Pianificazione di backup automatici mediante una libreria nastri autonoma

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 239892 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo Ŕ stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I239892
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

L'utilitÓ di backup di Windows (Ntbackup.exe) Ŕ progettata per interagire con Gestione archivi rimovibili (RSM) per gestire i supporti di memorizzazione durante una sessione di backup. Ci˛ Ŕ particolarmente utile quando si utilizza una libreria contenente numerosi nastri, poichÚ RSM Ŕ in grado di inserire ed estrarre automaticamente i nastri richiamati dall'utilitÓ di backup pianificata. In questo modo Ŕ possibile eseguire backup automatici, poichÚ viene caricato il nastro corretto, sovrascrivendo o aggiungendo il contenuto al nastro in base alle opzioni scelte per il backup.

Informazioni

Se si dispone di una libreria nastri autonoma, ossia una libreria che richiede l'inserimento e il disinserimento manuale dei supporti, Ŕ possibile pianificare backup automatici nel corso della notte a condizione che i dati di cui verrÓ eseguito il backup possano essere registrati su un singolo nastro. In caso contrario, la sessione di backup verrÓ interrotta e verrÓ richiesto di inserire un nuovo supporto preparato, indipendentemente da quale dei metodi descritti di seguito venga utilizzato. Per l'esecuzione di backup automatici Ŕ possibile utilizzare due metodi:
  • Metodo gestito: pu˛ essere utilizzato quando si desidera gestire i supporti di memorizzazione. Questo metodo verifica, prima di procedere alla sovrascrittura, che nell'unitÓ nastro sia sempre inserito il supporto corretto. Si tratta del metodo consigliato.
  • Metodo non gestito: consente semplicemente di sovrascrivere il nastro attualmente nell'unitÓ nastro autonoma con il processo di backup corrente. Questo metodo Ŕ pi¨ facile da implementare, ma potrebbe causare la sovrascrittura di dati critici se il nastro presente nell'unitÓ nastro non Ŕ quello corretto. Questo metodo non Ŕ consigliato se pi¨ programmi condividono l'unitÓ nastro autonoma.

Metodo gestito

Per utilizzare questo metodo, etichettare i nastri (uno per ogni giorno della settimana), quindi pianificare un backup con ricorrenza settimanale (uno per ogni giorno). L'unico intervento manuale consiste nell'assicurarsi che il nastro di backup della notte precedente sia stato rimosso e che quello per la notte successiva sia inserito nella libreria nastri autonoma. Questa semplice operazione manuale pu˛ essere eseguita da personale non tecnico in qualsiasi momento prima della successiva sessione di backup pianificata.

Nella seguente sezione vengono illustrati i concetti base e le procedure necessari per preparare ed etichettare i nastri e viene indicato come pianificare Ntbackup per l'utilizzo dei nastri. Questo esempio abbreviato descrive come eseguire normali backup ogni notte, da lunedý a venerdý, sovrascrivendo ogni volta il nastro. A seconda delle esigenze Ŕ possibile impostare l'esecuzione di backup incrementali durante la settimana e backup completi durante il fine settimana utilizzando set di nastri differenti. AffinchÚ un nastro possa essere utilizzato da Ntbackup, dovrÓ essere inserito nel pool di supporti d'importazione, liberi o di backup di RSM.

I supporti d'importazione sono riconosciuti da RSM come compatibili con un programma installato, quale Ntbackup, ma non sono ancora catalogati e spostati nel pool di supporti di quel programma. Se Ntbackup rileva e riconosce supporti nel pool di supporti d'importazione, viene visualizzato un messaggio per chiedere se si desidera importare il supporto. Dopo essere stato importato, il supporto potrÓ essere utilizzato per eseguire un ripristino o per un nuovo backup.

I supporti liberi sono preparati da RSM per l'utilizzo da parte di qualsiasi programma mediante la creazione di un'etichetta di supporto libero. La prima volta che si utilizza un nastro, questo viene estratto dal pool di supporti liberi e assegnato al pool di supporti del programma di backup per essere utilizzato nei processi futuri.

Preparazione del nastro

Per preparare ogni nastro da utilizzare con Ntbackup, attenersi alla seguente procedura.

Nota Con questa operazione viene creata un'etichetta di supporto libero per ogni nastro.
  1. In Gestione computer espandere Archiviazione, Supporto rimovibile, quindi Posizioni fisiche.
  2. Individuare ed espandere la voce relativa alla periferica a nastro, quindi fare clic sull'icona Supporto sotto alla periferica a nastro.
  3. Inserire un nastro nell'unitÓ corrispondente. Il nastro sarÓ letto da RSM e nel riquadro di destra verrÓ visualizzato il pool di supporti a cui appartiene. Per i nuovi nastri di solito Ŕ indicato un pool di supporti sconosciuto.
  4. Nel riquadro destro fare clic con il pulsante destro del mouse sul nastro, quindi scegliere l'opzione Prepara. Per verificare se l'operazione Ŕ stata completata, controllare la coda di lavoro oppure attendere che lo stato passi da inattivo a disponibile e che il pool di supporti sia indicato come libero.
  5. Dopo la creazione di un'etichetta di supporto libero Ŕ possibile rimuovere il nastro facendo clic con il pulsante destro del mouse sul nastro stesso e scegliendo Rimuovi. VerrÓ avviata la Rimozione guidata supporto tramite la quale il nastro verrÓ spostato nella libreria di supporti non in linea.
  6. Ripetere i passaggi da 3 a 5 per ogni nastro da preparare. Tenere presente che durante una sessione di backup tramite Ntbackup Ŕ possibile utilizzare solo nastri preparati. Calcolare quanti nastri sono necessari per la strategia di backup in atto e preparare tutti i nastri necessari prima di passare alla sezione successiva.

Apposizione di un'etichetta al nastro

Dopo la preparazione dei nastri, utilizzare Ntbackup per creare un'etichetta MTF (formato nastri Microsoft) con un nome che descriva il contenuto del nastro. Al termine sarÓ possibile pianificare Ntbackup in modo che il nastro venga utilizzato ripetutamente, specificando lo stesso nome di etichetta.

Per apporre un'etichetta a ogni nastro che si desidera riutilizzare, attenersi alla seguente procedura.

Nota Con questa operazione viene creata un'etichetta MTF esclusiva per ogni nastro. Assicurarsi che al nastro venga assegnata un'etichetta univoca, anche se vengono utilizzati settimanalmente a rotazione set di nastri differenti.
  1. Verificare che la libreria nastri autonoma contenga un nastro preparato.
  2. Avviare Ntbackup e fare clic su Backup guidato.
  3. Quando viene visualizzata la finestra di dialogo Elementi di cui eseguire il backup, fare clic su Backup di file, cartelle o unitÓ selezionati.
  4. Nella finestra di dialogo Elementi di cui eseguire il backup che verrÓ visualizzata fare clic su una cartella in qualsiasi unitÓ locale.
  5. Quando viene visualizzata la finestra di dialogo Destinazione ripristino backup, nell'area Tipo di supporto per il backup fare clic sull'unitÓ nastro e nell'area Supporto di backup scegliere Nuovo supporto.
  6. Quando viene visualizzata la finestra di dialogo Completamento del backup guidato, scegliere Avanzate.
  7. Continuare la procedura guidata finchÚ non verrÓ visualizzata la finestra di dialogo Etichetta backup. In questa finestra di dialogo Ŕ possibile modificare il contenuto dei campi Etichetta backup ed Etichetta supporto. Le informazioni immesse nel campo Etichetta supporto consentono di distinguere un nastro dall'altro. Modificare il contenuto del campo Etichetta supporto immettendo informazioni significative che rappresentino un nastro per ogni giorno della settimana. Nell'esempio riportato in questo articolo vengono utilizzati nomi univoci come Lunedý-completo, Martedý-completo e cosý via (uno per ogni giorno/nastro).
  8. Continuare fino al termine della procedura guidata e avviare il backup. VerrÓ eseguito il backup della cartella selezionata e verrÓ creata un'etichetta del supporto significativa, che potrÓ essere utilizzata in seguito per pianificare le sessioni di backup.
  9. Al termine del processo di backup, uscire da Ntbackup.
  10. Tramite RSM Ŕ possibile verificare che il nastro sia presente nel pool di supporti di backup. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nastro per visualizzarne le proprietÓ. Il campo Etichetta d'identificazione contiene lo stesso nome del nastro specificato nel passaggio 7. Questo nome verrÓ utilizzato in seguito ogni volta che si pianifica un backup per il nastro relativo a quel giorno e si sceglie di riutilizzare lo stesso nome di etichetta.
  11. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nastro, scegliere Rimuovi quindi apporre fisicamente un'etichetta al nastro utilizzando lo stesso nome di etichetta specificato durante il backup.
  12. Ripetere i passaggi precedenti per ogni nastro fino a quando avranno tutti un'etichetta MTF valida.

Pianificazione di un backup con ricorrenza settimanale

Per pianificare backup con ricorrenza settimanale, Ŕ possibile utilizzare l'utilitÓ di pianificazione integrata in Ntbackup. ╚ possibile creare un file batch da utilizzare con la Pianificazione guidata operazioni o con il comando at schedule. ╚ innanzitutto necessario utilizzare Ntbackup per creare un file di selezione per il backup con estensione bks, che verrÓ utilizzato per rilevare unitÓ, cartelle e file da includere nel backup. Se per pianificare il backup non si utilizza l'utilitÓ di pianificazione inclusa nel programma, Ŕ inoltre necessario utilizzare Ntbackup per creare la stringa della riga di comando da utilizzare nel file o nei file batch.

Per pianificare backup con ricorrenza settimanale:
  1. Avviare Ntbackup e fare clic su Backup guidato.
  2. Seguire le istruzioni che verranno visualizzate e scegliere i volumi o le cartelle appropriate di cui eseguire il backup ogni notte.
  3. Quando viene visualizzata la finestra di dialogo Destinazione ripristino backup, nell'area Tipo di supporto per il backup fare clic sull'unitÓ nastro e nell'area Supporto di backup fare clic sul nome del nastro corrispondente al giorno per il quale si sta pianificando il backup (ad esempio Lunedý-completo).
  4. Quando viene visualizzata la finestra di dialogo Completamento del backup guidato, scegliere Avanzate.
  5. Quando viene visualizzata la finestra di dialogo delle opzioni relative al supporto, fare clic su Sostituisci i dati sul supporto con questo backup.
  6. Nella finestra di dialogo Etichetta backup modificare il contenuto del campo Etichetta supporto immettendo l'etichetta del nastro corrente. In questo modo si avrÓ la certezza che durante il successivo backup per il nastro del giorno specificato verrÓ inserito lo stesso nastro.
  7. Nella finestra di dialogo ModalitÓ di avvio backup fare clic su In seguito e digitare un nome di processo descrittivo.
  8. Fare clic su Imposta pianificazione, quindi pianificare l'esecuzione del backup all'ora desiderata. Per eseguire il backup ricorrente nel giorno specificato, scegliere Ogni settimana dall'elenco Pianifica operazione.
  9. Ripetere la procedura precedente per ogni giorno della settimana, pianificando l'esecuzione settimanale del backup. Assicurarsi che nel passaggio 5 venga utilizzata l'etichetta del supporto corretta corrispondente al nome del nastro di quello stesso giorno.
  10. Verificare che il nastro con l'etichetta per il backup corrente sia inserito nella libreria nastri autonoma.
Se si desidera pianificare un file batch per l'esecuzione di operazioni aggiuntive insieme al backup, Ŕ possibile copiare la stringa del comando di backup da un processo di backup pianificato visualizzando le proprietÓ delle operazioni pianificate nella scheda Pianificazione processi di Ntbackup o utilizzando lo strumento Operazioni pianificate nel Pannello di controllo. Questa stringa potrÓ quindi essere inserita in un file batch distinto, modificata secondo le proprie esigenze e pianificata tramite il comando at o l'UtilitÓ di pianificazione.

Di seguito Ŕ riportato l'esempio di una riga di comando di backup copiata dalle proprietÓ di un backup pianificato eseguito nella procedura precedente:
C:\WINNT\system32\ntbackup.exe backup "@C:\Documents and Settings\bkupuser\Impostazioni locali\Dati applicazioni\Microsoft\Windows NT\NTBackup\\dati\giornaliero.bks" /n "Lunedý-completo" /d "Backup completo di lunedý" /v:no/r:no /rs:no /hc:on /m normal /j "Processo di lunedý" /l:f /t "Lunedý-completo"
Nota Come ultimo parametro Ŕ possibile utilizzare /g {GUID}, che rappresenta l'ID Logical_Media di RSM, anzichÚ /t "nome_nastro". Il valore {GUID} Ŕ un valore di 32 byte nel formato "xxxxxxxx-xxxx-xxxx-xxxx-xxxxxxxxxxxx". Per rappresentare e utilizzare il nastro in un file batch, Ŕ possibile utilizzare uno dei due parametri. Oltre a visualizzare le proprietÓ di un processo di backup pianificato, Ŕ possibile estrarre i valori {GUID} per tutti i supporti logici utilizzando il seguente comando di Rsm.exe. Non essendo visualizzati in sequenza, Ŕ difficile stabilire quale valore {GUID} rappresenta un determinato nastro.
Rsm.exe view /tlogical_media /guiddisplay
╚ anche possibile utilizzare lo strumento della riga di comando Rsm.exe nel file batch per indicare a RSM di rimuovere il nastro al termine del backup. Utilizzare Rsm.exe e immettere il seguente comando per estrarre in anticipo i nomi dei supporti fisici da utilizzare con il comando eject:
rsm view /tphysical_media

PHYSICAL_MEDIA

Lunedý-completo - 1
Martedý-completo - 1
Mercoledý-completo - 1
Giovedý-completo - 1
Venerdý-completo - 1
Il comando Ŕ stato completato.

Al termine del backup, nel file batch per ogni giorno utilizzare il comando rsm eject per rimuovere il nastro del giorno specificato:
rsm eject /pf"Lunedý-completo - 1" /astart
Nel seguente esempio Ŕ riportato un file batch da eseguire tutti i lunedý:
echo off
start /wait C:\WINNT\system32\ntbackup.exe backup "@C:\Documents and Settings\bkupuser\Impostazioni locali\Dati applicazioni\Microsoft\Windows NT\NTBackup\dati\giornaliero.bks" /n "Lunedý-completo" /d "Backup completo di lunedý" /v:no/r:no /rs:no /hc:on /m normal /j "Processo di lunedý" /l:f /t "Lunedý-completo"
rsm eject /pf"Lunedý-completo - 1" /astart

Metodo non gestito

Per utilizzare il metodo non gestito, utilizzare semplicemente l'opzione /um alla fine della stringa di comando per il backup. Verranno in questo modo fornite istruzioni a Ntbackup di trovare il primo nastro disponibile, formattare il nastro e utilizzarlo per l'operazione di backup corrente. Per designare una periferica di un pool di supporti, ad esempio "8mm mp", quando si utilizza l'opzione /um, Ŕ necessario aggiungere anche l'opzione /p. In questo caso, non utilizzare le seguenti opzioni:
/a
/g
/f
/t
Quando si utilizza l'opzione /um, Ntbackup cerca il supporto disponibile nei seguenti pool di supporti di memorizzazione:
  • Pool di supporti liberi
  • Pool di supporti d'importazione
  • Pool di supporti sconosciuti
  • Pool di supporti di backup
Quando viene rilevato un nastro disponibile, la ricerca si interrompe e il nastro viene formattato e utilizzato senza richiedere l'intervento dell'utente. Questo comando non Ŕ applicabile ai caricatori di nastri e dovrÓ essere utilizzato solo con una periferica a nastro autonoma.

NOTA: l'opzione /um funziona solo per la richiesta del nastro iniziale. L'opzione /um non pu˛ essere utilizzata quando il backup si estende su pi¨ nastri, perchÚ questo tipo di backup richiede l'intervento dell'utente. Con Ntbackup non vengono sovrascritti altri nastri oltre al nastro originale (primo) di un set di backup. ╚ necessario utilizzare RSM per preparare manualmente gli eventuali nastri necessari prima che possano essere utilizzati da Ntbackup per completare il backup pianificato.

Nota Se si tenta di pianificare un backup ricorrente su una singola periferica a nastro utilizzando l'opzione /p, Ŕ possibile che nel rapporto di backup venga visualizzato uno dei seguenti messaggi di errore:
  • Impossibile eseguire l'operazione. Non sono disponibili supporti non utilizzati.
    Oppure
  • Impossibile eseguire l'operazione. Il supporto specificato non Ŕ stato trovato.
Per evitare questi errori, utilizzare l'opzione del metodo non gestito /um.

Nota Quando si utilizza l'opzione /um, si consiglia di non utilizzare l'opzione /n per etichettare il supporto. Adottare invece la data/ora predefinita come nome e descrizione del backup. In questo modo si eviterÓ che pi¨ nastri abbiano lo stesso nome di etichetta. Questo potrebbe causare la visualizzazione di un messaggio di RSM per chiedere l'inserimento manuale di un nastro, impedendo la continuazione e il completamento del backup automatico. Se si desidera riutilizzare lo stesso nastro per un backup incrementale pianificato aggiungendo lo stesso nastro, utilizzare il metodo gestito descritto in precedenza anzichÚ l'opzione /um.

Nota Alcune unitÓ nastro autonome a basso costo non sono in grado di inviare informazioni a RSM per specificare che il supporto Ŕ stato caricato. Se si utilizzano questi tipi di unitÓ nastro, fare riferimento ai seguenti articoli della Microsoft Knowledge Base per trovare una soluzione o per aggirare il problema (il contenuto potrebbe essere in inglese):
267574 I backup pianificati non vengono eseguiti sulle unitÓ nastro autonome dopo la sostituzione del supporto
330306 L'archivio rimovibile potrebbe non aggiornare il nastro

Di seguito vengono riportati esempi di file batch di backup. Questi esempi richiedono l'utilitÓ Sleep.exe inclusa nel Resource Kit per assicurare l'affidabilitÓ.

Nota Alcune righe sono state suddivise per facilitarne la lettura.
echo off
   start /wait rsm.exe refresh /lf"Nome_libreria"
   c:\winnt\system32\ntbackup.exe backup "@C:\Documents and
   Settings\bkupuser\Impostazioni locali\Dati applicazioni\Microsoft\Windows
   NT\NTBackup\dati\giornaliero.bks" /v:no /r:no /rs:no /hc:on /m normal
   /j "giornaliero.job" /l:f /p "8mm mp" /um
				
Questo esempio Ŕ pi¨ complesso, tuttavia si tratta di un esempio reale che consente di eseguire le procedure descritte di seguito in modo completamente automatico:
  • Aggiornamento del database RSM.
  • Sospensione per 30 secondi per assicurare l'aggiornamento di RSM.
  • Impostazione delle variabili di ambiente utilizzate per creare nomi di nastri univoci.
  • Avvio di Ntbackup e caricamento di un nastro esistente nell'unitÓ nastro utilizzando l'opzione /um.
  • Esecuzione del backup e modifica del nome del nastro nel seguente formato:
    Nome_computer-data-ora
  • Rimozione del nastro dall'unitÓ nastro.
echo off
  rsm.exe refresh /LF"HP C1537A SCSI Sequential Device"
  sleep 30
  for /f "Tokens=1-4 Delims=/ " %%i in ('date /t') do set   dt=%%i-%%j-%%k-%%l
  for /f "Tokens=1" %%i in ('time /t') do set tm=-%%i
  set tm=%tm::=-%
  set dtt=%dt%%tm%
  c:\winnt\system32\ntbackup.exe backup "@C:\Documents and Settings\Administrator\Impostazioni locali
\Dati applicazioni\Microsoft\Windows NT\NTBackup\dati\Giornaliero.bks"
  /n "%nomecomputer%-%dtt%" /d "giornaliero %dtt%" /v:yes /r:no /rs:no /hc:on
  /m normal /j "giornaliero %dtt%" /l:f /p "4mm DDS" /UM
  rsm.exe eject /PF"%nomecomputer%-%dtt% - 1" /astart
  exit
				
Per un elenco di tutte le opzioni disponibili per il backup o per dettagli sulle operazioni utilizzate in questi esempi, fare riferimento alla Guida in linea di Ntbackup digitando quanto segue da una riga di comando:
ntbackup /?
Per ulteriori informazioni, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportati di seguito (il contenuto potrebbe essere in inglese):
234492 GUID di un nuovo nastro creato dal backup quando si scrive una nuova etichetta
267574 I backup pianificati non vengono eseguiti sulle unitÓ nastro autonome dopo la sostituzione del supporto
243260 Mancato salvataggio delle modifiche apportate ai parametri del comando per un processo di backup pianificato
204833 Selezione solo della prima di due unitÓ nastro identiche da parte del backup


Per ulteriori informazioni, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportati di seguito (il contenuto potrebbe essere in inglese):

269600 Possibile funzionamento non corretto dell'unitÓ nastro SureStore di Hewlett-Packard nei computer con grandi quantitÓ di memoria
242881 Impostazioni avanzate non rispettate con i backup pianificati
264604 Possibile esecuzione non corretta dei backup pianificati
295159 Possibile blocco dei backup pianificati dopo l'inserimento di un nastro

ProprietÓ

Identificativo articolo: 239892 - Ultima modifica: venerdý 26 ottobre 2007 - Revisione: 4.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Windows 2000 Server
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
  • Microsoft Windows 2000 Professional Edition
  • Microsoft Windows 2000 Datacenter Server
Chiavi:á
kbhowto kbfaq kbproductlink KB239892
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com