Come aprire un messaggio utilizzando modello a oggetti di Outlook con l'ID voce ottenuto da MAPI in Visual c ++ 6.0

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 304894 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

INTRODUZIONE

In questo articolo illustri l'uso di PR_ENTRYID proprietà ottenuti estesa MAPI per aprire e visualizzare un elemento utilizzando il modello a oggetti di Outlook.

Informazioni

Per creare e generare questo progetto di esempio in Microsoft Visual c ++, attenersi alla seguente procedura:
  1. Aprire Visual Studio, creare una nuova applicazione di Win32 denominata "OOMEntryID" e quindi selezionare Una semplice applicazione di Win32 .
  2. Aprire il file OOMEntryID.cpp e sostituire l'intero contenuto con il codice riportato di seguito. Assicurarsi di modificare il percorso a Mso.dll e Msoutl.olb per scegliere nei rispettivi percorsi per il computer.
    #include "stdafx.h"
    #include "edk.h"
    
    // Import Outlook object model.
    #define IMPPROPS rename_namespace("OL")
    // Define this according to the Outlook object model 
    // version you are compiling under.
    
    //#define OL2000 // Outlook 2000
    #define OL2002 // Outlook 2002 (2002)
    
    #if defined(OL2000)
      // TODO: Verify that the path to the file is correct.
      #import "c:\Program Files\Microsoft Office\Office\mso9.dll" IMPPROPS 
      #import "c:\Program Files\Microsoft Office\Office\msoutl9.olb" IMPPROPS
    #elif defined(OL2002)
      // TODO: Verify that the path to the file is correct.
      #import "c:\Program Files\Common Files\Microsoft Shared\Office10\mso.dll" IMPPROPS 
      #import "c:\Program Files\Microsoft Office\Office10\\msoutl.olb" IMPPROPS
    #endif
    
    struct StartOle 
    {
       StartOle() { CoInitialize(NULL); }
       ~StartOle() { CoUninitialize(); }
    } _inst_StartOle;
    
    
    void dump_com_error(_com_error &e)
    {
        _tprintf(_T("Oops - hit an error!\n"));
        _tprintf(_T("\a\tCode = %08lx\n"), e.Error());
        _tprintf(_T("\a\tCode meaning = %s\n"), e.ErrorMessage());
        _bstr_t bstrSource(e.Source());
        _bstr_t bstrDescription(e.Description());
        _tprintf(_T("\a\tSource = %s\n"), (LPCTSTR) bstrSource);
        _tprintf(_T("\a\tDescription = %s\n"), (LPCTSTR) bstrDescription);
    }
    
    using namespace OL;
    
    int APIENTRY WinMain(HINSTANCE hInstance,
                         HINSTANCE hPrevInstance,
                         LPSTR     lpCmdLine,
                         int       nCmdShow)
    {
      // MAPI session pointer.
      LPMAPISESSION  pSession = NULL; 
      HRESULT hRes = S_OK;
      
      // Please add error checking yourself.
    
      // Initialize MAPI.
      hRes = MAPIInitialize(NULL);
    
      // Log on to MAPI and get a session pointer.
      hRes = MAPILogonEx(0, NULL, NULL, MAPI_LOGON_UI, &pSession);
    
      // Open message store.
      ULONG      cbEIDStore = 0;
      LPENTRYID  lpEIDStore = NULL;
      IMsgStore  *pMsgStore;
    
      hRes = HrMAPIFindDefaultMsgStore(pSession, 
                      &cbEIDStore, 
                      &lpEIDStore);
    
      hRes = pSession->OpenMsgStore(NULL, 
                      cbEIDStore, 
                      lpEIDStore, 
                      NULL, 
                      MAPI_BEST_ACCESS, 
                      &pMsgStore);  
    
      // Open Inbox.
      ULONG        ulObjType;
      ULONG        cbEntryID;
      LPENTRYID    lppEntryID;
      IMAPIFolder  *lpFolder;
    
      hRes = pMsgStore->GetReceiveFolder(NULL, 
                         NULL, 
                         &cbEntryID, 
                         &lppEntryID, 
                         NULL);
    
      hRes = pMsgStore->OpenEntry(cbEntryID, 
                    lppEntryID, 
                    NULL, 
                    MAPI_BEST_ACCESS, 
                    &ulObjType, 
                    (LPUNKNOWN *)&lpFolder);
    
    
      // Get Inbox items.
      LPMAPITABLE  lpContentsTable = NULL;
      LPSRowSet    pRows = NULL;
      enum {ePR_SUBJECT, ePR_ENTRYID,  NUM_COLS};
      static SizedSPropTagArray(NUM_COLS,sptCols) 
      = {NUM_COLS, PR_SUBJECT, PR_ENTRYID};
      
    
      hRes = lpFolder->GetContentsTable(0, 
                        &lpContentsTable);
    
      hRes = HrQueryAllRows(lpContentsTable, 
                  (LPSPropTagArray) &sptCols, 
                  NULL, 
                  NULL, 
                  0, 
                  &pRows);
      
      if (pRows->cRows > 0) // Make sure there is at least one message.
      {
        // Get the first item in the Inbox and get its entry ID.
        IMessage    *lpMessage;
        LPSPropValue  pspvEID = NULL;
    
        hRes = pMsgStore->OpenEntry(pRows->aRow[0].lpProps[ePR_ENTRYID].Value.bin.cb, 
                                 (LPENTRYID)pRows->aRow[0].lpProps[ePR_ENTRYID].Value.bin.lpb, 
                                 NULL, 
                                 MAPI_BEST_ACCESS, 
                                 &ulObjType, 
                                 (LPUNKNOWN *)&lpMessage);
        
        hRes = HrGetOneProp(lpMessage, 
                  PR_ENTRYID, 
                  &pspvEID);
        
        char szEID[1001];
        HexFromBin(pspvEID[0].Value.bin.lpb, 
                   pspvEID[0].Value.bin.cb, 
                   szEID);
    
        // Open Outlook item using the entry ID we got from MAPI.
    
        try{
          OL::_ApplicationPtr  pOutlook("Outlook.Application");
          OL::_NameSpacePtr    pNameSpace = pOutlook->GetNamespace("MAPI");
          OL::_MailItemPtr     pMailItem = NULL;
    
          pMailItem = pNameSpace->GetItemFromID(szEID, vtMissing);
          if (pMailItem)
          {
            // Display message.
            pMailItem->Display(vtMissing);
          }
        } 
    
        catch (_com_error &e)
        {
          dump_com_error(e);
        }
    
        UlRelease(lpMessage);
      }
      else
      {
        MessageBox(NULL, 
               "There are no messages in the inbox", 
               "Open Item", 
               MB_OK);
      }
    
      pSession->Logoff(NULL, 0L, 0);
    
      FreeProws(pRows);
      UlRelease(lpContentsTable);
      UlRelease(lpFolder);
      UlRelease(pMsgStore);
      UlRelease(pSession);
    
      return 0;
    } 
    					
  3. Nel menu progetto , fare clic su Impostazioni . Scegliere la scheda collegamento e quindi selezionare input come categoria.

    Per la sezione moduli di Libreria di oggetti , aggiungere quanto segue.
    MSVCRT.LIB addrLkup.lib edkguid.lib edkdebug.lib edkmapi.lib edkutils.lib mapi32.lib
    						
    Per la sezione Ignora librerie , aggiungere libcd.lib e libc.lib.

    Chiudere la finestra di dialogo Impostazioni progetto .
  4. Generare ed eseguire quindi il progetto.
  5. Verrà visualizzato il primo messaggio in posta in arrivo.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
259298L'utilizzo di un modello di oggetti di Outlook da Visual c ++ utilizzando un'istruzione # import

Proprietà

Identificativo articolo: 304894 - Ultima modifica: lunedì 12 febbraio 2007 - Revisione: 5.5
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Messaging Application Programming Interface
  • Microsoft Outlook 2000 Standard Edition
  • Microsoft Outlook 2000 Service Pack 1
  • Microsoft Outlook 2002 Standard Edition
  • Microsoft Visual Studio 6.0 Enterprise Edition
Chiavi: 
kbmt kbemail kbopenfile kbprogramming kbhowto kbmsg KB304894 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 304894
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com