Dati diversi vengono restituiti quando si utilizza l'estensione per i dati elenco SharePoint per un report SSRS 2008 R2 o SSRS 2012

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 2826162 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Si consideri lo scenario seguente:

  • Si dispone di un Microsoft SQL Server Reporting Services 2008 R2 (SSRS 2008 R2) o un report di Microsoft SQL Server Reporting Services 2012 (SSRS 2012) per un elenco di Microsoft SharePoint o una raccolta documenti.
  • Il rapporto utilizza un'estensione di dati elenco SharePoint di SQL Server Reporting Services predefinita.
  • Si crea una query di dataset in base all'elenco di SharePoint o una raccolta documenti e quindi si esegue la query nella finestra di progettazione report.
  • È possibile distribuire il report per la farm di SharePoint contenente l'elenco di SharePoint o una raccolta documenti.
In questo caso, la query dataset restituisce un risultato diverso nella finestra di progettazione report della farm di SharePoint.

Ad esempio, è possibile creare una nuova visualizzazione di SharePoint in cui si seleziona l'opzione di visualizzazione Mostra tutti gli elementi senza cartelle in una raccolta documenti. È possibile impostare la nuova visualizzazione come visualizzazione predefinita per la raccolta documenti. In questo caso, il report restituisce i dati diversi nella farm di SharePoint in report designer.

Nota. Se si distribuisce il report nel sito di SharePoint, vengono restituiti solo i file della raccolta documenti e cartelle di livello superiore. Progettazione report, tuttavia, restituisce tutti i file che riflettono la vista di default cambiano indipendentemente dalle posizioni di cartella.

Cause

Questo problema è causato da diversi percorsi di codice che vengono prese da SSRS 2008 R2 o SSRS 2012 SharePoint esegue il report nella stessa farm come elenco. Quando la farm di SharePoint locale esegue il report, l'elenco viene recuperato tramite il percorso SPLocalConnection . Il percorso legge direttamente dall'elenco di SharePoint senza chiamate SOAP e crea una copia locale delle informazioni elenco senza la configurazione di visualizzazione predefinita. Pertanto, il percorso di SPLocalConnection non riflette le modifiche apportate nella visualizzazione predefinita.

Tuttavia, quando la progettazione report esegue il report, il report utilizza il percorso di SPRemoteConnection . Questo percorso utilizza chiamate SOAP simili a quelli del GetListCollection funzione. Questa funzione consente di accedere al sito tramite una connessione HTTP remota anziché la connessione locale. Pertanto, le modifiche si rifletteranno nella configurazione di visualizzazione predefinita.

Workaround

Per risolvere questo problema, utilizzare uno dei seguenti metodi:
  • Distribuire il report in un server di report modalità nativa e quindi eseguire il report dal server di report modalità nativa.

    Nota.
    Se è necessario visualizzare il report in SharePoint, installare la Web Part Visualizzatore di Report in modalità nativa di SharePoint e quindi chiamare il report da istanza nativa di Reporting Services.

    Per ulteriori informazioni su come visualizzare ed esplorare la modalità nativa report utilizzando la Web part di SharePoint, visitare il seguente sito Web MSDN:
  • Distribuire l'elenco di SharePoint o una raccolta documenti in una farm di SharePoint diversa è possibile accedere dalla farm rapporto distribuito. Di conseguenza, il report nella farm locale può accedere all'elenco in modalità remota.
  • Utilizzare un'estensione di dati XML per creare una query XML senza utilizzare l'estensione di dati elenco SharePoint.

Status

Microsoft ha confermato che questo è un problema nei prodotti Microsoft elencati nella sezione "Si applica a".

Proprietà

Identificativo articolo: 2826162 - Ultima modifica: martedì 19 marzo 2013 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft SQL Server 2012 Developer
  • Microsoft SQL Server 2012 Enterprise
  • Microsoft SQL Server 2012 Express
  • Microsoft SQL Server 2012 Service Pack 1
  • Microsoft SQL Server 2012 Standard
  • Microsoft SQL Server 2012 Web
  • SQL Server 2012 Enterprise Core
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Datacenter
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Developer
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Enterprise
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Express
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Reporting Services
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Service Pack 2
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Standard
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Web
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Workgroup
Chiavi: 
kbsurveynew kbtshoot kbexpertiseadvanced kbmt KB2826162 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 2826162
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com