Assegnazione, riserva e memorizzazione di lettere di unitÓ in Windows 2000

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 234048 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In Windows 2000, tutte le lettere di unitÓ assegnate ai volumi vengono assegnate dall'utilitÓ responsabile dell'assegnazione di lettere di unitÓ ai volumi (MountMgr). Dopo l'assegnazione della lettera di unitÓ a un volume tramite MountMgr, la lettera di unitÓ Ŕ riservata per il volume nel database MountMgr presente nel Registro di sistema. Il programma di installazione di Windows 2000 utilizza inoltre l'utilitÓ MountMgr per gestire assegnazioni di lettere di unitÓ di insiemi FT di base, dinamici e precedenti durante un'installazione pulita. Le lettere vengono visualizzate e assegnate in base a un ordine specifico e, a volte, in base ad assegnazioni precedenti.

Informazioni

Quando si esegue un aggiornamento a Windows 2000 da Windows NT, le assegnazioni di lettere di unitÓ vengono esportate nel file $Win_nt$.~bt\Migrate.inf in modo che l'installazione in modalitÓ testo sia in grado di farvi riferimento e di importarle nel database MountMgr nell'ambito del processo di aggiornamento. Ci˛ avviene anche se si installa Windows 2000 in una nuova cartella, ma solo in presenza delle seguenti condizioni:
  • Viene avviata una nuova installazione durante l'esecuzione di Windows NT o di Windows 2000.
  • Viene utilizzato il programma Winnt32.exe per avviare l'installazione.

    ╚ possibile avviare l'installazione dalla finestra di dialogo di esecuzione automatica visualizzata quando si inserisce il CD-ROM di installazione. ╚ anche possibile aprire un prompt dei comandi, passare alla cartella i386, quindi eseguire il comando Winnt32.
NOTA: se viene eseguito un aggiornamento automatico, il file Migrate.inf non verrÓ creato e se il file di risposte include il parametro "oempreinstall=yes" le assegnazioni di lettere di unitÓ non verranno mantenute. Questo comportamento Ŕ legato a caratteristiche di progettazione. Grazie all'utilitÓ MountMgr di Windows 2000 Ŕ possibile assegnare lettere di unitÓ a partizioni di dischi di base in base alle regole seguenti.

NOTA: questa tabella viene utilizzata per volumi che ancora non hanno un'assegnazione di lettere di unitÓ riservata nel database MountMgr. Questa tabella viene utilizzata durante una nuova installazione di Windows 2000. In caso contrario, al termine dell'installazione, se si aggiunge un gruppo di unitÓ, le regole sotto riportate verranno applicate a quei volumi che ancora non hanno un'assegnazione di lettere di unitÓ.

Disco di base - Regole di assegnazione di lettere di unitÓ

Di seguito vengono riportate le regole di assegnazione di lettere di unitÓ dei dischi di base per Windows 2000:
  • Analizzare tutti i dischi rigidi corretti in base alla loro enumerazione, assegnare lettere di unitÓ partendo dalle partizioni primarie attive, se presenti, altrimenti analizzare la prima partizione primaria di ciascuna unitÓ. Assegnare la lettera disponibile successiva partendo da C:.
  • Ripetere l'analisi di tutti i dischi rigidi corretti e rimovibili (JAZ, MO) e assegnare lettere di unitÓ a tutte le unitÓ logiche di una partizione estesa o ai dischi rimovibili in base alla loro enumerazione. Assegnare la lettera disponibile successiva partendo da C:.
  • Infine, ripetere l'analisi di tutte le unitÓ disco rigido corrette e assegnare lettere di unitÓ a tutte le partizioni primarie rimanenti. Assegnare la lettera disponibile successiva partendo da C:.
  • UnitÓ floppy. Assegnare la lettera partendo da A:.
  • UnitÓ CD-ROM. Assegnare la lettera disponibile successiva partendo da D:.
NOTA: in Windows 2000, tutti gli insiemi FT precedenti su dischi di base registrano l'ultima lettera di unitÓ utilizzata in un'area privata del disco fisico. Nel corso di una nuova installazione, queste lettere di unitÓ vengono estratte e favorite al momento della riassegnazione. Ci˛ significa che agli insiemi FT precedenti vengono assegnate lettere di unitÓ prima che ad altre partizioni disco di base, come sopra indicato.

Tutte le lettere di unitÓ assegnate sono "persistenti" dopo l'assegnazione. Ci˛ significa che rimangono assegnate a tale volume fin quando non vengono eliminate o modificate manualmente tramite Gestione disco. Ci˛ deve valere per tutti i volumi in linea quando si aggiungono e si rimuovono dischi dal sistema.

L'eccezione a questa regola Ŕ che se il volume, disco, non Ŕ in linea e un nuovo volume differente Ŕ in linea potrebbe ottenere la lettera di unitÓ del volume non in linea. Per assicurarsi che le assegnazioni delle lettere di unitÓ rimangano inalterate, Ŕ necessario mantenere in linea i volumi esistenti al momento dell'introduzione di nuovi volumi.

NOTA: la console di Gestione disco non consente la modifica della lettera di unitÓ della partizione di sistema/avvio di Windows 2000.
Questo comportamento Ŕ legato a caratteristiche di progettazione.

Per ulteriori informazioni sulle modalitÓ di modifica della lettera di unitÓ assegnata all'unitÓ di sistema/avvio in Windows 2000, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
223188 Modifica della lettera di unitÓ di sistema/avvio in Windows

Considerazioni relative ai dischi dinamici

Gestione dischi logici (LDM) tiene traccia dell'ultima lettera di unitÓ assegnata a un volume dinamico registrandola nel relativo database di configurazione. Il database di configurazione LDM Ŕ ubicato in un'area privata da 1 MB alla fine di ciascun disco dinamico. Questa lettera di unitÓ viene quindi passata a MountMgr quando MountMgr richiede a LDM una lettera di unitÓ "suggerita" prima di assegnarne una al volume.

Disco dinamico - Regole di assegnazione di lettere di unitÓ

MountMgr assegna una lettera di unitÓ a volumi dinamici in base alla regola seguente:
  1. Se il database MountMgr nel Registro di sistema ha una lettera di unitÓ registrata per tale volume, quest'ultimo otterrÓ la lettera di unitÓ dal database. Grazie a MountMgr Ŕ possibile assicurarsi che solo un volume abbia la proprietÓ di una lettera di unitÓ nel database.
  2. Se nel database MountMgr non Ŕ presente una lettera di unitÓ per questo volume, MountMgr richiede a LDM una lettera di unitÓ "suggerita" per questo volume. LDM cerca una lettera registrata nel proprio database di configurazione e la suggerisce a MountMgr. Se questa lettera di unitÓ Ŕ libera, il volume otterrÓ e la inserirÓ nel database MountMgr in modo che possa essere utilizzata durante la successiva installazione.
  3. Infine, se la lettera di unitÓ suggerita Ŕ giÓ in uso o se non viene suggerita alcuna lettera, al volume verrÓ assegnata la lettera successiva disponibile.

Importazione di dischi dinamici esterni

Dopo aver importato dischi dinamici esterni, Ŕ probabile che il database MountMgr nel sistema locale non abbia record relativi a tali volumi quando vengono portati in modalitÓ in linea. Tuttavia, a questi stessi volumi possono essere state assegnate lettere di unitÓ durante l'utilizzo nell'ambito di un altro sistema che LDM ha registrato nel relativo database di configurazione alla fine del disco fisico. Quando il volume viene installato per la prima volta, LDM suggerisce la lettera di unitÓ precedente utilizzata da tale volume in MountMgr. Se la lettera suggerita Ŕ inutilizzata, il volume otterrÓ tale lettera, in caso contrario otterrÓ la successiva disponibile.

Dischi dinamici durante l'installazione

Al momento Windows 2000 non supporta completamente i volumi di dischi dinamici puri durante l'installazione. Il programma di installazione riconosce partizioni di dischi dinamici solo se hanno collegamenti reali. Partizioni dinamiche con collegamenti reali vengono create quando si aggiorna un disco di base in dinamico e il disco di base ha unitÓ logiche e/o primarie preesistenti configurate. Ciascuna di queste partizioni preesistenti mantiene una voce di tabella di partizione di tipo precedente (tipo 42 per le primarie e tipo 05 per le estese) anche dopo l'aggiornamento del disco in disco dinamico. Queste speciali voci di tabella di partizione con collegamenti reali consentono al programma di installazione di riconoscerle come partizioni valide in cui il sistema operativo pu˛ essere installato.

Dischi dinamici puri, non contenenti alcuna partizione con collegamenti reali, hanno una sola voce di tabella di partizione (tipo 42) per definire l'intero disco. I volumi contenuti in un disco dinamico puro vengono denominati volumi con collegamenti simbolici e non visualizzano lettere di unitÓ fin quando non viene completata l'installazione. Il programma di installazione di Windows 2000 visualizza una singola lettera di unitÓ per l'intero disco, in genere la lettera di unitÓ assegnata alla prima partizione con collegamenti simbolici, anche se ha pi¨ volumi configurati. Non Ŕ possibile eseguire una nuova installazione di questo tipo di disco dinamico senza distruggere i volumi sottostanti.

Considerando quanto sopra riportato, per una nuova installazione di Windows 2000, il database MountMgr nel Registro di sistema Ŕ di recente creazione. Le lettere di unitÓ di volumi dinamici vengono enumerate prima e hanno un comportamento simile all'importazione di dischi dinamici esterni. Ci˛ significa che le lettere di unitÓ suggerite da LDM vengono assegnate ai volumi dinamici prima dell'analisi e dell'assegnazione di lettere di unitÓ a dischi di base ma dopo l'assegnazione di insiemi FT precedenti. Alle partizioni dinamiche rimanenti a cui non possono essere assegnate le lettere di unitÓ suggerite, verrÓ assegnata una lettera in base alle stesse regole relative ai dischi di base. Partizioni dinamiche con collegamenti reali sono equivalenti a unitÓ primarie di base e partizioni dinamiche con collegamenti simbolici sono equivalenti a unitÓ logiche di base.

In caso di aggiornamento, Winnt32 Setup copia il database MountMgr pre-aggiornamento nel file $Win_nt$.~bt\Migrate.inf perchÚ possa essere utilizzato dall'installazione in modalitÓ testo, di conseguenza le lettere di unitÓ vengono preservate per i volumi dinamici.

╚ necessario tenere presente che Ŕ possibile che si verifichino i seguenti problemi:
221799 Assegnazione di lettere di unitÓ a tipi di partizioni non supportati
227364 Visualizzazione non accurata di volumi dinamici durante l'installazione in modalitÓ testo o il ripristino della console
227605 ImpossibilitÓ di migrare lettere di unitÓ di Windows 95 in Windows 2000 durante l'aggiornamento
225025 Durante l'installazione le lettere delle unitÓ vengono cambiate dopo che una partizione viene eliminata e reinstallata
NOTA: se Ŕ attivato l'avvio multiplo tra Windows 2000 e MS-DOS o altre versioni di Windows, le lettere di unitÓ assegnate alle partizioni potrebbero non corrispondere.

Per ulteriori informazioni su come un altro sistema operativo assegni le lettere di unitÓ, fare riferimento al seguente articolo:
51978 Ordine di assegnazione di lettere di unitÓ di MS-DOS e Windows
In base alle informazioni sopra riportate, tutte le lettere di unitÓ vengono visualizzate e assegnate nell'ordine seguente durante una nuova installazione di Windows 2000 o all'avvio della console di ripristino di emergenza.
  1. Insiemi FT precedenti su dischi di base.
  2. Partizioni dinamiche con collegamenti reali in base ai suggerimenti, se disponibili.
  3. Partizioni dinamiche con collegamenti simbolici in base ai suggerimenti, se disponibili (sebbene non visibili durante l'installazione in modalitÓ testo).
  4. Dischi di base, dischi rimovibili e altre partizioni di dischi dinamici che non Ŕ stato possibile assegnare prima.
  5. UnitÓ CD-ROM.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 234048 - Ultima modifica: giovedý 14 giugno 2007 - Revisione: 3.2
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Windows 2000 Server
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
  • Microsoft Windows 2000 Professional Edition
  • Microsoft Windows 2000 Datacenter Server
Chiavi:á
kbinfo KB234048
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com