IIS Lockdown Affects SharePoint Portal Server

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 309675 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo Ŕ stato archiviato. L?articolo, quindi, viene offerto ?cosý come Ŕ? e non verrÓ pi¨ aggiornato.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Potrebbe verificarsi uno dei seguenti sintomi:
  • Potrebbe non essere in grado di installare SharePoint Portal Server e si potrebbe essere visualizzato il seguente messaggio di errore:
    CVAIComponent di [2], Errore 0 x 80004005: VAIFy non riuscita
    [0] CVAIComponent:Install, errore di impostazione VAI.
    - oppure -

  • Potrebbe non essere poter accedere all'area di lavoro utilizzando il portale e si potrebbe essere visualizzato il seguente messaggio di errore quando si accede al portale:
    HTTP 404 - File non trovato

Cause

Questo problema pu˛ verificarsi se il Internet Information Services (IIS) Lockdown sta bloccando le pagine ASP.

Risoluzione

Per risolvere il problema, rimuovere lo strumento di blocco IIS e reinstallarlo con il supporto per le pagine ASP attivata. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
  1. Esecuzione di IIS Lockdown strumento nuovamente l'installazione (IISLockd.exe) e quindi scegliere Annulla .
  2. Nel Questo Server Ŕ stato giÓ configurato dello schermo, fare clic su Avanti .
  3. Fare clic sul pulsante nella finestra di dialogo visualizzata.
  4. Attendere il completamento del IIS Lockdown consente di ripristinare le impostazioni precedenti. Questa operazione pu˛ richiedere fino a metÓ un'ora per il completamento.
  5. Fare clic sul pulsante Avanti e scegliere il pulsante Fine per uscire dal programma di installazione dello strumento di blocco.
  6. Eseguire nuovamente il programma di installazione Lockdown e quindi fare clic su Avanti .

    Nota : quando Ŕ rieseguire il programma di installazione, assicurarsi di selezionare l'opzione di visualizzazione delle impostazioni modello quando si seleziona un modello di server. In alternativa, Ŕ possibile selezionare un altro modello, che consentirÓ di selezionare manualmente ogni impostazione.
  7. Nella finestra Mapping di script , assicurarsi che si deseleziona la casella di controllo accanto a Active Server Pages (ASP) .
  8. Impostare il resto di opzioni a seconda dalla configurazione del server.
  9. Riavviare il server.
Nota : il backup del metabase effettuata quando inizialmente Ŕ stato eseguito lo strumento di blocco IIS verrÓ ripristinato da questo processo. Se sono state modifiche alla configurazione di IIS da allora, ad esempio l'aggiunta di siti o directory virtuali, Ŕ possibile che tali modifiche andranno perse.

Workaround

Se Ŕ stato modificato la configurazione di IIS poichÚ Ŕ stato eseguito prima lo strumento IIS Lockdown, Ŕ possibile utilizzare questa soluzione alternativa ripristinare il supporto per le pagine ASP senza rimuovere le modifiche alla configurazione:
  1. Avviare Gestione servizi Internet.
  2. Espandere l'oggetto server che esegue SharePoint Portal Server.
  3. Aprire le proprietÓ per la directory virtuale dell'area di lavoro.
  4. Fare clic su configurazione .
  5. In Mapping applicazioni , fare clic sull'estensione ASP e quindi fare clic su Modifica .
  6. Nella casella eseguibile, Ŕ necessario modificare il nome del file da 404.dll in asp.dll.
  7. Fare clic su OK per chiudere tutte le finestre di dialogo ProprietÓ.
  8. Arrestare e quindi riavviare il sito Web predefinito.
Ripetere questi passaggi per tutte le aree di lavoro.

Se Ŕ installato URLScan durante l'installazione dello strumento di blocco IIS, Ŕ necessario apportare alcune modifiche di pi¨ nel modo seguente:
  1. Aprire il file di C:\Winnt\System32\Inetsrv\Urlscan\Urlscan.ini nel blocco note.
  2. Nella sezione Opzioni prendere nota del valore dell'opzione UseAllowExtensions .
  3. Se UseAllowExtensions Ŕ impostato su 0 , individuare la sezione DenyExtensions si allontana verso il basso il file e quindi commento le righe di ASP, cer, cdx e asa inserendo un punto e virgola (;) prima di essi.
  4. Se UseAllowExtensions Ŕ impostato su 1 , individuare la sezione AllowExtensions si allontana verso il basso il file e quindi aggiungere ASP, cer, cdx e asa, ciascuno nella propria riga.
  5. Salvare il file URLScan.ini e riavviare IIS.
Nota : se si imposta backup di SharePoint Portal Server per l'utilizzo in una rete extranet, Ŕ necessario ripetere questo processo per le directory virtuali secondarie creati.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 309675 - Ultima modifica: domenica 2 febbraio 2014 - Revisione: 2.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft SharePoint Portal Server 2001
Chiavi:á
kbnosurvey kbarchive kbmt kberrmsg kbprb KB309675 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 309675
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com