Descrizione del pacchetto cumulativo di hotfix 6 per System Center Data Protection Manager 2010

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 2718797 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Introduzione

In questo articolo vengono descritti i problemi in Microsoft System Center Data Protection Manager (DPM) 2010 sono stati corretti nel pacchetto cumulativo di hotfix 6 per System Center Data Protection Manager 2010.

Questo hotfix cumulativo risolve i seguenti problemi:
  • Backup DPM ha esito negativo per una farm SharePoint di Microsoft con un database con mirroring del contenuto se il nome del server con mirroring inizia con lo stesso nome come nome del server principale. Questo problema si verifica, ad esempio, se il nome del server principale è "Nomecomputer", il nome del server con mirroring è "MachineName1" e il database del contenuto è in un'istanza non predefinita di Microsoft SQL Server.

    Inoltre, viene visualizzato il seguente messaggio di errore:
    Preparare per l'operazione di backup di database SQL Server CONTENT_DB_NAME (con mirroring tra ? SQL principale e MIRROR di SQL) sul principale SQL.Nome di dominio completo è stato arrestato perché questa operazione dipendeva da un'altra operazione di backup che non è riuscita o annullata. (ID 30200)
  • Quando viene modificato il periodo di mantenimento durante una modifica del gruppo di protezione, vengono modificate le date di scadenza per i DataSet validi già scritti su nastro.

    Un gruppo protezione dati è configurato per i punti di ripristino su nastro a lungo termine insieme a personalizzato obiettivi a lungo termine del ripristino. Obiettivo del ripristino 1 ha un intervallo di conservazione inferiore a quella di altri obiettivi del ripristino. In questa configurazione, se il gruppo protezione dati viene modificato per rimuovere ripristino obiettivo 1 e mantenere altri obiettivi del ripristino, i dataset creati da ripristino obiettivo 1 sono loro mantenimento modificato per il periodo di mantenimento degli altri obiettivi di ripristino di emergenza.

    Per evitare questo problema, creare il valore DWORD IsDatasetExpiryDateChangeInModifyPgAllowed nella seguente chiave del Registro di sistema e quindi impostare i dati valore su 0:
    HKLM\Software\Microsoft\Microsoft Data Protection Manager\Configuration\MediaManager
  • I nastri non sono riutilizzabili fino al giorno dopo giorno di scadenza. Ciò vale quanto DPM attenderà fino a mezzanotte per eseguire il processo di recupero che contrassegna i nastri come riutilizzabili. Se un utente desidera utilizzare un nastro per essere riutilizzato nello stesso giorno della sua validità, l'utente deve seguire questa procedura:
    1. Creare la seguente chiave del Registro di sistema:
      HKLM\Software\Microsoft\Microsoft Data Protection Manager\Configuration\MediaManager
    2. Creare il valore DWORD ExpireDatasetOnDayStart 32 bit e quindi impostare i dati valore su 1.
  • DPM non abilita l'esplorazione delle cartelle protette in un server protetto che ha una data valida e l'ora.
  • Un backup su nastro di milioni di file non riesce e viene visualizzato il seguente messaggio di errore:
    ID 998 dettagli: Il parametro è corretto (0x80070057).
  • Nastro colocation con intervalli di conservazione una scadenza alta tolleranza mix. In questo modo i nastri scade prima del previsto.

Informazioni

Informazioni di rollup di aggiornamento rapido

Informazioni sul download

Il seguente file è disponibile per il download dall'area Download Microsoft:

Riduci l'immagineEspandi l'immagine
Download
Download del pacchetto di Rollup 6 per System Center Data Protection Manager 2010

Nota Questo pacchetto cumulativo di hotfix si applica a tutte le versioni supportate di System Center Data Protection Manager 2010.

Per ulteriori informazioni su come scaricare file di supporto Microsoft, fare clic sul numero dell'articolo riportato di seguito per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base:
119591 Come ottenere file di supporto Microsoft dai servizi online
Microsoft analizzati in questo file per individuare eventuali virus. Microsoft ha utilizzato il software antivirus più recente che era disponibile alla data in cui il file è stato registrato. Il file è memorizzato sul server con protezione avanzata che impedisce modifiche non autorizzate al file.

Prerequisiti

Prerequisiti per il pacchetto cumulativo di hotfix sono i seguenti:
  • Per installare questo pacchetto cumulativo su un server DPM 2010 che esegue Windows Server 2008 R2, è necessario disporre del seguente hotfix installati:
    2223201ID evento 82 può essere registrato nel Registro di sistema dopo aver esteso il volume dinamico protetto in un computer basato su Windows 7 o Windows Server 2008 R2
  • Per installare questo pacchetto cumulativo su un server DPM 2010 che esegue Windows Server 2008 o Windows Server 2008 Service Pack 2, è necessario disporre del seguente hotfix installati:
    2279787ID evento 82 possono essere registrate nel Registro di sistema dopo aver esteso il volume dinamico protetto in un computer che esegue Windows Vista o Windows Server 2008

Istruzioni di installazione

Questo pacchetto cumulativo costituito da tre aggiornamenti separati. Per installare ogni aggiornamento, attenersi alla seguente procedura:
  1. Prima di installare qualsiasi aggiornamento, eseguire il backup del database DPM.
  2. Installare il pacchetto sul server che esegue Data Protection Manager 2010. Per effettuare questa operazione, eseguire il file KB2718797.exe DataProtectionManager2010 sul server.

    NotaPotrebbe essere necessario riavviare il server DPM dopo l'installazione di questo pacchetto cumulativo.
  3. Nella Console di amministrazione DPM, aggiornare gli agenti di protezione. Per effettuare questa operazione, utilizzare uno dei metodi descritti di seguito.

    Metodo 1: Aggiornare gli agenti di protezione dalla Console di amministrazione DPM
    1. Aprire la Console di amministrazione DPM.
    2. Scegliere il Gestione scheda, quindi Scegliere il Agenti scheda.
    3. Nel Protetto Computer elenco, selezionare un computer e quindi fare clic su Aggiornamento nel Azione riquadro.
    4. Fare clic su , quindi fare clic su Aggiornare gli agenti.

      NotaRiavviare il computer potrebbe essere necessario per gli aggiornamenti dell'agente.

    Metodo 2: Aggiornare gli agenti protezione nei computer protetti
    1. Ottenere il pacchetto di aggiornamento per la protezione dell'agente dalla directory "Data Protection Manager location\DPM\Agents\RA\3.0.7707.00 di installazione" nel server DPM 2010.
      • Per aggiornamenti basati su x86: i386\1033\DPMAgentInstaller_KB2718797.exe
      • Per aggiornamenti basati su x64: amd64\1033\DPMAgentInstaller_KB2718797_AMD64.exe
      Nota Il pacchetto di DPMAgentInstaller.exe si applica a tutte lingue.
    2. Eseguire il pacchetto appropriato di DPMAgentInstaller.exe in ogni computer protetto.
    3. Aprire la Console di amministrazione Data Protection Manager sul server DPM 2010.
    4. Scegliere il Gestione scheda, quindi Scegliere il Agenti scheda.
    5. Selezionare i computer protetti e quindi verificare che la versione dell'agente è elencata come "3.0.8193.00".

Proprietà

Identificativo articolo: 2718797 - Ultima modifica: giovedì 26 luglio 2012 - Revisione: 2.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft System Center Data Protection Manager 2010
Chiavi: 
kbqfe kbfix kbexpertiseinter atdownload kbsurveynew kbmt KB2718797 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 2718797
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com