Cluster di SQL Server sconsigliate e gli avvisi di base

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 254321 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo Ŕ stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I254321
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo vengono descritte alcune importanti operazioni consigliate e sconsigliate per l'utilizzo di SQL Server di cluster di server con diverse versioni di SQL Server.

Importante Tutti i clienti che utilizzano ancora il clustering con SQL Server 6.5 e SQL Server 7.0 dovrebbero aggiornare a SQL Server 2000 o SQL Server 2005, non appena Ŕ possibile eseguire questa operazione. Con failover clustering in SQL Server 2000 Enterprise Edition sono supportati i seguenti strumenti, funzionalitÓ e componenti:
  • Servizio Microsoft Search
  • Pi¨ istanze
  • SQL Server Enterprise Manager
  • Gestione controllo servizi
  • Replica
  • SQL Profiler
  • SQL Query Analyzer
  • SQL Server 2005 Analysis Services
Nota. Microsoft Product Support Services (PSS) supporta il Clustering di Failover di SQL Server come descritto nell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
327518 I criteri di supporto Microsoft SQL Server per Microsoft Clustering
Se SQL Server viene utilizzato insieme a Microsoft Cluster Server (MSCS), SQL Server Enterprise Edition deve essere installato per il supporto.

Informazioni

Buone pratiche per l'installazione di SQL Server

Quando si installa SQL Server 2000 o SQL Server 2005, Ŕ consigliabile disporre all'amministratore del dominio di seguire le istruzioni descritte nell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
319723 Come utilizzare l'autenticazione Kerberos in SQL Server
Articolo della Microsoft Knowledge Base 319723 viene descritto come utilizzare l'autenticazione Kerberos in SQL Server. L'articolo viene descritto inoltre come abilitare l'autenticazione Kerberos su cluster di failover di SQL Server.

Le istruzioni sono elencate nell'articolo della Microsoft Knowledge Base 319723 offrono i seguenti vantaggi:
  • ╚ possibile eliminare i problemi sui nomi principali di servizio (SPN) registrati correttamente.
  • Se si specifica un account utente di dominio come account di avvio del servizio SQL Server, Ŕ possibile evitare un messaggio di avviso durante l'installazione di SQL Server. Questo messaggio di avviso Ŕ documentato nell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    303411 Quando un account di servizio SQL Server Ŕ un utente di dominio, viene visualizzato un "avviso SuperSocket" informazioni
  • Se successivamente si modifica l'indirizzo IP o il nome di dominio, non Ŕ necessario aggiornare manualmente gli SPN del servizio SQL Server.

Protezione

SQL Server 2000

L'account del servizio che consente di avviare il servizio SQL Server in un cluster di failover di SQL Server deve essere un membro diretto del gruppo administrators locale. Questo account di servizio non deve essere un membro del gruppo administrators locale tramite l'appartenenza al gruppo. Tale configurazione pu˛ causare problemi di protezione transitoria. Se non si desidera che l'account del servizio da parte del gruppo administrators locale, Ŕ necessario concedere i seguenti diritti utente all'account del servizio:
  • Agisci come parte del sistema operativo = SeTcbPrivilege
  • Ignorare controllo incrociato = SeChangeNotify
  • Lock Pages In Memory = SeLockMemory
  • Accesso come processo Batch = SeBatchLogonRight
  • Accedere a un servizio = SeServiceLogonRight
  • Sostituzione Token a livello di processo = SeAssignPrimaryTokenPrivilege

SQL Server 2005

Per ogni servizio cluster in un'istanza di SQL Server 2005 si installa, richiesto di immettere un nome di dominio e un nome di gruppo nella pagina Gruppi di dominio per i servizi cluster dell'installazione guidata di SQL Server. ╚ possibile immettere il nome di dominio e il nome del gruppo nel NomeDominio\ProprietÓ GroupName formato. Quando si specificano i gruppi di dominio, Ŕ necessario utilizzare le seguenti indicazioni:
  • I gruppi di dominio devono essere nello stesso dominio dell'account utilizzato per accedere al sistema. Ad esempio, se l'account utilizzato per accedere al sistema sia nel dominio SQLSVR e il dominio SQLSVR Ŕ un dominio figlio del dominio MYDOMAIN, Ŕ necessario specificare un gruppo di dominio nel dominio SQLSVR. Il dominio SQLSVR pu˛ contenere gli account utente del dominio MYDOMAIN.
  • L'account del servizio per un determinato servizio cluster deve essere un membro del gruppo di dominio diretto. Questo account di servizio non deve essere un membro del gruppo del dominio tramite l'appartenenza al gruppo. Il controllo dei sottogruppi per determinare se un account di servizio Ŕ in un gruppo di dominio non verrÓ eseguito il programma di installazione di SQL Server 2005.
  • L'account del servizio per un determinato servizio cluster non deve essere un membro diretto del gruppo administrators locale.
  • Il dominio e il gruppo di dominio deve esistere giÓ quando si esegue il programma di installazione di SQL Server 2005. ╚ possibile ottenere i nomi dei gruppi esistenti dall'amministratore del dominio. In alternativa, Ŕ possibile creare gruppi di dominio per il cluster di failover di SQL Server 2005. Se si crea un gruppo di dominio per il cluster di failover di SQL Server 2005 poco prima di eseguire il programma di installazione di SQL Server 2005, Ŕ necessario attendere qualche secondo per il nuovo gruppo di dominio replicare attraverso la rete azienda.
  • I gruppi di dominio devono contenere gli account di servizio appropriato. Se gli account del servizio non sono membri di gruppi di dominio appropriati quando si installa SQL Server 2005, il programma di installazione di SQL Server 2005 consente di aggiungere gli account del servizio ai gruppi di dominio. Di conseguenza, l'account utilizzato per eseguire il programma di installazione di SQL Server 2005 deve disporre delle autorizzazioni sufficienti per aggiungere gli account ai gruppi di dominio.

    Se il programma di installazione di SQL Server viene eseguito con un account che non dispone dell'autorizzazione per aggiungere gli account ai gruppi di dominio, gli account del servizio sia giÓ membri del gruppo di dominio appropriato.
  • Per mantenere il controllo pi¨ preciso sulle autorizzazioni, si consiglia di specificare il gruppo di dominio diverso e un altro account di servizio per ogni servizio cluster e per ogni server virtuale. Tuttavia, Ŕ possibile utilizzare ancora lo stesso gruppo di dominio e lo stesso account per tutti i servizi di SQL Server. In alternativa, Ŕ possibile utilizzare la stesso gruppo di dominio e account di servizio diversi per ogni servizio di SQL Server.
  • Il gruppo di dominio per i servizi di SQL Server in cluster non deve essere condivise con qualsiasi altra applicazione.
  • Il gruppo di dominio deve essere il gruppo di dominio globale invece che al gruppo universale di dominio.
Per ulteriori informazioni su queste linee guida, fare clic sul seguente numero di articolo per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base:
910708 ╚ necessario specificare i gruppi di dominio per i servizi cluster di SQL Server quando si installa un cluster di failover di SQL Server 2005
Nota. Per risolvere i problemi di gruppo di dominio, Ŕ necessario accedere al controller di dominio.

Inoltre, non Ŕ supportata l'installazione istanze di cluster di failover di SQL Server 2005 in un ambiente in cui ogni nodo Ŕ un controller di dominio.

Per ulteriori informazioni sui diritti utente e autorizzazioni concesse per gli account del servizio SQL Server e sugli elenchi di controllo di accesso (ACL) che vengono creati per gli account del servizio SQL Server, vedere l'argomento "Impostazione di account di servizio Windows" nella documentazione in linea di SQL Server 2005.

Avviare e arrestare i servizi di SQL Server

Istanze di cluster di failover SQL Server 2005

SQL Server 2005 supporta l'avvio e arresto dei servizi di SQL Server utilizzando uno dei seguenti strumenti:
  • Amministrazione cluster
  • Gestione configurazione di SQL Server
  • Configurazione superficie di attacco di SQL Server
  • SQL Server Management Studio
Nota. Non utilizzare lo snap-in servizi per arrestare un'istanza cluster di SQL Server. Se si utilizza lo snap-in servizi, il servizio cluster riavvia SQL Server.

Istanze di cluster di failover SQL Server 2000

Istanze di cluster di failover SQL Server 2000 non sono necessario le limitazioni sopra indicate. Si consiglia di utilizzare SQL Server Enterprise Manager, l'applet Servizi di SQL Server o amministrazione Cluster per avviare e arrestare servizi del server virtuale SQL Server 2000. Sebbene sia possibile utilizzare Gestione controllo servizi o la voce servizi nel Pannello di controllo per avviare e arrestare i servizi senza danneggiare il Registro di sistema, queste opzioni non genererÓ i servizi rimanere in stato di interruzione. Al contrario, i servizi possano essere rilevati dal server del cluster e si riceverÓ pi¨ messaggi di errore 17052 ID evento in di SQL Server. Questi messaggi di errore analogo al seguente:
[sqsrvres] CheckServiceAlive: Il servizio Ŕ [morti
[sqsrvres] OnlineThread: servizio arrestato in attesa di QP.
[sqsrvres] OnlineThread: Errore 1 portata risorsa in linea
Dopo aver ricevuto questi messaggi di errore, il servizio cluster riavvia SQL Server. Questo comportamento Ŕ previsto per questi tipi di errori.

Istanze di cluster di failover di SQL Server 6.5 e SQL Server 7.0

Per avviare o arrestare SQL Server, SQL Server Executive o agente SQL servizi da un server virtuale SQL Server 6.5 o SQL Server 7.0, Ŕ necessario utilizzare Amministrazione Cluster Microsoft o lo strumento della riga di comando Cluster.exe.

Se si tenta di avviare o arrestare servizi in altro modo (ad esempio, dal Pannello di controllo, Gestione servizi SQL o SQL Enterprise Manager), il Registro di sistema potrebbe essere danneggiato e potrebbe essere necessario rimuovere o reinstallare completamente SQL Server.

Il sintomo pi¨ comune dell'avvio di un servizio in modo non corretto Ŕ che gli account del servizio vengono visualizzati come caratteri ASCII confusi.

Se Ŕ necessario avviare SQL Server da una riga di comando, Ŕ necessario utilizzare lo strumento di amministrazione Cluster o Cluster.exe prima disconnettere i servizi di SQL Server, SQL Executive o agente SQL.

Quando si avvia SQL Server dalla riga di comando, per la connessione viene utilizzato il nome del server virtuale. L'unico modo per stabilire una connessione locale Ŕ se le risorse sono proprietÓ del nodo da cui Ŕ stato originariamente installato SQL Server.

SQL Enterprise Manager

Istanze di cluster di failover di SQL Server 6.5 e SQL Server 7.0

╚ possibile modificare i nomi degli account di servizio da SQL Enterprise Manager. Se Ŕ necessario modificare i nomi, si consiglia di rimuovere dal cluster e quindi riattivarli di SQL Server con il nuovo account utente di dominio. Per ulteriori informazioni sulla modifica degli account di servizio SQL Server, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
239885 Come modificare gli account di servizio per un computer cluster che esegue SQL Server
Avviso. Se non si riesce a seguire le istruzioni nell'articolo 239885, potrebbe essere necessario rimuovere manualmente completamente SQL Server da entrambi i nodi e quindi reinstallare SQL Server una volta protette i database di SQL Server.

Se l'account di servizio per SQL Server non Ŕ un amministratore in un cluster, Ŕ Impossibile eliminare le condivisioni amministrative in tutti i nodi del cluster. Le condivisioni amministrative devono essere disponibili in un cluster di SQL Server per funzione.

Istanze di cluster di failover SQL Server 2000

╚ necessario utilizzare SQL Enterprise Manager per apportare tutte le modifiche all'account di servizio SQL o le password.

SQL Server 2005 Analysis Services (OLAP)

SQL Server 2005 OLAP Ŕ completamente compatibile con i cluster, ed Ŕ possibile selezionare le installazioni in cluster durante l'installazione iniziale.

SQL Server 2000 Analysis Services (OLAP)

Anche se il componente di SQL Server 2000 Analysis Services (OLAP) non Ŕ a conoscenza del cluster, Ŕ possibile realizzare soluzioni di Analysis Services di elevata disponibilitÓ seguendo i passaggi nel seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
308023 Come eseguire il clustering di SQL Server 2000 Analysis Services in Windows 2000 e Windows Server 2003

ConnettivitÓ SQL

Librerie di rete di SQL Server 2005

Con il rilascio di SQL Server 2005, SQL Native Client Ŕ stato aggiunto all'elenco dei protocolli supportati. Protocolli supportati comprendono:
  • Memoria condivisa

    Nota. I client che utilizzano versioni di Microsoft Data Access Components (MDAC) 2.8 orearlier di MDAC non Ŕ possibile utilizzare il protocollo shared memory. Se tenta di adoperare una condivisa memoria protocollo, il client viene automaticamente attivato il protocollo NamedPipes.
  • Named pipe
  • TCP/IP
  • TRAMITE
  • SQL Native Client

    SQL Native Client (SQLNCLI) Ŕ la tecnologia di accesso ai adata Ŕ stata introdotta in SQL Server 2005. il SQL Native Client isa dati autonoma accesso API application programming interface () che Ŕ l'utilizzo OLE DB e ODBC. SQL Native Client combina il SQL Server OLE DBProvider e il Driver ODBC di SQL Server in un'unica DLL nativa. Il NativeClient SQL fornisce inoltre nuove funzionalitÓ separata e distinta da MDAC.Utilizzare il programma di installazione di SQL Server per installare SQL Native Client come parte ofSQL gli strumenti Server 2005. Per ulteriori informazioni su questa e le altre networklibraries, vedere la documentazione in linea di SQL Server 2005.

    Nota. SQL Server 2005 non supporta il networkprotocols di Banyan VINES SequencedPacket Protocol (SPP), Multiprotocol, AppleTalk o NWLink IPX/SPX. Client connessi in precedenza utilizzando questi mustselect protocolli un protocollo diverso per connettersi a SQL Server 2005.

Librerie di rete di SQL Server 2000

Installazioni cluster di SQL Server richiedono il protocollo TCP/IP e si consiglia di installare e attivare il protocollo Named Pipes. TCP/IP Ŕ necessario perchÚ Ŕ l'unico protocollo supportato per l'utilizzo con i cluster di server.

Per ulteriori informazioni sui requisiti di Named Pipes, fare clic sul seguente numero di articolo per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base:
831127 Impossibile rimuovere il supporto per Named Pipes su un server virtuale che esegue SQL Server 2000 Service Pack 3
Tutte le risorse aggiuntive che vengono aggiunti a un gruppo SQL devono avere le proprie risorse NetworkName e IPAddress dedicate.

Istanze di cluster di failover di SQL Server 6.5 e SQL Server 7.0

Se tutte le risorse cluster dipendono da tutte le risorse di SQL Server, Ŕ necessario rimuovere tali dipendenze prima di rimuovere il server virtuale dal cluster. Se non si esegue questa operazione, il server virtuale verrÓ completamente rimosso e non potranno essere di nuovo nel cluster fino a quando non viene completata la rimozione del cluster SQL non riuscita.

Nota. Se viene utilizzata l'unitÓ quorum per risorse MSCS aggiuntive e tali risorse provocano un failover, tutte le risorse cluster non saranno disponibili fino a quando tale risorsa cluster e il nome di rete e indirizzo IP del cluster sono in linea.

Avviso. Le modifiche alle impostazioni di rete in SQL Server 6.5 devono essere eseguite dopo SQL Server dal cluster, come descritto nel seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
189037 BUG: il programma di installazione SQL non cambia protezione e le opzioni di supporto di rete con SVS
Per ulteriori informazioni sulla connettivitÓ pi¨ comuni problemi quando si connette o si configura un server cluster SQL Server, vedere i seguenti articoli della Microsoft Knowledge Base:
273673 Descrizione delle connessioni client al Server virtuale SQL
235987 Server virtuale basato su SQL Server 7.0 supporta solo l'utilizzo di un indirizzo TCP/IP
244980 Come modificare gli indirizzi IP di rete di istanze di cluster di failover di SQL Server
187708 Impossibile connettersi al server virtuale SQL tramite socket in cluster

Pi¨ porte in ascolto TCP/IP

SQL Server 7.0 fornisce supporto per pi¨ porte in ascolto su una singola subnet. Questo supporto non Ŕ destinato all'utilizzo su pi¨ subnet o per fornire una maggiore disponibilitÓ.

Se sono necessarie pi¨ porte in ascolto TCP/IP, Ŕ necessario effettuare le seguenti modifiche nel Registro di sistema prima di eseguire la creazione guidata Cluster.

Importante Questa sezione, metodo o attivitÓ contiene la procedura per modificare il Registro di sistema. Tuttavia, potrebbero verificarsi seri problemi se si modifica il Registro di sistema in modo errato. Pertanto, assicurarsi di seguire attentamente i passaggi. Per maggiore protezione, eseguire il backup del Registro di sistema prima di modificarlo. In questo modo, Ŕ possibile ripristinare il Registro di sistema se si verifica un problema. Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup e ripristinare il Registro di sistema, fare clic sul numero dell'articolo riportato di seguito per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base:
322756 Come eseguire il backup e il ripristino del Registro di sistema in Windows
  1. Avviare l'editor del Registro di sistema (Regedt32.exe).
  2. Individuare il valore ListenOn nella seguente chiave del Registro di sistema:
    HKEY_LOCAL_Machine\Software\Microsoft\MSSQLServer\MSSQLServer
  3. Scegliere dal menu ModificaMultistringhee immettere le porte in ascolto aggiuntive. Per aggiungere port1435, ad esempio, immettere quanto segue e quindi fare clic su OK:
    SSMSSO70-1435
  4. Chiudere l'Editor del Registro di sistema.
Di seguito sono riportati alcuni esempi di altre porte che Ŕ possibile aggiungere:
  • SSMSSO70, 1436
  • SSMSSO70, 1437
Verificare la connettivitÓ alle porte di aggiungere e quindi continuare con la creazione guidata Cluster.

SQL Server (tutte le versioni) e configurazione WINS

Prima di eseguire il clustering di SQL Server, assicurarsi di avere la corretta configurazione per Windows Internet Name Service (WINS) per l'utilizzo in un cluster, come descritto nei seguenti articoli della Microsoft Knowledge Base:
193890 Configurazione WINS consigliata per Microsoft Cluster Server
195462 Registrazione WINS e il comportamento di indirizzo IP per Microsoft Cluster Server
Non si devono aggiungere mai voci statiche in WINS per i server cluster SQL Server o altre risorse Microsoft Cluster Server (MSCS); Questa situazione Ŕ illustrata nel seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
217199 Le voci WINS statiche causano il nome di rete non in linea

Istanze di cluster di failover onSQL Server 7.0 i contatori delle prestazioni

Contatori delle prestazioni di SQL Server (contatori delle estensioni) per il server virtuale non sono presenti quando SQL Server 7.0 viene impostato con una configurazione virtuale di SQL Server e il nodo passivo detiene il controllo delle risorse. I contatori non saranno disponibili nuovamente al nodo principale finchÚ l'intero cluster verrÓ arrestato e riavviato. Anche in questo caso, la disponibilitÓ sarÓ tuttavia sporadica.

I contatori delle estensioni di SQL Server devono essere presenti all'avvio del sistema. Con SQL Server 6.5, la DLL dei contatori si trova nella directory \\Mssql\Binn per impostazione predefinita. PoichÚ l'unitÓ del cluster in cui Ŕ installato SQL Server non Ŕ accessibile finchÚ tutte le risorse MSCS Ŕ in linea, i contatori non sono presenti quando si verifica l'avvio iniziale del sistema.

SQL Server 7.0 inserisce questi contatori nella directory corretta %Systemroot% \System32\, in modo che siano disponibili. Per rendere disponibile il file Sqlctr65 DLL, inserire una copia del file Sqlctr65 DLL nella directory %Systemroot%\System32. Per impostazione predefinita, il file Sqlctr70 DLL viene inserito in questa directory.

Per ulteriori informazioni sui contatori delle prestazioni di SQL Server, vedere i seguenti articoli della Microsoft Knowledge Base:
127207 Gli oggetti e contatori di Performance Monitor mancanti
246328 I contatori delle prestazioni di SQL potrebbero essere mancanti dopo l'installazione di MDAC in un cluster
Avviso. Per SQL Server 6.5, se si decide di ricostruire il Registro di sistema mediante le istruzioni riportate nel seguente articolo della Microsoft Knowledge Base, vedere la sezione "ModalitÓ per ricostruire SQL Server Registro di sistema" pi¨ avanti in questo articolo per ulteriori istruzioni prima di effettuare i passaggi necessari per ricostruire il Registro di sistema:
227662 Contatori di SQL Performance Monitor mancanti
Riassumendo, i contatori delle prestazioni non sono sempre disponibili in cluster di SQL Server; Quando sono, sono in genere solo nel nodo primario se non si Ŕ verificato alcun failover.

Rinominare le risorse create dalla procedura guidata di Failover Cluster di SQL Server 7.0 o SQL Server 6.5

Quando si esegue la procedura guidata di Failover di SQL Server Cluster, il processo include la creazione delle risorse cluster SQL. Per impostazione predefinita, queste risorse sono la struttura di denominazione seguente:
Nome_server_virtuale_SQL_Server> indirizzo IP
Nome_server_virtuale_SQL_Server> nome di rete
Nome_server_virtuale_SQL_Server> SQL Server 7.0
Nome_server_virtuale_SQL_Server> VServer
Nome_server_virtuale_SQL_Server> agente di SQL Server 7.0
Ad esempio, se Nome_server_SQL_virtuale Ŕ xyz, le risorse di SQL Server sono denominate come segue per impostazione predefinita:
XYZ indirizzo IP
XYZ nome di rete
XYZ SQL Server 7.0
XYZ VServer
XYZ 7.0 di SQL Server Agent
Se tutto o parte di questi nomi viene modificati per essere come segue:
Indirizzo IP
Nome di rete
SQL Server
Server virtuale
Agente SQL
la procedura guidata SQL Cluster Failover potrebbe non funzionare oppure non rispondere. Per ulteriori informazioni sugli errori di procedura guidata di SQL Cluster Failover, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
254593 Risoluzione degli errori di SQL Cluster Wizard

Come ricostruire il Registro di sistema in SQL Server 6.5 e 7.0 installazioni di istanze di cluster di failover di SQL Server

SQL Server 6.5 Enterprise Edition

Mentre Ŕ di tipo cluster SQL Server 6.5 Enterprise Edition, non tentare di eseguire una ricostruzione del Registro di sistema di SQL Server con la seguente riga di comando:
Setup /t ricostruzione = attivato
Prima di eseguire la ricostruzione del Registro di sistema, Ŕ necessario rimuovere dal cluster di SQL Server.

SQL Server 7.0 Enterprise Edition

Se si utilizza il file Regrebld.exe da SQL Server 7.0, Ŕ possibile ricostruire il Registro di sistema in un ambiente cluster con le restrizioni seguenti:
  • Non modificare le altre dal precedente ofmaster di installazione.
  • Eseguire questa utilitÓ solo dal nodo primario per SQL Server.
Ignorando queste restrizioni pu˛ causare problemi di registro di sistema.

I Service Pack

Avviso. Prima di provare le installazioni di service pack, assicurarsi di avere i diritti e le autorizzazioni appropriate. Si consiglia di accedere al server e all'account del servizio SQL Server e utilizzare l'autenticazione di Windows durante il processo. Se per qualche motivo questo account Ŕ stato rimosso dal gruppo Administrators locale sui nodi del cluster, aggiungerlo al gruppo prima di iniziare l'installazione.

SQL Server 2005

Comportamento con SQL Server 2005 non Ŕ stato modificato da SQL Server 2000.

SQL Server 2000

Con SQL Server 2000, Ŕ no non cluster. ╚ possibile avviare l'installazione del service pack dal nodo che controlla il SQL Server che si desidera aggiornare.

Nota. ╚ possibile installare Microsoft Windows NT service pack nel modo usuale, come descritto nel seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:

174799 Come installare il service pack in un cluster

SQL Server 6.5 o 7.0

╚ necessario rimuovere dal cluster di SQL Server per installare SQL Server service pack. ╚ anche necessario rimuovere la replica prima di rimuovere dal cluster di SQL Server, che Ŕ indicato nella sezione "Problemi di replica" di questo articolo.

Replica

SQL Server 2005

Seguire il file Leggimi fornito con tutti gli aggiornamenti di SQL Server o un service pack per determinare se Ŕ necessario seguire istruzioni speciali per la particolare installazione.

SQL Server 2000

Seguire il file Leggimi fornito con tutti gli aggiornamenti di SQL Server o un service pack per determinare se Ŕ necessario seguire istruzioni speciali per la particolare installazione.

SQL Server 6.5 e SQL Server 7.0

╚ necessario rimuovere la replica prima di rimuovere dal cluster di SQL Server, come descritto nel seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
247110 Prima di applicare service pack, Ŕ necessario rimuovere la replica
Quando eseguire il clustering di SQL Server, Ŕ possibile interrompere la replica di SQL Server; Per ulteriori informazioni, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
236407 BUG: Installazione di cluster attivo/passivo interrompe replica e DTS

Ricerca full-text

Ricerca full-text non Ŕ disponibile per i server cluster SQL Server 7.0, come indicato nella documentazione Online di SQL Server alla fine della sezione "Configurazione di supporto di Failover di SQL Server". Ricerca full-text Ŕ completamente supportata in SQL Server 2000 e versioni successive di SQL Server.

Se si dispone di un problema che Ŕ necessario ricreare o reinstallare la ricerca Full-text in un'istanza cluster di failover SQL Server 2000 o in un'istanza di cluster di failover di SQL Server 2005, completa disinstallazione e la reinstallazione dell'istanza cluster di failover di SQL Server Ŕ il metodo di ripristino supportato solo.

SQL Mail

SQL Mail non Ŕ completamente supportata quando utilizzato in un cluster di failover di SQL Server perchÚ MAPI non Ŕ compatibile con cluster. SQL Mail quando utilizzato con il clustering Ŕ supportata su una base di "ragionevole sforzo" solo, senza garanzie di stabilitÓ o disponibilitÓ. Microsoft ha confermato che si tratta di un problema in SQL Server 6.5, SQL Server 7.0 e SQL Server 2000 quando utilizzato con il clustering di failover.

Aggiornamenti del sistema operativo

Aggiornamenti del sistema operativo sono supportati per i server cluster SQL Server come descritto nei seguenti articoli della Microsoft Knowledge Base:
239473 FIX: 70rebind.exe per gli aggiornamenti di Windows 2000 e MDAC su server cluster di SQL Server 7.0
313037 Come aggiornare i cluster di SQL Server a Windows Server 2003

Gestione licenze

Per informazioni sulle licenze, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
175276 Implementazione di criteri di gestione delle licenze con MSCS

Regole amministrative del servizio cluster importanti

Avviso. Se si ignora una qualsiasi delle seguenti regole, sarÓ necessario reinstallare il servizio Cluster Microsoft.
  • Se si modifica il layout della partizione di qualsiasi disco fisico sul bus SCSI condiviso, riavviare entrambi i nodi cluster.
  • Non modificare il nome del computer Windows NT di un NodoCluster dopo l'installazione di MSCS.
  • Non ripartizionare dischi sul bus SCSI senza risorse disco firstdeleting.
  • Non modificare l'indirizzo IP da cui dipende un nameresource di rete.
  • Non eseguire strumenti di diagnostica che effettuano scritture a basso livello su disco aphysical. (╚ possibile solo se si avvia il nodo in un sistema di anotheroperating.)
  • Non riassegnare lettere di unitÓ dei dischi di sistema di anynode.
  • Non scrivere dati su dischi collegati sulla chainbefore SCSI che installare MSCS.

Condivisione di risorse cluster di SQL Server

Risorse disco cluster utilizzate da SQL Server non devono essere utilizzate per altri servizi di cluster (ad esempio l'unitÓ quorum, condivisioni di file o una stampante o Internet Information servers), a meno che il cluster dispone di risorsa disco del cluster solo una. Se si utilizza il disco del cluster di SQL Server per qualsiasi di queste risorse, potrebbe influire significativamente sui tempi di failover e possono inoltre avviare failover di SQL Server quando non esiste alcun problema di SQL Server.

Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo riportato di seguito per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base:
835185 Dipendenze delle risorse di cluster di failover in SQL Server

Microsoft Data Access Components (MDAC)

Aggiornamenti dei componenti SQL Server 6.5 e SQL Server 7.0 MDAC

SQL Server 6.5 e installazioni di SQL Server 7.0 cluster supportano solo gli aggiornamenti dei componenti MDAC fino a MDAC versione 2.5. MDAC 2.6 e MDAC 2.7 non dispongono del supporto sul lato server per queste versioni.

Tuttavia, Ŕ possibile utilizzare MDAC 2.6 e versioni successive su un client per connettersi a un'installazione cluster di SQL Server 6.5 o SQL Server 7.0.

Per ulteriori informazioni, fare clic sui numeri degli articolo riportato di seguito per visualizzare gli articoli della Microsoft Knowledge Base:
820754 MDAC 2.6 o versione successiva non deve essere installato sui cluster di SQL Server 7.0
239473 FIX: 70rebind.exe per gli aggiornamenti di Windows 2000 e MDAC su server cluster di SQL Server 7.0

Percorso della risorsa cluster MSDTC predefinite

Per impostazione predefinita, cui sono installate le risorse MSDTC dipende dal sistema operativo.

Nota. Se non si dispone di una necessitÓ specifica di cambiare il gruppo in cui Ŕ installato MSDTC, si consiglia di lasciarlo nel percorso predefinito. Inoltre, su un nodo cluster MSDTC venga eseguito come risorsa cluster. Se si configura MSDTC venga eseguito come una risorsa non cluster, le transazioni distribuite possono essere isolate e che pu˛ provocare il danneggiamento dei dati quando si verifica un failover del cluster.

Windows NT 4.0
Installa il servizio cluster MSDTC al primo gruppo che contiene una risorsa di indirizzo IP valido, la risorsa nome rete e la risorsa disco del cluster. Si tratta in genere il gruppo SQL.

Windows 2000
Consente di installare il gruppo di cluster per impostazione predefinita e utilizza l'unitÓ quorum. Sebbene sia consigliabile solo utilizza l'unitÓ quorum per il quorum, MSDTC costituisce un'eccezione a questa regola. I problemi per l'installazione o la ricostruzione di MSDTC in un cluster SQL, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
294209 Ricostruzione o spostamento di un'installazione di MSDTC da utilizzare con un cluster di failover SQL

Supporto di reti di archiviazione (SAN)

Istanze di cluster di failover di Microsoft Cluster Service e SQL Server sono attualmente supportate in un ambiente di reti di archiviazione (SAN). Il dispositivo della categoria HCL cluster/multicluster Ŕ elencato il set di SAN periferiche di archiviazione cui componenti hanno superato i candidati del componente cluster test. Si noti, tuttavia, questo componente non beneficiare di supporto tecnico clienti Microsoft Cluster Service. Questi servizi sono disponibili solo per le configurazioni convalidate riportate nella categoria "Cluster" in tale elenco. Per ulteriori informazioni, vedere i seguenti articoli della Microsoft Knowledge Base:
280743 Windows clustering e siti geograficamente separati
834661 Il programma di installazione di SQL Server 2000 richiede una lettera di unitÓ quando si utilizzano unitÓ montate
819546 Supporto di SQL Server 2000 e SQL Server 2005 per i volumi montati

Un elenco di tutte le configurazioni hardware convalidate reperibili sull'Hardware elenco (compatibilitÓ) si trova il sito Web Microsoft:
http://www.windowsservercatalog.com/

Allocazione di memoria (tutte le versioni)

Quando si alloca memoria per i server cluster SQL Server, assicurarsi che il valore totale delle impostazioni di memoria massima del server per tutte le istanze di SQL Server oltre a qualsiasi altra risorsa del cluster e requisiti dell'applicazione locale sia inferiore rispetto alla quantitÓ minima di RAM fisica disponibile in ogni server del cluster di failover.

installazioni a 64 bit di SQL Server

Non Ŕ necessario configurare un'installazione a 64 bit per l'utilizzo di memoria aggiuntiva attivando AWE o modificando il file Boot. ini per includere l'avvio PAE passare.

Risoluzione dei problemi del server SQL virtuali

Quando la risoluzione dei problemi sul server virtuale di SQL Server, Ŕ importante notare che la risoluzione dei problemi deve essere effettuata in un determinato ordine a meno che il problema Ŕ un problema noto di SQL. Problemi o errori hardware, sistema operativo, rete, protezione o il servizio Cluster Microsoft possono apparire come problemi SQL quando in realtÓ non esistono problemi SQL.

Presto dopo che viene rilevato un problema, Ŕ necessario raccogliere i report MPS di SQL Server da tutti i nodi di istanza cluster di failover. ╚ importante che Ŕ possibile utilizzare questo strumento su tutti i nodi a causa della stretta interazione e la causa del problema potrebbe essere un'origine diversa dal nodo che ospita l'istanza del cluster di failover di SQL Server.

Eseguire la risoluzione dei problemi di SQL Server virtuale di utilizzando i metodi seguenti nell'ordine indicato:
  • Hardware - registri eventi di sistema mostra eventuali avvisi o errori inspiegabili? Se si seleziona un rapporto di sistema del computer, sono indicate periferiche con problemi? Se in questo modo, pu˛ essere spiegati?
  • Sistema operativo - i registri eventi mostrano qualsiasi tipo di problema del driver, errori del servizio o problemi del sistema operativo?
  • Rete - verificare i registri eventi mostra una perdita di connettivitÓ? Errori della scheda di rete? Problemi DNS?
  • Protezione - controllo di accesso negato errori, gli errori del Registro di protezione.
  • MSCS - vengono i problemi di report di cluster in uno qualsiasi dei registri eventi?
  • SQL Server - SQL Server segnala eventuali messaggi di errore nel log degli errori o i registri eventi?

ProprietÓ del servizio SQL Server

Tipo di avvio di servizi di SQL Server deve essere impostata su Manual. L'utilizzo dell'avvio automatico non Ŕ supportato per l'utilizzo con i server virtuali SQL.

SQL Server non Ŕ supportato per i servizi Terminal in modalitÓ server applicazioni

Il clustering di failover di SQL Server non Ŕ supportato per l'utilizzo con Terminal Server. Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo riportato di seguito per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base:
327270 SQL Server 2000 non Ŕ supportato nel server applicazioni Windows Server 2003 Terminal Server

Supporto per Microsoft Windows 2003

Solo SQL Server 2000 Service Pack 3 (SP3) o versione successiva Ŕ supportata, come menzionato nell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
313037 Come aggiornare i cluster di SQL Server a Windows Server 2003

ProprietÓ

Identificativo articolo: 254321 - Ultima modifica: lunedý 14 ottobre 2013 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft SQL Server 2005 Standard Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Enterprise Edition
  • Microsoft SQL Server 2000 Enterprise Edition
  • Microsoft SQL Server 2000 Developer Edition
  • Microsoft SQL Server 7.0 Enterprise Edition
  • Microsoft SQL Server 6.5 Enterprise Edition
Chiavi:á
kbhowto kbinfo kbmt KB254321 KbMtit
Traduzione automatica articoli
IMPORTANTE: il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite un software di traduzione automatica di Microsoft ed eventualmente revisionato dalla community Microsoft tramite la tecnologia CTF (Community Translation Framework) o da un traduttore professionista. Microsoft offre articoli tradotti manualmente e altri tradotti automaticamente e rivisti dalla community con l?obiettivo di consentire all'utente di accedere a tutti gli articoli della Knowledge Base nella propria lingua. Tuttavia, un articolo tradotto automaticamente, anche se rivisto dalla community, non sempre Ŕ perfetto. Potrebbe contenere errori di vocabolario, di sintassi o di grammatica. Microsoft declina ogni responsabilitÓ per imprecisioni, errori o danni causati da una traduzione sbagliata o dal relativo utilizzo da parte dei clienti. Microsoft aggiorna frequentemente il software e gli strumenti di traduzione automatica per continuare a migliorare la qualitÓ della traduzione.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 254321
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com