Aggiunta di driver Plug and Play OEM a Windows XP

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 314479 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Per la versione di questo articolo relativa a Microsoft Windows 2000, vedere (il contenuto potrebbe essere in inglese): 254078.

IMPORTANTE: in questo articolo vengono fornite informazioni su come modificare il Registro di sistema. Prima di modificare il Registro di sistema, eseguire una copia di backup e assicurarsi di sapere come ripristinarlo in caso di problemi. Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup, ripristinare e modificare il Registro di sistema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
256986 Descrizione del Registro di sistema di Microsoft Windows
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo viene descritta la procedura necessaria per aggiungere driver OEM (Original Equipment Manufacturer) alle installazioni Microsoft Windows. Sono descritti solo i driver che vengono in genere installati durante la fase dell'installazione in modalitÓ grafica o in seguito all'installazione dall'enumerazione standard Plug and Play. In questo modo Ŕ possibile caricare driver Plug and Play OEM che sarÓ possibile utilizzare in seguito quando verrÓ introdotto nel sistema il componente hardware relativo.

L'articolo descrive inoltre come aggiungere driver Plug and Play OEM nelle situazioni riportate di seguito:
  • Installazione automatica
  • Installazione Sysprep
  • Installazioni del Servizio di installazione remota
  • Immagini Riprep
  • Installazioni di Windows esistenti
Per ulteriori informazioni su come aggiungere periferiche di memorizzazione di massa OEM durante l'installazione in modalitÓ testo, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (il contenuto potrebbe essere in inglese):
314859 Durante l'installazione di Windows XP con F6 Ŕ disponibile un supporto limitato dei driver OEM

Informazioni

I driver installati durante la fase dell'installazione in modalitÓ grafica devono essere disponibili in determinati percorsi. Il programma di installazione procede cosý all'installazione delle periferiche, mediante ID Plug and Play, che sono state enumerate dalla funzionalitÓ Windows Plug and Play. Viene inoltre effettuata la ricerca di un percorso predefinito nell'unitÓ, all'interno dei file inf per trovare la migliore corrispondenza per l'ID Plug and Play della periferica. Tale percorso Ŕ definito nella seguente chiave di registro e, in base all'impostazione predefinita, ha il valore %SystemRoot%\Inf:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\DevicePath: REG_EXPAND_SZ:%SystemRoot%\Inf
Il programma di installazione utilizza questo percorso per trovare i file inf per l'installazione delle periferiche. Al termine dell'installazione il percorso viene utilizzato anche per qualsiasi nuovo componente hardware rilevato e installato. Se si modifica la chiave di registro durante l'installazione mediante il file Sysprep.inf o il file di risposte automatiche, il valore verrÓ salvato e utilizzato al termine dell'installazione.

Nelle sezioni del presente articolo riportate di seguito viene descritto come aggiungere driver OEM a installazioni automatiche o Sysprep di Windows.

Installazione automatica

Per aggiungere driver a un'installazione automatica, attenersi alla seguente procedura.

Nota Se i driver OEM non dispongono di firma digitale, durante l'installazione verrÓ visualizzato un messaggio di avviso. Per disabilitare il messaggio, aggiungere la voce riportata di seguito alla sezione [Unattended] del file di risposte di installazione (Unattend.txt):
DriverSigningPolicy = Ignore
				
Per ulteriori informazioni su questa impostazione, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (il contenuto potrebbe essere in inglese):
236029 Configurazione dei criteri di firma dei driver per l'installazione automatica di Windows 2000
  1. Creare un punto di distribuzione in un server di rete copiando la cartella I386 dal CD di Microsoft Windows in un percorso del server. Utilizzare l'utilitÓ Gestione guidata installazione (Setupmgr.exe) per creare un file Unattended.txt. L'utilitÓ Setupmgr.exe Ŕ disponibile nel CD di Windows, nella cartella Support\Tools, nel file Deploy.cab, insieme al file Setupmgr.chm contenente informazioni sull'installazione automatica di Windows.Per ulteriori informazioni sulla creazione di un file di risposta, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    308662 HOW TO: Come utilizzare Gestione guidata dell'installazione per creare un file di risposte
  2. Creare una cartella $oem$\$1\Drivers nella cartella I386 copiata nel punto di distribuzione. Potrebbe essere consigliabile creare ulteriori cartelle nella sottocartella Drivers, in base al componente hardware che si desidera installare, ad esempio una schede di rete, un modem o un driver video. La cartella $1 si risolve in %SystemDrive%. Durante l'installazione in modalitÓ testo cartelle e file vengono copiati nelle cartelle %SystemDrive%\Drivers. Ad esempio:
    \i386
    -\$oem$
    - - \$1
    - - - \Drivers
    - - - - - \NIC
    - - - - - \MODEM
    - - - - - \VIDEO
  3. Copiare tutti i file dei driver OEM relativi alla periferica nelle cartelle create nel passaggio precedente.
  4. Aggiungere la voce OemPnPDriversPath = Percorsi_driver nella sezione [Unattended] del file di risposte di installazione. ╚ possibile citare numerosi percorsi separandoli mediante punto e virgola (;), come riportato di seguito:
    [Unattended]
    OemPnPDriversPath = Drivers\NIC;Drivers\Modem;Drivers\Video
    						
    Nota La stringa della variabile di ambiente %SystemDrive% viene inserita automaticamente prima di ogni percorso di ricerca elencato.
  5. Salvare il file di risposte.
Durante la fase di installazione in modalitÓ grafica, la ricerca all'interno dei file inf di ID Plug and Play viene inoltre estesa ai percorsi elencati nella voce OemPnPDriversPath, insieme al percorso predefinito standard %WinDir%\Inf. Nell'ordine di ricerca il percorso %WinDir%\Inf viene elencato per primo, ma se una periferica Ŕ supportata da pi¨ file inf, dato che in Windows potrebbe essere incluso un driver che consente funzionalitÓ generiche, il programma di installazione continuerÓ la ricerca in tutti i percorsi specificati nella voce OemPnPDriversPath. Anche se possono essere rilevate pi¨ corrispondenze, la funzionalitÓ Plug and Play utilizza il file inf che rappresenta il migliore risultato e installa il relativo driver per il supporto della periferica.

Installazione Sysprep

Il processo con cui si aggiungono driver OEM a un'installazione Sysprep di Windows Ŕ simile alla procedura descritta nella sezione "Installazione automatica" del presente articolo, a eccezione del fatto che non Ŕ necessario creare la condivisione della distribuzione. Per aggiungere driver alla procedura guidata di installazione minima di Sysprep, attenersi alla seguente procedura:
  1. Nella cartella principale del volume in cui si trova la cartella %WinDir% creare una struttura di cartelle che contenga i driver OEM. Ad esempio:
    \Drivers
    - - \NIC
    - - \VIDEO
    \Sysprep
    \WINNT
  2. Copiare i driver OEM nelle sottocartelle appropriate.
  3. Aggiungere la voce OemPnPDriversPath = Percorsi_driver nella sezione [Unattended] del file Sysprep.inf. ╚ possibile citare numerosi percorsi separandoli mediante punto e virgola (;), come illustrato nel seguente codice di esempio:
    [Unattended]
    OemPnPDriversPath = Drivers\NIC;Drivers\Video
    					
    Nota La stringa della variabile di ambiente %SystemDrive% viene inserita automaticamente prima di ogni percorso di ricerca elencato.
Se non si desidera che i driver OEM rimangano nel volume al termine dell'installazione minima, Ŕ possibile collocare la struttura di cartelle, creata nel passaggio precedente, nella cartella di Sysprep. Assicurarsi di impostare in modo appropriato la chiave OemPnPDriversPath =. La cartella Sysprep, oltre a tutte le relative sottocartelle, viene rimossa automaticamente al termine dell'installazione.

Salvare il file Sysprep.inf nella cartella Sysprep, quindi eseguire Sysprep.exe. Tutte le periferiche Plug and Play, comprese quelle rilevate mediante i file inf dei driver OEM, verranno automaticamente installate durante l'installazione minima nei computer prescelti. ╚ importante notare che non Ŕ necessario specificare il parametro della riga di comando -pnp a meno che nei computer destinatari siano presenti periferiche ISA di versioni precedenti. Se si utilizza il parametro della riga di comando -pnp, verrÓ eseguita un'enumerazione Plug and Play completa di tutte le periferiche. In questo modo il processo di installazione minima di Sysprep avrÓ una durata superiore di 5 o 10 minuti.

Nota Quando si specificano ulteriori controller di memorizzazione di massa, il parametro della riga di comando -pnp potrebbe far sý che in Gestione periferiche siano elencati ulteriori controller del disco rigido. Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
314460 Utilizzo dell'UtilitÓ preparazione sistema e file di risposta
Nota Se i driver OEM non dispongono di una firma digitale, la procedura guidata di installazione minima rimanderÓ l'installazione della periferica finchÚ un amministratore non effettuerÓ l'accesso al computer. Si tratta di un'installazione lato client in contrapposizione a una lato server, che si verifica durante l'installazione minima.

Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (il contenuto potrebbe essere in inglese):
256204 I driver senza firma non vengono installati durante la procedura guidata di installazione minima Sysprep senza il parametro "-pnp"

Installazioni del Servizio di installazione remota

Il processo di aggiunta di driver Plug and Play OEM alle installazioni del Servizio di installazione remota si attiene agli stessi passaggi descritti nella sezione "Installazione automatica" del presente articolo, con due modifiche minime:
  1. Collocare la cartella $oem$ allo stesso livello della cartella \I386 dell'immagine RIS. Ad esempio:
       RemoteInstall\Setup\%language\Images\%dir_name%\i386
       RemoteInstall\Setup\%language\Images\%dir_name%\$oem$\$1\Drivers
                                                            \NIC
                                                            \MODEM
                                                            \VIDEO
    					
  2. Modificare il modello predefinito di immagine RIS (Ristndrd.sif). Nella sezione [Unattended] modificare il valore della chiave OemPreinstall = da No a Yes e aggiungere le voci OemPnPDriversPath = Percorso_driver. ╚ possibile citare numerosi percorsi separandoli mediante punto e virgola (;), come riportato di seguito:
    [Unattended]
    OemPreinstall = Yes
    OemPnPDriversPath = Drivers\NIC;Drivers\Modem;Drivers\Video
    					
    Nota La stringa della variabile di ambiente %SystemDrive% viene inserita automaticamente prima di ogni percorso di ricerca elencato.

    Nota Se uno dei driver OEM Ŕ relativo a una scheda di rete, il server RIS dovrÓ disporre di tale file al momento dell'avvio dell'installazione in modalitÓ testo.

    Per ulteriori informazioni su questo processo, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    315279 Aggiunta di una scheda di rete OEM di terze parti a un'installazione RIS
  3. Interrompere e riavviare il servizio BINL sul server RIS. Per effettuare tale operazione, digitare quanto riportato di seguito al prompt dei comandi, premendo INVIO dopo ciascun comando:
    net stop "boot information negotiation layer"
    net start "boot information negotiation layer"

Immagini Riprep

Riprep e Sysprep condividono molte delle stesse funzionalitÓ. Per questo motivo, quando si aggiungono driver Plug and Play OEM ai computer di cui verrÓ creata l'immagine, tale processo prevede una procedura simile a quella utilizzata per Sysprep. Prima di eseguire Riprep in relazione al computer immagine per procedere quindi alla copia nel server RIS, attenersi alla seguente procedura:
  1. Creare una cartella denominata Sysprep nella cartella %SystemDrive%, che probabilmente sarÓ rappresentata dall'unitÓ C, dato che Riprep.exe Ŕ in grado di copiare un solo volume o partizione.
  2. Nella cartella principale dello stesso volume, creare una struttura di cartelle che contenga i driver OEM, come illustrato nel seguente esempio:
    \Drivers
    - - \NIC
    - - \VIDEO
    \Sysprep
    \WINNT
  3. Copiare i driver OEM nelle sottocartelle appropriate.
  4. Creare un file Sysprep.inf nella cartella Sysprep quindi, nella sezione [Unattended], aggiungere le voci OemPnPDriversPath = Percorso_driver. ╚ possibile citare numerosi percorsi separandoli mediante punto e virgola (;), come nell'esempio riportato di seguito:
    [Unattended]
    OemPnPDriversPath = Drivers\NIC;Drivers\Video
    Nota La stringa della variabile di ambiente %SystemDrive% viene inserita automaticamente prima di ogni percorso di ricerca elencato.

    Nota Se la periferica Ŕ giÓ stata riconosciuta dal sistema operativo come periferica conosciuta o sconosciuta, Ŕ necessario rimuoverla mediante Gestione periferiche prima di eseguire Sysprep, altrimenti i driver aggiornati non verranno installati all'avvio dell'installazione minima.

  5. Eseguire Riprep.exe dalla cartella \\ServerRis\Reminst\Admin\I386 del computer client per copiare l'immagine nel server RIS selezionato. Riprep cerca nella cartella Sysprep un file Sysprep.inf, legge la chiave OemPnPDriversPath= e aggiorna la voce della chiave di registro riportata di seguito nel computer, prima di copiare il Registro di sistema nel server perchÚ sia disponibile durante l'installazione minima:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Devicepath
    Nota Il file Riprep.sif predefinito, creato durante questo processo, non subisce alcun influsso da parte della voce del file Sysprep.inf creato nei passaggi precedenti.
  6. Interrompere e riavviare il servizio BINL sul server RIS. Per effettuare questa operazione, digitare quanto riportato di seguito al prompt dei comandi e premere INVIO dopo ciascun comando:
    net stop "boot information negotiation layer"
    net start "boot information negotiation layer"
    Nota Se uno dei driver OEM Ŕ relativo alla scheda di rete primaria, il server RIS deve inoltre disporre di tale file derivante da un'immagine RIS standard prima che venga scaricata l'immagine Riprep. In tal caso Ŕ anche necessario attenersi alla procedura descritta nella sezione "Installazioni del Servizio di installazione remota" del presente articolo oppure utilizzare la procedura descritta nell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:

    315279 Aggiunta di una scheda di rete OEM di terze parti a un'installazione RIS
    Se l'immagine Ŕ giÓ stata creata e si desidera aggiungere driver Plug and Play OEM, utilizzare il Servizio installazione remota per scaricare l'immagine in un computer, attenersi alla procedura descritta nella sezione "Immagini Riprep" del presente articolo e ricollocare l'immagine nel server RIS.

    Nota Se si utilizza questo metodo, i percorsi dei driver verranno immessi due volte nella seguente chiave di registro:
    SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\DevicePath
    Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (il contenuto potrebbe essere in inglese):
    258862 Aggiunta di percorsi duplicati al Registro di sistema da parte di Riprep.exe

Installazioni di Windows esistenti

AVVISO: l'errato utilizzo dell'editor del Registro di sistema pu˛ causare gravi problemi che potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Microsoft non Ŕ in grado di garantire la risoluzione di problemi causati dall'errato utilizzo dell'editor del Registro di sistema. L'utilizzo dell'editor del Registro di sistema Ŕ a rischio e pericolo dell'utente.
Potrebbe essere necessario aggiungere nuove periferiche hardware a computer esistenti basati su Windows che richiedono driver OEM. Anche se fosse necessario installare la nuova periferica, potrebbe essere consigliabile distribuire i driver OEM in modo controllato o collocarli in un server. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
  1. Stabilire se si desidera copiare i driver localmente o se si desidera memorizzarli in un server di distribuzione centrale. Se si desidera memorizzarli localmente nel disco rigido del computer, Ŕ necessario disporre di un metodo per copiare i driver nel computer, ad esempio utilizzando script di accesso, processi batch di Microsoft Systems Management Server o altri metodi.
  2. Dopo avere determinato il metodo di distribuzione, occorre trovare il percorso per i driver di periferica. Se si desidera copiarli localmente, il percorso potrebbe essere C:\Drivers\Nic, mentre se si desidera copiarli in un server centrale, il percorso potrebbe essere \\Nomeserver\Drivers\Nic (dove Drivers rappresenta una cartella condivisa).
  3. Aggiornare la chiave
    DevicePath
    del Registro di sistema del computer locale per riflettere i percorsi dei nuovi driver OEM. ╚ necessario un metodo di automazione per aggiornare in remoto la chiave di registro. I file del Registro di sistema possono essere utilizzati con gli script di accesso o con un processo batch di SMS. Il valore predefinito Ŕ disponibile nella seguente chiave di registro:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\DevicePath: REG_EXPAND_SZ:%SystemRoot%\Inf
  4. Utilizzare Regedit.exe per modificare la chiave
    DevicePath
    e fare in modo che il percorso in cui si trovano i driver sia incluso nel percorso di ricerca.

    Se ad esempio i driver vengono copiati localmente nella cartella principale dell'unitÓ in cui si trova la cartella %WinDir% (Drivers\Nic), il valore finale DevicePath dovrebbe essere simile a quanto riportato di seguito.
    DevicePath: REG_EXPAND_SZ:%SystemRoot%\Inf;%SystemRoot%\Drivers\Nic
    Se i driver vengono memorizzati in un server o in un punto di distribuzione centrale, aggiungere il percorso UNC ai driver OEM. Ad esempio:
    DevicePath: REG_EXPAND_SZ:%SystemRoot%\Inf;\\Nomeserver\Nomecondivisione\Drivers\Nic
    NOTA: %SystemRoot% non viene automaticamente aggiunto al caso precedente, perchÚ il processo di installazione non aggiunge i valori. Occorre infatti digitare manualmente il valore di %SystemRoot% quando si modifica il Registro di sistema.
Al termine della procedura descritta e dell'installazione del nuovo componente hardware e dopo l'accesso di un utente, la funzionalitÓ Plug and Play rileverÓ il nuovo componente e cercherÓ i percorsi della periferica specificati per trovare i driver OEM. Tutte le regole applicabili ai driver con o senza firma sono applicabili anche alle periferiche installate. Se i driver OEM per la nuova periferica non dispongono di firma digitale e un utente che non dispone di autorizzazioni amministrative accede al computer dopo l'installazione del nuovo componente hardware, tale utente non potrÓ completare l'installazione della periferica finchÚ un amministratore non accederÓ al computer.

Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (il contenuto potrebbe essere in inglese):
219435 Non sono disponibili autorizzazioni amministrative per caricare e scaricare i driver di periferica
Nota Se il sistema operativo ha giÓ riconosciuto la periferica come conosciuta o sconosciuta, Ŕ possibile utilizzare il parametro UpdateInstalledDrivers del file Sysprep.inf per specificare che la funzionalitÓ Plug and Play viene richiamata dopo l'installazione minima, per enumerare di nuovo tutti i driver installati e per installare tutti i driver aggiornati nel percorso del driver. Per ulteriori informazioni sul parametro UpdateInstalledDrivers per Sysprep.inf, vedere il file della Guida sull'utilizzo degli strumenti di distribuzione aziendale di Microsoft Windows XP (Deploy.chm) incluso nel CD di Windows XP.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 314479 - Ultima modifica: martedý 15 febbraio 2005 - Revisione: 2.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Windows XP Home Edition
  • Microsoft Windows XP Professional Edition
Chiavi:á
kbenv kbinfo kbsetup KB314479
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com