Configurazione di un server di stampa cluster

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 278455 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo viene descritto come configurare un server di stampa cluster.

Informazioni

╚ possibile utilizzare la funzionalitÓ cluster di Windows per ospitare le funzionalitÓ server di stampa. La procedura di configurazione in Microsoft Windows Server 2003 differisce da quella in Microsoft Windows NT Server 4.0 Enterprise Edition, Microsoft Windows 2000 Advanced Server e Microsoft Windows 2000 Datacenter Server. Per configurare un server di stampa cluster, Ŕ necessario configurare solo la risorsa Spooler in Amministrazione cluster e quindi connettersi al server virtuale per configurare le porte e le code di stampa. Questa procedura costituisce un miglioramento rispetto alle precedenti versioni della funzionalitÓ cluster di Windows, dove era necessario ripetere la procedura di configurazione in ciascun nodo del cluster.

Come configurare la risorsa Spooler per il cluster

Il primo passaggio della configurazione di un server di stampa cluster Ŕ rappresentato dalla creazione di una risorsa Spooler per il servizio in un server cluster. Occorre rendere disponibili al servizio spooler le risorse appropriate. A questo scopo, creare la risorsa Spooler in Amministrazione cluster:
  1. Per aprire Amministrazione cluster, fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare cluadmin, quindi scegliere OK.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse nel riquadro sinistro, quindi scegliere Configura applicazione.
  3. Nella schermata iniziale fare clic su Avanti, quindi scegliere di nuovo Avanti per creare un nuovo server virtuale.
  4. Scegliere Utilizza un gruppo di risorse esistente, quindi fare clic su un gruppo esistente che abbia una risorsa disco in cui memorizzare lo spooler e i driver della stampante. Scegliere Avanti.
  5. Come nome del gruppo di risorse, immettere un nome che lo rappresenti in modo accurato, ad esempio "SPOOLER".

    Nota Questo nome ha finalitÓ amministrative unicamente in Amministrazione cluster.
  6. Nella schermata Informazioni di accesso server virtuale:
    1. In Nome rete immettere il nome NetBIOS a cui i client si connetteranno. Si tratta del nome del server virtuale NetBIOS utilizzato dai client per accedere alle stampanti:
      \\ServerVirtuale\Printer
      Nota Microsoft consiglia di utilizzare il formato standard di denominazione 8.3 per assicurare la compatibilitÓ con le versioni precedenti dei client.
    2. Immettere l'indirizzo IP che i client utilizzeranno per connettersi al server virtuale di stampa. Se nei nodi del cluster Ŕ installato e in esecuzione Servizi di stampa per Unix, i client possono connettersi a tale indirizzo IP utilizzando la funzionalitÓ LPR (Line Printer Remote).
  7. Scegliere Avanti.
  8. Nella schermata ProprietÓ avanzate Ŕ possibile apportare modifiche alle risorse che stanno per essere create, quindi scegliere Avanti.
  9. Nella schermata relativa alla creazione di una risorsa per l'applicazione scegliere Avanti.
  10. Scegliere Spooler di stampa, quindi fare clic su Avanti.
  11. Attribuire un nome alla risorsa Spooler.

    Nota Questo nome ha finalitÓ amministrative unicamente in Amministrazione cluster.
  12. Impostare le dipendenze per la risorsa Spooler:
    1. Scegliere ProprietÓ avanzate e fare clic su Modifica nella scheda Dipendenze.
    2. Fare doppio clic sulla risorsa Disco fisico in cui posizionare i file dello spooler e sulla risorsa del nome di rete appena creata.
    3. Scegliere OK due volte.
  13. Scegliere Avanti.
  14. Scegliere Fine per completare la procedura guidata.
  15. Verificare la configurazione e il failover:
    1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul gruppo di spooler, quindi scegliere In linea.
    2. Verificare che tutte le risorse siano in linea, quindi controllare l'eventuale presenza di errori nei registri eventi.
    3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul gruppo di spooler, scegliere Sposta gruppo, spostare la risorsa Spooler in ciascun nodo del cluster che costituisce un possibile proprietario, quindi verificare che tutte le risorse siano in linea.
    Nota Se si configura un server di stampa attivo/attivo, Ŕ necessario creare un gruppo per ciascun nodo. Inoltre Ŕ opportuno impostare ciascun gruppo di spooler in modo che abbia un proprietario preferito diverso. In uno stesso gruppo non possono essere presenti pi¨ risorse Spooler. La configurazione di un server di stampa attivo/attivo, invece, prevede la presenza di pi¨ nodi del cluster che elaborano i processi di stampa per i client con pi¨ spooler. In questo caso possono esservi da due a quattro nodi che gestiscono attivamente le richieste.

    Quando un solo nodo ospita pi¨ gruppi con spooler di stampa, Ŕ possibile sfogliare tutte le stampanti di tutti i gruppi. Per ulteriori informazioni sugli argomenti correlati, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    170762 Visualizzazione delle condivisioni cluster nell'elenco con altri nomi

Come creare le code di stampa

Dopo aver configurato correttamente la risorsa spooler con le risorse necessarie, Ŕ possibile creare tutte le code di stampa per tutte le stampanti fisiche. Inoltre Ŕ possibile utilizzare l'utilitÓ Clustool del Resource Kit per trasferire su un server cluster le code delle stampanti giÓ esistenti su un server. Successivamente, utilizzare l'utilitÓ Print Migrate per trasferire i driver della stampante. Per ottenere i migliori risultati, evitare di configurare pi¨ server che comunichino direttamente con la stessa stampante.
  1. Da uno dei nodi o da un computer remoto dotato di autorizzazioni amministrative per il cluster fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare \\ServerVirtuale dove ServerVirtuale Ŕ il nome specificato per la risorsa del nome di rete da cui dipende la risorsa Spooler.
  2. Fare doppio clic sulla cartella Stampanti.
  3. Fare doppio clic su Aggiungi stampante per avviare l'Installazione guidata stampante, quindi scegliere Avanti.
  4. Selezionare Crea una nuova porta, quindi scegliere Avanti.

    Nota: le porte TCP/IP sono il solo tipo di porta supportato in un cluster Windows. Utilizzare l'opzione relativa alla porta TCP/IP standard se i client di stampa non hanno bisogno di porte LPR compatibili con RFC. In caso contrario, attenersi alla seguente procedura:
    1. Nel Pannello di controllo fare doppio clic su Installazione applicazioni, quindi fare clic su Installazione componenti di Windows per avviare l'Aggiunta guidata componenti di Windows.
    2. In Componenti scorrere l'elenco fino a individuare e selezionare la casella di controllo Altri servizi di gestione file e stampa su rete.
    3. Scegliere Dettagli per aprire la finestra Altri servizi di gestione file e stampa su rete, selezionare la casella di controllo Servizi di stampa per UNIX, quindi scegliere OK per chiudere la finestra Altri servizi di gestione file e stampa su rete.
    4. Scegliere Avanti per continuare l'Aggiunta guidata componenti di Windows.

      Al termine della procedura guidata, sarÓ disponibile il tipo di porta LPR. Per impostazione predefinita e in base al documento RFC 1179, la funzionalitÓ LPR utilizza solo undici porte TCP.
  5. Digitare nella casella Nome o indirizzo IP stampante l'indirizzo IP della stampante di rete che deve elaborare i processi di stampa.

    Nota: anche la stampa bidirezionale pu˛ essere un problema se si utilizza la funzionalitÓ LPR. Alcuni driver della stampante attivano questa opzione per impostazione predefinita. Quando si creano la porta LPR e la stampante, disattivare l'opzione relativa alla stampa bidirezionale. Se questa opzione Ŕ attivata, pu˛ accadere che la stampante accetti uno o pi¨ processi di stampa e che successivamente smetta di accettarne fino a quando non viene fisicamente reimpostata.

    Non occorre pi¨ creare una configurazione di porta di stampante definita localmente per ciascun nodo. In Windows 2000 e versioni successive la configurazione delle porte Ŕ memorizzata nel Registro di sistema del cluster e pertanto Ŕ condivisa da tutti i nodi del cluster nella seguente chiave:
    HKEY_Local_Machine\Cluster\Resources\%Spooler GUID%\Parameters\Monitors\
  6. Scegliere il driver appropriato per la stampante, quindi fare clic su Avanti.
  7. Assegnare alla stampante un nome univoco sul server cluster.
  8. Scegliere un nome di condivisione per la stampante. Anche questo nome deve esser univoco nel cluster. Non Ŕ consigliabile avere altre stampanti con lo stesso nome di condivisione nel cluster, anche se si trovano in un gruppo diverso e sono associate a una diversa risorsa Spooler. In caso di errore, in una configurazione attivo/attivo lo stesso nodo del cluster potrebbe possedere entrambi i gruppi di spooler. Se ci˛ accade, le stampanti che condividono lo stesso nome non saranno disponibili. Si consiglia ancora una volta di utilizzare lo standard di denominazione 8.3 per assicurare la compatibilitÓ con le versioni precedenti.

    Nota: il processo di installazione copia i file dei driver della stampante nella condivisione \\ServerVirtuale\print$. I driver della stampante vengono copiati nella cartella %SystemRoot%\System32\Spool\Drivers\GUID spooler\Drivers del nodo del cluster che possiede la risorsa del nome di rete per questo nome virtuale. I driver vengono copiati anche nel disco condiviso nella cartella \PrinterDrivers.
  9. Verificare la stampa per la stampante:

    Dopo aver aggiunto tutte le code di stampa desiderate, utilizzare Amministrazione cluster per spostare il gruppo che contiene la risorsa Spooler di stampa in tutti gli altri nodi. In questo modo i driver della stampante vengono copiati dalla cartella \PrinterDrivers del disco condiviso alla cartella %SystemRoot%\System32\Spool\Drivers\%Spooler GUID%\Drivers del nodo.

    Nota: la funzionalitÓ di stampa Ŕ immediatamente disponibile per i client se la coda Ŕ stata creata, anche se i driver non sono stati copiati in tutti gli altri nodi disponibili. AffinchÚ il cluster funzioni, non Ŕ necessario spostare immediatamente il gruppo di spooler in tutti gli altri nodi dopo aver creato le code. Questa operazione pu˛ essere eseguita in un secondo momento, quando Ŕ possibile pianificare un breve arresto durante il quale poter mettere non in linea la risorsa Spooler.
Per ulteriori informazioni su come configurare un cluster di stampa a elevata disponibilitÓ, vedere il seguente white paper (informazioni in lingua inglese):
http://www.microsoft.com/WindowsServer2003/techinfo/overview/availableprinter.mspx
Nota Quando si configura un cluster di stampa, Ŕ necessario impostare la dimensione del registro quorum su un valore sufficientemente grande da corrispondere al numero di stampanti che verranno installate. Occorre aumentare la dimensione per la reimpostazione del registro quorum se si aumenta la dimensione del registro quorum. Per stabilire se occorre aumentare il valore della dimensione per la reimpostazione del registro quorum, verificare la dimensione del file Clusdb. In ogni nodo Ŕ inclusa una copia locale di questo file nella cartella %SystemRoot%\Cluster. La dimensione per la reimpostazione del registro quorum per il registro delle transazioni deve essere maggiore di quella del file Clusdb per il Registro di sistema del cluster.

Se ad esempio sono state installate stampanti e la dimensione del file Clusdb Ŕ 6 MB, occorre aumentare a 8 MB la dimensione per la reimpostazione del registro quorum. Per impostazione predefinita, la dimensione per la reimpostazione del registro quorum in Windows Server 2003 Ŕ 4 MB. Occorre aumentare tale dimensione a incrementi di 64 KB. ╚ buona prassi raddoppiare il valore corrente della dimensione per la reimpostazione del registro quorum.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 278455 - Ultima modifica: lunedý 15 maggio 2006 - Revisione: 9.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Windows Server 2003, Enterprise Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003, Datacenter Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Advanced Server, Limited Edition
Chiavi:á
kbinfo kbprint KB278455
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com