How to: Troubleshoot DCOM per applicazioni client/server di Visual Basic

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 269330 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

Questo articolo viene descritto diverse procedure per risolvere alcuni degli errori pi¨ comuni che verificarsi quando si tenta di creare un'istanza per un oggetto server remoto tramite DCOM (Distributed Component Object Model). In Visual Basic, i messaggi di errore pi¨ comuni sono:
Errore in fase di esecuzione 70: autorizzazione negata.
Errore di runtime 429: il componente ActiveX non pu˛ creare l'oggetto.
Errore in fase di esecuzione 462: il computer server remoto non esiste o non Ŕ disponibile.

Informazioni

Posizione in cui avviare la risoluzione dei problemi

La maggior parte dei problemi che si verificano quando si tenta di creare un'istanza COM oggetto in un computer remoto mediante DCOM sono relativi alle impostazioni non corrette in DCOMCNFG o un problema di rete. Molto raramente il problema Ŕ correlato al codice.

La prima cosa da fare consiste nello scrivere le informazioni relative all'ambiente e l'applicazione stessa, ad esempio verso il basso:
  1. Sul computer server:

    Il computer server Ŕ il computer in cui verrÓ eseguita l'applicazione server. Consente di raccogliere i dati seguenti:
    • Sistema operativo e service pack installato.
    • ╚ qualcuno connesso il computer?
    • Se qualcuno Ŕ connesso, che cosa sono i diritti? Sono parte del gruppo Administrators? Si sono connessi come un dominio utente?
  2. Sul computer client:

    Il computer client Ŕ il computer in cui verrÓ eseguita l'applicazione client. Consente di raccogliere i dati seguenti:
    • Sistema operativo e service pack installato.
    • Connesso al computer? ╚ stato sono connessi come Domain User o come un utente locale? Se Ŕ connesso come Domain User che cosa sono i diritti sul computer server? Sono parte degli amministratori gruppo del computer server?
  3. Sull'applicazione server:
    • Con quale linguaggio, la versione e il servizio pack era il server sviluppato?
    • Richiamare il client?
    • Viene generato l'evento? In questo caso, Ŕ protezione DCOM impostare sul computer client per concedere l'account Everyone accesso?
    • Dispone di un'interfaccia utente?
    • ╚ contrassegnato come Esecuzione invisibile all'utente ?
    • Sono impostazione parametri di protezione a livello di programmazione tramite la chiamata delle funzioni quali CoInitializeSecurity o CoSetProxyBlanket ?
  4. Relative all'applicazione client:
    • Con quale linguaggio, la versione e il servizio pack era l'applicazione sviluppata?
    • Sono impostazione parametri di protezione a livello di programmazione tramite la chiamata delle funzioni quali CoInitializeSecurity o CoSetProxyBlanket ?
  5. Sulla rete:
    • Sono il client e i computer server sulla rete locale stessa (LAN)?
    • Sono il client e i computer server collegati tramite Internet, senza firewall e proxy tra di essi?
    • Sono il client e i computer server collegati tramite Internet, con firewall e proxy tra di essi?

Risoluzione dei problemi di base

  1. Verificare che tutte le impostazioni in DCOMCNFG siano appropriati, in base ai dati raccolti in precedenza.
    268550Utilizzo di DCOMCNFG per un'applicazione client/server di Visual Basic DCOM
  2. Se si utilizza Microsoft Windows 95 sul computer client o server, Ŕ necessario verificare che sia stato installato DCOM95 su di esso. ╚ scaricabile DCOM95 dal seguente sito Web:
    http://www.microsoft.com/com/dcom/dcom95/download.asp
  3. Se si utilizza Windows 95, Microsoft Windows 98, Windows Millennium Edition (Me) del computer server, Ŕ necessario affinchÚ il componente di server in esecuzione prima di provare a utilizzare il client. Come un controllo, verificare che il server Ŕ in esecuzione e che Ŕ in attesa di al client di connettersi.
    165101Come utilizzare Windows 95, Windows 98 o Windows Me come server DCOM
  4. Se i computer client e server sono connessi tramite Internet con firewall e proxy tra di essi, DCOM non funziona se Ŕ presente qualsiasi tipo di Address Translation (NAT) in tra di essi. Se Ŕ presente nessuna conversione degli indirizzi, Ŕ necessario configurare questi proxy firewall e per attivare DCOM per comunicare. ╚ possibile trovare numerosi white paper relativi a questo argomento in Microsoft Developers Network (MSDN) o nel seguente sito Web Microsoft:
    http://www.microsoft.com/technet/prodtechnol/windows2000serv/reskit/cnet/cnad_arc_wbak.mspx?mfr=true
    Questo argomento non viene illustrato in questo articolo.

Ulteriori procedure di risoluzione dei problemi

Se hai ancora problemi dopo l'impostazione DCOMCNFG alle impostazioni di destra in base alle caratteristiche dell'ambiente e dell'applicazione, ecco alcuni ulteriori procedure per risolvere il problema:
  1. Utilizzare il gestore di attivitÓ per verificare che il server non Ŕ in esecuzione mentre si apportano modifiche alle impostazioni utilizzando Dcomcnfg. Tutte le impostazioni vengono assegnate a un processo all'avvio rendere, se il server Ŕ in esecuzione mentre si modificano le impostazioni, le nuove impostazioni solo effettive al successivo avvio il server.
  2. Verificare che il server e il client verranno eseguite correttamente nello stesso computer. ╚ sempre consigliabile verificare che il client e server eseguire correttamente localmente, vale a dire sul stesso computer, prima di eseguire in modalitÓ remota.
  3. Controllare se il problema che devono affrontare effettivamente Ŕ un problema DCOM, in genere non Ŕ correlata al codice, o se si tratta di un problema di codifica specifico per l'applicazione. Scopo questo, creare un'applicazione client/server molto semplice con solo uno o due metodi molto semplici. Seguire le procedure di packaging e installazione normale. Se il server genera gli eventi, il piccolo esempio dovrebbe inoltre generare eventi. Per ulteriori informazioni, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportati di seguito:
    266717Creazione di un'applicazione di client/server DCOM utilizzando Visual Basic
    267836Creazione di un client/server DCOM con eventi utilizzando Visual Basic
    In teoria, si dovrebbero utilizzare articoli riportati sopra come indicazione poichÚ Ŕ dettagliate da zero e alla distribuzione e assemblaggio finale. Utilizzare le stesse impostazioni quando si utilizza per l'applicazione e il funzionamento. Se il problema Ŕ correlato a DCOM, Ŕ necessario affrontare gli stessi problemi nell'esempio di piccole dimensioni come nell'applicazione. Mantenere risoluzione del problema con l'esempio di piccole dimensioni, fino a individuare il problema. Se piccola applicazione funziona correttamente ma la propria applicazione non funziona con le stesse impostazioni, quindi possono essere affiancate due problemi:
    • Un elemento nel codice sta creando il problema. Ad esempio, se si accede un database in codice e l'identitÓ del server non dispone di diritti per eseguire questa operazione. Lo stesso problema pu˛ verificarsi se si sta tentando di accedere ai file o creare un'istanza di altri oggetti.
    • Il codice Ŕ corretto, ma si verificano alcuni problemi nel Registro di sistema, ad esempio pi¨ voci al server. Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
      180525PRB: Dcomcnfg report pi¨ copie di un server DCOM
    • Si fa riferimento il computer client al computer server errato. Controllare la scheda posizione in DCOMCNFG sul computer client.Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
      268550Utilizzo di DCOMCNFG per un'applicazione client/server di Visual Basic DCOM
  4. Verificare che hanno fornito e installato correttamente il client e il server. Creazione correttamente i pacchetti di distribuzione Ŕ fondamentale per una corretta installazione.Per ulteriori informazioni su un esempio passo passo sulla creazione di un'applicazione client/server DCOM utilizzando Visual Basic, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    266717Creazione di un'applicazione di client/server DCOM utilizzando Visual Basic
    267836Creazione di un client/server DCOM con eventi utilizzando Visual Basic
  5. Verificare che la rete funzioni correttamente eseguendo il ping del client dal server e il server dal computer client. Sul computer server, aprire una finestra del prompt dei comandi ed eseguire il comando seguente in cui la precedente Nomecomputerclient dovrebbe essere il nome del computer client:
    Ping ClientcomputerName
    se tutto funzioni correttamente, dovrebbero essere visualizzate tre o quattro risposte e l'ora di ogni impiegato. Se viene visualizzato timeout o altri errori, si verificano problemi nell'impostazione della rete e si desidera correggere questi prima di poter continuare. Ripetere i passaggi sul computer client utilizzando nome computer del server stessi.
  6. In DCOMCNFG sul computer client, modificare posizione del server, sostituendo il nome del server con indirizzo IP del server. Se funziona con l'indirizzo IP e non con nome computer del server, quindi pi¨ probabile di problemi con le impostazioni di rete.
  7. Provare a riavviare il server e il client. A volte, alcune impostazioni vengono memorizzate nella memoria e il riavvio dopo modifiche in DCOMCNFG Ŕ stato risolto il problema.
  8. In Windows 95 o Windows 98, utilizzare il protocollo di TCP/IP. Per effettuare questa operazione, rimuovere tutti gli altri protocolli nell'elenco protocolli predefinita in DCOMCNFG.
  9. In genere, se si dispone di un problema DCOM, si verifica un errore quando si tenta di creare un'istanza dell'oggetto remoto chiamando la funzione CreateObject o quando si imposta la variabile oggetto con la parola chiave New. ╚ importante essere in grado di distinguere se viene visualizzato un messaggio di errore a causa per la creazione dell'oggetto stesso o a causa di ci˛ che si sta eseguendo nell'evento Initialize dell'oggetto. Se l'evento di inizializzazione dell'oggetto che si sta tentando di creare un'istanza non dispone di alcun codice, non Ŕ dubbio che l'errore che si desidera ottenere Ŕ correlato a creare un'istanza dell'oggetto. Se, tuttavia, si dispone di codice nell'evento Initialize, ad esempio la connessione a un database o istanze di altri oggetti, Ŕ necessario includere l'intercettazione degli errori all'interno dell'evento di inizializzazione e genera un errore di utente personalizzato. Se si non registrare gli errori all'interno dell'evento di inizializzazione e viene generato un errore, propagato in uscita al client e potrebbe confondere Ŕ. Si potrebbe ritenere che il problema la creazione dell'oggetto quando il problema Ŕ effettivamente il codice di inizializzazione dell'evento.
  10. Se il server Ŕ in esecuzione in Microsoft Windows NT 4 o Microsoft Windows 2000, Ŕ possibile utilizzare il Visualizzatore eventi per reperire ulteriori informazioni di controllo sul motivo per cui la connessione DCOM non Ŕ riuscita. Tuttavia, questi tipo di eventi di registrazione in genere non Ŕ attivato per impostazione predefinita. ╚ necessario impostare le opzioni di controllo per attivarla.

    In Windows NT 4, attivare tali opzioni come segue:

    • Dal menu di avvio scegliere programmi , scegliere Strumenti di amministrazione e quindi selezionare User Manager .
    • Se si utilizza NT 4 server, Ŕ necessario selezionare un dominio, in questo caso, selezionare l'opzione dominio , dal menu utente e quindi selezionare computer locale.
    • Dal menu Policies , selezionare l'opzione di controllo . Attivare il controllo per esito positivo e negativo per le prime tre voci: accesso/fine sessione, file e accesso agli oggetti, utilizzo di diritti utente. Fare clic su OK e chiudere User Manager.

    In Windows 2000, attivare tali opzioni come segue:

    • Dal menu di avvio scegliere programmi , scegliere Strumenti di amministrazione e quindi selezionare Criteri di protezione locali .
    • Nel riquadro a sinistra, Ŕ possibile visualizzare una visualizzazione struttura. Fare clic sul segno pi¨ (+) simbolo a sinistra di Criteri locali e visualizzare la voce di Criterio di controllo . Selezionare la voce Dei criteri di controllo e si noti che il riquadro di destra contiene tutte le opzioni di controllo, cui uno Ŕ attivato e che non Ŕ uno. Facendo clic con pulsante destro del mouse in una di queste opzioni consente di attivare o disattivare.
    • Attivare il controllo per esito positivo e negativo per le opzioni seguenti: Controlla eventi di accesso, Controlla accesso agli oggetti, Controlla uso dei privilegi.
    • Chiudere la finestra Criteri di protezione locali .

    Una volta che Ŕ stato attivato queste opzioni di registrazione, test di nuovo il client. Dopo aver ottenuto il messaggio di errore, utilizzare il Visualizzatore eventi per verificare se esistono gli eventi DCOM. L'evento pu˛ indicare perchÚ Ŕ stato negato l'accesso. Inoltre, Ŕ possibile chiedere informazioni connesso al computer client e se si tratta di un utente di dominio o un utente locale. ╚ possibile verificare che il protocollo richiesto dal client non la disponibilitÓ sul server e cosý via. I registri di COM in genere vengono aggiunti al Registro di sistema.
  11. Se il server dispone di pi¨ di una classe e alcune di queste classi di lavoro e non ad altri, Ŕ possibile controllare ogni voce classe DCOMCNFG sul computer client. Per impostazione predefinita, ogni classe dispone di un proprio AppID e, di conseguenza, le proprie impostazioni, Ŕ possibile che alcune delle classi siano impostate correttamente e altri non sono. Per ulteriori informazioni sull'individuazione del server nell'elenco di applicazione del client, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    268550Utilizzo di DCOMCNFG per un'applicazione client/server di Visual Basic DCOM

Errore in fase di esecuzione 70: Autorizzazione negato

Questo errore Ŕ in genere correlato alle impostazioni di protezione. Questo errore Ŕ una buona indicazione che la chiamata ha raggiunto il computer di destinazione, rete probabilmente non Ŕ un problema. Seguito sono elencati alcuni aspetti da controllare:
  • Se si imposta il livello di autenticazione su connessione , Ŕ necessario verificare che l'utente connesso al computer client Ŕ connesso come un utente di dominio e non un utente locale.
  • Se si imposta il livello di autenticazione per la connessione , verificare che il computer server effettivamente appartiene al dominio. Se si tratta di un computer autonomo, Impossibile autenticare gli utenti a meno che non computer il client e il server disponga di una corrispondente nome utente e password.
  • Se si imposta il livello di autenticazione su Nessuno , Ŕ necessario verificare se Ŕ stata impostata questa opzione su none nei computer client e server.
  • Se si imposta il livello di autenticazione su Nessuno e aver verificato che entrambi i computer attivare l'impostazione corretta, Ŕ necessario che nÚ il client che l'applicazione server Ŕ l'impostazione autenticazione a livello di programmazione mediante funzioni quali CoInitializeSecurity o CoSetProxyBlanket . Impostazione di autenticazione a livello di codice esegue l'override delle voci del Registro di sistema DCOMCNFG.
  • Se si imposta il livello di autenticazione su Nessuno , e sono presenti utenti non di dominio, verificare che si sono stati inclusi "Everyone" (o "The World" per Windows 95 e Windows 98) l'accesso nella e autorizzazioni di avvio.
  • Controllare l'accesso e l'avvio di autorizzazioni in DCOMCNFG e verificare che l'utente connesso al computer client in modo esplicito Ŕ incluso in questi elenchi o appartiene a uno dei gruppi inclusi.
  • Vedere la sezione "Noti problemi di verifica" pi¨ avanti in questo articolo.Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    216051FIX: Dcomcnfg 4.0 SP4 non scrittura nome del file exe in HKCR\APPID

Errore di runtime 429: Il componente ActiveX Impossibile creare un oggetto

Di seguito sono elencati alcuni aspetti che potrebbero causare questo errore:
  • Il server non Ŕ installato correttamente nel computer server. Eseguire DCOMCNFG sul computer server, selezionare l'applicazione server nell'elenco delle applicazioni e quindi scegliere ProprietÓ . Nella scheda percorso , verificare che l'unica opzione selezionata sia di applicazione in esecuzione in questo computer .
  • ╚ possibile ricompilare il server senza compatibilitÓ binaria e non ricompilare il client. Il client pu˛ effettuare la ricerca per ID di classe precedente. Anche se ricompilare il client, si dispone di pi¨ voci di registro di sistema, quelli vecchi e nuovi.Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    180525PRB: Dcomcnfg report pi¨ copie di un server DCOM
  • Nella scheda posizione si stia utilizzando il nome server errato. Ad esempio, sono stati installati il server sul computer server e per qualche motivo che Ŕ definita la posizione in DCOMCNFG ServerB. Eseguire DCOMCNFG sul computer client, individuare il server nell'elenco di applicazioni e quindi scegliere ProprietÓ . Selezionare la scheda ubicazione e quindi verificare che il nome computer server sia corretto. Se non riesce ad individuare il server nell'elenco delle applicazioni, cercare "Individuare il server in elenco di applicazioni del client" nel seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
    268550Utilizzo di DCOMCNFG per un'applicazione client/server di Visual Basic DCOM
  • Vedere anche "Noti problemi di verifica" pi¨ avanti in questo articolo.Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    193143BUG: DCOM client si blocca e fornisce quindi il messaggio di errore 429

Errore 462: Il computer server remoto non esiste o non Ŕ disponibile

Seguenti sono alcune cause per questo messaggio di errore:
  • Nella scheda posizione si stia utilizzando il nome server errato. Ad esempio, il server installato nel server e per qualche motivo Ŕ definita la posizione in DCOMCNFG come ServerB e ServerB non Ŕ un computer valido. Eseguire DCOMCNFG sul computer client, individuare il server nell'elenco delle applicazioni, quindi scegliere il pulsante . Selezionare la scheda ubicazione e quindi verificare che il nome computer server sia corretto. Se non riesce ad individuare il server nell'elenco delle applicazioni, vedere "Individuazione del server elenco di applicazioni del client" nel seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
    268550Utilizzo di DCOMCNFG per un'applicazione client/server di Visual Basic DCOM
  • Eseguire il ping del server dal client e verificare che sia raggiungibile. Anche eseguire il ping del client dal server per verificare se Ŕ raggiungibile. Eseguire il ping per nome e indirizzo IP. Visualizzare l'articolo 5 della sezione "Troubleshooting aggiuntive" di questo articolo.
  • Il server Ŕ in esecuzione in un computer Windows Me, Windows 95, Windows 98 o e il server non Ŕ in esecuzione in attesa di client per la connessione, o invece non Ŕ in esecuzione.Per ulteriori informazioni su questo argomento, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    165101Utilizzo di Windows 95 o Windows 98 come server DCOM
  • Il computer dispone di pi¨ di una scheda di rete.Per ulteriori informazioni su questo argomento, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    183930FIX: IP ╚ alterazione quando si utilizza UDP in computer Multihomed
  • Vedere la sezione "Noti problemi di controllo" di questo articolo.
  • Il computer server non Ŕ in esecuzione o Ŕ ancora in stato di riavvio.

Si blocca il server

Se il server non dispone di un'interfaccia utente, verificare che Ŕ stata selezionata l'opzione Esecuzione automatica . Se non si seleziona di questa opzione, Ŕ possibile che una finestra di messaggio viene viene visualizzata dal server a causa di un errore non intercettato, ad esempio. Se il server non Ŕ in esecuzione con l'identitÓ Utente interattivo , nessuno possibile visualizzare questa finestra di messaggio e il server Ŕ solo in attesa per qualcuno chiudere la finestra, che non si verifica. Utilizzando l'opzione di Esecuzione invisibile all'utente , le finestre di messaggio vengono reindirizzate a un file di registro.

Si blocca client dopo l'installazione

Per ulteriori informazioni su questo argomento, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
185193PRB: Clireg32 Impossibile registrare la libreria dei tipi di server DCOM
221173PRB: Installazione VB6 non aggiorna Clireg32.exe

Problemi noti per il controllo

Seguito Ŕ riportato un elenco di problemi noti che potrebbe ridurre l'installazione. Questi sono documentati in altri articoli di base della Microsoft Knowledge. Gli ID di articolo vengono forniti di seguito. Se si verificano ancora problemi con l'applicazione DCOM dopo aver esaminato la procedura di risoluzione dei problemi in questo articolo e l'elenco dei problemi noti, assicurarsi di cercare la Knowledge Base articoli aggiuntivi che potrebbero non essere incluse in questo articolo.
  1. Il seguente messaggio di errore riguarda le applicazioni server create con Visual Basic 6.0 iniziale Release, precedente al Service Pack 1.
    193143Client DCOM si blocca e fornisce quindi il messaggio di errore 429
  2. Il seguente problema introdotta per in di DCOMCNFG spediti con Service Pack 4 per NT 4.0 e risolto nel Service Pack 6 per NT 4.0. Tuttavia, anche se si dispone giÓ di quella fisso fornito con SP6 ma prima di installare SP6, il server Ŕ stato installato, Ŕ possibile comunque che si verifichino il problema. Il problema Ŕ che DCOMCNFG non include una chiave del Registro di sistema necessari in Hkey_Classes_Root\AppID. Il HKCR\AppID Ŕ la chiave che associa il file eseguibile di un server a proprio AppID. Ad esempio, nel caso di MyServer.exe eseguibile del server, Ŕ necessario una chiave in HKCR\AppID con questo nome. Uno dei valori in questa chiave deve essere AppID che contiene il GUID AppID del server. Vedere istruzioni riportate nell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito su come aggiungere manualmente la voce mancante.
    216051DCOMCNFG 4.0 SP4 non Write exe nome in HKCR\APPID
    La conseguenza di questo errore Ŕ che il sistema ignora tutte le voci personalizzate definite in DCOMCNFG per questo server. Ad esempio, se Ŕ stato definito un elenco di utenti diritti di accesso e avviare il server, e questo elenco include Utente1, ma Ŕ comunque possibile ottenere errore 70 "Accesso negato" quando Utente1 tenta di connettersi al server, probabilitÓ sono avere questo problema. Un altro problema, Ŕ ad esempio, se Ŕ definita l'identitÓ del server come utente interattivo, ma il server possa continuare a comportarsi come se dispone di identitÓ avvio utente - Ŕ l'impostazione predefinita.
  3. Si Ŕ verificato un errore in Clireg32.exe fornito con Visual Basic 5.0. La conseguenza Ŕ che il client di arresto anomalo dopo l'installazione. La versione di Clireg32 fornita con Visual Basic 6.0 presenta questo bug corretto, tuttavia, se si dispone della versione precedente del computer durante l'installazione di Visual Basic 6.0, la procedura di installazione non viene aggiornato il file, in modo da potrebbe avere la versione precedente.

    Clireg32.exe Ŕ un'utilitÓ che registra i file VBR e TLB nel computer client. Quando si crea un pacchetto di distribuzione per un client e si aggiunta automaticamente un file VBR, la distribuzione guidata (pacchetti) di aggiunge Clireg32.exe il pacchetto di distribuzione. Se si dispone della versione non valida di clireg32.exe sul computer di sviluppo, si potrebbe essere distribuita la versione non valida con l'applicazione. Se il computer di destinazione non dispone giÓ di una versione pi¨ recente, questa versione non valida Ŕ quella che viene utilizzato. La versione problemi forniti con Visual Basic 5.0 Ŕ 5.00.3716, data 16/1/1997 12: 00.
    185193Impossibile registrare il server di tipo libreria di DCOM Clireg32
    221173L'installazione di VB6 non aggiorna Clireg32.exe
  4. L'errore riportato di seguito pu˛ causare problemi quando si utilizza DCOM in un computer con pi¨ di una scheda di rete. Un messaggio di errore possibili Ŕ:
    462 Computer server remoto non Ŕ disponibile.
    Per evitare questo problema, Ŕ necessario mantenere solo TCP/IP nell'elenco dei protocolli su questo computer. Questo problema Ŕ risolto in NT4 SP4.
    183930IP Ŕ alterazione quando si utilizza UDP in computer Multihomed
  5. Quando un client COM su un computer Windows NT viene eseguito con un'identitÓ che non pu˛ essere autenticata sul computer remoto, un server COM avviato dal client viene arrestato in circa sei minuti.
    175020Arresto del server COM remoto dopo sei minuti

ProprietÓ

Identificativo articolo: 269330 - Ultima modifica: mercoledý 31 gennaio 2007 - Revisione: 2.5
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Visual Basic 5.0 Enterprise Edition
  • Microsoft Visual Basic Enterprise Edition for Windows 6.0
Chiavi:á
kbmt kbdcom kbhowto KB269330 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 269330
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com