HOW TO: Utilizzare il completamento automatico con un prompt dei comandi in Windows XP

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 310530 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo viene descritto come configurare Windows XP affinché i nomi di file e cartelle digitati al prompt dei comandi vengano completati automaticamente. Questa funzionalità viene attivata digitando un carattere di controllo che la richiama.

Attivazione del completamento automatico

Per passare ad esempio alla cartella Programmi, è possibile digitare cd \pro carattere_controllo. Per visualizzare invece il contenuto del file Myfile.txt, è possibile digitare type myf carattere_controllo. Se al carattere digitato corrispondono più cartelle o file, digitando nuovamente il carattere di controllo viene visualizzata la successiva istanza di corrispondenza. Quando viene visualizzato il nome della cartella o del file che si desidera specificare, premere INVIO per completare il comando. Se ai caratteri digitati non corrisponde alcuna cartella o file, verrà emesso un segnale acustico.

È possibile attivare o disattivare questa funzionalità per un computer, un utente o solo per la sessione di comando corrente.

Attivare il completamento automatico nella sessione corrente

Per attivare il completamento automatico per la sessione di comando corrente, digitare cmd /f. Digitare quindi CTRL+D per completare il nome di una cartella o CTRL+F per completare il nome di un file.

Per disattivare il completamento automatico, digitare cmd /f:off.

Attivare il completamento automatico in modo definitivo

AVVISO: l'errato utilizzo dell'editor del Registro di sistema può causare seri problemi che potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Microsoft non è in grado di garantire la risoluzione di problemi causati dall'errato utilizzo dell'editor del Registro di sistema. L'utilizzo dell'editor del Registro di sistema è a rischio e pericolo dell'utente.
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare regedit, quindi scegliere OK.
  2. Per attivare il completamento automatico per il computer, individuare e selezionare la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Command Processor.
  3. Per attivare il completamento automatico per l'utente corrente, individuare e selezionare la chiave HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Command Processor.
  4. Per il completamento di nomi di cartelle, fare doppio clic sul valore CompletionChar. Digitare in formato esadecimale il carattere di controllo che si desidera utilizzare.

    Se ad esempio si desidera utilizzare il tasto TAB come carattere di controllo, il carattere di controllo sarà 0x9 (digitare il valore 9, che verrà convertito automaticamente in formato esadecimale). Se si desidera utilizzare gli stessi caratteri di controllo utilizzati per un'unica sessione di comando, digitare 0x4 per CTRL+D e 0x6 per CTRL+F. È possibile utilizzare lo stesso carattere di controllo per il completamento dei nomi di cartelle e dei nomi di file.
  5. Per il completamento di nomi di file, fare doppio clic sul valore PathCompletionChar. Digitare in formato esadecimale il carattere di controllo che si desidera utilizzare.

    Se ad esempio si desidera utilizzare il tasto TAB come carattere di controllo, il carattere di controllo sarà 0x9 (digitare il valore 9, che verrà convertito automaticamente in formato esadecimale). Se si desidera utilizzare gli stessi caratteri di controllo utilizzati per un'unica sessione di comando, digitare 0x4 per CTRL+D e 0x6 per CTRL+F. È possibile utilizzare lo stesso carattere di controllo per il completamento dei nomi di cartelle e dei nomi di file.
  6. Chiudere l'editor del Registro di sistema.
Se la funzionalità viene attivata per il computer, sarà disponibile per tutti gli utenti. È tuttavia possibile disattivare la funzionalità per un determinato utente oppure utilizzare diversi caratteri di controllo per tale utente rispetto a quelli impostati per il computer. Le impostazioni a livello di utente hanno la precedenza rispetto alle impostazioni a livello di computer.

Ulteriori informazioni

Esistono alcune differenze tra il completamento dei nomi di cartelle e quello dei nomi di file:
  • La funzionalità di completamento dei nomi di file agisce anche sulle cartelle in quanto viene cercato un percorso completo e viene verificata la corrispondenza sia nei nomi di file che nei nomi di cartelle.
  • Se si utilizza il carattere di controllo per il completamento di nomi di file con un comando che funziona solo con le cartelle, ad esempio il comando cd o rd, la ricerca viene estesa solo ai nomi di cartelle.
  • Con la funzione di completamento per le cartelle viene verificata solo la corrispondenza nei nomi di cartelle. Se sono presenti sia file che cartelle con stringhe corrispondenti, le ricerche di cartelle effettuate con la funzione di completamento dei nomi di cartelle risultano pertanto più rapide rispetto a quelle effettuate con la funzione di completamento dei nomi di file.

Proprietà

Identificativo articolo: 310530 - Ultima modifica: giovedì 12 giugno 2003 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Windows XP Professional Edition
  • Microsoft Windows XP Home Edition
Chiavi: 
kbhowto kbhowtomaster KB310530
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com