Un messaggio informativo 9017 viene registrato quando si avvia un'istanza di SQL Server o ripristinare o collegare un database

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 2882905 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sintomi

Quando si avvia un'istanza di Microsoft SQL Server o ripristinare o collegare un database, un messaggio informativo 9017 analogo al seguente viene registrato nel log degli errori di SQL Server:

Database dbName ha pi¨ di n file di log virtuali che Ŕ eccessivo. Troppi file di log virtuali possono causare avvio lungo e tempi di backup. Si consiglia di compattazione del log e l'utilizzo di un incremento di crescita diversi per ridurre il numero di file di log virtuali.

Troppi file di log virtuali possono influire negativamente il tempo di ripristino del database.

Inoltre, se si utilizzano le tecnologie di replica o il mirroring del Database nel proprio ambiente, Ŕ possibile notare i problemi di prestazioni con queste tecnologie.

Cause

Questo problema si verifica quando si specificano i valori bassi per la Parametro FILEGROWTH per il file di registro.

Il motore di Database di SQL Server divide ogni file di log fisico internamente in diversi file di log virtuale (VLF). SQL Server 2008 R2 Service Pack 2 e versioni successive Ŕ stato introdotto un nuovo messaggio (9017) viene registrato quando un database viene avviato (a causa di inizio di un'istanza di SQL Server o per il collegamento o ripristino del database) e ha pi¨ di 1.000 VLF in SQL Server 2008 R2 o ha pi¨ di 10.000 VLF in SQL Server 2012.

Nota.In SQL Server 2012, anche se questo messaggio viene registrato quando il database ha 10.000 VLF, il messaggio effettivo che Ŕ segnalato in maniera errata nel log degli errori indica "1000 VLF." In pratica, l'avviso viene generato dopo 10.000 VLF. Tuttavia, il messaggio di report 1.000 VLF. Questo problema verrÓ corretto nelle versioni future.

Per ulteriori informazioni su come aumenta il numero di VLF potrebbe causare problemi di prestazioni nella replica o configurazioni di mirroring del database, vedere la sezione "Ulteriori informazioni".

Risoluzione

Per risolvere il problema, attenersi alla seguente procedura:
  1. Ridurre il log delle transazioni utilizzando DBCC SHRINKDB oppure utilizzando SQL Server Management Studio.
  2. Aumentare le dimensioni del file di registro delle transazioni per un valore maggiore per evitare aumenti di dimensioni automatico frequenti. Per ulteriori informazioni, vedere il seguente argomento sul sito Web di documentazione in linea di SQL Server:

    http://msdn.microsoft.com/en-us/library/ms365418.aspx#AddOrEnlarge
  3. Aumentare il Parametro FILEGROWTH un valore maggiore di quello attualmente configurato. Questo dovrebbe basarsi sull'attivitÓ del database e la frequenza del file di registro Ŕ in crescita.

Inoltre, si consiglia di prendere in considerazione l'installazione di correzioni riportate di seguito, a seconda della versione di SQL Server attualmente in esecuzione:


Informazioni

Come controllare il numero di segmenti VLF in un database

╚ possibile trovare il numero di segmenti VLF in un database in modo da ottenere la differenza tra la prima e ultima registro numeri progressivi (LSNs) di backup del log delle transazioni per il database.

╚ possibile trovare il numero LSN del backup del log delle transazioni controllando il log degli errori di SQL Server per un messaggio analogo al seguente:

{╚ stato backup del log. Database: mydbname, creation_date_(time): Data(ora), primo LSN: 1: 5068:70, ultimo LSN: 1: 5108:1, il numero di periferiche di dump: 1, informazioni sulla periferica: (FILE = 1, tipo = disco: {'C:\folder\logbackup1.trn'}). Si tratta di un messaggio informativo. ╚ necessaria alcuna azione.

Nota.In questo messaggio, il numero LSN del log delle transazioni Ŕ1. (╚ il primo numero prima dei due punti primo di "numero LSN: 1:5068:70.")

A tale scopo, attenersi alla seguente procedura:
  1. Trovare il numero LSN per il backup del log di earliesttransaction per il database nel log degli errori di SQL (ad esempio, il numero LSN: 1:5108:1).
  2. Trovare il numero LSN pi¨ recente per il backup del log delle transazioni nel log degli errori di SQL (ad esempio, LSN:10, 235: 5108: 1).
  3. Il numero di segmenti VLF Ŕ la differenza tra il numero LSN pi¨ recente e il numero LSN (In questo caso, Ŕ 10,235-1 = 10,234).

L'effetto di lotti di VLF sulla replica

Troppi file di log possono influire sulla replica perchÚ il processo di lettura log deve eseguire la scansione di ogni file di log virtuale per le transazioni contrassegnate per la replica. ╚ possibile osservare questo comportamento tracciando le prestazioni della procedura sp_replcmds archiviati. Lettura dei log di elaborare il sp_replcmds stored procedure per eseguire la scansione del file di log virtuali e per leggere le transazioni contrassegnate per la replica viene utilizzato. Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo riportato di seguito per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base:

949523 La latenza di replica transazionale Ŕ elevata in SQL Server 2005, quando il valore della proprietÓ "Dimensioni iniziali" e il valore della proprietÓ di aumento automatico sono piccoli

L'effetto di lotti di VLF sul mirroring del database

Troppi file di registro possono compromettere il mirroring del database. Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo riportato di seguito per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base:

2455009FIX: Rallentamento delle prestazioni quando si ripristina un database, se sono presenti molti VLF all'interno del log delle transazioni in SQL Server 2005, SQL Server 2008 o SQL Server 2008 R2

Riferimenti

Per ulteriori informazioni, vedere gli argomenti seguenti nel sito Web Microsoft Developer Network (MSDN):

Compattazione del Log delle transazioni

Fattori che possono ritardare il troncamento del Log

Troncamento del Log delle transazioni

Architettura logica del Log delle transazioni

Architettura fisica del Log delle transazioni


ProprietÓ

Identificativo articolo: 2882905 - Ultima modifica: mercoledý 11 settembre 2013 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft SQL Server 2012 Developer
  • Microsoft SQL Server 2012 Enterprise
  • Microsoft SQL Server 2012 Standard
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Datacenter
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Developer
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Enterprise
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Standard
  • Microsoft SQL Server 2008 Developer
  • Microsoft SQL Server 2008 Enterprise
  • Microsoft SQL Server 2008 Standard
  • Microsoft SQL Server 2005 Developer Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Enterprise Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Standard Edition
Chiavi:á
kbexpertiseinter kbprb kbsurveynew kbmt KB2882905 KbMtit
Traduzione automatica articoli
IMPORTANTE: il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite un software di traduzione automatica di Microsoft ed eventualmente revisionato dalla community Microsoft tramite la tecnologia CTF (Community Translation Framework) o da un traduttore professionista. Microsoft offre articoli tradotti manualmente e altri tradotti automaticamente e rivisti dalla community con l?obiettivo di consentire all'utente di accedere a tutti gli articoli della Knowledge Base nella propria lingua. Tuttavia, un articolo tradotto automaticamente, anche se rivisto dalla community, non sempre Ŕ perfetto. Potrebbe contenere errori di vocabolario, di sintassi o di grammatica. Microsoft declina ogni responsabilitÓ per imprecisioni, errori o danni causati da una traduzione sbagliata o dal relativo utilizzo da parte dei clienti. Microsoft aggiorna frequentemente il software e gli strumenti di traduzione automatica per continuare a migliorare la qualitÓ della traduzione.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 2882905
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com