INFO: Limitazioni del driver Microsoft Oracle ODBC e del provider OLE DB

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 244661 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

In questo articolo vengono descritte le limitazioni della versione corrente del driver Microsoft ODBC e del provider OLE DB per Oracle. Questi componenti sono al momento in modalitÓ di manutenzione. Non sono previsti aggiornamenti relativi alle versioni future di tali componenti, incluso il supporto alle versioni successive di Oracle 8i.

Informazioni

La versione corrente del driver Microsoft Oracle ODBC Ŕ conforme alla specifica ODBC 2.5, mentre il provider OLE DB Ŕ un provider API OCI 7 Oracle nativo. Sia il driver che il provider eseguono chiamate API OCI 7 su componenti del client Oracle indipendentemente dalla versione di Oracle installata nel computer.

Da Microsoft Data Access Components (MDAC) versione 2.5 e versioni successive, sia il driver Microsoft ODBC che il provider OLE DB supportano Oracle 8i con le limitazioni seguenti:
  • I tipi di dati specifici di Oracle 8.x, ad esempio CLOB, BLOB, BFILE, NCHAR, NCLOB e NVARCHAR2, non sono supportati.
  • La funzionalitÓ Unicode su server Oracle 7.x e 8.x non Ŕ supportata.
  • Pi¨ istanze client Oracle o pi¨ Oracle home non sono supportate in quanto si basano sulla prima occorrenza della Oracle home della variabile SYSTEM PATH.
  • La restituzione di pi¨ set dei risultati da una stored procedure o da un'istruzione SQL batch non Ŕ supportata utilizzando ADO o OLEDB. Per ulteriori informazioni sulle modalitÓ di recupero di un set dei risultati da una stored procedure Oracle, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportati di seguito:
    255043 Recupero di recordset ADO da Oracle tramite ASP mediante REF CURSORS
    176086 Recupero di recordset da stored procedure Oracle mediante ADO
  • Gli outer join nidificati non sono supportati.
  • La persistenza XML non Ŕ supportata.
Importante ╚ ora disponibile un nuovo provider Oracle gestito Microsoft .NET che supporta il client Oracle 9i. Per scaricare questo provider, visitare il seguente sito Web Microsoft:http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?displaylang=it&FamilyID=4f55d429-17dc-45ea-bfb3-076d1c052524

Riferimenti

Per ulteriori informazioni leggere il file della Guida fornito con il driver e il provider. Per ulteriori informazioni, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportati di seguito:
259959 Tecniche per eseguire il debug relativo a problemi di connettivitÓ a un server Oracle utilizzando il driver ODBC e il provider OLE DB
280106 Configurazione e risoluzione di problemi relativi a un server collegato a Oracle in SQL Server
306787 PRB: Mancata restituzione di pi¨ set dei risultati in ADO con il provider Microsoft Oracle OLEDB e il driver ODBC
I prodotti di terze parti citati in questo articolo sono forniti da produttori indipendenti. Microsoft non rilascia alcuna garanzia implicita o esplicita relativa alle prestazioni o all'affidabilitÓ di tali prodotti.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 244661 - Ultima modifica: venerdý 15 giugno 2007 - Revisione: 7.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Data Access Components 2.5
  • Microsoft Data Access Components 2.6
  • Microsoft Data Access Components 2.7
  • Microsoft ODBC for Oracle (Build 2.573.7626) 2.5
  • Microsoft OLE DB Provider for Oracle Server 1.0
  • Microsoft OLE DB Provider for Oracle Server 1.0
  • Microsoft OLE DB Provider for Oracle Server 1.0
Chiavi:á
kbinfo kbfix kboracle kbprovider kbdatabase kbdriver kbgrpdsmdac KB244661
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com