Come il servizio cluster un disco di riserva e porta in linea un disco

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 309186 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

In questo articolo viene descritto come il servizio Microsoft Cluster consente di riserva e di porta in linea dischi che sono gestiti dal servizio cluster e relativi driver.

Informazioni

Per gestire i dischi sul bus condiviso, il servizio cluster utilizza solo il protocollo SCSI.

Nota Ci˛ non significa che tutti i dischi sarÓ di tipo SCSI, che specifica l'interfaccia hardware noto come SCSI, ma piuttosto che l'unitÓ di archiviazione deve essere in grado di interpretare correttamente e di elaborare i comandi e protocollo SCSI.

L'elenco di comandi riportato di seguito sono il SCSI ulteriori funzionalitÓ che verrÓ utilizzata quando i dischi si trova in un ambiente cluster di protocollo.
  • riservare : questo comando emesso da una scheda bus host di ottenere o mantenere la proprietÓ di una periferica SCSI. Una periferica che Ŕ riservata rifiuta tutti i comandi da tutte le altri host bus schede tranne quella che inizialmente riservato e l'iniziatore.
  • rilasciare : questo comando viene generato dall'adattatore bus host proprietario quando una risorsa disco viene disconnesso, per un altro host bus adattatore per riservare libera una periferica SCSI.
  • Reimposta : questo comando interrompe la prenotazione su un dispositivo di destinazione. Questo comando pu˛ essere un bus reimpostare (per intero bus) o, l'utilizzo di una reimpostazione di destinazione i driver storport per una particolare periferica nel bus.
Nella seguente procedura viene descritto come un cluster di server viene avviato e assume il controllo dei dischi condivisi. Questo scenario si presuppone che un solo nodo Ŕ venga attivato in un momento:

Quando il computer viene avviato, il driver del disco di cluster (Clusdisk.sys) legge la seguente chiave di registro di sistema locale per ottenere un elenco delle firme dei dischi condivisi nella gestione del cluster:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\ClusDisk\Parameters \Signatures
Dopo l'elenco Ŕ stato ottenuto, il servizio cluster tenta di analizzare tutte le periferiche sul bus SCSI condiviso per trovare le firme disco corrispondente.

Quando viene avviato il primo nodo del cluster, il driver del disco del cluster contrassegna prima tutti i LUN (LUN: numero di unitÓ logica, un identificatore univoco utilizzato su un bus SCSI per distinguere tra le periferiche che condividono nello stesso bus) corrispondenti alla chiave di firma volumi non in linea. Si noti che questo non corrisponde a quello disconnettere una risorsa del cluster. Il volume Ŕ contrassegnato come non in linea per impedire pi¨ nodi contemporaneamente di accesso in scrittura i volumi. Se il cluster Ŕ un cluster di dischi condivisi, uno dei dischi viene designato come disco quorum per il servizio cluster. Disco quorum Ŕ la risorsa prima che portata in linea quando il servizio cluster tenterÓ di formare un cluster.

Quando viene avviato il servizio cluster sul nodo forming, tenta innanzitutto di portare in linea della periferica fisica designata come disco quorum. Viene eseguito l'algoritmo di verifica del disco sul disco quorum per ottenere la proprietÓ. Nella verifica di esito positivo, il servizio cluster invia una richiesta per clusdisk per avviare l'invio periodico di riserva sul disco (per mantenere la proprietÓ). Quindi, il servizio cluster invia una richiesta di clusdisk per sbloccare l'accesso al disco quorum e installa i volumi sul disco. Esito positivo di montaggio dei volumi di completa la procedura in linea e il servizio cluster, quindi prosegue con il processo del modulo del cluster. La richiesta viene passata dal driver del disco del cluster lo stack di driver di archiviazione Microsoft e infine al driver specifici per adattatore HBA che comunica con i dischi. Pu˛ inoltre essere passato per qualsiasi software multipath eseguito nello stack di archiviazione. Per ulteriori informazioni sugli stack di archiviazione e i modelli di driver, fare clic sui collegamenti seguenti:
Dopo la periferica controller/archiviazione driver segnala che la periferica Ŕ stata prenotata correttamente, il servizio di cluster garantisce che l'unitÓ pu˛ essere letto da e scrittura. Una volta che il disco ha superato tutti questi test, la risorsa disco Ŕ contrassegnata come in linea e il servizio cluster Ŕ quindi continua a offrire tutte le altre risorse in linea.

Ogni nodo del cluster rinnova le prenotazioni per qualsiasi LUN Ŕ proprietario di ogni tre secondi. Se i nodi di un cluster perdono comunicazioni di rete tra loro (ad esempio, se Ŕ presente alcuna comunicazione nella rete pubblica o privata), i nodi inizieranno un processo noto come arbitraggio per determinare la proprietÓ del disco quorum. Il nodo che wins proprietario del quorum risorse disco perdita totale di comunicazione tra nodo di cluster rimarrÓ funzionale. Qualsiasi nodo che non pu˛ comunicare e non pu˛ gestire o acquisire il proprietario del disco quorum terminerÓ il servizio cluster e le risorse tale nodo Ŕ stato hosting verrÓ essere spostati in un altro nodo del cluster.
  1. Il nodo a cui appartiene attualmente il disco quorum Ŕ il nodo defending. Il defender si presuppone che Ŕ la difesa da tutti i nodi cluster che non Ŕ in grado di comunicare e per cui non ha ricevuto una notifica di arresto del sistema. Il defender Rinnova continuamente la prenotazione per il quorum richiedendo un SCSI riserva trovarsi sul LUN ogni tre secondi.
  2. Tutti gli altri nodi (nodi che non possiedono il disco quorum e non possono comunicare con il nodo proprietario della risorsa quorum) diventano nodi complesso.
  3. Quando il challenger rileva la perdita di tutte le comunicazioni, viene richiesto immediatamente un SCSI bus a livello di reimpostare per interrompere qualsiasi prenotazioni esistenti.
  4. Sette secondi dopo la reimpostazione SCSI richiesto, il challenger tenta di riservare il disco quorum. Se il nodo di defender Ŕ in linea e funzionante, verrÓ Ŕ giÓ riservata il disco quorum come avviene in genere ogni tre secondi. Il challenger rileva che Impossibile prenotare il quorum e interrompe il servizio cluster. Se il defender non funziona correttamente, Ŕ possibile il challenger correttamente prenotare il disco quorum. Dopo dieci secondi, il challenger riporta il quorum in linea e diventa proprietario di tutte le risorse del cluster. Se il nodo defending perde la proprietÓ della periferica quorum, quindi il servizio cluster sul nodo defending termina immediatamente.
Quando un nodo del cluster richiede una risorsa disco in modalitÓ non in linea, richiede che il fondo SCSI essere rilasciato e quindi verrÓ nuovamente l'unitÓ Ŕ disponibile per il sistema operativo. Se una risorsa disco Ŕ non in linea in un cluster, il volume che la risorsa fa riferimento a (il disco con la firma corrispondente) sarÓ possibile accedere al sistema operativo su uno dei nodi del cluster.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 309186 - Ultima modifica: mercoledý 12 settembre 2007 - Revisione: 4.5
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
  • Microsoft Windows 2000 Datacenter Server
  • Microsoft Windows NT Server 4.0 Enterprise Edition
  • Microsoft Windows Server 2003, Datacenter Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003, Enterprise Edition (32-bit x86)
Chiavi:á
kbmt kbenv kbinfo KB309186 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 309186
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com