Aggiornamento software che abilita il supporto per la funzionalitÓ di coda back-out di IBM WebSphere MQ di canale WCF per WebSphere MQ in Host Integration Server 2010

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 2459833 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Introduzione

In questo articolo viene descritto un aggiornamento software che abilita il supporto per la funzionalitÓ di coda back-out di IBM WebSphere MQ nel canale WCF per la funzionalitÓ di WebSphere MQ. Il canale WCF per la funzionalitÓ di WebSphere MQ fa parte di Microsoft Host Integration Server 2010.

Informazioni

La funzionalitÓ di coda back-out viene fornita con IBM WebSphere MQ Ŕ una coda locale viene utilizzata per archiviare i messaggi non elaborabili. I messaggi non elaborabili sono messaggi MQ che non pu˛ essere elaborata e pi¨ volte che vengono restituiti alla coda di messaggi. Se i messaggi non elaborabili non vengono eliminati dalla coda di messaggi, potrebbero causare blocchi critici che potrebbero influenzare le prestazioni dell'applicazione.

Il gestore della coda IBM WebSphere MQ tiene traccia del numero di volte in cui ciascun messaggio viene interrotta. Quando il numero raggiunge una soglia configurata back-out, Ŕ possibile spostare il messaggio a una coda back-out. MQ non sposta automaticamente i messaggi non elaborabili. ╚ compito del programma di spostarli in una coda back-out. Un'applicazione di MQ a livello di trasporto pu˛ interrogare il conteggio di back-out e decidere cosa fare con il messaggio. Ad esempio:
  • Se il conteggio di back-out Ŕ inferiore alla soglia configurata, la funzionalitÓ di coda back-out pu˛ elaborare il messaggio e quindi passarla all'applicazione.
  • Se il conteggio di back-out raggiunge la soglia configurata, la funzionalitÓ di coda back-out Ŕ possibile spostare il messaggio alla coda back-out.
  • La funzionalitÓ di coda back-out pu˛ richiedere alcune altre azione.

Informazioni sull'aggiornamento del software

Una funzionalitÓ che consente di modificare il comportamento predefinito del prodotto Ŕ disponibile da Microsoft. Tuttavia, questa funzionalitÓ consente di modificare solo il comportamento descritto in questo articolo. Applicarlo solo ai sistemi in cui Ŕ effettivamente necessaria. Questa funzionalitÓ venga eseguiti ulteriori test. Se il sistema la mancanza di questa funzionalitÓ non causa gravi difficoltÓ, si consiglia di attendere la versione successiva del service pack di Host Integration Server 2010 contenente tale funzionalitÓ.

Per ottenere immediatamente questa funzionalitÓ, contattare il supporto tecnico clienti Microsoft. Per un elenco completo dei numeri di telefono del servizio di supporto tecnico clienti Microsoft e informazioni sui costi dell'assistenza, visitare il seguente sito Web Microsoft:
http://support.microsoft.com/contactus/?ws=support

Informazioni sui file

La versione inglese (Stati Uniti) di questo hotfix viene utilizzato un pacchetto di Microsoft Windows Installer per installare l'aggiornamento rapido. Le date e le ore dei file elencate nella tabella che segue UTC (Coordinated Universal Time). Quando si visualizzano le informazioni sui file, la data viene convertita in ora locale. Per calcolare la differenza tra ora UTC e l'ora locale, utilizzare ilFuso orarioscheda in data e ora nel Pannello di controllo.
Microsoft Host Integration Server 2010 32-bit Edition
Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
Nome del fileVersione del fileDimensione del fileDataOraPiattaforma
System.ServiceModel.Channels.webspheremq.baseclient.dll8.5.4264.2177,07203-Feb-201123. 30x86
System.ServiceModel.Channels.webspheremq.Channel.dll8.5.4264.2119,72003-Feb-201123. 30x86
System.ServiceModel.Channels.webspheremq.extendedclient.dll8.5.4264.2177,08003-Feb-201123. 30x86
System.ServiceModel.Channels.webspheremq.Server.dll8.5.4264.2177,05603-Feb-201123. 30x86
Microsoft Host Integration Server 2010 64-bit Edition
Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
Nome del fileVersione del fileDimensione del fileDataOraPiattaforma
System.ServiceModel.Channels.webspheremq.baseclient.dll8.5.4264.2177,07203-Feb-201123. 34x86
System.ServiceModel.Channels.webspheremq.Channel.dll8.5.4264.2119,72003-Feb-201123. 34x86
System.ServiceModel.Channels.webspheremq.extendedclient.dll8.5.4264.2177,08003-Feb-201123. 34x86
System.ServiceModel.Channels.webspheremq.Server.dll8.5.4264.2177,05603-Feb-201123. 34x86
System.ServiceModel.Channels.webspheremq.baseclient.dll8.5.4264.2204,72003-Feb-201123. 34x64
System.ServiceModel.Channels.webspheremq.Channel.dll8.5.4264.2119,72003-Feb-201123. 34x86
System.ServiceModel.Channels.webspheremq.extendedclient.dll8.5.4264.2204,72803-Feb-201123. 34x64
System.ServiceModel.Channels.webspheremq.Server.dll8.5.4264.2204,70403-Feb-201123. 34x64
Dopo aver applicato l'aggiornamento, il canale WCF per Websphere MQ pu˛ essere configurato per utilizzare una funzionalitÓ di coda back-out, impostando la nuovaMoveMessageToBackoutQueueassociazione di proprietÓ su True.

La funzionalitÓ di coda back-out Ŕ supportata solo in un'operazione di ricezione (get) e solo quando le transazioni sono abilitate. Inoltre, la coda back-out non pu˛ essere utilizzata in combinazione conReceiveContext.

Se ilMoveMessageToBackoutQueueproprietÓ Ŕ impostata su True e se la transazione e SyncPoint sono True, durante un'operazione di MQGet si verifica il seguente processo:
  1. Il conteggio di back-out viene controllato e se Ŕ diverso da zero, rispetto alla soglia di back-out Ŕ definita sulla coda di messaggi.
  2. Se il conteggio di back-out Ŕ inferiore alla soglia di back-out, il messaggio viene inviato all'applicazione WCF da elaborare. Se per qualche motivo, non Ŕ eseguito il commit della transazione, viene eseguito il rollback del messaggio e la gestione di MQ incrementa il conteggio di back-out del messaggio. Inoltre, il ciclo continua fino a quando il messaggio viene eseguito correttamente o il conteggio di back-out diventa superiore alla soglia di back-out.
  3. Se il conteggio di back-out Ŕ superiore alla soglia, il gestore di MQ viene eseguita una query, il messaggio viene scritto nella coda specificata nel parametro BOQNAME e quindi il messaggio viene eseguito il commit. Spesso un'intestazione lettera inattiva (MQDLH) viene allegato al messaggio per indicare il motivo per cui Ŕ stato scritto il messaggio alla coda back-out.

    NotaLe applicazioni di MQ utilizzano il nome BOQNAME per la coda di back-out viene utilizzata per i messaggi di scrittura che sono state escluse.
Se la proprietÓ di associazione di lettera non consegnata, ilMoveMessageToBackoutQueueproprietÓ e le proprietÓ delle transazioni e SyncPoint sono tutte impostate su True, durante un'operazione di MQGet si verificherÓ il seguente processo:
  1. Il conteggio di back-out viene controllato e se Ŕ diverso da zero, rispetto alla soglia di back-out Ŕ definita sulla coda di messaggi.
  2. Se il conteggio di back-out Ŕ inferiore alla soglia di back-out, viene utilizzato il processo di lettera non consegnata. Se il messaggio non pu˛ essere elaborato, il messaggio viene scritto per la coda non consegnati.
  3. Se il messaggio pu˛ essere elaborato, viene inviata all'applicazione WCF da elaborare. Se non viene eseguito il commit della transazione, viene eseguito il rollback del messaggio e il gestore di MQ incrementa il conteggio di back-out del messaggio. Quindi, il ciclo continua fino a quando il messaggio viene eseguito correttamente o il conteggio di back-out diventa superiore alla soglia di back-out.
  4. Se il conteggio di back-out Ŕ superiore alla soglia di back-out, il gestore di MQ viene eseguita una query, il messaggio viene scritto nella coda specificata nel parametro BOQNAME e quindi il messaggio viene eseguito il commit. Spesso un'intestazione lettera inattiva (MQDLH) viene allegato al messaggio per indicare il motivo per cui Ŕ stato scritto il messaggio alla coda back-out.

Informazioni

Di seguito Ŕ riportati esempi che consentono di visualizzare il modo in cui le relative proprietÓ devono essere configurate per attivare la funzionalitÓ di coda back-out.

Se le proprietÓ vengono impostate nel codice dell'applicazione

WebSphereMQBinding mqbinding = WebSphereMQBinding() nuovo;
mqbinding.ConnectionType = "extendedclient"; / / Server Ŕ possibile
mqbinding.MqcdChannelName = _ChannelName;
mqbinding.MqcdTransportType = "tcp"; / / Ŕ possibile SNA
mqbinding.Transaction = true;
qbinding.MqgmoSyncPoint = true;
mqbinding.MoveMessageToBackoutQueue = true; / / proprietÓ di associazione nuova coda back-out

Se le proprietÓ vengono impostate nel file AppConfig

<mqchannelbinding></mqchannelbinding>
<binding name="TransactionalSendReceiveSampleBinding" connectiontype="ExtendedClient"></binding>
mqcdChannelName = "mqone"moveMessageToBackoutQueue = "true"
mqcdTransportType = "tcp"mqgmoSyncPoint = "true" transaction = "true">
Vedere il "problema 6: backouts del messaggio" argomento nel documento seguente per ulteriori dettagli sull'utilizzo della funzionalitÓ coda back-out da IBM Websphere MQ:
Le procedure consigliate: WebSphere MQ shared code e programmi applicativi

I prodotti di terze parti in questo articolo viene descritto sono forniti da produttori indipendenti da Microsoft. Microsoft non rilascia alcuna garanzia, implicita o esplicita relativa alle prestazioni o all'affidabilitÓ di tali prodotti.

Status

Microsoft ha confermato che questo Ŕ un problema con i prodotti elencati nella sezione "Si applica a".

ProprietÓ

Identificativo articolo: 2459833 - Ultima modifica: mercoledý 6 aprile 2011 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Host Integration Server 2010
Chiavi:á
kbautohotfix kbqfe kbhotfixserver kbfix kbexpertiseadvanced kbsurveynew kbmt KB2459833 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 2459833
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com