Disponibilità del supporto per quantità di memoria estese in Windows Server 2003 e in Windows 2000

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 283037 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

In questo articolo vengono illustrate le estensioni indirizzo fisico (PAE, Physical Address Extension) e le estensioni AWE (Address Windowing Extension) e vengono descritte le relative modalità di interazione. Vengono inoltre descritte le limitazioni dell'utilizzo di una memoria superiore all'intervallo di 4 gigabyte (GB) intrinseche dei sistemi operativi a 32 bit.

Informazioni

L'estensione indirizzo fisico (PAE) è la capacità aggiuntiva del processore IA32 di utilizzare più di 4 GB di memoria fisica. I sistemi operativi riportati di seguito possono utilizzare l'estensione PAE per sfruttare una memoria fisica superiore a 4 GB:
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
  • Microsoft Windows 2000 Datacenter Server
  • Microsoft Windows Server 2003 Enterprise Edition
  • Microsoft Windows Server 2003 Datacenter Edition
Per attivare l'estensione PAE, utilizzare l'opzione /PAE nel file Boot.ini.

Nota In Windows Server 2003, l'estensione PAE viene attivata automaticamente solo se sul server vengono utilizzate periferiche di memoria collegabili a caldo. In questo caso non sarà necessario utilizzare l'opzione /PAE in un sistema configurato per l'utilizzo di periferiche di memoria collegabili a caldo. In tutti gli altri casi, per avvalersi di una memoria superiore a 4GB, è necessario utilizzare l'opzione /PAE nel file Boot.ini.

Supponendo che non sia stata utilizzata l'opzione /3GB, un processo in esecuzione in Windows 2000 o Windows Server 2003 in genere può accedere a un massimo di 2 GB di spazio degli indirizzi di memoria, in parte fisica e in parte virtuale. Maggiore è il numero di programmi (e quindi di processi) in esecuzione, maggiore sarà la quantità di memoria vincolata, fino al massimo di 2 GB di spazio degli indirizzi.

Quando si verifica questa situazione, il processo di paging aumenta notevolmente con possibili effetti negativi sulle prestazioni. I gestori di memoria di Windows 2000 e di Windows Server 2003 utilizzano l'estensione PAE per fornire ulteriore memoria fisica a un programma. In questo modo si riduce la necessità di effettuare lo swapping della memoria del file di paging e si ottiene un miglioramento delle prestazioni. Il programma non è a conoscenza dell'effettiva dimensione della memoria. La gestione e l'allocazione della memoria PAE vengono controllate interamente dal gestore di memoria, indipendentemente dai programmi in esecuzione.

Le informazioni riportate in precedenza sono valide per tutti i programmi in esecuzione quando viene utilizzata l'opzione /3GB. Nel caso di un programma che richiede 3 GB di memoria, è più probabile che una quantità maggiore della relativa memoria rimanga nella memoria fisica anziché passare nella memoria virtuale. In questo modo vengono migliorate le prestazioni dei programmi in grado di utilizzare l'opzione /3GB. L'eccezione è rappresentata dal caso in cui l'opzione /3GB venga utilizzata insieme all'opzione /PAE. In questa circostanza, il sistema operativo non utilizzerà una quantità di memoria superiore a 16 GB. Questo comportamento è causato da considerazioni relative allo spazio di memoria virtuale del kernel. Se il sistema viene riavviato con la voce /3GB nel file Boot.ini e dispone di oltre 16 GB di memoria fisica, la memoria RAM fisica aggiuntiva non verrà utilizzata. Il riavvio del computer senza l'opzione /3GB consentirà l'utilizzo di tutta la memoria fisica.

AWE è un set di API per le funzioni del gestore di memoria che consente ai programmi di utilizzare una maggiore quantità di memoria rispetto ai 4 GB disponibili mediante l'indirizzamento standard a 32 bit. AWE consente ai programmi di riservare memoria fisica come memoria non di paging, quindi di mappare dinamicamente parti della memoria non di paging sul working set di memoria del programma. Grazie a questo processo, i programmi a elevato consumo di memoria, ad esempio i sistemi di database di grandi dimensioni, possono riservare grandi quantità di memoria fisica per i dati senza dover passare dalla memoria virtuale a quella principale e viceversa. Viene invece eseguito lo swapping dei dati nel working set e la memoria riservata è superiore all'intervallo dei 4 GB. L'intervallo di memoria superiore a 4 GB viene inoltre esposto al gestore di memoria e alle funzioni AWE dall'estensione PAE. Senza PAE, AWE non è in grado di riservare una quantità di memoria superiore a 4 GB.

Di seguito è riportato un esempio di file Boot.ini in cui è stata aggiunta l'opzione PAE:
[boot loader]
timeout=30
default=multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(2)\WINDOWS
[operating systems]
multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(2)\WINDOWS="Windows Server 2003, Enterprise" /fastdetect /PAE


Avviso Il contenuto del file Boot.ini varia a seconda della configurazione. Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
317526 Modifica del file Boot.ini in Windows Server 2003
In breve, PAE è una funzione dei gestori di memoria di Windows 2000 e di Windows Server 2003 che fornisce una maggiore quantità di memoria fisica a un programma che la richiede. Il programma non è a conoscenza del fatto che una parte qualsiasi della memoria utilizzata si trovi nell'intervallo eccedente i 4 GB, così come i programmi non sono a conoscenza del fatto che la memoria richiesta si trovi effettivamente nel file di paging.

AWE è un set di API che consente ai programmi di riservare grandi blocchi di memoria. La memoria riservata non è paginabile ed è accessibile solo a tale programma. Per ulteriori informazioni su AWE e PAE, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
268363 Estensione PAE (Physical Addressing Extension) Intel in Windows 2000
Per ulteriori informazioni, visitare i seguenti siti Web Microsoft (informazioni in lingua inglese):
http://msdn.microsoft.com/it-it/library/aa213764(SQL.80).aspx
http://msdn.microsoft.com/it-it/library/ms810461.aspx
Se viene aggiunta memoria nel sistema, è possibile che la quantità di RAM fisica installata nel server venga riconosciuta interamente dal BIOS ma solo parzialmente da Windows. Se nel server è attivata una funzionalità di memoria ridondante o di mirroring della memoria, è possibile che Windows non sia in grado di riconoscere l'intera memoria. La memoria ridondante fornisce al sistema un banco di memoria di failover in caso di mancato funzionamento di uno dei banchi di memoria. Il mirroring della memoria suddivide i banchi di memoria in un set di mirroring. Entrambe le funzionalità vengono attivate o disattivate nel BIOS e non sono accessibili da Windows. Per modificare le impostazioni relative a queste funzionalità, può essere necessario fare riferimento al manuale per l'utente relativo al sistema o al sito Web del produttore dell'hardware originale (OEM) oppure contattare il fornitore dell'hardware.

Se, ad esempio, si utilizza un sistema in cui sono installati 4 GB di RAM e in seguito si aggiungono altri 4 GB di RAM, è possibile che Windows riconosca solo 4 GB o 6 GB di memoria fisica invece degli 8 GB totali. È possibile che sui nuovi banchi di memoria siano attivate le funzionalità di memoria ridondante o di mirroring della memoria all'insaputa dell'utente. Questi sintomi sono analoghi a quelli che si verificano quando non si aggiunge l'opzione /PAE al file Boot.ini.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni, visitare il seguente sito Web Microsoft (informazioni in lingua inglese):
Sistemi operativi e supporto per PAEhttp://msdn.microsoft.com/it-it/windows/hardware/gg487512.aspx
Nota: questo è un articolo a "PUBBLICAZIONE RAPIDA", creato direttamente all'interno dell'organizzazione di supporto Microsoft. Le informazioni contenute nel presente documento vengono fornite "così come sono" in risposta alle problematiche riscontrate. A causa della rapidità con cui vengono resi disponibili, i materiali possono contenere errori di battitura e sono soggetti a modifica senza preavviso, in qualsiasi momento. Per altre considerazioni, vedere le Condizioni per l'utilizzo.

Proprietà

Identificativo articolo: 283037 - Ultima modifica: venerdì 29 giugno 2012 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows Server 2003, Enterprise Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003, Datacenter Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
Chiavi: 
kbenv kbinfo kbmemory KB283037
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com