Come individuare il percorso corretto del file Mapisvc.inf in Microsoft Outlook

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 229700 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

Microsoft Outlook espone la funzione FGetComponentPath nel file Mapistub.dll che facilita cercare il percorso del file Mapisvc.inf. In questo articolo si descrive come trovare il percorso del file Mapisvc.Inf utilizzando l'esempio del codice nella sezione "Ulteriori informazioni".

Prima di Microsoft Outlook 2000, il file Mapisvc.inf sempre si installava nella directory di sistema come che si installasse restituisce dalla funzione GetSystemDirectory API Win32.

Informazioni

Nota: Il seguente codice di esempio è compatibile in tutte le versioni precedenti di Outlook. Il seguente codice di esempio cerca il percorso del file Mapisvc.inf o meno il file Mapisvc.inf esiste o o meno nella directory di sistema.
typedef BOOL (STDAPICALLTYPE FGETCOMPONENTPATH)
(LPSTR szComponent,
 LPSTR szQualifier,
 LPSTR szDllPath,
 DWORD cchBufferSize,
 BOOL fInstall);
typedef FGETCOMPONENTPATH FAR * LPFGETCOMPONENTPATH;    

/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////// 
// Function name    : InitMAPIDir
// Description      : For Outlook 2000 compliance. This will get the correct path to the
//                  : MAPISVC.INF file.
// Return type      : void 
// Argument         : LPSTR szMAPIDir - Buffer to hold the path to the MAPISVC file.
//                  : ULONG cchINIFileName - size of szMAPIDir
void InitMAPIDir(LPSTR szINIFileName, ULONG cchINIFileName)
{
    UINT uiRet = 0;
    CHAR szSystemDir[MAX_PATH+1] = {0};

    // Get the system directory path
    // (mapistub.dll and mapi32.dll reside here)
    uiRet = GetSystemDirectoryA(szSystemDir, MAX_PATH);
    if(uiRet > 0)
    {
        HRESULT hRes = S_OK;
        CHAR szDLLPath[MAX_PATH+1] = {0};

        hRes = StringCchPrintfA(szDLLPath, MAX_PATH+1, "%s\\%s", 
            szSystemDir, "mapistub.dll");
        if(SUCCEEDED(hRes))
        {
            LPFGETCOMPONENTPATH pfnFGetComponentPath = NULL;

            HMODULE hmodStub = 0;
            HMODULE hmodMapi32 = 0;

            // Load mapistub.dll
            hmodStub = LoadLibraryA(szDLLPath);
            if(hmodStub)
            {   
                // Get the address of FGetComponentPath from the mapistub
                pfnFGetComponentPath = (LPFGETCOMPONENTPATH)GetProcAddress(
                    hmodStub, "FGetComponentPath");
            }

            // If we didn't get the address of FGetComponentPath
            // try mapi32.dll
            if(!pfnFGetComponentPath)
            {
                hRes = StringCchPrintfA(szDLLPath, MAX_PATH+1, "%s\\%s", 
                    szSystemDir, "mapi32.dll");
                if(SUCCEEDED(hRes))
                {
                    // Load mapi32.dll
                    hmodMapi32 = LoadLibraryA(szDLLPath);
                    if(hmodMapi32)
                    {
                        // Get the address of FGetComponentPath from mapi32
                        pfnFGetComponentPath = (LPFGETCOMPONENTPATH)GetProcAddress(
                            hmodMapi32, "FGetComponentPath");
                    }
                }
            }

            BOOL bRet = FALSE;

            if(pfnFGetComponentPath)
            {
                // Now that we have the address of FGetComponentPath
                // Let's call it with the GUID for mapisvc.inf
                bRet = pfnFGetComponentPath(
                    "{473FF9A0-D659-11D1-A4B2-006008AF820E}",
                    NULL, szINIFileName, cchINIFileName, TRUE); 
            }

            // If FGetComponentPath returns FALSE or if
            // it returned nothing, or if we never found an
            // address of FGetComponentPath, then
            // just default to the system directory
            if(!bRet || szINIFileName[0] == '\0')
            {
                hRes = StringCchPrintfA(szINIFileName, cchINIFileName,
                    "%s\\%s", szSystemDir, "mapisvc.inf");
            }

            if(hmodMapi32)
                FreeLibrary(hmodMapi32);

            if(hmodStub)
                FreeLibrary(hmodStub);
        }
    }
}

Proprietà

Identificativo articolo: 229700 - Ultima modifica: giovedì 25 agosto 2005 - Revisione: 5.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Office Outlook 2003
  • Microsoft Outlook 2002 Standard Edition
  • Microsoft Outlook 2000 Standard Edition
  • Microsoft Messaging Application Programming Interface
Chiavi: 
kbhowto kbmsg kbfaq KB229700 KbMtit kbmt
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica. Nel caso in cui si riscontrino degli errori e si desideri inviare dei suggerimenti, è possibile completare il questionario riportato alla fine del presente articolo.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 229700
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com