Errore 930; autenticazione server non risponde alle richieste di autenticazione in modo tempestivo

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 299684 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sintomi

Quando si imposta su Servizio autenticazione Internet (IAS) nel servizio Routing e accesso remoto (per reti private virtuali [VPN] o il traffico di connessione remota), il client di computer, potrebbe essere visualizzato il seguente messaggio di errore:
Errore 930: Il server di autenticazione non risponde alle richieste di autenticazione in modo tempestivo.
Sul server di routing e accesso remoto, possibile che vengano segnalato il seguente messaggio di errore:
Tipo evento: errore
Origine evento: accesso remoto
Categoria evento: nessuna
ID evento: 20073
Data: 22 maggio 2001
Ora: 11:59:48 ore.
Utente: N/d
Computer: nome di computer

Descrizione:
Si è verificato nella porta Point-to-Point Protocol modulo il seguente errore: porta, UserName: nomeutente. Il server di autenticazione non risponde alle richieste di autenticazione in modo tempestivo.
Sul server IAS, il seguente messaggio di errore possibile che vengano segnalato dove indirizzo_IP è l'indirizzo di protocollo IP (Internet Protocol) del server di routing e accesso remoto:
Tipo evento: errore
Origine evento: IAS
Categoria evento: nessuna
ID evento: 13
Data: 22 maggio 2001
Ora: 11:59:48 ore.
Utente: N/d
Computer: nome di computer

Descrizione:
È stata ricevuta una richiesta dal client indirizzo_IP indirizzo IP non valido.

Cause

Tale comportamento può essere causato da una delle seguenti condizioni:
  • Il percorso predefinito del file di registro di accesso remoto è stato modificato o non è valido.
  • Il server di routing e accesso remoto non è stato impostato come un client RADIUS (Remote Authentication Dial-in User Service) in Microsoft Management Console (MMC) di IAS.

Risoluzione

Per risolvere questo comportamento, utilizzare il metodo appropriato.

Modificare o verificare il percorso della cartella di registro di routing e accesso remoto

L'account di sistema locale necessario dell'autorizzazione di scrittura alla nuova cartella. Il percorso predefinito è systemroot%\System32\LogFiles %.
  1. Avviare la console Routing e accesso remoto.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse Route Access Logging e quindi fare clic su Proprietà .
  3. Fare clic sulla scheda File locali .
  4. Modificare o verificare il percorso della cartella di registro di routing e accesso remoto.

Aggiungere i client RADIUS

  1. Fare clic su Start , scegliere Pannello di controllo , fare doppio clic su Strumenti di amministrazione e quindi fare clic su Servizio autenticazione Internet .
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse client e quindi fare clic su Nuovo Client .
  3. Nel campo Nome immettere un nome descrittivo.
  4. In protocollo , fare clic su RADIUS e quindi fare clic su Avanti .
  5. Nel campo Indirizzo Client (IP o Domain Name System [DNS]), immettere il DNS o l'indirizzo IP per il client. Se si utilizza un nome DNS, fare clic su verifica . Nella finestra di dialogo Risolvi nome DNS , fare clic su Risolvi e quindi selezionare l'indirizzo IP che si desidera associare con il nome da "Risultati ricerca".
  6. Se il client è un server di accesso di rete (NAS) e si desidera utilizzare i criteri di accesso remoto specifici NAS per scopi di configurazione (ad esempio, un criterio di accesso remoto che contiene gli attributi specifici del fornitore), scegliere Fornitore Client , quindi scegliere il nome del produttore. Se non si conosce il nome del produttore o il nome non è nell'elenco, fare clic su RADIUS Standard . Se il client RADIUS è in esecuzione il Microsoft Windows NT Server o Windows 2000 Server con servizio Routing e accesso remoto, scegliere Microsoft .
  7. Nel campo Segreto condiviso , immettere il segreto condiviso per il client e quindi immetterlo di nuovo nel campo Conferma segreto condiviso .
  8. Se supportato dalla NAS in uso utilizzando l'attributo di firma per la verifica (con Password Authentication Protocol [PAP], [CHAP] Challenge-Handshake Authentication Protocol o Microsoft Challenge-Handshake Authentication Protocol [protocollo]), fare clic su per selezionare la casella di controllo che client deve sempre includere l'attributo della firma nella richiesta .

    Nota Se il server NAS non supporta l'attributo della firma per PAP, CHAP o MS-CHAP, non selezionare l'opzione precedente.

Proprietà

Identificativo articolo: 299684 - Ultima modifica: venerdì 2 marzo 2007 - Revisione: 2.3
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows 2000 Server
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
Chiavi: 
kbmt kbprb KB299684 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 299684
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com