Utilizzo dello strumento Sysprep per automatizzare la corretta distribuzione di Windows XP

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 302577 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo Ŕ stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I302577
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

INTRODUZIONE

In questo articolo vengono descritte le procedure dettagliate su come utilizzare l'UtilitÓ preparazione sistema (Sysprep.exe) per automatizzare la distribuzione di Microsoft Windows XP. Sysprep Ŕ uno strumento progettato per gli amministratori di sistema, gli OEM (Original Equipment Manufacturer) e gli altri utenti che devono distribuire automaticamente il sistema operativo Windows XP su pi¨ computer. Dopo aver eseguito la procedura di installazione iniziale su un computer, Ŕ possibile eseguire lo strumento Sysprep per predisporre il computer di riferimento alla duplicazione.

Informazioni

Requisiti di utilizzo dello strumento Sysprep

Prima di utilizzare lo strumento Sysprep, assicurarsi che l'hardware del computer e le relative periferiche soddisfino i requisiti minimi elencati di seguito:
  • Il computer di riferimento e quelli di destinazione devono disporre di HAL compatibili. Ad esempio, sistemi multiprocessore basati su APIC (Advanced Programmable Interrupt Controller) devono utilizzare lo stesso HAL APIC. Un sistema basato su un HAL PIC (Programmable Interrupt Controller) standard non Ŕ compatibile con l'HAL APIC o con l'HAL MPS.
  • Il computer di riferimento e quelli di destinazione devono disporre dello stesso supporto ACPI (Advanced Configuration and Power Interface).
  • Non Ŕ necessario che i dispositivi Plug and Play presenti sul computer di riferimento e su quelli di destinazione, quali modem, schede audio, schede di rete e schede video, siano dello stesso produttore. ╚ invece necessario che siano disponibili i relativi driver.
  • ╚ richiesta la presenza di software di acquisizione di immagini disco di terze parti e di dispositivi hardware di duplicazione dei dischi. Tramite tali prodotti Ŕ infatti possibile creare un'immagine binaria del disco rigido di un computer e duplicare tale immagine su un altro disco rigido o archiviarla in un file su un disco distinto.
  • La dimensione del disco rigido del computer di destinazione deve essere almeno uguale a quella del disco rigido del computer di riferimento. Se il computer di destinazione dispone di un disco rigido di maggiore capacitÓ, lo spazio eccedente non verrÓ incluso nella partizione primaria. ╚ tuttavia possibile utilizzare la chiave ExtendOemPartition nel file Sysprep.inf per estendere la partizione primaria se questa Ŕ stata formattata con il file system NTFS.

Predisposizione di un computer di riferimento per la distribuzione di Sysprep

Per predisporre un computer di riferimento per la distribuzione di Sysprep in Windows XP, attenersi alla seguente procedura:
  1. sul computer di riferimento, installare il sistema operativo e ogni ulteriore programma che si desideri installare sui computer di destinazione.
  2. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare cmd, quindi scegliere OK.
  3. Al prompt dei comandi, passare alla directory principale dell'unitÓ C, quindi digitare md Sysprep.
  4. Inserire il CD del sistema operativo Windows XP nell'unitÓ CD-ROM o DVD-ROM appropriata e aprire il file Deploy.cab nella cartella \Support\Tools.

    Nota Per assicurarsi di utilizzare la versione corretta del file Deply.cab per il service pack in uso, utilizzare il file Deply.cab fornito con il service pack. Visitare il seguente sito Web Microsoft per scaricare la versione corretta del service pack in uso:
    http://www.microsoft.com/windowsxp/downloads/default.mspx
  5. Copiare i file Sysprep.exe e Setupcl.exe nella cartella Sysprep.

    Nota Se si utilizza il file Sysprep.inf, copiare anche questo nella cartella Sysprep. PerchÚ lo strumento Sysprep funzioni in modo corretto Ŕ necessario che i file Sysprep.exe, Setupcl.exe e Sysprep.inf siano contenuti nella stessa cartella.
  6. Rimuovere il CD del sistema operativo Windows XP.
  7. Al prompt dei comandi, digitare cd Sysprep per modificare la cartella Sysprep.
  8. Per avviare lo strumento Sysprep, al promt dei comandi digitare il seguente comando:
    Sysprep /parametro facoltativo
    Nota Per una lista dei parametri, vedere la sezione "parametri Sysprep".

    Se si esegue lo strumento Sysprep.exe dalla cartella %systemdrive%\Sysprep, al termine la cartella e tutto il relativo contenuto verranno rimossi automaticamente.
  9. Per evitare conflitti NetBIOS, Microsoft consiglia, dopo che si Ŕ eseguito il file Sysprep.exe su un computer di riferimento, di isolare tale computer dalla rete locale in cui dovrÓ in seguito essere distribuita la relativa immagine. In questo modo Ŕ possibile completare correttamente il programma di installazione mediante Sysprep, accedere al dominio specificato e utilizzare il nuovo nome di computer specificato nel file di risposta Sysprep.inf.

Creazione del file di risposta Sysprep.inf

Il file di risposta Sysprep.inf Ŕ un file di testo in cui sono specificate le risposte per una serie di finestre di dialogo dell'interfaccia grafica utente (GUI). Per creare un file di risposta Sysprep.inf da utilizzare con lo strumento Sysprep Ŕ possibile impiegare un editor di testo o l'utilitÓ Gestione guidata installazione inclusa nel CD di Windows XP nonchÚ nel Resource Kit di Microsoft Windows XP. Il file di risposta deve essere rinominato Sysprep.inf ed essere incluso nella cartella Sysprep nella directory principale dell'unitÓ in cui Windows XP Ŕ installato o essere salvato su un disco floppy. Se la cartella Sysprep ha un nome diverso, durante l'installazione verrÓ ignorato. Non esiste un parametro con cui specificare il file di risposta relativo alla procedura guidata di installazione minima.

Formato e parametri del file di risposta Sysprep.inf

  • Il formato e i parametri del file di risposta Sysprep.inf sono gli stessi del file Unattended.txt per Windows XP, ma sono supportati solo le sezioni e i parametri riportati di seguito.

    [Unattended]
    ExtendOemPartition
    OemPnPDriversPath
    OemSkipEula
    InstallFilesPath
    KeepPageFile
    ResetSourcePath
    UpdateHAL
    UpdateUPHAL
    UpdateInstalledDrivers
    TapiConfigured

    [GuiUnattended]
    AdminPassword
    Autologon
    AutoLogonCount
    OEMDuplicatorString
    OEMSkipRegional
    OEMSkipWelcome
    TimeZone

    [UserData]
    Supporta lo stesso insieme di voci del file Unattend.txt.
    [LicenseFilePrintData]
    Supporta lo stesso insieme di voci del file Unattend.txt.
    [GuiRunOnce]
    Supporta lo stesso insieme di voci del file Unattend.txt.
    [Display]
    Supporta lo stesso insieme di voci del file Unattend.txt.
    [RegionalSettings]
    Supporta lo stesso insieme di voci del file Unattend.txt.
    [Networking]
    Supporta lo stesso insieme di voci del file Unattend.txt.
    [Identification]
    Supporta lo stesso insieme di voci del file Unattend.txt.
    [TapiLocation]
    [Sysprep]
    Le voci vengono generate automaticamente nella sezione [SysprepMassStorage].
    [SysprepMassStorage]
    Consente l'utilizzo della stessa immagine su computer con dispositivi di archiviazione di massa differenti.

Utilizzo dell'utilitÓ Gestione guidata installazione per creare il file di risposta Sysprep.inf

Per installare l'utilitÓ Gestione guidata installazione e per creare il file di risposta, attenersi alla seguente procedura:
  1. Aprire Risorse del computer, quindi la cartella Support\Tools del CD di Windows XP.
  2. Fare doppio clic sul file Deploy.cab per aprirlo.
  3. Scegliere Seleziona tutto dal menu Modifica.
  4. Scegliere Copia nella cartella dal menu Modifica.
  5. Scegliere Crea nuova cartella.

    Digitare il nome che si desidera attribuire alla cartella di Gestione guidata installazione, quindi premere INVIO. Digitare, ad esempio, gestione guidata installazione e premere INVIO.
  6. Scegliere Copia.
  7. Aprire la nuova cartella creata e fare doppio clic sul file Setupmgr.exe. VerrÓ avviata Gestione guidata installazione di Windows.
  8. Per creare un file di risposta, seguire le istruzioni della procedura guidata.
Per ulteriori informazioni sulla creazione di un file di risposta, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
308662 HOW TO: Come utilizzare Gestione installazione per creare un file di risposta in Windows 2000

Parametri Sysprep

In Windows XP Ŕ possibile utilizzare i seguenti parametri facoltativi per il comando Sysprep:
  • -activated: non ripristinare il periodo di prova dell'Attivazione di un prodotto Windows. Utilizzare questo parametro solo se l'installazione di Windows Ŕ stata attivata in modalitÓ Produttore computer.

    Importante Il codice Product Key utilizzato per attivare l'installazione di Windows deve corrispondere al codice Product Key contenuto nell'etichetta del Certificato di autenticitÓ (COA) attaccata allo specifico computer.
  • -audit: riavvia il computer in modalitÓ Produttore computer senza che sia necessaria la generazione di nuovi ID di sicurezza (SID) o l'elaborazione di voci della sezione [OEMRunOnce] del file Winbom.ini. Utilizzare questo parametro della riga di comando solo se il computer Ŕ giÓ impostato sulla modalitÓ Produttore computer.
  • -bmsd: inserisce tutti i dispositivi di archiviazione di massa disponibili nella sezione [SysprepMassStorage].
  • -clean: cancella il contenuto del database dei dispositivi critici utilizzato nella sezione [SysprepMassStorage] del file Sysprep.inf.
  • -factory: si riavvia in uno stato abilitato all'uso della rete senza visualizzare la schermata iniziale dell'installazione o dell'installazione minima. Questo parametro Ŕ utile per l'aggiornamento di driver, l'esecuzione dell'enumerazione Plug and Play, l'installazione di programmi, l'esecuzione di test, la configurazione del computer con dati personalizzati e l'apporto di qualsiasi altra modifica alla configurazione nell'ambiente predefinito al produttore. Le aziende che utilizzano software per la creazione di immagini disco possono, tramite la modalitÓ Produttore del computer, ridurre il numero delle immagini necessarie.

    Una vota completate tutte le attivitÓ in modalitÓ Produttore del computer, eseguire il file Sysprep.exe mediante il parametro -reseal per predisporre il computer per la distribuzione agli utenti finali.
  • -forceshutdown: arresta il computer dopo l'esecuzione di Sysprep.exe.

    Nota Utilizzare questo parametro con i computer il cui BIOS ACPI non consente un arresto corretto in base al funzionamento predefinito del file Sysprep.exe.
  • -mini: configura Windows XP Professional per l'utilizzo dell'installazione minima invece della visualizzazione della schermata iniziale dell'installazione di Windows. Il parametro non ha alcun effetto su Windows XP Home Edition, in cui viene sempre visualizzata la schermata iniziale.

    Se si prevede di utilizzare il file Sysprep.inf per automatizzare l'installazione minima, Ŕ necessario eseguire lo strumento Sysprep con il parametro -mini o selezionare la casella di controllo MiniSetup nell'interfaccia grafica utente. Per impostazione predefinita, se non si sceglie di eseguire l'installazione minima, viene visualizzata la schermata iniziale dell'installazione di Windows XP Professional.
  • -noreboot: modifica le voci del Registro di sistema (tra cui le voci SID e OemDuplicatorString) senza riavviare o predisporre il computer alla duplicazione. Questo parametro viene utilizzato principalmente per l'esecuzione di test, in particolare per verificare se il Registro di sistema sia stato modificato in modo corretto. Microsoft non consiglia l'uso di questo parametro poichÚ l'apporto di modifiche a un computer dopo che Ŕ stato eseguito il file Sysprep.exe pu˛ invalidare la predisposizione completata con l'esecuzione di Sysprep.exe. Non utilizzare questo parametro in un ambiente di produzione.
  • -nosidgen: avvia il file Sysprep.exe senza generare nuovi SID. ╚ necessario utilizzare questo parametro se non si sta duplicando il computer in cui si esegue il file Sysprep.exe o se si stanno preinstallando controller di dominio.
  • -pnp: esegue l'enumerazione completa dei dispositivi Plug and Play e dell'installazione dei dispositivi precedenti durante l'installazione minima. Il parametro non ha alcun effetto sui sistemi in cui viene sempre visualizzata la schermata iniziale.

    Utilizzare il parametro della riga di comando -pnp solo quando si devono rilevare e installare precedenti dispositivi non Plug and Play. Non utilizzare il comando sysprep -pnp su computer in cui vengono utilizzate esclusivamente dispositivi Plug and Play. In caso contrario, si produrrÓ un aumento del tempo di visualizzazione della schermata iniziale senza offrire vantaggi aggiuntivi all'utente.

    Nota Quando si deve necessariamente ricorrere a driver non firmati, utilizzare il parametro UpdateInstalledDrivers=yes in combinazione con OemPnPDriversPath= e DriverSigningPolicy=ignore invece del parametro della riga di comando -pnp per offrire un'installazione pi¨ intuitiva.
  • -quiet: esegue il file Sysprep.exe senza la visualizzazione di messaggi di conferma. Il parametro Ŕ utile quando si desidera automatizzare l'esecuzione del file Sysprep.exe. Se, ad esempio, si prevede di automatizzare il file Sysprep.exe appena completata l'esecuzione del programma di installazione, aggiungere il comando sysprep -quiet alla sezione [GuiRunOnce] del file Unattend.txt.
  • -reboot: impone il riavvio automatico del computer con la visualizzazione della schermata iniziale dell'installazione di Windows in modalitÓ minima o in modalitÓ Produttore del computer. Il parametro Ŕ utile quando si desidera controllare il computer e verificare che le fasi iniziali dell'installazione vengano eseguite correttamente.
  • -reseal: cancella il contenuto dei registri del Visualizzatore eventi e predisporre il computer per la distribuzione agli utenti. Al successivo avvio del computer, verrÓ visualizzata la schermata iniziale dell'installazione di Windows o avviata l'installazione minima. Se si esegue il comando sysprep -factory, sarÓ necessario sigillare l'installazione al successivo passaggio del processo di preinstallazione. Per effettuare questa operazione, eseguire il comando sysprep -reseal o scegliere Sigilla nella finestra di dialogo Sysprep.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni sull'utilizzo del file Sysprep.inf per il supporto multilingue, consultare la Guida in linea.

Per una spiegazione pi¨ approfondita dei file di risposta e dei relativi valori di parametro validi, fare riferimento al file Ref.chm disponibile nella cartella \Support\Tools\Deploy.cab del CD di Windows XP Professional.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 302577 - Ultima modifica: martedý 2 luglio 2013 - Revisione: 4.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows XP Professional
  • Microsoft Windows XP Home Edition
Chiavi:á
kbenv kbhowtomaster kbsetup KB302577
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com