioni, si vedano i seguenti articoli della Microsoft Knowledge Base:
114841 Processo di avvio di Windows NT e vincoli del disco rigido
119497 La partizione di avvio creata durante l'installazione ha una dimensione massima di 4 gigabyte
197667 Installazione di Windows NT su dischi rigidi IDE di grandi dimensioni
185773 NTFS rimane danneggiato in unitÓ maggiori di 4 GB quando si utilizza ExtendOEMPartition
227879 Formattazione mediante l'utilitÓ di configurazione Compaq Array

ProprietÓ

Identificativo articolo: 224526 - Ultima modifica: martedý 23 gennaio 2007 - Revisione: 4.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Windows NT Server 4.0, Terminal Server Edition Service Pack 4
  • Microsoft Windows NT Server 3.51
  • Microsoft Windows NT Server 4.0 Standard Edition
  • Microsoft Windows NT 4.0 Service Pack 1
  • Microsoft Windows NT 4.0 Service Pack 2
  • Microsoft Windows NT 4.0 Service Pack 3
  • Microsoft Windows NT 4.0 Service Pack 4
  • Microsoft Windows NT 4.0 Service Pack 5
  • Microsoft Windows NT 4.0 Service Pack 6
  • Microsoft Windows NT 4.0 Service Pack 6a
  • Microsoft Windows NT Server 4.0 Enterprise Edition
  • Microsoft Windows NT 4.0 Service Pack 4
  • Microsoft Windows NT Workstation 3.5
  • Microsoft Windows NT Workstation 3.51
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0 Developer Edition
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0 Developer Edition
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0 Developer Edition
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0 Developer Edition
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0 Developer Edition
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0 Developer Edition
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0 Developer Edition
Chiavi:á
kbinfo KB224526
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com