BUG: File XML memorizzati nella cache generano le richieste GET non necessarie

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 293099 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo Ŕ stato archiviato. L?articolo, quindi, viene offerto ?cosý come Ŕ? e non verrÓ pi¨ aggiornato.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Dopo che un documento XML (Extensible Markup Language) o XSL (Extensible Stylesheet Language) Ŕ stato memorizzato nella cache su un computer client, le richieste successive per utilizzare il file potrebbero causare in una richiesta GET "If-Modified--Since" non necessaria al server se il file non Ŕ scaduto. Queste richieste aggiuntive Ŕ rallentare le prestazioni di scala elevato server e applicazioni di grandi dimensioni.

Cause

Questo si verifica a causa di un problema nel file MSXML.dll.

Risoluzione

Per risolvere il problema, installare Microsoft XML (MSXML) Parser versione 3.0 o versione successiva e utilizzare lo strumento XmlInst.exe per installare MSXML 3.0 in modalitÓ di sostituzione. Quando si esegue XmlInst.exe per installare MSXML 3.0 in modalitÓ di sostituzione, tutti i riferimenti dell'applicazione (compresi quelli per Internet Explorer) vengono rimappati per puntare a MSXML 3.0. Se non si installa MSXML 3.0 in modalitÓ di sostituzione, Internet Explorer continua a utilizzare MSXML.dll anzichÚ Msxml3.dll e il problema persiste continuamente.

╚ scaricabile MSXML Parser versione 3.0 il seguente sito Web:
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=8167837e-0983-4988-99a4-377ef5c0da2e&DisplayLang=en
Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
269238Elenco di versione per il parser Microsoft XML
╚ scaricabile lo strumento in modalitÓ sostituzione Xmlinst.exe il seguente sito Web:
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=1e6185d7-e4e4-43b1-8056-0e5ecd15a88a&DisplayLang=en

Status

Microsoft ha confermato che questo un bug in Microsoft i prodotti sono elencati nella sezione "Si applica a".Questo problema Ŕ stato risolto in MSXML Parser versione 3.0.

Informazioni

Quando Internet Explorer scarica e memorizza nella cache il contenuto, se il server Ŕ specificata una data di scadenza per il contenuto, Internet Explorer non devono inviare le richieste GET "If-Modified--Since" al server per verificare per contenuto Aggiorna fino a dopo la data di scadenza e l'ora sono stati raggiunti (che Ŕ indicato nell'intestazione di scadenza). Internet Explorer deve inviare solo una richiesta GET "If-Modified--Since" per verificare con il server se il contenuto Ŕ scaduto. Tuttavia, con MSXML.dll (e pertanto i file con estensione XML e XSL), una richiesta di "If-Modified--Since" GET non necessaria viene inviata anche se il file con estensione XML o XSL non Ŕ scaduto.

Se tutti i file sono stati caricati nella cache a causa di una precedente visita al sito e se i file non scaduti, questo errore pu˛ essere osservato in numerose circostanze diverse:
  • Facendo clic su Indietro per selezionare un documento XML visitato in precedenza, Internet Explorer invia un'intestazione "If-Modified--Since" al server per verificare lo stato del file XML.
  • Quando si digita l'URL nella barra degli indirizzi per un documento XML che Ŕ collegato a un foglio di stile XSL, Internet Explorer invia un'intestazione "If-Modified--Since" per il documento XSL ma non il codice XML documento.
  • Quando si chiama il metodo di caricamento dell'oggetto XML DOMDocument per caricare un documento XML tramite script, Internet Explorer invia un'intestazione "If-Modified--Since" per il file XML.
  • Quando si utilizza l'isola di dati XML in una pagina ASP o HTML, se si fare clic sull'URL o si preme il pulsante Indietro per accedere alla pagina, Internet Explorer invia una richiesta GET "If-Modified--Since" al server per il codice XML file.
Eseguire la procedura nella sezione Risoluzione per risolvere i primi due problemi.

Per ulteriori informazioni su come risolvere il terzo problema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
308603Il metodo DomDocument Load Ignora la scadenza del contenuto
In questa fase, Ŕ presente alcuna soluzione per il quarto problema.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni sull'oggetto DOMDocument XML, vedere il seguente sito Web Microsoft:
http://msdn.microsoft.com/en-us/library/aa468547.aspx
Per ulteriori informazioni sullo sviluppo di soluzioni basate sul Web per Internet Explorer, visitare i seguenti siti Web (informazioni in lingua inglese):
http://msdn.microsoft.com/ie/

http://support.microsoft.com/iep

ProprietÓ

Identificativo articolo: 293099 - Ultima modifica: mercoledý 26 febbraio 2014 - Revisione: 4.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Internet Explorer 4.01 Service Pack 1
  • Microsoft Internet Explorer 5.0
  • Microsoft Internet Explorer 5.01
  • Microsoft Internet Explorer (Programming) 5.01 SP1
  • Microsoft Internet Explorer 5.5
  • Microsoft Internet Explorer (Programming) 6.0
  • Microsoft XML Parser 2.0
  • Microsoft XML Parser 2.5
  • Microsoft XML Parser 2.6
Chiavi:á
kbnosurvey kbarchive kbmt kbbug kbfix kbmsxmlnosweep kbnavigation KB293099 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 293099
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com