Funzioni OpenDSObject() ADsOpenObject(), ADsGetObject(), possono generare le query DNS errate

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 258507 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Se un nome di server viene passato a Active Directory Services Interface (ADSI) ADsOpenObject , ADsGetObject o funzione IADsOpenDSObject::OpenDSObject , query SRV non valida vengono inviate a server Domain Name System (DNS) configurato. Queste query SRV contengono i nomi host e non devono essere inviate alla rete. Ciò non causa alcun problema ma può provocare un ulteriore aumento del traffico in rete. Non si è verificato alcun problema se la chiamata è un'associazione senza server o se il nome di dominio viene passato alle funzioni di ADSI. Una query non valida non la funzione di esempio riportata di seguito, ad esempio, genera automaticamente se se domain .com è un nome di dominio:
ADsOpenObject("LDAP://domain.com/DC=domain, DC=com",...)
La funzione di esempio riportata di seguito genera e query non valida se server è un nome di server:
ADsOpenObject("LDAP://server/DC=domain, DC=com",...)
La query non valida generato è:
_ldap._tcp.My-site._sites.dc._msdcs. server

Cause

La query non valida viene inviata durante il processo di determinare se il nome passato è un nome di server o un nome di dominio.

Ldap_open/ldap_init (chiamati indirettamente da ADsOpenObject , ADsGetObject o OpenDSObject ) viene non chiamato con i nomi dei server, ha alcun modo di sapere se l'argomento è un nome del server o di un nome di dominio. In questi casi il DsGetDcName funzione viene chiamata per verificare se il parametro è un dominio. Quando l'argomento non è un nome di dominio, ma piuttosto è un nome di server, la chiamata di individuazione del controller di dominio genera errata query record SRV basata sul nome del server. Per risolvere il problema, un contrassegno denominato LDAP_OPT_AREC_EXCLUSIVE viene aggiunto che può essere passato a ldap_set_option prima della chiamata di connessione al. Questo flag indica al client LDAP che il parametro è un nome di server, in modo che nessuna chiamata di individuazione dovrà essere ricercati i riferimenti. Tuttavia, questo nuovo flag non è stato esposte in ADSI.

Risoluzione

Per risolvere questo problema è necessario ottenere la versione più recente del service pack per Windows 2000. Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
260910Come ottenere il service pack più recente per Windows 2000
Per risolvere il problema, è stato aggiunto un nuovo flag, ADS_SERVER_BIND, iads.h. Utilizzare questo flag di nuovo con un OR con il quarto parametro delle funzioni ADsOpenObject e OpenDSObject se viene passato un nome di server. Utilizzare ADsOpenObject anziché ADsGetObject se viene passato un nome di server poiché non è alcun meccanismo per passare il nuovo flag ADsGetObject .

Questa correzione fornisce la base per risolvere il problema. Tuttavia, è possibile rimuovere le query non valide solo se i programmi che chiamano queste funzioni utilizzano il nuovo flag.

Status

Microsoft ha confermato che questo problema riguarda i prodotti sono elencati nella sezione "Si applica a".Questo problema è stato corretto per la prima volta nel Service Pack 1 per Windows 2000.

Informazioni

Per ulteriori informazioni sull'installazione di Windows 2000 e le correzioni rapide di Windows 2000 nello stesso momento, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
249149Installare gli aggiornamenti rapidi di Microsoft Windows 2000 e Windows 2000

Proprietà

Identificativo articolo: 258507 - Ultima modifica: mercoledì 21 febbraio 2007 - Revisione: 3.4
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows 2000 Server
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
  • Microsoft Windows 2000 Professional Edition
Chiavi: 
kbmt kbhotfixserver kbbug kbfix kbqfe kbwin2000sp1fix KB258507 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 258507
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com