ACC97: Utilizzare la funzione StrConv per maiuscolo le parole e frasi

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 302499 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Moderato: Impone la macro di base, codifica e le competenze di interoperabilitÓ.

Per la una versione di Microsoft Access 2000 di questo articolo, vedere 253911.

Per la una versione di Microsoft Access 2002 di questo articolo, vedere 298607.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

Questo articolo vengono fornite esempi per l'utilizzo di una funzione incorporata denominata StrConv che Ŕ possibile utilizzare per inserire il primo carattere di una parola o un insieme di parole in maiuscolo. Eventuali spazi iniziali non influiscono sulla funzione, che Ŕ tuttavia soggetta alle seguenti limitazioni per alcuni nomi:
  • "MacDonald" diviene "Macdonald"
  • "van Buren" diviene "Van Buren"
  • "James Pratt VI" diviene "James Pratt Vi"

Informazioni

La funzione StrConv utilizzabile per modificare il caso di una stringa in lettere maiuscole, da minuscolo o in modo che la prima lettera sia maiuscola. La sintassi Ŕ StrConv ( stringa , conversione ), dove la "stringa" Ŕ la stringa di testo e la "conversione" Ŕ 1, 2 o 3. Per "conversione" maiuscola, maiuscole Ŕ 1, lettere minuscole sono 2 e 3 rende la lettera prima di ogni parola lettere maiuscola.

Quando si scrivono la funzione StrConv in Visual Basic, Applications Edition (VBA), anzichÚ i valori integer a 1, 2 o 3, Ŕ possibile utilizzare una delle seguenti costanti:
vbUpperCase Converte l'intera stringa in maiuscolo.
vbLowerCase Converte l'intera stringa in minuscolo.
vbProperCase Converte la prima lettera di ogni parola in caratteri maiuscoli e le lettere restanti in lettere minuscole.
Nota: La funzione StrConv ha pi¨ costanti da solo tre sono indicati; tuttavia, questo articolo verte solo sulle tre costanti utilizzati per la conversione maiuscole.

Dimostrazione della funzione StrConv

  1. Avviare Microsoft Access e aprire un nuovo database vuoto.
  2. Creare una nuova tabella con i seguenti campi:
       Field Name: FirstName
       Data Type: Text
    
       Field Name: LastName
       Data Type: Text
    						
    Salva la tabella MyNamesList .
  3. Aggiungere i seguenti nomi di esempio alla tabella:
       john chen
       joanna fuller
       becki culbert
       jeff smith
    					

Utilizzo di StrConv nel codice nella proprietÓ DopoAggiornamento di un controllo

  1. Creare una nuova maschera Ŕ basata sulla tabella MyNamesList.
  2. Per aggiungere controlli casella di testo per i campi nome e cognome trascinare i nomi dei campi dall'elenco dei campi.
  3. Se la finestra delle proprietÓ non Ŕ visibile, dal menu Visualizza , fare clic su ProprietÓ .
  4. Impostare la proprietÓ di DopoAggiornamento della casella di testo LastName sulla routine evento riportata di seguito:
    Private Sub LastName_AfterUpdate()
    LastName = StrConv(LastName, vbProperCase)
    End Sub
    					
  5. Nel menu file , fare clic su Chiudi .
  6. Aprire la maschera creata nel passaggio 1 in visualizzazione Maschera e immettere alcuni nuovi nomi in lettere minuscole. Si noti che quando si torna a tali record, il campo Cognome Ŕ ora in correttamente maiuscolo.

Utilizzo di StrConv() in una query

  1. Creare una nuova query Ŕ basata sulla tabella MyNamesList e digitare la seguente riga nella prima cella di campo della griglia di struttura della query:
    NomeCompleto: StrConv([LastName] & "," & [FirstName], 3)
  2. Eseguire la query.

    Si noti che i campi Cognome e nome vengono concatenati e qualsiasi nomi che iniziano con minuscole vengono convertiti in modo che la prima lettera sia maiuscola.

Utilizzo di StrConv in una macro

  • Creare una nuova macro chiamata appropriati con le seguenti specifiche:
    Azione: ImpostaValore
    Elemento: screen.ActiveControl
    Espressione: StrConv(Screen.ActiveControl,3)
    Nota : ╚ possibile chiamare questa macro dalla proprietÓ DopoAggiornamento di un controllo in un modulo. L'effetto Ŕ identico a quello del primo metodo.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni sulle altre costanti della funzione StrConv , cercare StrConv nell' Indice della Guida in linea , quindi l'argomento della funzione StrConv .

ProprietÓ

Identificativo articolo: 302499 - Ultima modifica: mercoledý 31 gennaio 2007 - Revisione: 3.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Access 97 Standard Edition
Chiavi:á
kbmt kbhowto kbprogramming KB302499 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 302499
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Dichiarazione di non responsabilitÓ per articoli della Microsoft Knowledge Base su prodotti non pi¨ supportati
Questo articolo Ŕ stato scritto sui prodotti per cui Microsoft non offre pi¨ supporto. L?articolo, quindi, viene offerto ?cosý come Ŕ? e non verrÓ pi¨ aggiornato.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com