Configurazione di un elenco di ricerca suffissi di dominio sui client DNS (Domain Name System)

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 275553 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo viene descritto come automatizzare il processo di configurazione dell'elenco di ricerca suffissi di dominio sui client DNS (Domain Name System).

Non viene indicato quando è necessario configurare l'elenco di ricerca suffissi di dominio su un client, ma solo come distribuire l'elenco su vasta scala.

Informazioni

Nel normale processo di risoluzione dei nomi per Microsoft Windows 2000 viene utilizzato il suffisso DNS primario e gli eventuali suffissi DNS specifici per la connessione. Se questi suffissi non funzionano, il processo di risoluzione dei nomi tenta di effettuare la devoluzione del suffisso DNS primario.

Se su un client viene configurato un elenco di ricerca suffissi di dominio, verrà utilizzato solo quell'elenco. Non vengono utilizzati il suffisso DNS primario e qualsiasi suffisso DNS specifico per la connessione, né viene effettuato il tentativo di devoluzione del suffisso primario. L'elenco di ricerca suffissi di dominio è una tecnica a livello amministrativo alternativa a tutti i meccanismi di ricerca DNS (Domain Name Resolver) standard.

Per ulteriori informazioni sulla modalità di utilizzo dei suffissi DNS, vedere l'argomento relativo alla configurazione delle impostazioni dei client nella Guida di Windows 2000 (disponibile nella cartella Rete/DNS/Concetti/Utilizzo del DNS/Gestione dei client/).

Push dell'elenco di ricerca suffissi dominio ai client DNS

Per effettuare il push dell'elenco di ricerca suffissi di dominio ai client DNS sono disponibili i seguenti metodi di distribuzione:
  • Regini.exe. È possibile utilizzare lo strumento Regini.exe disponibile nel Resource Kit di Microsoft Windows 2000 per inserire l'impostazione dell'elenco di ricerca suffissi di dominio nel Registro di sistema. Nella sezione "Script Regini di esempio" di questo articolo è riportato uno script di esempio per questo strumento.
  • Installazione automatica. Le impostazioni relative all'elenco di ricerca suffissi di dominio possono essere popolate nel corso di un'installazione automatica. Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    178277 Impostazione dell'elenco di ricerca suffissi di dominio DNS durante un'installazione automatica
Non è possibile utilizzare i seguenti metodi di distribuzione per effettuare il push dell'elenco di ricerca suffissi di dominio ai client DNS:
  • DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol). Non è possibile configurare DHCP per l'invio di un elenco di ricerca suffissi di dominio. Questa operazione non è attualmente supportata dal server Microsoft DHCP.
  • Netsh (Netshell). Nell'utilità Netsh non è disponibile alcun comando per l'impostazione o la modifica dell'elenco di ricerca suffissi di dominio.
  • Criteri di gruppo. Nei Criteri di gruppo di Windows 2000 non è disponibile alcun meccanismo per la distribuzione dell'elenco di ricerca suffissi di dominio. Questa funzionalità è tuttavia disponibile in Windows Server 2003.
    Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    294785 Nuovi Criteri di gruppo per DNS in Windows Server 2003
  • Microsoft Visual Basic Scripting Edition (VBScript). Non sono disponibili API (Application Programming Interface) che consentano di creare script per modificare l'elenco di ricerca suffissi di dominio.

Script Regini di esempio

Creare un file di testo con le seguenti due righe di testo e salvarlo con il nome Suffix.txt. La spaziatura nell'esempio seguente deve essere riportata esattamente come indicato, dove adatum.xxx indica un suffisso di dominio. È possibile specificare un massimo di sei suffissi di dominio. L'ordine di ricerca viene applicato da sinistra a destra.
\Registry\Machine\System\CurrentControlSet\Services\TCPIP\Parameters
SearchList="testadatum.com,test2adatum.net,test3adatum.gov"
Copiare i file Regini.exe e Suffix.txt nel percorso precedente ed eseguire il comando regini.exe suffix.txt.

Dopo che lo script avrà aggiornato il Registro di sistema, è necessario riavviare il computer per consentire l'aggiornamento delle impostazioni.

Per eseguire lo script è necessario disporre dell'autorizzazione di accesso al computer a livello amministrativo o di sistema.

Nota Un metodo alternativo consiste nell'utilizzare Microsoft Windows Script Host:
  1. Creare un file con estensione vbs, ad esempio C:\add.vbs.
  2. Aggiungere al file le seguenti due righe:

    SET WSHShell = CreateObject("WScript.Shell")
    WSHShell.RegWrite "HKLM\System\CurrentControlSet\Services\TCPIP\Parameters\SearchList", "testadatum.com,test2adatum.net,test3adatum.gov", "REG_SZ"

    (la seconda riga inizia con "WSHShell.RegWrite" e termina con "REG_SZ")
  3. Fare doppio clic sul file per eseguirlo oppure digitare C:\add.vbs a un prompt dei comandi.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
312468 Come richiedere opzioni DHCP aggiuntive a un server DHCP

Proprietà

Identificativo articolo: 275553 - Ultima modifica: giovedì 5 ottobre 2006 - Revisione: 5.2
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Windows 2000 Server
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
  • Microsoft Windows 2000 Professional Edition
Chiavi: 
kbdns kbenv kbhowto KB275553
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com