Ordine di installazione per SQL Server 2000 Enterprise edition on Microsoft Cluster Server

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 243218 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo vengono descritti i requisiti generali e la procedura per l'installazione di Microsoft SQL Server 2000 Enterprise Edition su Microsoft Cluster Server.

Nota Tutto il contenuto per questo articolo e altro ancora si trova nella Documentazione in linea di Microsoft SQL Server 2000 e viene indicizzato nell'argomento "failover clustering". Per comoditÓ, le informazioni sono state convertite della Microsoft Knowledge Base.

Documentazione in linea di SQL Server 2000 deve essere la prima risorsa che si utilizza per domande di clustering di failover.

Informazioni

Clustering di failover

In Microsoft SQL Server 2000 Enterprise Edition il clustering di failover di SQL Server 2000 fornisce il supporto ad alta disponibilitÓ. Ad esempio, durante un errore del sistema operativo o un aggiornamento pianificato, Ŕ possibile configurare un cluster di failover, eseguire il failover su qualsiasi altro nodo in cluster di failover. In questo modo, Ŕ possibile ridurre inattivitÓ del sistema, garantendo la disponibilitÓ elevata del server.

Prima di installare il clustering di failover

Prima di installare un cluster di failover di Microsoft SQL Server 2000, occorre selezionare il sistema operativo in cui verrÓ eseguito nel computer. ╚ possibile utilizzare Microsoft Windows NT 4.0, Enterprise Edition, Microsoft Windows 2000 Advanced Server o Microsoft Windows 2000 Datacenter Server. ╚ inoltre necessario installare Microsoft Cluster Service (MSCS).

Nota Si Ŕ verificato gli utenti che cercano in particolare la procedura di installazione del cluster deve vedere la sezione "Creazione di un cluster di Failover, effettiva installazione" di questo articolo SQL Server 2000.

avviso Si consiglia di tutti gli utenti di utilizzare in questo articolo nella sua interezza.

Elenco di controllo preinstallazione

Prima di iniziare il processo di installazione, verificare che:

  • Non esiste nessun IRQ condivisione tra schede di interfaccia di rete (NIC, Network Interface Card) e i controller di unitÓ/array (SCSI). Anche se alcuni componenti hardware potrebbe supportare questa condivisione, non Ŕ consigliabile.

  • L'hardware Ŕ elencato nel Microsoft Windows Hardware Compatibility List. Per un elenco completo dei componenti hardware supportati, visitare il seguente sito Web Microsoft:
    http://www.microsoft.com/whdc/hcl/default.mspx
    Il sistema hardware deve essere elencato nella categoria cluster . Componenti di cluster singolo che si uniscono non costituiscono un sistema approvato. Solo i sistemi acquistati come soluzione cluster, e che sono elencati nel gruppo di cluster sono approvati. Quando si controlla l'elenco, selezionare cluster come la categoria per la ricerca. Tutte le altre categorie sono per OEM.

  • MSCS Ŕ stato installato completamente su almeno un nodo prima esecuzione contemporaneamente di Microsoft Windows NT 4.0, Enterprise Edition, Microsoft Windows 2000 Advanced Server o di Microsoft Windows 2000 Datacenter Server su tutti i nodi. Quando si utilizza MSCS, Ŕ necessario assicurarsi che un nodo Ŕ nel controllo del bus SCSI condiviso prima di altri nodi portare in linea. Errore per assicurarsi che un nodo Ŕ nel controllo del bus SCSI condiviso pu˛ causare un failover delle applicazioni passare in linea in sospeso di stato. Di conseguenza, il cluster ha esito negativo su altro nodo oppure non riesce completamente. Tuttavia, se il produttore dell'hardware dispone di un processo di installazione particolare, seguire le istruzioni fornite produttore.

  • Servizio WINS viene installato in base all'articolo seguente della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    258750Configurazione "heartbeat" privata su un server cluster consigliata
  • Le lettere di unitÓ disco dei dischi del capacitÓ di cluster sono uguali su entrambi i server.

  • NetBIOS Ŕ stato disattivato per tutte le schede di rete privata prima di avviare il programma di installazione di SQL Server.

  • Si dispone di cancellare i registri di sistema in tutti i nodi e visualizzare nuovamente i registri di sistema. Assicurarsi che i registri siano prive di eventuali messaggi di errore prima di continuare.

Installazione del clustering di failover

Se viene installato in Microsoft Windows NT 4.0, Enterprise Edition il clustering di failover di Microsoft SQL Server 2000 Ŕ necessario installare i programmi nell'ordine specificato nei passaggi che seguono. Se viene installato in Microsoft Windows 2000 Advanced Server o Microsoft Windows 2000 Datacenter Server il clustering di failover, non applicano questi passaggi.

attenzione Se non si installa i programmi nel seguente ordine, i prodotti software potrebbero verificarsi errori di installazione e richiedono reinizializzare il disco e riavviare l'installazione.

Prima di installare SQL Server 2000 in un cluster di failover, Ŕ necessario aggiornare eventuali versioni non definitive di SQL Server 2000.

Per installare in Windows NT 4.0 il clustering di failover:
  1. Installare Microsoft Windows NT 4.0, Enterprise Edition. Windows NT 4.0, Enterprise Edition include Windows NT 4.0 Service Pack 3. Per installare Microsoft Cluster Service (MSCS) Ŕ richiesto Service Pack 3.

    • Non installare il Service Pack 4 o versione successiva, se si desidera installare Windows NT Option Pack.

    • Non installare Internet Information Server (IIS).


    importante IIS viene installato per impostazione predefinita. Si consiglia di deselezionare l'opzione IIS durante l'installazione di Windows NT 4.0.
  2. Installare MSCS.
  3. Installare Microsoft Internet Explorer 5.0 o versione successiva.
  4. Creare manualmente un gruppo di risorse compatibile di Microsoft Distributed Transaction Coordinator (MSDTC) in cui il programma di installazione MSDTC possibile creare le relative risorse. Questo deve contenere un indirizzo IP, di un nome di rete e di un risorsa disco del cluster. Qualsiasi gruppo contenente questi tre elementi Ŕ compatibile con MSDTC.

    Il programma di installazione di SQL Server installa MSDTC in un passaggio successivo. Consente di installare Windows NT 4.0 Option Pack solo se Ŕ necessario che i componenti di Windows NT 4.0 Option Pack diverso da MSDTC.
  5. Installare Service Pack 4.0 Windows pi¨ recente che Ŕ il Service Pack 5. Fare clic su Create an uninstall directory , fare clic su Year 2000 Setup e quindi selezionare la casella di controllo Service Pack installato per i sistemi Intel base .

    Non selezionare Microsoft Message Queue Server (MSMQ 1.0) o IIS. MSMQ 1.0 non Ŕ supportato in SQL Server 2000. Si consiglia di utilizzare funzionalitÓ di IIS con il Microsoft Windows Load Balancing Service (WLBS). Per ulteriori informazioni su WLBS, cercare "WLBS Features Overview" sul seguente sito Web:
    http://www.microsoft.com/ntserver/
    Prior to passaggio 5, si consiglia di rinominare il numero di pack directory nascosta $ NTServicePackUninstall $ in $ NTServicePackUninstall $ .Service. Dopo aver installato il service pack, aggiungere una nuova directory. In questo modo Ŕ necessario disinstallare directory disponibili, che impedisce le directory vengano sovrascritti accidentalmente.
  6. Installare SQL Server 2000.

    Nota Le installazioni cluster di SQL Server richiedono il protocollo TCP/IP e si consiglia di installato e abilitato il protocollo Named Pipes. Per ulteriori informazioni sui requisiti di Named Pipes, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
    831127Impossibile rimuovere il supporto per Named Pipes su un server virtuale che esegue SQL Server 2000 S831127
    TCP/IP Ŕ necessaria perchÚ Ŕ l'unico protocollo supportato per l'utilizzo con cluster di server.
Nota Installare tutti i prodotti server aggiuntivo prima di installare tutte le altre applicazioni.

Per installare in Microsoft Windows 2000 il clustering di failover:
  1. Installazione di Windows 2000 e accettare le scelte di applicazione predefinite.
  2. Una volta installato Windows 2000 sul primo nodo e prima di installare MSCS, fare clic sul pulsante Start , scegliere programmi , Strumenti di amministrazione, quindi Configurazione Server .
  3. Fare clic su Advanced\Cluster Service e quindi nel riquadro di destra fare clic su Ulteriori informazioni .
  4. Nella finestra di menu Windows 2000 la Guida in linea di esaminare l'articolo 2 nella sezione "Windows Clustering". Servizio cluster di Windows viene utilizzato durante l'installazione di Windows 2000 e con il clustering di failover di SQL Server 2000. Seguire le istruzioni nella sezione "Windows Clustering" per installare MSCS.

    importante ╚ necessario leggere la "pianificazione per Windows Clustering\Requirements" per i cluster di server e seguire l'elenco di controllo per i cluster di server denominato "elenco di controllo: creazione di un cluster di server". il "elenco di controllo: creazione di un cluster di server" argomento si trova in "section\Checklist consigliate" per l'argomento di cluster di server.
  5. Dopo avere correttamente installato MSCS, Ŕ necessario configurare MSDTC per l'esecuzione in un cluster. Per ulteriori informazioni su MSDTC, vedere l'argomento di "dipendenze del clustering di Failover da altri prodotti" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .
  6. Nel menu Start , programmi , Strumenti di amministrazione, quindi Amministrazione Cluster , quindi View Groups\Cluster Group . Se il gruppo contiene una risorsa MSDTC, procedere al passaggio 9. Se il gruppo non contiene una risorsa MSDTC, i passaggi seguenti due.
  7. Nel menu Start , fare clic su Esegui . Nella finestra di dialogo Esegui immettere il comando
    cmd
    e quindi fare clic su OK . Nella finestra prompt dei comandi , nella riga di comando, immettere:
    Comclust.exe
  8. Ripetere il passaggio 7 nei nodi rimanenti del cluster, un nodo alla volta.
  9. Installare SQL Server 2000.

    Nota Le installazioni cluster di SQL Server richiedono il protocollo TCP/IP e si consiglia di installato e abilitato il protocollo Named Pipes. Per ulteriori informazioni sui requisiti di Named Pipes, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
    831127Impossibile rimuovere il supporto per Named Pipes su un server virtuale che esegue SQL Server 2000 S831127
    TCP/IP Ŕ necessaria perchÚ Ŕ l'unico protocollo supportato per l'utilizzo con cluster di server.
Nota Installare tutti i prodotti server aggiuntivo prima di installare tutte le applicazioni utente.

Schermata Selezione disco cluster

Utilizzare la schermata Selezione disco del cluster per selezionare un gruppo cluster durante l'installazione di un nuovo server virtuale o durante l'aggiornamento a un cluster. Un gruppo di cluster Ŕ composto da uno o pi¨ condiviso all'interno di un gruppo di dischi del cluster e pu˛ contenere al massimo un Microsoft SQL Server server virtuale. Nella schermata di Selezione disco del cluster vengono elencati solo i gruppi che dispongono giÓ di disco cluster condiviso aggiunto come risorsa. Per ulteriori informazioni sui dischi del cluster, vedere la sezione "Creazione di un cluster di failover" in questo articolo oppure vedere l'argomento "Creazione di un cluster di failover" nella documentazione in linea di SQL Server 2000.

attenzione Non selezionare il disco quorum (l'ultimo gruppo nell'elenco) perchÚ il disco quorum deve essere considerato una risorsa speciale. Se si seleziona il disco quorum, viene visualizzato un messaggio di avviso. Per ulteriori informazioni, vedere l'argomento di "Avviso di selezione del disco quorum" nella documentazione in linea di SQL Server 2000.

Quando si utilizza un cluster di piccole dimensioni, Ŕ necessario che il disco quorum Ŕ l'unica scelta disponibile. Consente di utilizzare il disco quorum a solo scopo di testing o per esplorare il clustering di failover.

importante Non utilizzare mai il gruppo quorum per finalitÓ di produzione.

La gestione di un'installazione cluster di failover

Quando si installa un cluster di failover di Microsoft SQL Server 2000, Ŕ necessario:
  • Assicurarsi che il sistema operativo Ŕ installato correttamente e progettato per supportare il clustering di failover. Per ulteriori informazioni sulle operazioni da eseguire prima di installare un cluster di failover, vedere l'argomento "Operazioni prima installazione del clustering di failover" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 o la sezione di "Pre-Installation Checklist" elencate in precedenza in questo articolo. Per ulteriori informazioni sull'ordine di installazione, vedere la sezione "Installazione del clustering di failover" anche descritta precedentemente in questo articolo o l'argomento "Installazione del clustering di failover" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .

  • Considerare se la strumenti di SQL Server, funzionalitÓ e componenti che si desidera utilizzare sono supportati con il clustering di failover. Per ulteriori informazioni, vedere l'argomento di "Supporto del clustering di failover" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .

    Di seguito Ŕ un riepilogo degli strumenti, funzionalitÓ e componenti che sono supportati con il clustering di failover:

    Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
    servizio Microsoft Search Per ulteriori informazioni, vedere "Utilizzo strumenti con clustering di Failover di SQL Server" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .
    pi¨ istanze Per ulteriori informazioni, vedere l'argomento "Clustering di failover" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .
    SQL Server Enterprise Manager Per ulteriori informazioni, vedere "Utilizzo strumenti con clustering di Failover di SQL Server" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .
    Gestione controllo servizi Per ulteriori informazioni, vedere "Utilizzo strumenti con clustering di Failover di SQL Server" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .
    replica Per ulteriori informazioni, vedere l'argomento di "Creazione di un cluster di failover" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .
    SQL Profiler Per ulteriori informazioni, vedere "Utilizzo strumenti con clustering di Failover di SQL Server" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .
    SQL Query Analyzer Per ulteriori informazioni, vedere "Utilizzo strumenti con clustering di Failover di SQL Server" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .


  • Si consiglia di clustering di failover sia dipendono i prodotti che si desidera utilizzare. Esistono diversi prodotti che interagiscono con Microsoft SQL Server 2000 il clustering di failover. Per assicurarsi che funzioni correttamente il cluster di failover, Ŕ necessario comprendere il processo di clustering di failover ha dipendenze altri prodotti. Per ulteriori informazioni, vedere l'argomento di "dipendenze del clustering di Failover da altri prodotti" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .

  • Valutare come creare un nuovo cluster di failover. Per ulteriori informazioni sulla creazione di un nuovo cluster di failover, vedere l'argomento di "Creazione di un cluster di failover" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .

  • Esaminare le istruzioni per l'aggiornamento da un SQL Server versione 6.5 o SQL Server versione 7.0 a un cluster di failover SQL Server 2000. Per ulteriori informazioni, vedere l'argomento di "Aggiornamento di un cluster SQL Server 2000 failover" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .

  • Microsoft Distributed Transaction Coordinator (MSDTC). SQL Server 2000 di Microsoft Distributed Transaction Coordinator (MSDTC) nel cluster viene richiesto per le query distribuite e transazioni di commit in due fasi, come pure per alcune funzionalitÓ di replica. Una volta installato Microsoft Windows 2000 e configurare il cluster, Ŕ necessario eseguire la procedura guidata cluster (il programma comclust.exe) su tutti i nodi per configurare MSDTC per eseguire in modalitÓ cluster, come in precedenza guidati pi¨ indietro in questo documento. Per ulteriori informazioni, vedere l'argomento di "dipendenze del clustering di Failover da altri prodotti" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .

Come creare un cluster di failover

Per creare un cluster di failover di Microsoft SQL Server 2000, Ŕ necessario creare e configurare i server virtuali su cui viene eseguito il cluster di failover. ╚ possibile creare server virtuali durante l'installazione di SQL Server. I server virtuali non vengono forniti da Microsoft Windows NT 4.0 o Microsoft Windows 2000.

Per creare un cluster di failover, Ŕ necessario essere un amministratore locale con diritti di accedere come servizio e di agire come parte del sistema operativo su tutti i computer del cluster di failover.

Elementi di un server virtuale

Contiene un server virtuale:
  • Combinazione di uno o pi¨ dischi in un gruppo di cluster Microsoft Cluster Service (MSCS).

    Ogni gruppo di cluster MSCS pu˛ contenere al massimo un server virtuale SQL Server.

  • Un nome di rete per ogni server virtuale. Il nome di rete Ŕ il nome di server virtuale.

  • Uno o pi¨ indirizzi IP utilizzati per connettersi a ciascun server virtuale.

  • Un'istanza di SQL Server 2000, tra cui una risorsa di SQL Server, una risorsa di Agente SQL Server e una risorsa di testo completo.

    Se un amministratore disinstalla un'istanza di SQL Server 2000 in un server virtuale, il server virtuale, inclusi tutti gli indirizzi IP e il nome di rete, viene anche rimosso dal gruppo cluster MSCS.


Un cluster di failover pu˛ essere eseguito in uno o pi¨ effettivo Windows 2000 Advanced Server o Windows 2000 Datacenter Server Server o Windows NT 4.0 Server Enterprise che fanno parte i nodi del cluster. Tuttavia, un server virtuale di SQL Server viene sempre visualizzato nella rete come un singolo server, server Windows 2000 Datacenter Server o Microsoft Windows NT 4.0, Enterprise server Windows 2000 Advanced Server.

Nome di un server virtuale

SQL Server 2000 dipende dalle chiavi del Registro di sistema distinti e nomi dei servizi all'interno del cluster di failover in modo che le operazioni di continuare correttamente dopo un failover. Il nome specificato per l'istanza di SQL Server 2000, incluso l'istanza predefinita, deve pertanto univoco in tutti i nodi del cluster di failover, nonchÚ in tutti i server virtuali all'interno del cluster di failover. Ad esempio, se tutte le istanze di failover a un singolo server, i relativi nomi di servizio e le chiavi del Registro di sistema dovrebbe conflitto. Se INST1 Ŕ un'istanza denominata sul server virtuale VIRTSRV1, non pu˛ essere un'istanza denominata con il nome Inst1 su qualsiasi nodo del cluster di failover, come parte di un cluster di failover o come installazione autonoma.

Inoltre, per la connessione a un'istanza cluster di SQL Server 2000 in esecuzione su un server virtuale Ŕ necessario utilizzare la stringa SERVER_VIRTUALE\Nome. ╚ Impossibile accedere all'istanza di SQL Server 2000 utilizzando il nome computer che risiedono in qualsiasi momento l'istanza cluster. SQL Server 2000 non Ŕ in ascolto sull'indirizzo IP dei server locali. Rimane in attesa soltanto sugli indirizzi IP cluster creati durante l'installazione di un server virtuale per SQL Server 2000.

Considerazioni sull'utilizzo

Prima di creare un cluster di failover, considerare quanto segue:
  • Se si utilizza l'API Windows 2000 Address Windowing Extensions (AWE) per usufruire di memoria maggiore di 3 gigabyte (GB), assicurarsi che la memoria massima disponibile che Ŕ configurare un'istanza di SQL Server sarÓ disponibile dopo che il failover su un altro nodo. Se il nodo di failover dispone di memoria fisica inferiore a quella del nodo di originale, istanze di SQL Server non vengano avviate o possono iniziare con minore memoria a quelle di cui disponevano nel nodo originale. ╚ necessario effettuare le seguenti operazioni:
    • Assegnare la stessa quantitÓ di RAM fisica di ogni server del cluster.

    • Assicurarsi che il valore cumulativo delle impostazioni max server memory per tutte le istanze sia inferiore alla quantitÓ minima di RAM fisica disponibile in ogni il server virtuale del cluster di failover.
    Per ulteriori informazioni su AWE, vedere "Utilizzo della memoria AWE in Windows 2000" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .

  • Se Ŕ necessario che i server di elevata disponibilitÓ di replica, si consiglia di utilizzare una condivisione di file del cluster MSCS come cartella di snapshot quando si configura un server di distribuzione in un cluster di failover. Nel caso di errore del server, il database di distribuzione Ŕ disponibile e replica continuare a essere configurato nel server di distribuzione.

    Inoltre, quando si creano pubblicazioni, specificare il MSCS cluster condivisione di file per l'archiviazione dei file di snapshot aggiuntivo o specificare il cluster MSCS come posizione da cui il server di sottoscrizione applicare lo snapshot. In questo modo, i file di snapshot sono disponibili a tutti i nodi del cluster e in tutti i server di sottoscrizione che devono accedere i file di snapshot. Per ulteriori informazioni, vedere il "server di pubblicazione, distribuzione e sottoscrizione" e gli argomenti "Delle snapshot alternativa" nella Documentazione in linea di SQL Server 2000 .

  • Se si desidera utilizzare la crittografia in un cluster di failover, occorre installare il certificato del server con il nome DNS completo del server virtuale in tutti i nodi del cluster di failover. Ad esempio, se si dispone di un cluster a due nodi, con nodi denominati test1.widgets.corp.microsoft.com e test2.widgets.corp.microsoft.com e un server SQL virtuale "Virtsql", Ŕ necessario ottenere un certificato per "virtsql.widgets.corp.microsoft.com" e installare il certificato in entrambi i nodi. Quindi, Ŕ possibile selezionare la casella di controllo Imponi crittografia protocolli nell' UtilitÓ configurazione di rete server per configurare il cluster di failover per la crittografia.

  • Non Ŕ necessario rimuovere l'account BUILTIN/Administrators da SQL Server. Il thread di stato di attivitÓ viene eseguito nel contesto dell'account di servizio del cluster e non l'account di servizio di SQL Server. Il servizio cluster deve appartenere il gruppo amministratore su ciascun nodo del cluster. Se si rimuove l'account BUILTIN/Administrators, il thread lo stato di attivitÓ non saranno in grado di creare una connessione trusted e si perdere l'accesso al server virtuale.


Creazione di un cluster di failover: installazione effettivo

I passaggi standard per la creazione di un cluster di failover utilizzando il programma di installazione sono:
  1. Identificare le informazioni Ŕ necessario creare il server virtuale (ad esempio, risorsa disco del cluster, gli indirizzi IP e nome di rete) e i nodi disponibili per il failover.

    I dischi del cluster da utilizzare per il clustering di failover devono essere che in un gruppo singolo cluster e proprietÓ del nodo da cui viene eseguito il programma di installazione. Questa configurazione Ŕ necessario eseguire prima di eseguire il programma di installazione. Si sono configurabili tramite Cluster Administrator in Windows NT 4.0 o Windows 2000. Occorre un gruppo MSCS per ogni server virtuale che si desidera impostare.
  2. Avviare il programma di installazione per iniziare l'installazione. Dopo aver immesso tutte le informazioni necessarie, il programma di installazione installa una nuova istanza di SQL Server binari sul disco locale di ciascun computer del cluster e installa i database di sistema sul disco del cluster specificato. I file binari vengono installati nella esattamente lo stesso percorso in ogni nodo del cluster, pertanto Ŕ necessario assicurarsi che ciascun nodo disponga di una lettera di unitÓ locale in comune con tutti gli altri nodi del cluster. In SQL Server 2000, durante un failover, solo i database failover. In SQL Server versione 6.5 e SQL Server versione 7.0, sia il database di SQL Server e i file binari failover durante un failover.

    In caso di qualsiasi risorsa (compreso SQL Server) per qualsiasi motivo, servizi (SQL Server, Agente SQL Server, ricerca full-text e tutti i servizi in gruppo di cluster di failover) il failover su qualsiasi nodo disponibile definito nel server virtuale.

  3. Installare un'istanza di SQL Server 2000, che crea un nuovo server virtuale e tutte le risorse.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni sulla creazione di un nuovo cluster di failover e altri argomenti relativi a cluster, vedere i seguenti argomenti nella documentazione in linea di SQL Server 2000:
  • L'aggiornamento a un cluster di Failover di SQL Server 2000
  • Come installare un cluster di failover a un nodo
  • Domande frequenti di clustering di failover
  • Aggiunta, rimozione di nodi
  • Gestione
  • Query full-text
  • Risoluzione dei problemi
Per ulteriori informazioni, vedere il libro seguente:
Microsoft Corporation
MCSE Training Kit: Microsoft Windows 2000 Advanced Server Cluster Services, Microsoft Press, 2001

ProprietÓ

Identificativo articolo: 243218 - Ultima modifica: venerdý 26 ottobre 2007 - Revisione: 3.4
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
  • Microsoft Windows 2000 Datacenter Server
  • Microsoft SQL Server 2000 Enterprise Edition
  • Microsoft Windows NT Server 4.0 Enterprise Edition
Chiavi:á
kbmt kbproductlink kbhowto kbclustering kbinfo kbinterop KB243218 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 243218
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com