Come ripristinare il danneggiamento di archivio informazioni

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 272570 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.

Per un Microsoft Exchange 2000 Server e una versione di Microsoft Small Business Server 2000 di questo articolo, vedere 313184.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo viene descritto come correggere i danneggiamenti archivio di informazioni di Microsoft Exchange Server 5.5 di mediante una procedura di ripristino non in linea.

Nota In questo articolo non descrive i metodi di ripristino di emergenza per altre aree di Exchange Server. Si noti che la procedura descritta in questo articolo non pu˛ correggere tutte le istanze di danneggiamento di archivio informazioni.

Informazioni

Quando danneggiamento si verifica in Exchange Server 5.5, uno dei componenti pi¨ influenzato Ŕ l'archivio informazioni. Danneggiamento consente generalmente di uno qualsiasi dei file di database (edb) del server .Exchange che si trovano nella cartella Exchsrvr\Mdbdata sul server. Uno dei due file Priv.edb file pub.edb o potrebbe essere danneggiato.

Quando l'archivio informazioni Ŕ danneggiato, Ŕ possibile che si verifichi uno o pi¨ dei seguenti sintomi:
  • Non viene avviato il servizio Archivio informazioni di Microsoft Exchange Server.
  • Non Ŕ possibile arrestare l'archivio informazioni.
  • L'archivio informazioni si blocca e il livello di utilizzo della CPU rimane su 100 %.
  • I client non Ŕ possibile recuperare o inviare messaggi di posta elettronica. Il problema persiste anche quando si interrompere e riavviare l'archivio informazioni.
  • Quando si tenta di ripristinare i database di Exchange Server da un backup non in linea e quindi si esegue l'utilitÓ di integritÓ di archivio informazioni (ISINTEG), che Ŕ visualizzato il seguente messaggio di errore:
    Errore 4294966746: JET_errDatabaseInconsistent
La procedura descritta in questo articolo si basa su uno scenario a server singolo, singolo sito in cui si verificano le seguenti condizioni:
  • Non viene utilizzato un connettore sito.
  • Esiste una copia non in linea di pub.edb e Priv.edb.
  • Non viene utilizzato un server di gestione chiavi.
  • Il server Ŕ in esecuzione Microsoft Small Business Server 4.5. Tuttavia, i principi possono applicare alla maggior parte degli altri computer Exchange Server 5.5 impostati in una configurazione singola organizzazione, sito singolo.
Nota Il programma di installazione non Ŕ progettata per ripristinare le impostazioni del connettore.

Risoluzione dei problemi

Per isolare il danneggiamento di archivio informazioni e per ripristinare gli archivi informazioni pubblici e privati, attenersi alla seguente procedura.

Nota Prima di eseguire questa procedura, controllare che che possibile i file di dati da un'altra origine. Ad esempio, se si utilizza un database del server di piccole dimensioni (inferiore a 1 GB), creare una copia dei file pub.edb e Priv.edb. Per i database pi¨ grandi, della se non si dispone di spazio su disco insufficiente per copiare i file, utilizzare un'altra utilitÓ di archiviazione non in linea o di un sistema di backup su nastro quantitÓ di risorse.

Per risolvere l'archivio informazioni:
  1. Provare ad avviare l'archivio informazioni. Prendere nota di eventuali messaggi di errore o di eventuali messaggi di ID evento che si verificano.
  2. Utilizzare lo strumento della riga di comando di Eseutil.exe per controllare la coerenza delle informazioni di database dell'archivio. Se un database risulta coerenza, tutti i file registro vengono salvati nell'archivio. Se il database non risulta coerenza, il database potrebbe non essere danneggiato. Ad esempio, i file di registro potrebbero risultare commii al database ancora. Per verificare la coerenza di informazioni pubblico e privato database dell'archivio, digitare i seguenti comandi al prompt dei comandi e premere INVIO dopo ciascuna riga:
    c:\exchsrvr\bin > eseutil /mh\mdbdata\priv.edb

    c:\exchsrvr\bin > eseutil /mh\mdbdata\pub.edb
    Nota Nell'esempio si presuppone che si esegue lo strumento della riga di comando di Eseutil.exe dalla cartella ExchSrvr\Bin e che i file con estensione edb si trovano nella cartella ExchSrvr\Mdbdata.

    Per verificare che il file .edb sia coerenza, Ŕ possibile controllare l'output viene visualizzato nella "State" riga nell'output. Per inviare l'output del comando direttamente in un file di testo, modificare la riga di comando nel modo seguente:
    c:\exchsrvr\bin > eseutil /mh\mdbdata\priv.edb >txt mypriv

    c:\exchsrvr\bin > eseutil /mh\mdbdata\pub.edb >txt mypub
    Per visualizzare il testo direttamente sullo schermo, digitare | ulteriori in fondo il comando.

    Se i file pub.edb e Priv.edb nella cartella ExchSrvr\Mdbdata non si trovano nella stessa unitÓ della cartella ExchSrvr\Bin che eseguono il comando, sostituire "...\mdbdata\priv.edb "parte del comando con il percorso completo dei file Priv.edb e i file pub.edb. Se i file Priv.edb e Pub.edb sono coerenti, andare al passaggio 6.

    Se uno dei database Ŕ incoerente, provare a eseguire un ripristino software, i file per verificare se esistono copie dei file registro memorizzati nella cartella Mdbdata. Se non si dispone di file di registro, non Ŕ possibile completare il processo di ripristino software. Quando si esegue un ripristino software, i registri di cui non Ŕ stato eseguito il commit vengono salvati database dell'archivio informazioni.

    Per iniziare un ripristino software, Ŕ necessario digitare i comandi seguenti al prompt dei comandi. Il primo comando avvia un ripristino software per l'archivio informazioni privato. Il secondo comando avvia un ripristino software per l'archivio informazioni pubblico:
    c:\exchsrvr\bin > eseutil /r /ispriv

    c:\exchsrvr\bin > eseutil /r /ispub
    Questo comando consente di ripristinare i database (se i database sono completamente recuperabili). Per verificare questo comportamento, ripetere questo passaggio e quindi eseguire di nuovo il comando di eseutil /mh . Se la riga "State" dell'output viene modificato in "Coerenti" per entrambi l'archivio informazioni pubblico e privato, andare al passaggio 6.
  3. Se il comando eseutil /r non viene ripristinato i database uno stato coerente e uno dei database Ŕ incoerente, Ŕ possibile utilizzare lo strumento di Eseutil.exe per eseguire un ripristino forzato.

    Nota Quando si utilizza il comando riportato di seguito, alcuni dati di Exchange Server, inclusi i messaggi contenuti in file di registro non sono ancora salvati nel database di archivio informazioni potrebbero andare perdute. Il comando riportato di seguito Ŕ un disco rigido o un comando ripristino stato forcible. Consente di utilizzare solo questo comando se gli archivi informazioni pubblico o privato non restituiscono a uno stato coerente dopo aver eseguito il passaggio 2 pi¨ indietro in questo articolo.

    Per eseguire un ripristino forzato, attenersi alla seguente procedura:
    • Per ripristinare uno stato coerente Priv.edb, digitare il seguente comando al prompt dei comandi e premere INVIO:
      c:\exchsrvr\bin > eseutil /p /ispriv
    • Per ripristinare uno stato coerente pub.edb, digitare il seguente comando al prompt dei comandi e premere INVIO:
      c:\exchsrvr\bin > eseutil /p /ispub
    Per ulteriori informazioni sulle conseguenze dell'esecuzione di una "" riparazione di un database di Exchange, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
    259851Implicazioni dell'esecuzione del comando eseutil /p o edbutil /d /r in Exchange
  4. Eliminare tutti i file .log e .chk ExchSrvr\Mdbdata la cartella sul server. Inoltre, se il file di Temp.edb esiste nella cartella ExchSrvr\Mdbdata, eliminarlo.
  5. Avviare il servizio Archivio informazioni Microsoft per verificare che i database sono funzioni. Quando si conferma che il servizio Archivio informazioni si avvia correttamente, Ŕ necessario arrestare il servizio Archivio informazioni.

    Nota Se non si avvia il servizio Archivio informazioni di Exchange, Ŕ necessario verificare che il database sia in uno stato coerente. Per effettuare questa operazione, vedere il passaggio 2 pi¨ indietro in questo articolo.
  6. Deframmentare il database che appena riparato. Per effettuare questa operazione:

    Nota ╚ necessario uno spazio disponibile sul disco rigido pari al 110 % delle dimensioni del database che si desidera deframmentare.
    • Per deframmentare Priv.edb, digitare il seguente comando al prompt dei comandi e premere INVIO:
      c:\exchsrvr\bin > eseutil /d /ispriv
    • Per deframmentare pub.edb, digitare il seguente comando al prompt dei comandi e premere INVIO:
      c:\exchsrvr\bin > eseutil /d /ispub
      Nota Se database archivio informazioni pubblico e privato sono di grandi dimensioni, questo passaggio potrebbe richiedere tempo.

      Se viene visualizzato un messaggio di errore che indica che non Ŕ disponibile spazio su disco rigido sufficiente per eseguire il comando, copiare la cartella ExchSrvr\Bin in un'unitÓ con spazio e quindi eseguire il comando da tale posizione. Per ulteriori informazioni su come risolvere questo messaggio di errore, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
      192185Come deframmentare con l'utilitÓ Eseutil (Eseutil.exe)
  7. Utilizzare lo strumento della riga di comando Isinteg.exe per ripristinare pub.edb e Priv.edb. Questa utilitÓ esegue un test su tutte le aree del tutti i database e i risultati. Tenta anche di risolvere qualsiasi problema che incontra.
    • Per correggere Priv.edb, digitare il seguente comando al prompt dei comandi e premere INVIO:
      c:\exchsrvr\bin > isinteg - pri - fix - test alltests
    • Per correggere pub.edb, digitare il seguente comando al prompt dei comandi e premere INVIO:
      c:\exchsrvr\bin > isinteg - pub - fix - test alltests
    Viene visualizzato un rapporto di riepilogo che indica il numero di test che sono stati eseguiti, il numero di avvisi, il numero di errori trovati, il numero di correzioni cercato e il tempo che necessario per l'esecuzione del programma. Se sono presenti tutti gli avvisi, errori o correzioni, eseguire nuovamente il comando. Ripetere questo passaggio fino a quando non esistono gli avvisi, errori o correzioni.

    Nota In alcuni casi, vengono segnalate errori, avvisi o correzioni stesso ogni volta che si esegue il programma. Se viene visualizzato lo stessi avvisi, errori o correzioni tre volte in una riga, passare per il passaggio successivo. Gli errori causati da un allegato di posta elettronica danneggiato o qualcosa di simile. Gli errori di ripetizioni non impediscono l'avvio dell'archivio informazioni. Se Ŕ possibile avviare l'archivio informazioni, se Ŕ stabile e se gli errori e i messaggi di avviso continuano a essere segnalato dopo avere eseguito Isinteg.exe pi¨ volte, utilizzare lo strumento Exmerge.exe per ripristinare l'archivio informazioni. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo di Exmerge.exe, vedere la sezione "Per utilizzare lo strumento Exmerge.exe" pi¨ avanti in questo articolo.
  8. Provare ad avviare il database dell'archivio informazioni. Se l'archivio informazioni viene avviato, andare al passaggio 9. Se non si avvia l'archivio informazioni e viene visualizzato un messaggio di errore-1011, Ŕ necessario ripristinare pub.edb e Priv.edb a uno stato riconoscibile dall'archivio informazioni. A tale scopo, digitare il seguente comando al prompt dei comandi e premere INVIO:
    c:\exchsrvr\bin > isinteg - patch
    Nota Quando si esegue questo comando Ŕ necessario eseguire il servizio directory di Microsoft Exchange. Questo comando funziona per il pubblico e i database privati.

    Questo comando funziona per il pubblico e i database privati. Non si dispone completare questo passaggio se Ŕ giÓ stato effettuato un ripristino in linea dei dati. Tuttavia, se viene visualizzato un messaggio di errore-1011 quando si tenta di avviare l'archivio informazioni, Ŕ necessario completare questo passaggio.
  9. Riavviare l'archivio informazioni.
  10. Eseguire Directory Service/Information Store (DS / IS) Consistency Adjuster. Per ulteriori informazioni su come effettuare questa operazione, vedere il "utilizzo di Directory Service/Information Store (DS / IS) sezione regolazione della coerenza pi¨ avanti in questo articolo. DS / IS Consistency Adjuster utilizzato in scenari di ripristino di emergenza in cui non Ŕ possibile ripristinare la cartella al computer di ripristino o in cui l'archivio informazioni (file Priv.edb o Pub.edb file) viene copiato un computer di ripristino con un nome che Ŕ diverso da quello del server originale. Se non si perde il servizio di directory o non Ŕ reinstallare Exchange Server in una nuova cartella, non Ŕ necessario eseguire questo strumento.

    Nota Se si utilizza questo strumento e si dispone pi¨ siti all'interno dell'organizzazione di server o pi¨ server del sito di Exchange Server, le cartelle pubbliche pu˛ essere spostate in modo imprevisto.
Per ulteriori informazioni su DS / IS Consistency Adjuster, fare clic sul seguente numero per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
182979Funzione e gli effetti dell'esecuzione del servizio directory / IS Consistency Adjuster.

Utilizzare DS / IS Consistency Adjuster

Per eseguire il server di Exchange Consistency Adjuster:
  1. Avviare il programma di amministrazione di Exchange Server.
  2. Espandere configurazione , espandere il nodo server e quindi fare clic su ServerName.
  3. Dal menu file , fare clic su ProprietÓ , quindi sulla scheda Avanzate .
  4. Fare clic su Consistency Adjuster fare clic per selezionare tutte le caselle di controllo in operazioni e quindi fare clic su OK .
DS / IS Consistency Adjuster viene eseguito in entrambi gli archivi informazioni pubblici e privati.

Se si esegue questa operazione di ripristino su un altro server o se si rimuovere e reinstallare il server su questo server e non dispongono di una copia di lavoro dell'archivio della directory (Dir.edb), sono disponibili due metodi per il ripristino delle cassette postali degli utenti. Per entrambi questi metodi, sarÓ necessario ricreare le liste di distribuzione e di un appartenenza a tali liste di distribuzione sono andate perse.

Metodo 1

Se Ŕ possibile accedere gli account utente, avviare il programma di amministrazione di Exchange Server e quindi fare clic su Estrai elenco di Account Windows NT dal menu Strumenti . Assicurarsi di estrarre l'elenco degli utenti dal dominio e non dal computer locale. Questa procedura consente di creare un file che contiene un elenco di tutti i Windows NT gli utenti.

Dopo avere creato il file, dal menu Strumenti , fare clic su Directory Import . Quando si importa questo elenco, vengono ripristinate tutte le cassette postali destinatario. Si desideri eseguire la / IS Consistency Adjuster nuovamente dopo aver eseguire questo passaggio.

Metodo 2

Se non si dispone di accesso agli account utente Windows per questi destinatari, Ŕ necessario ricreare manualmente tutti gli account di utente Windows NT con lo stesso nome utente. Dopo aver eseguito questa operazione, avviare il programma di amministrazione server di Exchange e quindi fare clic su Estrai elenco di Account Windows NT dal menu Strumenti . Assicurarsi di estrarre l'elenco degli utenti dal dominio e non dal computer locale. Questa procedura consente di creare un file che contiene un elenco di tutti i Windows NT gli utenti.

Dopo il file viene creato dal menu Strumenti , fare clic su Directory Import . Quando si importa questo elenco, vengono ripristinate le cassette postali di tutti i destinatari ?.

Dopo aver completato uno di questi metodi, se la cassetta postale non Ŕ stata ripristinata, potrebbe essere creato un account utente che ha un nome che Ŕ diverso dal precedente server destinatario.

A questo punto, Ŕ possibile che il server per funzione e agli utenti in grado di recuperare la posta elettronica.

Utilizzare lo strumento Exmerge.exe

Se l'archivio informazioni viene avviato, ma esistono altri problemi che Ŕ necessario risolvere i problemi, utilizzare lo strumento Exmerge.exe per esportare le cassette postali tutti il degli utenti in file con estensione pst. Dopo aver eseguito questa operazione, Ŕ necessario unire i file pst per le cassette postali utente in un nuovo file Priv.edb. Se si utilizza archiviazione non in linea per la posta (file con estensione ost), Ŕ necessario spostare i file ost in un file pst prima di iniziare questa procedura per evitare di perdere i dati con estensione ost. Si noti che il Exmerge.exe solo lo strumento consente di spostare le cassette postali degli utenti. Non Ŕ possibile utilizzare ExMerge.exe per spostare specifiche proprietÓ di configurazione di server ad esempio le impostazioni del connettore, impostazioni di Microsoft Outlook o le regole sul lato client. Non Ŕ possibile utilizzare ExMerge.exe per spostare l'appartenenza a tali liste di distribuzione o cartelle pubbliche, liste di distribuzione. Se si tenta di questa procedura, Ŕ necessario ricreare o riconfigurare manualmente le liste di distribuzione. Questa procedura elimina anche l'archivio di istanza singola per i messaggi fino a che punto. Di conseguenza, Exchange database server corre il rischio di aumenta notevolmente.

Per ulteriori informazioni di Exmerge.exe strumento, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
174197Informazioni sul programma Microsoft Exchange Mailbox Merge
Per scaricare lo strumento Exmerge.exe, il seguente sito Microsoft Web:
http://download.microsoft.com/download/exch55/utility/q224493/nt4alpha/en-us/iloveyouhlpi.zip
Nota Questa versione di Exmerge.exe Ŕ stato pubblicamente utilizzata per gestire il virus "Amore bug". ╚ per questo motivo il pacchetto di download Ŕ denominato Iloveyouhlpi.zip.

Dopo scaricato e di estrarre il Exmerge.exe UtilitÓ, eliminare il file Exmerge.ini in cui si trova la cartella in cui Ŕ stato estratto i file. Questa procedura impedisce gli errori durante l'esecuzione di the Exmerge.exe utility.
  1. Assicurarsi che gli utenti sono non in esecuzione un client di posta elettronica programma e l'accesso a messaggi di posta elettronica sul server.
  2. Eseguire Exmerge.exe mediante il passaggio 1 del processo di stampa unione in due passaggi e quindi immettere tutti gli utenti.
  3. Una volta completato l'operazione di Exmerge.exe, arrestare il servizio di archivio informazioni di Exchange Server.
  4. Rinominare i file pub.edb e Priv.edb nella cartella ExchSrvr\Mdbdata sul server. Eliminare tutti i altri file in questa cartella. Assicurarsi di non eliminare i file pub.edb e Priv.edb Ŕ stato rinominato fino a dopo che l'unione completata.
  5. Riavviare l'archivio informazioni di Exchange Server servizio.
  6. In un computer client, avviare Outlook e quindi inviare un messaggio di posta elettronica a tutti gli utenti nella Rubrica di indirizzi globale di Exchange Server.

    Nota Se non si completa questo passaggio, il passaggio 2 del processo di merge in due passaggi non mostra che esistono le cassette postali disponibili per ripristinare il Exmerge.exe.
  7. Eseguire Exmerge.exe mediante il passaggio 2 del processo di stampa unione in due passaggi e quindi immettere tutti gli utenti. Una volta completato questo processo, le cassette postali di Exchange Server vengono spostati messaggi di posta elettronica sono stati precedentemente memorizzati in file pst.
Ora Ŕ un nuovo file Priv.edb contiene nuove copie di tutti i messaggi di posta elettronica.

Per ulteriori informazioni sul ripristino le informazioni di Exchange Server Ŕ possibile archiviare, fare clic sui seguenti numeri per visualizzare gli articoli della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
231299Archivio informazioni restituisce l'errore specifico del servizio 335544375
162354DS_E_COMMUNICATIONS_PROBLEM eseguire ISINTEG - PATCH
172813Risoluzione dei problemi di utilizzo elevato della CPU per Store.exe
242364Archivio informazioni non viene avviato dopo una deframmentazione non in linea con 4294966277
219419Informazioni archivio si arresta in modo imprevisto e non pu˛ essere riparato
259688Come utilizzare l'utilitÓ ExMerge per estrarre i dati da un archivio informazioni privato danneggiato

Per ulteriori informazioni sul ripristino di emergenza di Exchange, vedere il white paper di emergenza di Exchange 5.5. A scopo scopo visitare il seguente sito Web Microsoft:
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=df586628-3abe-40c3-8e8f-beb4122de3d7
Per ulteriori informazioni sulle utilitÓ Isinteg.exe ed Eseutil.exe, vedere i documenti Eseutil.rtf e Isinteg.rtf che si trovano nella cartella ExchSrvr\Server\Support\Utils del CD di Exchange Server.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 272570 - Ultima modifica: venerdý 26 ottobre 2007 - Revisione: 11.3
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Exchange Server 5.5 Standard Edition
  • Microsoft BackOffice Small Business Server 4.5
Chiavi:á
kbmt kbproductlink kbdownload kberrmsg kbhowto KB272570 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 272570
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com