La replica non viene completata senza l'elenco dei partner

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 232538 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

Durante la replica di Active Directory può verificarsi una qualsiasi delle seguenti situazioni:
  • Un oggetto di connessione di replica per un controller di dominio, in stesso dominio o un dominio trusted, non creato poiché il controller di dominio remoto non è elencato nella finestra di dialogo Servizi Trova controller di dominio e di Active Directory Sites.
  • Una connessione di replica non viene stabilita automaticamente tra un controller di dominio locale e uno remoto, nello stesso dominio o in un dominio di tipo trusted, perché l'oggetto NTDS Settings necessario non viene visualizzato per il server nello strumento di amministrazione Siti e servizi di Active Directory.
Il Controllo di coerenza informazioni (KCC, Knowledge Consistency Checker) in Windows 2000 genera automaticamente una topologia di replica tra siti e all'interno del sito, per impostazione predefinita. Questa operazione viene eseguita attraverso la lettura degli oggetti DSA nella partizione di configurazione di Active Directory. Questi oggetti, identificati nello strumento di amministrazione Active Directory Sites and Services come oggetti NTDS Settings di sotto ciascun server, identificano quel particolare server come controller di dominio e contengono dati specifici utilizzato nella configurazione della replica tra controller di dominio.

È importante comprendere la differenza tra un collegamento di replica e una connessione di replica. Le connessioni di replica, ossia quegli oggetti visualizzati come oggetti figlio degli oggetti NTDS Settings in Siti e servizi di Active Directory, vengono creati da KCC come definizioni per specificare come si intersechi la topologia di replica e, soprattutto, perché. I collegamenti di replica sono il risultato dell'oggetto connessione generato da KCC e vengono utilizzati da Windows 2000 per attivare la replica e mantenere lo stato di replica tra i due controller di dominio, vale a dire che la replica di Active Directory è effettivamente controllata dai collegamenti di replica, non dalle connessioni di replica. I collegamenti di replica vengono memorizzati come dati in un attributo della partizione della directory e sono visualizzabili sono tramite gli strumenti di modifica di Active Directory.

In questo articolo viene descritto come aggiungere manualmente un collegamento di replica nel caso in cui non sia possibile creare un oggetto di connessione.

Informazioni

Repadmin.exe è uno strumento della riga di comando incluso negli Strumenti di supporto del Resource Kit di Microsoft Windows 2000, che è possibile installare dalla cartella Support\Tools del CD di Windows 2000 Server o Professional. È possibile utilizzare questo strumento per creare manualmente un collegamento di replica utilizzate di Windows 2000 per replicare su. In assenza di un oggetto NTDS Settings per un particolare partner di replica nella partizione di configurazione di Active Directory, è possibile utilizzare Repadmin per specificare i dati che altrimenti dovrebbero essere recuperati automaticamente da KCC.

Per aggiungere un collegamento di replica a un altro controller di dominio:
  1. Consente di determinare l'identificatore univoco globale (GUID) del server remoto che funga da controller di dominio di "origine". Il controller di dominio di origine è il computer dal quale vengono replicate le modifiche. Per determinare questo valore, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
    224544Determinare il GUID di un controller di dominio del server
    Il valore sarà simile al seguente, ma non conterrà la stessa combinazione di numeri e caratteri:
    e99e82d5-deed-11 d 2-b15c-00c04f5cb503
  2. Sul controller di dominio al quale è necessario inviare le modifiche replicate, conosciuto anche come server di "destinazione", eseguire il seguente comando
    repadmin /add di destination del context source
    in cui context è il nome distinto LDAP (DN) della partizione della directory da replicare, destination è il nome di dominio completo (FQDN) del controller di dominio locale per ricevere le modifiche e source è il percorso completo per il record CNAME in DNS per controller di dominio di origine o il nome DNS completo del controller di dominio di origine. Se si utilizza il GUID del server, è necessaria la seguente sintassi:
    Server-GUIDDomain-name-of-root-domain. _msdcs.
    Ad esempio:
    d e99e82d5-deed-11 - b15c - 2 00c04f5cb503._msdcs. MyDomain .com
    Di seguito è riportato un esempio della sintassi di Repadmin con i parametri obbligatori:
    repadmin /add cn = configuration, dc = miodominio, dc = com ServerUno.miodominio.com e99e82d5-deed 2-b15c-00c04f5cb503._msdcs.miodominio.com
    In questo esempio il GUID di ServerUno è "402ef1b7-b445-469f-bec2-f2663a09b415"; "e99e82d5-deed-11d2-b15c-00c04f5cb503" rappresenta un altro controller di dominio nello stesso dominio.

    Di seguito è riportato un esempio della sintassi di Repadmin in cui viene utilizzato il nome host DNS completo:
    repadmin /add cn = configuration, dc = miodominio, dc = com ServerUno.miodominio.com ServerDue.miodominio.com
  3. Dopo avere creato il collegamento di replica, imporre un ciclo di replica eseguendo il comando seguente sul controller di dominio di destinazione:
    repadmin /sync context di destination source GUID only
    Ad esempio:
    repadmin /sync cn = configuration, dc = miodominio, dc = com ServerUno.miodominio.com e99e82d5-deed 2-b15c-00c04f5cb503
  4. Utilizzare il comando repadmin /showreps o Active Directory Replication Monitor (Replmon) per verificare che la replica correttamente si è verificato.
Per visualizzare la Guida in linea relativa alla sintassi dei parametri, utilizzare il seguente comando:
repadmin /experthelp

Proprietà

Identificativo articolo: 232538 - Ultima modifica: lunedì 26 febbraio 2007 - Revisione: 2.3
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows 2000 Server
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
Chiavi: 
kbmt kbhotfixserver kbqfe kbenv kbinfo kbnetwork KB232538 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 232538
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com