HOWTO: Consente di inserire nuovi valori per una colonna di tipo Uniqueidentifier in SQL Server CE

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 274189 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

SQL Server 2000 Windows CE Edition supporta il tipo di dati di tipo uniqueidentifier . Per impostazione predefinita, la funzione NEWID di SQL Server non viene utilizzata per generare un valore univoco per la colonna uniqueidentifier in SQL Server CE. Tuttavia, l'attributo ROWGUIDCOL per una colonna Ŕ stata overload per indicare che deve essere generato un valore predefinito. Questo comportamento Ŕ specifico per SQL Server 2000 Windows CE Edition.

Informazioni

Applicazioni che creare una nuova tabella con la colonna uniqueidentifier in un database di SQL Server CE o che sottoscrive una pubblicazione per scaricare una tabella di replica da SQL Server 2000 (che include una colonna di tipo uniqueidentifier ) potrebbe essere necessario aggiungere nuove righe alla tabella.

Tuttavia, SQL Server CE, consente comunque di creare una tabella con una colonna di tipo uniqueidentifier e inserire dati utilizzando le soluzioni alternative descritte di seguito:

  • Inserire manualmente un valore binario a 16 byte formattato nell'istruzione, come descritto nell'argomento INSERT in linea di SQL Server CE documentazione:
    Le colonne create con il tipo di dati uniqueidentifier memorizzare valori binari di 16 byte appositamente predisposto. Durante un'operazione di inserimento, le variabili con tipo di dati di tipo uniqueidentifier e stringa costanti nel formato xxxxxxxx-xxxx-xxxx-xxxx-xxxx-xxxxxxxxxxxx (36 caratteri compresi trattini, dove x Ŕ una cifra esadecimale nell'intervallo 0-9 o a-f) possono essere utilizzate per colonne di tipo uniqueidentifier . Ad esempio, 6F9619FF-8B86-D011-B42D-00C04FC964FF Ŕ un valore valido per una variabile di tipo uniqueidentifier o una colonna.
  • L'attributo ROWGUIDCOL per una colonna uniqueidentifier Ŕ stato overload per indicare che deve essere generato un valore predefinito.

    ╚ qui un codice di esempio che illustra la modalitÓ di funzionamento:
    
     Create table test1(col1 int, col2 uniqueidentifier rowguidcol)
    
     Insert into test1 (col1) values (1)
    
     Select * from test1
    					

    Utilizzando la replica, o di accesso ai dati remoti (RDA) se la tabella sul server include l'attributo ROWGUIDCOL impostata ON per la colonna, quindi Ŕ possibile impostare la colonna su SQL Server CE con la l'attributo ROWGUIDCOL e un SQL Server CE crea il valore GUID per l'istruzione INSERT.

    Questa soluzione Ŕ valida solo per la versione corrente di SQL Server CE e non di inoltro compatibile con SQL Server. In SQL Server 2000, la proprietÓ ROWGUIDCOL non genera automaticamente i valori per nuove righe inserite nella tabella. Questa soluzione potrebbe non essere applicabile nelle future versioni. Inoltre, in una tabella solo pu˛ includere una colonna ROWGUIDCOL.

    La proprietÓ ROWGUIDCOL non garantisce l'univocitÓ dei valori archiviati nella colonna. Pertanto, Ŕ possibile inserire pi¨ volte lo stesso formato a 16 byte binario valore a una colonna uniqueidentifier manualmente. Se Ŕ necessario garantire l'univocitÓ, Ŕ possibile creare un indice univoco in tale colonna.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 274189 - Ultima modifica: lunedý 12 luglio 2004 - Revisione: 1.2
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft SQL Server 2000 Windows CE Edition
Chiavi:á
kbmt kbgrpdssqlce kbhowto kbsqlserv2000 KB274189 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 274189
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Dichiarazione di non responsabilitÓ per articoli della Microsoft Knowledge Base su prodotti non pi¨ supportati
Questo articolo Ŕ stato scritto sui prodotti per cui Microsoft non offre pi¨ supporto. L?articolo, quindi, viene offerto ?cosý come Ŕ? e non verrÓ pi¨ aggiornato.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com