Note sulla versione di Exchange 2000, parte II

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 277845 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo Ŕ stato archiviato. L?articolo, quindi, viene offerto ?cosý come Ŕ? e non verrÓ pi¨ aggiornato.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo fa parte due di un articolo di due parti che contiene le note sulla versione per Exchange 2000 Server. Per visualizzare la prima parte, fare clic su articolo numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
277844Note sulla versione di 2000 di Exchange, la parte I

Informazioni

Cartelle pubbliche

Lo strumento di replica tra organizzazioni delle cartelle pubbliche funziona solo con le strutture di cartelle pubbliche MAPI

Lo strumento di replica tra organizzazioni delle cartelle pubbliche costituito da due applicazioni, uno per configurare la replica (Exscfg.exe) e uno da utilizzare con Exchange (Exssrv.exe). Questi strumenti si disponibili nel CD di Microsoft Exchange 2000 Server nella cartella support/Exchsync. Le due applicazioni che costituiscono lo strumento di replica tra organizzazioni delle cartelle pubbliche funzionano solo per la struttura di cartelle pubbliche MAPI predefinito.

Non viene inviato alcun avviso di quota per le cartelle della struttura di cartelle pubbliche generale

Tutte le nuove cartelle pubbliche della struttura cartelle si crea, che esiste all'esterno della gerarchia di cartelle pubbliche MAPI predefinito, sono denominate strutture di cartelle pubbliche di interesse generale. Se si imposta l'opzione Invia avviso A (kb) in una struttura di cartelle pubbliche di interesse generale, nessun messaggio di avviso verrÓ inviato all'amministratore se Ŕ soddisfatta o superato il limite di registrazione. Inoltre, una volta raggiunta la quota, Impossibile creare nuovi elementi.

Problemi relativi a gerarchie di cartelle pubbliche alternative in un ambiente misto

In Exchange 2000, Ŕ possibile creare nuove gerarchie di cartelle pubbliche, e ciascuna gerarchia di cartelle pu˛ essere rappresentato da un proprio database in Web Storage System. Tuttavia, i database di cartelle pubbliche alternative non vengono replicati in un ambiente misto se i messaggi di replica vengono inviati in qualsiasi momento tramite un Internet Mail Connector di Exchange Server 5.5. Inoltre, posta elettronica non verrÓ recapitato a una cartella pubblica in una gerarchia di cartelle pubbliche alternative se la cartella pubblica non Ŕ una replica nel sito locale o gruppo amministrativo, e se i siti utilizzano tutti i connettori di Exchange Server 5.5.

Aggiunta di utenti non abilitati per posta elettronica o gruppi a una cartella pubblica ACL nasconde il contenuto

Se si aggiunge un elenco di controllo di accesso (ACL) nella gerarchia di cartelle pubbliche MAPI che concede l'accesso a un utente o gruppo che non Ŕ abilitato all'utilizzo della posta elettronica e la gerarchia viene replicata in un computer Exchange Server 5.5, non sarÓ possibile visualizzare il contenuto della cartella pubblica MAPI. Per consentire agli utenti visualizzare il contenuto della gerarchia di cartelle pubbliche MAPI, rimuovere l'utente non abilitato all'utilizzo della posta elettronica dall'ACL dei comandi.

Per verificare la coerenza di autorizzazione:
  1. In Exchange il programma di amministrazione di server, fare clic con il pulsante destro del mouse sul server che si esegue l'aggiornamento e scegliere ProprietÓ .
  2. Nella scheda Avanzate selezionare la casella di controllo di Regolazione della coerenza .
  3. Consente di verificare che le seguenti caselle di controllo siano selezionate:
    • rimuovere gli account utente sconosciuto da autorizzazioni cassetta postale
    • rimuovere gli account utente sconosciuto da autorizzazioni delle cartelle pubbliche
  4. Nella finestra di dialogo che viene visualizzato un avviso di cartelle pubbliche rehoming fare clic su OK . Se non Ŕ stato selezionato l'opzione Sincronizza con la directory e reimpostare che il valore di server principale per le cartelle pubbliche presenti in siti sconosciuti , le cartelle pubbliche non verranno spostate.

Archivio di cartelle pubbliche non mantenute le impostazioni di replica

Dopo avere aggiornato un server di cartelle pubbliche da Exchange Server 5.5 a Exchange 2000, le pianificazioni di replica personalizzate e il limite di impostazione vengono persi. Se Ŕ stato configurato il computer Exchange Server 5.5 per l'utilizzo delle impostazioni di replica di personalizzazione di sempre intervallo di replica o limite messaggi di replica , sarÓ necessario reimpostare manualmente queste impostazioni nel gestore di sistema di Exchange.

Per reimpostare i limiti di replica:
  1. In Exchange gestore di sistema, passare l'archivio di cartelle pubbliche.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'archivio cartella pubblica e quindi fare clic su ProprietÓ .
  3. Nella scheda replica , in limiti di intervallo di replica e limiti dei replica di dimensione dei messaggi , aggiungere le impostazioni personalizzate.

Limitando la creazione di cartelle pubbliche principali

Per impostazione predefinita, tutti gli utenti nell'organizzazione di Exchange possono creare cartelle pubbliche principali. ╚ possibile modificare manualmente queste autorizzazioni in ADSI Edit.

Per negare a tutti gli utenti il diritto di creare cartelle principali:
  1. Fare clic su Start , scegliere programmi , quindi Strumenti di supporto di Windows 2000 , scegliere Strumenti di e quindi scegliere Modifica ADSI .

    Nota ADSI Edit, uno strumento di supporto di Windows 2000, Ŕ disponibile nella cartella Support\Tools sul CD di Windows 2000. Per ulteriori informazioni su ADSI Edit, vedere la documentazione di Windows 2000.
  2. In ADSI Edit, fare doppio clic sul Contenitore di configurazione , fare doppio clic su servizi , fare doppio clic su Microsoft Exchange , fare clic con il pulsante destro del mouse il contenitore con il nome dell'organizzazione appropriato e scegliere ProprietÓ .
  3. Nella scheda protezione , fare clic su Avanzate .
  4. Nella casella nome , fare clic su Everyone e quindi selezionare la casella di controllo Nega per l'opzione Crea superiore cartelle pubbliche di livello .

Solo impostare ACL di cartelle pubbliche nel gestore di sistema di Exchange

Sebbene Exchange 2000 consenta di impostare la protezione sulle cartelle pubbliche nella gerarchia di cartelle pubbliche e utilizzando Gestore di sistema di Exchange, Outlook e la versione di Windows Explorer per Windows 2000, gli strumenti non sono intercambiabili. Infatti, Esplora utilizzata il formato di elenco (ACL, Access Control List) del controllo di accesso di Windows 2000 per impostare autorizzazioni di protezione sulla gerarchia di cartelle pubbliche MAPI e il gestore di sistema di Exchange e Outlook utilizzare il formato di ACL MAPI. Exchange WSS grado di interpretare correttamente entrambi i formati ACL, ma gli strumenti non sono intercambiabili. Per questo motivo, Ŕ necessario utilizzare solo gestore di sistema quando si modifica protezione per la gerarchia di cartelle pubbliche MAPI. Questo problema non esiste in generale o gerarchie di cartelle dell'applicazione. Ad esempio, se si originariamente utilizzare Esplora risorse per impostare autorizzazioni per una cartella pubblica e provare a utilizzare Outlook o il gestore di sistema per modificare le impostazioni, non sarÓ possibile modificare la protezione di cartelle pubbliche finchÚ non si segue il lavoro intorno riportata di seguito. ╚ quindi necessario utilizzare solo gestore di sistema per impostare gli ACL nelle cartelle pubbliche. Se la cartella in questione Ŕ una sottocartella di Cartelle pubbliche (Public Folders\TopLevelFolder), completare i passaggi seguenti (in modo possibile utilizzare il gestore di sistema di Exchange per modificare autorizzazioni). Per consentire l'ACL da impostare in Exchange System Manager:
  1. In Esplora risorse, fare clic con il pulsante destro del mouse nella cartella appropriata e scegliere ProprietÓ .
  2. Nella scheda protezione , nella casella Nome selezionare un account e quindi scegliere Rimuovi . Ripetere questo passaggio per tutti gli account.
  3. Fare clic per deselezionare Consenti autorizzazioni ereditabili dal padre di propagare a questo oggetto e quindi fare clic su Rimuovi nella finestra di dialogo di conferma.
  4. Per salvare le modifiche, fare clic su OK .
  5. In Esplora risorse, fare nuovamente clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella e quindi fare clic su ProprietÓ .
  6. Nella scheda protezione , selezionare la casella di controllo Consenti autorizzazioni ereditabili dal padre di propagare a questo oggetto .
  7. Per salvare le modifiche, fare clic su OK .
Se la cartella in questione Ŕ una cartella di secondo livello di Cartelle pubbliche (Public Folders\TopLevelFolder\SecondLevelFolder), completare i passaggi seguenti (in modo possibile utilizzare il gestore di sistema di Exchange per modificare autorizzazioni). Per consentire l'ACL da impostare in Exchange System Manager:
  1. Completare la procedura precedente per la cartella principale.
  2. Completare la procedura precedente per la cartella di secondo livello.

Routing e connettori

Nomi di connettore

Non utilizzare alcuni caratteri nei nomi di visualizzazione del connettore in puri gruppi amministrativi di Exchange 2000 in organizzazioni a modalitÓ mista
Se si crea un SMTP, X.400 o connettore del gruppo di routing in un nuovo gruppo di amministrativo puro Exchange 2000 e di Exchange dell'organizzazione Ŕ in modalitÓ mista, il nome del connettore pu˛ includere solo i caratteri alfanumerici ASCII USA, spazi incorporati, uno o pi¨ dei seguenti caratteri:! "%&() +-,. /: <> =? @ [] _| e alcuni dei caratteri diacritici ASCII superiori. Questa restrizione non Ŕ applicabile se il gruppo amministrativo conteneva in precedenza computer che eseguono Exchange Server 5.5. Se giÓ stato creato un connettore con caratteri con restrizioni del nome, Ŕ possibile eliminare senza problemi e ricrearla utilizzando solo i caratteri consentiti.

Se Ŕ necessario includere caratteri non inclusi in questo intervallo nei nomi di SMTP, X.400 o connettori gruppo di routing, Ŕ possibile configurare Exchange 2000 per il supporto. Utilizzare un editor di directory, ad esempio ADSI Edit o LDP.exe, per modificare l'attributo legacyExchangeDN di ciascun connettore con caratteri con restrizioni nel proprio nome.

In primo luogo, Ŕ possibile individuare il nuovo valore legacyExchangeDN impostare sul connettore, utilizzare l'editor di directory per leggere gli attributi del connettore da un servizio di directory di Exchange Server 5.5 o dal servizio di replica siti di Exchange 2000. Il valore che Ŕ necessario copiare Ŕ contenuto nell'attributo Obj-Dist-Name - il connettore.

Successivamente, Ŕ possibile utilizzare l'editor di directory per modificare l'attributo legacyExchangeDN del connettore in Active Directory di Windows 2000. Sostituire il valore esistente di questo attributo con il nuovo valore ottenuto il passaggio precedente. Dopo un periodo di tempo, regolato dalle directory di Exchange 2000 la memorizzazione nella cache e la latenza di replica di Active Directory, posta elettronica potranno flusso tramite questo connettore. Per ridurre questo periodo, Ŕ possibile eseguire la modifica in un Active Directory utilizzato per le informazioni di configurazione da uno dei server di Exchange 2000 che ospita il connettore.

Verifica delle restrizioni dei connettori Ŕ disattivata per impostazione predefinita

Se Ŕ necessario applicare una restrizione basata su elenchi di distribuzione a un connettore, Ŕ necessario attivare manualmente il controllo delle restrizioni. La verifica delle restrizioni Ŕ controllata da una chiave del Registro di sistema che Ŕ necessario impostare sulla testa di ponte Exchange 2000 che costituisce l'origine per il connettore da controllare. Per attivare la verifica delle restrizioni, nella seguente chiave del Registro di sistema, creare una chiave REG_DWORD, denominarlo CheckConnectorRestrictions e impostarlo su 1 :
HKEY_LOCAL_MACHINE/System/CurrentControlSet/Services/RESvc/Parameters/
Se si specifica una restrizione, ma non crea la chiave del Registro di sistema, la restrizione non verrÓ controllata.

Connessione a sistemi esterni

Exchange 2000 non supporta il connettore RAS dinamico

Se si utilizza un connettore RAS dinamico in Exchange Server 5.5, Ŕ necessario rimuovere tale e lo stack di trasporto associato (stack di trasporto MTA RAS) prima dell'aggiornamento alla versione finale di Exchange 2000. Exchange 2000 non include il connettore o lo stack di trasporto associato. Dettagli specifici e raccomandazioni aggiornamento sarÓ disponibile in articoli della Microsoft Knowledge Base, come documentazione per l'aggiornamento e migrazione. Un'alternativa consigliata consiste nell'eseguire un aggiornamento sul posto.

Per eseguire un aggiornamento sul posto di Exchange Server 5.5:
  1. Eseguire l'aggiornamento sistema operativo del server a Microsoft Windows 2000, se non Ŕ stato fatto giÓ.
  2. Creare i connettori di sostituzione nel programma di amministrazione di Exchange Server 5.5:
    • Installare e configurare Servizio posta Internet utilizzare accesso remoto e le voci della Rubrica telefonica corrente.
    • Creare o configurare connettori X.400, utilizzare Routing e accesso remoto (RRAS). Questo Ŕ necessario che l'opzione RRAS sia installato.
  3. Rimuovere i connettori RAS non supportati.
  4. Rimuovere lo stack di trasporto MTA RAS non supportato.
  5. Aggiornare il server alla versione finale di Exchange 2000.

Simple Mail Transfer Protocol

Connettore SMTP non Ŕ necessaria per funzionalitÓ di posta elettronica Internet

Exchange 2000 consente di inviare e ricevere la posta Internet per impostazione predefinita. Tutti i server possono connettersi direttamente a qualsiasi indirizzi SMTP (Simple Mail Transfer Protocol) esterno se tutti i server possono raggiungere Internet e se Ŕ stato impostato il dominio server dei nomi nella tutte le connessioni di rete. Il motivo solo per creare un connettore SMTP Ŕ instradare tutta la posta SMTP in uscita attraverso un server specifico o un gruppo di server gateway.

Impostare smart host dopo l'aggiornamento del servizio posta Internet

Se si utilizza il servizio posta Internet per connettersi a un altro sito di Exchange Server 5.5 nella stessa organizzazione, Ŕ necessario impostare manualmente il campo smart host sul connettore SMTP di Exchange 2000 che viene creato come risultato dell'aggiornamento. In Exchange Server 5.5, le informazioni di host di destinazione Ŕ state collocate comunemente nella scheda Indirizzo Routing delle informazioni del sito remoto. In Exchange 2000, Ŕ necessario immettere le informazioni come il smart host del connettore. Se Ŕ utilizzato in precedenza di servizio posta Internet per connettersi a pi¨ siti, Ŕ necessario creare pi¨ connettori SMTP, ciascuno con uno connesso voce gruppo di routing e l'host smart appropriato. ╚ possibile impostare il smart host nella scheda recapito del server virtuale SMTP o nella scheda Generale del connettore SMTP.

Se entrambi i lati della connessione utilizza i server Exchange 2000, Ŕ opportuno scegliere sostituendo il servizio posta Internet con un connettore gruppo di routing, che Ŕ molto pi¨ semplice da configurare e utilizzerÓ il protocollo SMTP se entrambi i lati della connessione server di Exchange 2000.

Configurazioni di contenuto attivare il servizio posta Internet Ŕ necessario spostare manualmente quando si utilizza Exchange 2000 come un server testa di ponte SMTP

In Exchange Server 5.5, se Ŕ specificata una configurazione di contenuto per ogni dominio nella finestra di un servizio posta Internet (ad esempio, i messaggi di tutti i nel dominio sono formattati in testo RTF e tutti gli allegati sono formattati in MIME), Ŕ necessario immettere manualmente le impostazioni di configurazione contenuto in Gestore di sistema. Inoltre, Exchange Server 5.5 consentiva di impostare le configurazioni di contenuto su ogni istanza del servizio posta Internet, pertanto potrebbe essere impostazioni diverse in ogni istanza del servizio posta Internet, mentre Exchange 2000 riunisce tutte le impostazioni in un contenitore globale per l'organizzazione. Tutte le impostazioni da tutti i servizi di posta Internet richiedono la migrazione al gestore di sistema di Exchange. Questa operazione deve essere eseguita anche se Ŕ disponibile un solo connettore SMTP all'esterno dell'organizzazione Exchange ospitato su un server Exchange 2000.

Per visualizzare le impostazioni in un computer Exchange Server 5.5:
  1. Utilizzando il programma di amministrazione di Exchange Server 5.5 selezionare un sito, fare clic su connessioni e quindi fare doppio clic sul servizio di posta Internet da modificare.
  2. Fare clic sulla scheda Posta Internet e quindi fare clic su pulsante di Dominio di posta elettronica .
  3. Per visualizzare ogni dominio che Ŕ stato configurato, fare doppio clic il dominio.
Per immettere le impostazioni nel gestore di sistema di Exchange:
  1. Passare al nodo Impostazioni globali .
  2. Nella struttura della console fare doppio clic su Impostazioni globali e quindi selezionare il nodo Formato messaggi Internet . Si noti che nel riquadro di destra Ŕ un formato predefinito.
  3. Per creare un nuovo formato per un dominio specifico, fare clic con il pulsante destro del mouse su Formato messaggi Internet , scegliere Nuovo e quindi selezionare il dominio .
  4. Nella finestra di dialogo ProprietÓ digitare i valori di impostazione.

╚ necessario aggiornare manualmente alcuni dati di configurazione del servizio posta Internet

Alcuni dati di configurazione del servizio posta Internet di Exchange Server 5.5 non viene aggiornati quando un server viene aggiornato da Exchange Server 5.5 a Exchange 2000. Per visualizzare lo stato di servizio posta Internet di Exchange Server 5.5 configurazione prima che Ŕ stato aggiornato, utilizzare Amministrazione di Exchange Server 5.5 per connettersi a un altro computer Exchange Server 5.5 nella stessa organizzazione. Aprire le proprietÓ del connettore appena aggiornato. L'attributo di Estensione con dati rimane nella directory di Exchange Server 5.5 ed Exchange Server 5.5 Administrator utilizzarlo per visualizzare i dettagli configurazione di Exchange Server 5.5. Dopo aver visualizzato la configurazione dell'installazione precedente, Ŕ possibile quindi aggiornare la configurazione di Exchange 2000 di conseguenza, mediante Gestore di sistema o lo snap-in Internet Information Services Microsoft Management Console (MMC).

Clustering

Un server di cluster non pu˛ essere un server front-end

Il clustering non offre server delle cassette postali di Exchange failover se sono connessi a archiviazione condivisa, e front-end inoltrare solo i comandi di protocollo client di Internet per i server delle cassette postali, non offre alcun vantaggio all'utilizzo di un server cluster come un server front-end. Tuttavia, server front-end effettuare errore pi¨ a tolleranza d ' utilizzando pi¨ server front-end e uno schema bilanciamento del carico.

Configurazione del servizio aggiornamento destinatari in un cluster

La risorsa nome rete per un server di Exchange 2000 deve essere disponibile per designare tale server come proprietario di un servizio aggiornamento destinatari. Se risorsa nome di rete del server non Ŕ disponibile o il nome del server non Ŕ registrato con Domain Name System (DNS), si tenta di designare un server come proprietario genererÓ un errore che indica "non Ŕ stato trovato il nome di rete." Se si verifica questo errore, Ŕ possibile selezionare un altro server, che pu˛ o non pu˛ essere un cluster, nel server di servizio aggiornamento destinatari o assicurarsi che la risorsa nome rete del gruppo di server virtuale del cluster sia disponibile prima di scegliere Annulla o OK .

Agente di trasferimento messaggi

Non rimuovere l'agente di trasferimento messaggi dalla finestra del server virtuale di Exchange originale in un ambiente a modalitÓ mista

Server virtuali di Exchange 2000 includono diverse risorse, uno dei quali Ŕ l'agente di trasferimento messaggi (MTA). Non rimuovere la risorsa MTA dal server virtuale Exchange originale che Ŕ stato creato mentre il server Ŕ in un ambiente a modalitÓ mista. Nota non Ŕ possibile eliminare il server virtuale originale con la risorsa MTA solo se Ŕ l'ultimo server virtuale del cluster. Se il server virtuale originale con la risorsa MTA viene eliminato, Ŕ necessario aggiungere un server virtuale Exchange 2000 sostitutivo al cluster utilizzando lo stesso nome di rete come server virtuale originale. ╚ quindi necessario spostare tutti gli utenti dal server di sostituzione, prima di rimuovere tutte le altre applicazioni e dati dal cluster nuovamente.

Visualizzatore eventi

Il Visualizzatore eventi pu˛ contenere un nome di server non corretto nei cluster

Se si utilizza il Visualizzatore eventi per leggere un messaggio di evento generato da Web Storage System, il nome del server indicato nel campo computer non sia corretta. Per visualizzare il server corretto in cui Ŕ stato generato il messaggio di evento, utilizzare la descrizione del messaggio di evento. Il nome del server corretto Ŕ elencato nel percorso di database visualizzato nella descrizione del messaggio.

Server virtuali di protocollo

Server virtuali dei protocolli in un cluster devono accettare connessioni da parte il proprio indirizzo IP

Tutti i server virtuali, tra cui il protocollo HTTP (Hypertext Transfer), SMTP (Simple Mail Transfer Protocol), Post Office Protocol versione 3 (POP3), del protocollo e Internet Message Access Protocol (IMAP), consentono di rifiutare tutte le connessioni da tutti i server. Se un server virtuale dei protocolli Ŕ configurato per rifiutare tutte le connessioni, Ŕ necessario che il server virtuale di protocollo rifiuterÓ le chiamate IsAlive da exres.dll. Ogni server virtuale dei protocolli deve accettare le connessioni il proprio indirizzo IP (Internet Protocol). Per verificare in che un server di protocollo pu˛ accettare connessioni dal proprio indirizzo IP, aprire la finestra di dialogo ProprietÓ per il server virtuale di protocollo. Nella Scheda Accesso fare clic su connessione . Se Ŕ selezionata l'opzione per accettare connessioni da solo i computer indicati nell'elenco , Ŕ necessario verificare che l'indirizzo IP del server virtuale Exchange 2000 sia elencato.

Utilizzo di SSL in cluster

Per utilizzare SSL (Secure Sockets Layer) con i protocolli in un cluster, Ŕ necessario installare un certificato con gestore di sistema di Exchange e un server virtuale di Exchange 2000 sullo stesso nodo. Dopo installazione del primo certificato, il server virtuale per il secondo nodo di failover e utilizzare Gestore di sistema sul secondo nodo per installare un altro certificato.

L'installazione di Exchange 2000 in un cluster di richiede una risorsa disco fisico

Non funziona su hardware di tutti i cluster di Exchange 2000 e richiede una risorsa disco di tipo "Disco fisico". Non aggiornare o installare Exchange 2000 in un cluster che non dispone di una risorsa disco denominata "Disco fisico". A meno che l'hardware del cluster utilizzi la risorsa cluster di Windows NT "Disco fisico" non installare o aggiornare il cluster a Exchange 2000.

Chat, messaggistica immediata e messaggistica multimediale

Chat

Il servizio chat di Exchange 2000 possibile eseguire Exchange Chat Service 5.5 SP1 o versione successiva
Per eseguire la migrazione dati di configurazione al servizio chat di Exchange 2000, Ŕ necessario la versione del servizio chat 5.5 Service Pack 1 (SP1) o versione successiva sul server che verrÓ eseguito il servizio chat di Exchange 2000. Anche se Ŕ consigliabile che solo una versione del servizio chat consente di eseguire su un server alla volta, Ŕ possibile eseguire entrambe le versioni contemporaneamente per migrare i dati. Per eseguire le versioni del servizio chat, Ŕ necessario attivare le estensioni del server messaggi blasfemi e trascrizione su solo una versione. Inoltre, ogni versione del servizio chat deve utilizzare un numero di porta client diversi. Per impostazione predefinita, il servizio chat utilizza la porta 6667, Ŕ necessario modificare una versione del servizio per l'utilizzo di una porta alternativa.

Messaggistica immediata

Prima di rimozione di un server IIS, disinstallare il server virtuale di messaggistica immediata
Se si desidera rimuovere un server Internet Information Services (IIS) associato a un server virtuale di messaggistica immediata, Ŕ necessario eliminare innanzitutto il server virtuale di messaggistica immediata ed eliminare il server IIS. Se si elimina il server IIS prima, Ŕ Impossibile eliminare il server virtuale di messaggistica immediata dal gestore di sistema di Exchange. In alternativa, Ŕ necessario rimuovere il server virtuale di messaggistica immediata dalla directory utilizzando uno strumento di modifica di Active Directory. Per ulteriori informazioni su questo processo di rimozione manuale, contattare il servizio supporto tecnico clienti Microsoft.
Gli utenti con caratteri a byte doppio impostano visualizzazione nomi non possono accedere
Nomi utente di messaggistica immediata, non pu˛ contenere caratteri di set (DBCS) di caratteri a byte doppio. ╚ necessario configurare un indirizzo SMTP (Simple Mail Transfer Protocol) di ASCII prima di abilitare l'utente per la messaggistica immediata. Se non Ŕ impostato un indirizzo SMTP ASCII, l'utente saranno in grado di accedere al server Messaggistica immediata.
Gli utenti specificare una password per l'autenticazione digest
Per accedere a un server di messaggistica immediata, un utente necessario fornire un nome utente e una password durante l'autenticazione con il server per l'autenticazione del digest. Il server consente due metodi di autenticazione: autenticazione integrata di Windows (NTLM) and Digest Authentication. L'autenticazione integrata di Windows accetta password vuote, ma non l'autenticazione del digest. Se l'utente esegue l'autenticazione, digest, Ŕ necessario deve digitare una password nella finestra di dialogo Accesso o l'autenticazione avrÓ esito negativo e l'utente non potrÓ accedere al server.
Disinstallazione di messaggistica immediata
Per disinstallare Messaggistica immediata, Ŕ necessario rimuovere tutti i server virtuali di messaggistica immediata dall'organizzazione. Dopo aver rimosso correttamente i server virtuali, tutti gli utenti assegnati a tali server verranno disattivati automaticamente per la messaggistica immediata. Se non si rimuove un server virtuale di messaggistica immediata, Ŕ necessario disattivare manualmente gli utenti associati per la messaggistica immediata. Se non si esegue questa operazione, gli utenti ancora verranno attivati per la messaggistica immediata al caso di una reinstallazione.
Modifica del percorso database di messaggistica immediata
Per modificare la posizione del file di dati di messaggistica immediata, Ŕ necessario modificare il percorso del database e quindi riavviare il servizio associato.

Per modificare il percorso dei file database e log di messaggistica immediata:
  1. In Exchange gestore di sistema, fare doppio clic su server , selezionare un server, fare doppio clic su protocolli , fare clic con il pulsante destro del mouse su Messaggistica immediata (RVP) e quindi scegliere ProprietÓ .
  2. Nella scheda Generale , in Percorso Database digitare o selezionare il nuovo percorso per il database e quindi in Percorso file di registro , digitare o selezionare il nuovo percorso per i file di registro.
  3. Per verificare che i nuovi percorsi vengono utilizzati, in servizi fare clic con il pulsante destro del mouse su servizio pubblicazione sul Web e quindi selezionare Riavvia .
Disattivazione dei banner promozionali
Per disattivare le intestazioni promozionali visualizzati nella parte inferiore del client di messaggistica immediata, Ŕ necessario impostare le seguenti impostazioni del Registro di due sistema:

Nota Le seguenti combinazioni di impostazioni del Registro di sistema disabiliterÓ anche connettivitÓ MSN Messenger.
  • HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\MessengerService\Policies\DisableCrossPromo necessario impostarla su un valore binario diverso da zero.
  • HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\MessengerService\Policies\ExchangeConn deve essere impostata su 10 in formato binario.
I server principali devono disporre di un nome di dominio completo in pi¨ ambienti di dominio
Se si dispone di pi¨ domini che host gli utenti di messaggistica immediata, Ŕ necessario utilizzare dominio nomi (completo) per tutti i server principali. Ad esempio, invece di denominazione di un server principale Servermessimm1, includere il nome di intero dominio, ad esempio InstMsgServer1.microsoft.com. Se non si utilizza un nome di dominio completo, (DNS) Domain Name System server del dominio sarÓ non in grado di determinare il server corretto da utilizzare durante la ricerca di un server principale in un dominio diverso. Inoltre, se viene utilizzata l'autenticazione integrata di Windows, elenco di esclusione proxy del client necessario includere tutti i server principali in ciascun dominio.

Per aggiungere server principali all'elenco di esclusione proxy del client:
  1. In Internet Explorer scegliere Opzioni Internet dal menu Strumenti .
  2. Nella scheda connessioni , scegliere Impostazioni LAN .
  3. Nella finestra di dialogo Impostazioni di rete locale LAN , nel server proxy , fare clic su Avanzate e quindi digitare gli indirizzi dei server principali in eccezioni .

Messaggistica multimediale

Configurazione VPIM in ingresso e in uscita di conversione
Exchange 2000 supporta il formato dei messaggi VPIM tramite la conversione VPIM versione 2 messaggi nel formato Microsoft Multimedia Message. Questa operazione pu˛ essere eseguita in ingresso, convertendo i messaggi VPIM in ingresso in formato Microsoft Multimedia Message, o in uscita tramite la conversione VPIM, Microsoft Multimedia Message se il messaggio viene inviato a un destinatario VPIM. Per impostazione predefinita, Ŕ disattivata la conversione in entrambe le direzioni. Se gli utenti comunicheranno con utenti VPIM, Ŕ possibile attivare conversione mediante un editor di directory, ad esempio ADSI Edit o LDP.exe. Per ogni server di Exchange 2000 che si desidera attivare la conversione VPIM, Ŕ necessario impostare gli attributi seguenti, che si trovano in ogni oggetto msExchExchangeServer in Active Directory.
  • Per VPIM in ingresso alla conversione di Microsoft MMS, Ŕ necessario impostare msExchVPIMConvertInbound su TRUE.
  • Per Microsoft Multimedia Message in uscita per la conversione VPIM, Ŕ necessario impostare msExchVPIMConvertOutbound su TRUE.
Installare le estensioni di Outlook 2000 per abilitare la messaggistica multimediale di Exchange
Gli utenti devono installare le estensioni di Outlook 2000 per la messaggistica multimediale di Exchange. Queste estensioni sono reperibili nella seguente posizione:
http:// MachineName /Exchweb/Bin/Emsetup.asp
Le estensioni di Outlook 2000 per la messaggistica multimediale di Exchange consentono agli utenti di registrare messaggi di audio e video con Exchange 2000 controlli nell'interfaccia utente di Outlook 2000. Ogni informazione multimediale viene visualizzato nel messaggio come un segnalibro, quale un destinatario pu˛ fare clic per avviare la riproduzione del messaggio audio o video. Gli utenti hanno inoltre la possibilitÓ di integrazione di queste informazioni multimediale con testo.
Fotocamere digitali di Windows 98 prima edizione e non-USB non supportati per la messaggistica multimediale
Estensioni multimediali di Outlook 2000 e Outlook Web Access sono supportate con le fotocamere USB in Windows 98 Seconda edizione e Windows 2000 Professional. Le periferiche USB non fotocamera non sono supportate. Windows 98 prima edizione non Ŕ supportata.

Protezione

Servizio di gestione chiavi

Pubblicazione dei certificati richiede un catalogo globale in ogni dominio utente
Prima di registrazione degli utenti nella protezione tramite il servizio di gestione chiavi, necessario esiste un catalogo globale nello stesso dominio come gli utenti oppure i client non potranno pubblicare i certificati nella directory. Inoltre, Ŕ necessario impostare una voce del Registro di sistema su ogni computer client affinchÚ i client di pubblicare in tale catalogo globale.

Per impostare la chiave del Registro di sistema:
  1. Nel menu Start , fare clic su Esegui .
  2. Nella casella Apri digitare regedit .
  3. Individuare la seguente chiave di registro:
    HKEY_Local_Machine\Software\Microsoft\Exchange\Exchange Provider
  4. Fare clic con il pulsante destro del mouse Provider Exchange , scegliere Nuovo , quindi Valore stringa .
  5. Digitare server ds e quindi premere INVIO.
  6. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul ds server e quindi fare clic su Modifica .
  7. Nella casella dati valore digitare il nome del server di catalogo globale.
Client di Outlook deve chiave di specifica del Registro di sistema da utilizzare punti di distribuzione elenco di certificazione revoca
Outlook non utilizza punti di distribuzione elenco di certificazione revoca per impostazione predefinita. ╚ necessario impostare una chiave del Registro di sistema per consentire di Outlook per individuare un elenco di revoche di certificazione valido quando riceve la posta elettronica protetta e non dispone giÓ di un elenco di revoche di certificazione valido per l'autoritÓ emittente. L'impostazione della chiave del Registro di sistema consente di Outlook per utilizzare i punti di distribuzione Elenco revoche certificazione nel certificato per ottenere un elenco di revoche di certificazione valido per l'autoritÓ emittente, fornendo che il certificato include Certification Revocation List Distribution Point.

Creare la seguente chiave del Registro di sistema sul client:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Cryptography\ {7801ebd0-cf4b-11 d 0-851f-0060979387ea}

PolicyFlags = DWORD:0x00010000
Servizio KM richiede una chiave del Registro di sistema di server per pubblicare elenchi di revoche di certificazione dopo l'aggiornamento a Exchange 2000
In caso di un'autoritÓ di certificazione (CA) di Exchange Server 5.5 con il modulo dei criteri di Exchange installato, la CA non aggiunge l'estensione di Certification Revocation List Distribution Point certificati. Se un utente viene registrato nella protezione tramite una versione di Exchange Server 5.5 servizio di gestione delle chiavi, i certificati non Ŕ necessario Certification Revocation List Distribution Point. Un elenco di revoche valido certificazione ancora possibile individuare, purchÚ la versione del servizio KM sia Exchange Server 5.5. Infatti, in Exchange il servizio KM Server 5.5 pubblicati elenchi di revoche di certificazione e Outlook per impostazione predefinita verificherÓ nell'oggetto CA elenchi di revoche di certificazione. Se una CA che in precedenza era installato il servizio Gestione chiavi di Exchange Server 5.5 modulo dei criteri Ŕ stata aggiornata alla versione di Exchange 2000 del servizio KMS, Ŕ necessario impostare una chiave del Registro di sistema sul server per consentire il servizio KMS pubblicare elenchi di revoche di certificazione. Questa chiave del Registro di sistema pu˛ contenere pi¨ CA e servizio KMS pubblicherÓ gli elenchi di revoche certificazione per tutti elencati.

Per impostare la chiave del Registro di sistema sul server:
  1. Nel menu Start , fare clic su Esegui .
  2. Nella casella Apri digitare regedit .
  3. Individuare la seguente chiave di registro:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Exchange\KMServer
  4. Fare clic con il pulsante destro del mouse su KMServer , scegliere Nuovo , quindi Valore stringa .
  5. Digitare V3CaConfigStrings e quindi premere INVIO.
  6. Fare clic con il pulsante destro del mouse su V3CaConfigStrings e quindi fare clic su Modifica .
  7. Nella casella dati valore digitare la stringa di configurazione di tutte le CA che si desidera pubblicare elenchi di revoche certificazione per.
Backup database del servizio KMS deve essere eseguito localmente
Per motivi di protezione, database del servizio di gestione chiavi Impossibile eseguire il backup da un computer remoto. Backup di Windows NT consentirÓ solo backup di database del servizio Gestione chiavi dal server locale.
Chiave di amministrazione del servizio di gestione in un ambiente misto
La gestione delle chiavi oggetto in Exchange 2000 viene amministrato solo da un servizio di gestione delle chiavi di Exchange 2000. L'oggetto di autoritÓ di certificazione in Exchange Server 5.5 solo Ŕ amministrato da un servizio di gestione di Exchange Server 5.5 chiave. La configurazione crittografia oggetto in Exchange 2000, detta un oggetto di crittografia del sito in Exchange Server 5.5, Ŕ gestita dal gestore di sistema di Exchange 2000 con in tutte le istanze, tranne in un sito Exchange Server 5.5 puro. In un sito Exchange Server 5.5 puro, l'oggetto di crittografia del sito Ŕ amministrato da Exchange Server 5.5 Administrator.

Diritti di amministratore

Gli amministratori di dominio assegnano autorizzazioni di protezione per amministrare Exchange

Diritti amministrativi per la gestione di oggetti utente e contatto vengono assegnati dagli amministratori di dominio e sono distinti dai diritti di amministratore di Exchange. Se non si ha autorizzazioni per la gestione degli oggetti Exchange 2000, non sarÓ possibile creare gruppi, contatti e gli utenti abilitati all'utilizzo della posta elettronica. Se non si dispone di autorizzazioni per la gestione degli oggetti Exchange 2000, Ŕ comunque possibile creare un nuovo utente. Non Ŕ possibile creare un indirizzo di posta elettronica per tale utente. Per creare un nuovo utente, gruppo o contatto senza indirizzo di posta elettronica, in computer di Active Directory e gli utenti, creazione guidata nuovo oggetto fare clic per deselezionare la casella di controllo Crea una cassetta postale di Exchange .

Server virtuali

Server virtuali HTTP

Set di caratteri a byte doppio non supportati nei nomi di directory virtuale
Exchange 2000 non supporta set di caratteri a byte doppio (DBCS) nei nomi di alias directory virtuale. In Exchange System Manager, Ŕ possibile creare directory virtuali per un server virtuale. Quando si crea il percorso o la cartella utilizzata dalla directory virtuale, caratteri DBCS, noto anche caratteri estesi, non devono essere utilizzati.

Server virtuale IMAP

Formato del messaggio IMAP Ŕ impostato su HTML per impostazione predefinita
In Exchange 2000, predefinito per la conversione dei messaggi MAPI in formato MIME Ŕ stato modificato in formato HTML. Se sono presenti utenti che utilizza un client IMAP (Internet Message Access Protocol) che non gestisce l'HTML, ad esempio Microsoft Pocket Outlook, Ŕ necessario modificare questo formato dei messaggi sul server o per utente. Per ulteriori informazioni su come modificare il formato del messaggio, vedere la documentazione in linea di Exchange 2000.

Server virtuali NNTP

Per utilizzare NNTP per inviare messaggi a un newsgroup con moderatore richiede Windows 2000 Service Pack 2
Un newsgroup con moderatore gli invii NNTP avrÓ esito negativo e un messaggio di errore "441 articolo rifiutato" verrÓ restituito al client NNTP. Windows 2000 Service Pack 2 (SP2) deve essere applicato al server di Exchange 2000 NNTP per risolvere il problema. Contattare il servizio supporto tecnico clienti Microsoft per gli aggiornamenti correlati al problema.

Un hotfix supportato Ŕ disponibile da Microsoft, tuttavia Ŕ destinato esclusivamente per risolvere il problema descritto in questo articolo. Utilizzarla solo nei sistemi in cui si verifica questo problema specifico. Questo aggiornamento rapido (hotfix) potrebbe essere eseguiti ulteriori test. Se non si Ŕ notevolmente interessati da questo problema, si consiglia di attendere il rilascio del prossimo service pack di Windows 2000 che contiene questo aggiornamento rapido (hotfix) per.

Per risolvere immediatamente questo problema, contattare il servizio supporto tecnico clienti Microsoft per ottenere l'hotfix. Per un elenco completo di numeri di telefono del servizio supporto tecnico clienti Microsoft e per informazioni sui costi dell'assistenza, visitare il seguente sito Web Microsoft:
http://support.microsoft.com/contactus/?ws=support
Nota in casi particolari, le spese normalmente addebitate per le chiamate al Servizio Supporto Tecnico Clienti Microsoft potrebbero essere annullate qualora un addetto del Supporto Tecnico Microsoft dovesse determinare che uno specifico aggiornamento risolverÓ il problema. I normali costi del Servizio Supporto Tecnico Clienti verranno applicati per eventuali ulteriori domande e problemi che non dovessero rientrare nello specifico aggiornamento in questione.La versione inglese di questa correzione deve essere di avere i seguenti attributi di file o versioni successive:

Data Ora Versione Dimensione Nome file
-------------------------------------------------------
11/08/2000 11: 27 137,488 di 5.0.2195.2304 p Nntpfs.dll

Per ulteriori informazioni su come ottenere questo aggiornamento rapido (hotfix), fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
277687Registrazione per NNTP in un newsgroup con moderatore potrebbe non funzionare

Web Store

Sink di evento impostato su Esegui come "Avvio dell'utente" dispone dei privilegi di account del sistema

I sink per WSS gli eventi vengono implementati come componenti COM (Component Object Model), sia come una libreria a collegamento dinamico COM (DLL) ospitato in un pacchetto Microsoft Transaction Server (MTS) o come un'eseguibile COM. Se un pacchetto MTS o COM eseguibile Ŕ impostato per essere eseguito come "avvio dell'utente", venga utilizzato l'account di sistema in quanto questo Ŕ il contesto utente del processo di WSS. Un event sink in esecuzione con l'account di sistema avrÓ accesso a tutti i dati in archivi tutti, inclusi cassette postali ?s qualsiasi utente.

Recupero di un database dopo un'emergenza

Dopo aver eseguito l'installazione in modalitÓ ripristino d'emergenza e prima di utilizzando Ntbackup.exe per ripristinare un database, Ŕ necessario verificare che non esistono file con estensione log o chk nel gruppo di archiviazione in cui si desidera ripristinare una copia di backup. La presenza di entrambi i tipi di file genera errore durante il ripristino se le firme di registro sui registri esistenti non soddisfano le firme nei registri di backup. ╚ possibile creare questi tipi di file se si crea un nuovo database in un nuovo gruppo di archiviazione e annullare la creazione del file edb.

Il processo di ripristino completarla prima di utilizzare la directory temporanea del Registro di ripristino di un altro

Se si desidera ripristinare successivamente due database da stesso gruppo di archiviazione nello stesso momento, Ŕ necessario scegliere Directory diverse, per salvare i registri temporanei. In caso contrario, se si ripristinano successivamente due database che fanno parte di stesso gruppo di archiviazione nella stessa directory temporanea del registro, il primo processo di ripristino deve essere completo prima di avviare un secondo processo di ripristino di un altro database nello stesso gruppo di archiviazione. Per completare un processo di ripristino, in Windows NT backup, Ŕ necessario selezionare la casella di controllo Ultimo Set di backup e quindi si deve completare la riesecuzione del file di registro. Per verificare che il processo di ripristino e accedere file riproduzione Ŕ completata, controllare il registro applicazioni.

Una cartella di ricerca permanente tramite file system installabile di tutti gli elementi a cui viene fatto riferimento Elimina a ricerca per indicizzazione

Una cartella di ricerca permanente pu˛ essere creata a livello di programmazione utilizzando HTTP/DAV. Se si elimina una cartella di ricerca permanente tramite file system installabile (IFS), tutti gli elementi a cui si fa riferimento la cartella di ricerca vengono eliminati. Mantenuto ricerca le cartelle non vengono create per impostazione predefinita e devono essere create manualmente nel codice personalizzato.

Eliminare in modo sicuro un database per evitare che interessa i messaggi in transito

Se si desidera eliminare un database su un server, Ŕ necessario completare i passaggi seguenti per assicurarsi che non elimina accidentalmente tutti i messaggi in transito in o da qualsiasi database sul server. Questi passaggi sono necessari poichÚ ai componenti di agente (MTA) di trasferimento messaggi di trasporto del server di Exchange 2000 e potrebbero essere utilizzati nel database per trasferire di tutti i messaggi sul server da WSS e. Se Ŕ il caso, l'eliminazione del database comporterÓ l'eliminazione di eventuali messaggi in transito sul server e non verranno generati Nessun rapporti di mancato recapito.

Per eliminare il database:
  1. In Exchange in Gestore di sistema, fare clic con il pulsante destro del mouse sul database appropriato e scegliere ProprietÓ .
  2. Nella scheda database , fare clic per deselezionare la casella di controllo non installare archivio all'avvio .
  3. Riavviare tutti i servizi di Exchange.
  4. In Exchange gestore di sistema, fare clic con il pulsante destro del mouse sul database e quindi scegliere Installa archivio .

    Nota ╚ necessario attendere che tutti i precedentemente inviati messaggi che sono ancora in transito dal database e destinati per il database da consegnare. Per impostazione predefinita, questo verrÓ sia effettuata entro due giorni, altrimenti questi messaggi non verranno recapitati. In genere, ci˛ accade entro un paio di ore.
  5. In Exchange in Gestore di sistema, fare clic con il pulsante destro del mouse sul database e scegliere Elimina .

Application Converter for Lotus Notes

Le query MXOCX2 non supportano il tipo di dati di valuta

Se si crea un modulo che utilizza il metodo di query MXOCX2, e si utilizza il tipo di dati valuta nella query, si riceverÓ un errore che informa che la query contiene tipi di dati incompatibili. Le query contenenti tipo di dati valuta non sono supportate in MXOCX2.

Elementi di cartelle pubbliche potrebbero non replicare correttamente a Lotus Notes

Se si aggiungono elementi alle cartelle pubbliche utilizzando classi di messaggio che non dispongono di alcun equivalente di Lotus Notes, come discussioni o attivitÓ, gli elementi non eseguirÓ la replica a Lotus Notes correttamente. I campi da e oggetto verranno visualizzata nell'elemento replicato, ma non il contenuto del corpo.

Memoria insufficiente causa errori di replica

Quando si replica una cartella pubblica di Exchange 2000 con una cartella di Lotus Notes (o viceversa) rispetto a dispone di un numero elevato di messaggi (decine a centinaia di migliaia), potrebbero verificarsi errori di replica. Per evitare questo problema, allocare pi¨ memoria per il server di Exchange 2000 o il server di Lotus Notes.

Direttamente Impossibile aggiornamento dalle versioni precedenti degli strumenti ASN

╚ Impossibile aggiornare direttamente le versioni precedenti di Microsoft Exchange Application Converter (ASN) per Lotus Notes. Infatti, la verrÓ aggiornato combina funzionalitÓ da due prodotti precedenti, Application Conversion Assistant ed Application Connector. Non Ŕ necessario eseguire l'aggiornamento applicazione Conversione guidata perchÚ i moduli di Outlook viene generato non vengono influenzate dall'installazione dell'applicazione nuova. Tuttavia, Ŕ necessario aggiornare Application Connector. Il connettore replica periodicamente i dati tra database di Lotus Notes e cartelle di Exchange, viene sostituito dal componente Connection Manager di Application Converter.

Per aggiornare Application Connector a Connection Manager:
  1. Arrestare il servizio connettore di applicazione e quindi disinstallarlo.
  2. Installare il nuovo connettore di applicazione.
  3. Per ogni connessione esistente, copiare il file pft nella directory in cui Ŕ installato Application Converter.
  4. Utilizzare Connection Manager per creare una nuova connessione tra nello stesso database di Lotus Notes e la cartella di Exchange 2000 ed effettuare le seguenti operazioni:
    • Specificare il percorso del file pft copiato.
    • Configurare le impostazioni di replica.

Necessario reimpostare il debugger JIT dopo l'installazione client di Notes

╚ necessario reimpostare il debugger Just in time (JIT) dopo l'installazione di un client Lotus Notes in un server di Exchange 2000. In tal modo controller di connettivitÓ riavviare un processo di connettore di posta elettronica Lotus Notes se non Ŕ riuscita per gestire un'eccezione e continuare con il normale funzionamento. In caso contrario, dopo l'installazione, Lotus Notes utilizza l'utilitÓ "Quincy" per gestire un'eccezione e questa operazione richiede l'intervento dell'amministratore per la terminazione del processo non riuscito.

Per ripristinare l'impostazione del debugger:
  1. Nel menu Start , fare clic su Esegui .
  2. Nella casella Apri digitare regedit .
  3. Rimuovere la seguente chiave del Registro di sistema:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\AeDebug

Esito negativo query MXCheck, MXRadio e MXCombo sul server

Query inviate utilizzando i controlli MXCheck, MXRadio e MXCombo forniti in Mxocx2.dll non riuscirÓ se eseguite su un server di Exchange 2000.

Errori durante l'installazione di Application Converter for Lotus Notes in un computer Windows 2000

Se si installa Application Converter for Lotus Notes in un computer che esegue Windows 2000, prima di installare Microsoft Office 2000 o Outlook 2000, il programma di installazione potrebbe non riuscire e l'errore riportato di seguito pu˛ verificarsi quando si esegue il programma di installazione di Office: "Errore interno 2343." Per evitare che questo errore si verifichi, Ŕ necessario installare Microsoft Office 2000 o Outlook 2000 prima di installare Application Converter for Lotus Notes, o utilizzare un'utilitÓ di Office per risolvere il problema dopo avere installato Application Converter per Lotus Notes.

Per ulteriori informazioni su questo problema e utilitÓ, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
228668╚ visualizzato un messaggio di errore di "Errore interno 2343" dopo la rimozione di Lotus Notes e quindi installare Office 2000
234435UtilitÓ per correggere l'errore interno 2343 disponibili

ProprietÓ

Identificativo articolo: 277845 - Ultima modifica: mercoledý 5 febbraio 2014 - Revisione: 2.5
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Exchange 2000 Server Standard Edition
Chiavi:á
kbnosurvey kbarchive kbmt kbinfo KB277845 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 277845
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com